Xiaomi vende sempre più smartphone ma le entrate calano: i dati del Q3 2022

23 Novembre 2022 6

Xiaomi ha presentato oggi i risultati finanziari dell'ultimo trimestre (luglio-settembre) e dei primi 9 mesi dell'anno, riportando nel Q3 un calo delle entrate del 9,7% passate da 10,9 a 9,8 miliardi di dollari. Il calo è essenzialmente dovuto a due aspetti: da un lato la crescente crisi economica che sta colpendo anche il settore smartphone (QUI gli ultimi dati), dall'altro i continui lockdown in Cina per contrastare la diffusione della variante Omicron che stanno rallentando produzione e distribuzione. Più della metà delle entrate (50,5%) proviene dal mercato estero.

L'azienda ribadisce il suo impegno nella strategia Smartphone x AIoT, tra luglio e settembre sono stati 40,2 gli smartphone spediti in tutto il mondo con una crescita del 2,8% su base trimestrale: Xiaomi risulta essere il terzo produttore con uno share del 13% alle spalle di Samsung (prima) ed Apple (seconda). Gli utenti attivi mensili della MIUI sono stati 563,9 milioni a settembre, 78,1 milioni in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. A incidere positivamente sui risultati conseguiti sono stati il lancio in Cina di Xiaomi 12S Ultra e di MIX Fold 2.

ENTRATE Q3

SMARTPHONE
  • entrate: 5,9 miliardi di dollari, +0,6% su base trimestrale, -11,1% su base annua
  • 40,2 milioni di smartphone spediti, +2,8% su base trimestrale, -8,4% su base annua
  • potenziamento della presenza sui mercati esteri, Europa inclusa
  • Xiaomi secondo brand in Europa per market share: 23%
  • Xiaomi secondo brand in Italia

Il buon andamento delle spedizioni di smartphone non ha impedito tuttavia all'azienda di riportare un calo di 11,1 punti percentuali delle entrate. La crisi economica e le promozioni in corso hanno pesato negativamente sul prezzo medio di vendita (ASP, -3%) e, dunque, anche sui ricavi trimestrali.

TUTTI GLI ALTRI DATI IN BREVE - Q3 2022
  • spese in ricerca e sviluppo: 572 milioni di dollari, +25,7% su base annua
  • dispositivi connessi (esclusi smartphone, tablet, portatili): 558,3 milioni, +39,5% rispetto allo scorso anno
  • entrate IoT: 2,65 miliardi di dollari, -3,8% rispetto al trimestre precedente, -9% rispetto al Q3 2021
  • spedizioni di smart TV: 3,3 milioni, +9,3% anno su anno
  • entrate smart TV e portatili: -18,5% su base annua (principale motivo: ASP diminuito)
  • entrate elettrodomestici: +70% anno su anno
  • entrate servizi internet: +1,4% su base trimestrale, +17,2% sul mercato internazionale, -3,7% su base annua

In apertura: Xiaomi 12T Pro | Recensione


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
meg-dogmática

Guarda che anche io ho un redmi note 8, non il pro, funziona ancora bene, la batteria sta dando segni di cedimento, ma l'ho sfruttato tanto e credo che farò il tentativo di cambiarla, la fotocamera fa cacàrè ma con la gcam non mi lamento avendolo pagato all'epoca 160€ durante il bf del 2019, regalato a mia sorella che poi me lo ha ridato perchè ha preferito un IPhone X ricondizionato, chiamala scèma :D... ma le patch sono ferme a febbraio. A me non piace la politica di Xiaomi, le patch dovrebbero uscire, non dico tutti i mesi, capisco non aggiornare il sistema operativo ma le patch sono importanti. Poi come possono supportarti vecchi telefoni quando ne fanno uscire troppi?? Ed alcuni senza logica. Beh, se volessi usarlo come primo smartphone non lo farei non essendo più supportato da febbraio. Va bene come muletto o emergenza. Quindi si, più di 1000€ per un cinesotto che ormai si è adeguato al mercato sono troppi. Preferisco samsung, google o IPhone se devo spendere lo stipendio... Sono cellulari da max 300€. Ho avuto anche un Mi9t pro è andato bene un annetto, bella fotocamera, un mostro ma poi solo problemi, addirittura per via del sistema operativo si è resettato da solo ed ha "distrutto" tutti i miei dati del mese, non avevo un backup ed ho perso dei documenti importanti che alla fine con tanta fatica ho recuperato, e la colpa non era del telefono perchè ripeto era mostruoso ma proprio del sistema operativo, acerbo e pieno di bug, anche lui pagato 350€ al BF. Pensavo di aver fatto un affare ma per poco non mi faceva perdere i soldi che non avevo speso per acquistarlo. Poi 2 anni di aggiornamenti sono il MINIMO. Ci mancherebbe pure che non aggiornassero proprio, già escono buggati... Quindi come vedi le cose le conosco. E non ho avuto in mano solo cinesotti da 200 euro.

Nicolò Moauro
Nicolò Moauro

Con Redmi note 8 pro ho ricevuto 2 Major update android e 3 delle personalizzazione software proprietaria, se non sai le cose evita di parlare che fai più bella figura

meg-dogmática

Per non parlare dell'abbandono del software dopo poco tempo... Non aggiornano più nemmeno le patch di sicurezza, direi che ad una certa la gente comincia poi a capire che valgono poco. Quindi più di 200€ per uno xiaomi sono soldi male spesi :D, figuriamoci 1000€ :')

FactCheckoIlDisagio

> A incidere positivamente sui risultati conseguiti sono stati il lancio in Cina di Xiaomi 12S Ultra e di MIX Fold 2.

Dubito altamente che questi due modelli abbiano venduto più di 10 unità.

Smart Home di Xiaomi a Milano: andate a vederla, ne vale la pena | Video

Smartphone top di gamma 2022 a confronto: quale sarà il migliore?

Xiaomi 12 Pro: 6 mesi dopo è il miglior smartphone dell'azienda | Riprova

Xiaomi Smart Band 7 Pro, le nostre prime impressioni | VIDEO