HyperCharge 120 W, la ricarica ultrarapida di Xiaomi che cambia tutto | Video

22 Ottobre 2021 282

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Ritrovarsi con lo smartphone scarico nei momenti di necessità è uno degli inconvenienti più spiacevoli della vita di ogni giorno, soprattutto per i più smanettoni (o i più smemorati). Ad aggravare la situazione ci pensano spesso tempi di ricarica biblici che alcuni smartphone, nonostante l'incedere dell'innovazione, ancora prevedono (a buon intenditor...).

Si discosta da questa categoria Xiaomi: l'azienda cinese negli anni ha spinto sempre oltre i confini della tecnologia di ricarica e dai 5W del primo smartphone datato 2011 - già avanzati rispetto agli standard dei competitor - si è arrivati alla fast charge da 120 W che ha debuttato nel 2020 con il Mi 10 Ultra e che prometteva tempi di ricarica ridotti a soli 23 minuti. Una tecnologia che, in meno di un anno, è stata ulteriormente implementata.

COME FUNZIONA XIAOMI HYPERCHARGE DA 120 W

Il nuovo caricatore da 120 W arriva sul mercato con l'ultima aggiunta della divisione smartphone di Xiaomi, il nuovo 11T Pro - la cui "T" pone proprio l'accento sulla tecnologia all'avanguardia del dispositivo (QUI la nostra recensione) - nonché primo telefono ad incorporare la tecnologia Xiaomi HyperCharge da 120 W. Questa promette di caricare il dispositivo al 100% in soli 17 minuti partendo dal 2% e in 23 minuti partendo dallo 0%.

Per i produttori di smartphone, spesso una maggior velocità di ricarica porta tuttavia a dover rinunciare a una buona capacità della batteria. Non è il caso dell'azienda cinese, che è riuscita a dotare lo Xiaomi 11T Pro di una batteria da 5.000 mAh, 500 mAh in più rispetto al Mi 10 Ultra.

Prima addentrarci nelle specificità della tecnologia di ricarica ultrarapida, concentriamoci un attimo sull'alimentatore ufficiale, che è a conti fatti il punto di partenza dell'intero processo. Il suo cavo è molto più spesso e corposo di quello di un caricabatterie usuale proprio perché racchiude una fitta combinazione di sensori e soluzioni che scongiurano un eccessivo surriscaldamento del dispositivo nella fase di ricarica.

Photo Credits: Xiaomi

Come anticipato, il caricatore alimenta una batteria da 5.000 mAh che è però suddivisa in due celle da 2.500 mAh ciascuna. Nel processo di carica, il flusso di energia viene immesso nelle celle per mezzo di quattro accessi da 30 W, permettendo dunque di ricaricare parallelamente a 60 W le due coppie di celle (così da raggiungere i 120 W complessivi). Questo doppio flusso abbassa la tensione e aumenta l'amperaggio oltre gli standard, garantendo un maggior assorbimento di potenza.

Subentrano poi altre tecnologie di cui l'azienda è proprietaria, come Mi-FC o Multiple Tab Winding, che migliora il flusso di corrente della batteria aggiungendo un numero più elevato di schede anodiche e catodiche per accorciare il percorso di corrente, ridurre la resistenza interna e migliorare il controllo termico, ottenendo quindi una maggior corrente in entrata. Inoltre, l'applicazione del grafene sulla batteria agli ioni di litio migliora la conduttività rispetto alle batterie tradizionali.

Si tratta, in conclusione, di un sistema che accelera la velocità di ricarica, tiene sotto controllo la temperatura ed eleva la potenza generale.

E LA SICUREZZA?

Quando si parla di batterie e di ricarica ultrarapida, il primo nodo da sciogliere è sempre quello relativo alla sicurezza. Nel caso dell'11 T Pro, sono 34 in totale le funzioni di sicurezza che coprono l'intero ciclo di ricarica, dal caricabatterie al circuito, fino alla batteria stessa. Ad essi si aggiungono poi 9 sensori termici - in prossimità della porta USB-C, della batteria, della scheda madre e della CPU - che monitorano la temperatura in tempo reale.

Come promesso dall'azienda, il degradamento della batteria è piuttosto ridotto: dopo 800 cicli di carica completi, che equivalgono a circa due anni, la batteria perderà soltanto il 20% della sua capacità, un valore superiore rispetto alla media degli smartphone in commercio. Lo stesso produttore garantisce che la carica ultrarapida può avvenire anche a temperature particolarmente basse, fino a -10°C.

POSSIBILI SCENARI

I progressi avanzati nel campo della ricarica veloce si possono già toccare con mano, nonostante sia ancora presto considerarlo uno standard condiviso. Affinché ci sia una vera rivoluzione, però, è necessario un cambio strutturale che investa indifferentemente le aziende del tech.

Dal canto suo, Xiaomi ha fatto della sua tecnologia un'efficace leva per marciare un passo avanti alla concorrenza. Il suo percorso prosegue inarrestabile e l'azienda cinese qualche mese fa ha battuto l'ennesimo record sulla velocità di ricarica degli smartphone diffondendo una tech demo in cui mostra una nuova tecnologia di ricarica ultra rapida da 200 W capace di ricaricare dallo 0 al 100% la batteria di un Mi 11 T Pro in soli 8 minuti.

VIDEO


282

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GB ego sum

Ci credo proprio che riescono a tenere sotto controllo il calore e il deterioramento precoce della batteria... sì ... sì... Questo è possibile sulle auto che hanno batterie appositamente sovradimensionate che si possono permettere il lusso di lavorare in un range compreso tra il 20 e l'80-85% della loro reale capacità totale, ma in una batteria da 5.000 mAh non avviene: sarebbe come disporre di una batteria da 3000 mAh

Edoardo Motta

100% dopo due anni è letteralmente impossibile fisicamente

Pistacchio
Bio'

Va benissimo, carica con cavo a bassi voltaggi e la batteria avrà lunga vita.
Quella che ti frega è quella ad induzione. Ho amici che lo caricano di notte ad induzione e dopo 3 mesi si sono ritrovati con l'83% residuo di vita.. A 5 watt per 7 ore di carica sempre sotto tensione e calore cosa si pretende?
Motivo per la quale apple con gli iphone 13 ha aumentato le dimensioni delle bobine interne, meno effetto joule-

Gabriele

A volte da 18 watt è a volte da 5 watt, ne ha 2,a 5 watt se lo carica di notte.

Bio'

Dipende con che caricatore lo carica, secondo me usa ancora il vecchio 5 watt e compie cicli di ricarica molto corretti.

Su iphone è facile deteriorare le batterie con la carica ad induzione, crea calore e ciao batteria, stress termico.

Bio'

Si tutto molto bello, il problema è che in 10 minuti di video avete tralasciato un argomento importante; Il deterioramento delle celle con tutto quello stress che subisce ad ogni ricarica.

Arnaldo Mussi

tu ti rendi conto di quanto sei un fallito?

Arnaldo Mussi

scusa dove sta scritto che non si consuma se ha ha perso il 4/5%?

Mick&LOzzo

n'attimo, mi sono perso... che differenza c'è rispetto alla soluzione già presentata su Mi 10 Ultra?

Mario Rossi

si

Teomondo Scrofalo

No e tu?

Zoro

a me il 12 pro max per 6 mesi mi indicava il 100 di capacità massima, dopo il sesto mese è tracollata perdendo ben l 11 in 3 mesi.

Alessandro De Filippo

Dal 2% al 100% in 17 Min ..ma da 0% al 100% in 23 Min? Leggendo e detta così ..per ricaricare dal 0% al 2% ..impiegherebbe 6 minuti? Oh leggendo le differenze..

Developer

non ho capito la parte: no insta pienamente del tuo discorso.
con 370€ potresti seguire in saldo il galaxy s20 fe, nord2 dipende da quanto peso dai alla camera

piero

ahahahahhha mi è sempre piaciuta questa immagine

piero

hahhahhah

Mario Rossi

sempre meglio che cogl1one come te.

CAIO MARIOZ

Se usi il cavo per altri scopi, come collegare il telefono al laptop o all’auto devi comprarti un altro cavo USB C

Beh ma la USB a è dalla parte del caricabatteria, fa differenza?

Bodale

Sono questi i contenuti che dovrebbero portare gli utenti sul blog.
Grazie.

Matteo Rossi

Ovvio che non siano precise al 100% ma di sicuro non sbagliano di 10/15 punti percentuale.

Aster

Ho litigato per la scienza, me ne frego come spende i soldi,anzi meglio cosi fs girare l'economia

Che_giornata_pallosa

E perché hai litigato? Lascialo nel suo brodo, no? Contento lui di farsi inchia*****are, contenti tutti.

josefor

Bravi entrambi ma ...complimenti a Greta che ha un nasino che pare disegnato nella galleria del vento di Pininfarina..

Alexander

Il budget è 360/370 quindi no insta pienamente e son solo combattuto con A52s anche se non amo molto la one ui

jose manu

Che stupido tu sei

jose manu

Se dura dura

Gabriele

Su iphone c é, e comunque bisogna vedere effettivamente se é corretto, mia sorella ha il 12 pro da 6 mesi e indica ancora il 100 %, é molto improbabile

Matteo Rossi
Matteo Rossi

Che sia ancora al 109% in due anni è imp

Matteo Rossi

Chissà perché se fosse a 80 andrebbe bene, invece a 96 no. La durata è prat la stessa da quando l’ho preso usandolo nello stesso modo.

Mario Rossi

vuoi un premio?

Teomondo Scrofalo

https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo Scrofalo

Avete proprio un complesso di inferiorità nei confronti di Apple
https://uploads.disquscdn.c...

Teomondo Scrofalo

No mai la prima cosa che faccio quando salgo in auto è mettere il telefono nel porta telefono e attaccarlo alla carica.

Marcello Minari

Ricarichi a 120W?

Mostra 1 nuova risposta

Lo so, non dovrei, ma io ogni tanto carico il mi 9T con la sua ricarica rapida da 0% sparato (cioè lo attacco quando mi fa il countdown dei 30s prima di spegnersi) al 100% (lo so lo so, non dovrei).

Se mentre lo ricarico lo uso anche, scalda parecchio. Scalda abbastanza anche se non lo uso, ma è tiepido diciamo... Se lo ricarico dal 20% e oltre non si scalda quasi...

In ogni caso come si può conoscere lo stato di usura? Dura ancora almeno due giorni

Mostra 1 nuova risposta

Lì non c'è scritto lo stato di usura...

psycoscin901

Scusa ma dallo screenshot dove si vede lo stato di usura della batteria? A parte che non sapevo che altre case, oltre Apple, indicassero lo stato di usura della batteria.

Kekkonen

Non so esattamente quali siano i limiti della porta lightning, però gli iPhone si possono caricare più velocemente con l’alimentatore dell’iPad o tantissimi altri (anker eccetera).
Sul sito Apple è scritto chiaramente che si possono utilizzare gli alimentatori Apple fino a quelli dì 96 watt.
Si parla di valori comunque non paragonabili a questa ricarica di xiaomi e tanti altri (diciamo un 50% in mezz’ora su iPhone 12, non certo un miracolo, ecco).
Io lo carico la notte (come tutti) quindi oramai uso solo la ricarica Qi o la MagSafe tramite la batteria portatile di anker (che ha una porta usb-c, alleluia), ma in viaggio porto sempre un alimentatore della easyacc con due porte e un piccolo dock. Già solo quello permette di caricare più velocemente un iPhone rispetto all’alimentatore che c’era in dotazione fino a un po’ di tempo fa nella scatola.

Gatsu

Il magsafe è un sistema già abbastanza veloce, anche se i competitor fanno meglio...
Personalmente non conosco i limiti della porta lighting per ciò che riguarda il "trasporto" della corrente, ma sicuramente il limite della Type C è parecchio alta...
A naso direi che tra una e l'altra la Type C sia meglio...

Mario Rossi

https://uploads.disquscdn.c... vuoi uno screenshot? eccotelo

Developer
Simone Arico'

A me basta quella del fratello minore Xiaomi Mi 11 T che in meno di 40 minuti mi ricarica la batteria ...

Mariux Revolutions
Giu P
Mario Rossi

su amazon ne trovi a carrettate

Mario Rossi

il mio note 10+ in due anni e' ancora al 100%. perdere il 20% è parecchio...

TyMayuS

Sisi ,il succo del discorso sta al " ci sono parecchie possibilità di metterlo sotto carica senza la necessità del super caricatore".
Ci mancherebbe.

La famiglia Motorola Edge 20 al gran completo, ecco quale scegliere e perché

ROG Phone 5s Pro, la recensione: una questione di dettagli

Ecco quando un tablet può diventare un'ottima soluzione | Video

Recensione Honor 50: solido, bello e concreto, l'esperienza si sente tutta