Vivo accusata di evasione dei dazi doganali in India. Stesso discorso per Oppo e Xiaomi

04 Agosto 2022 10

Diversi produttori cinesi di smartphone sono stati accusati dal governo indiano di evasione dei dazi doganali. La situazione pare piuttosto complicata soprattutto per Vivo Mobile India, sussidiaria di Vivo Communication Technology con sede a Guangdong, in Cina. Il Directorate of Revenue Intelligence (DRI) afferma di avere in mano "prove incriminanti che indicano un'errata dichiarazione intenzionale nella descrizione di alcuni articoli importati".

In pratica, il quinto produttore di smartphone al mondo (per unità spedite) avrebbe intenzionalmente alterato la documentazione necessaria all'importazione dei beni dalla Cina falsandone la descrizione al fine di ottenere l'esenzione dai dazi doganali. L'evasione risulta pari a circa 274 milioni di euro, secondo quanto previsto dal Customs Act.

NON SOLO VIVO

Come detto in apertura, non è solo Vivo ad essere nel mirino delle autorità governative indiane: il ministro delle finanze Nirmala Sitharaman ha confermato che le indagini sono in corso anche su Xiaomi ed Oppo.

  • OPPO: in totale l'evasione dei dazi doganali risulterebbe pari a 543 milioni di euro circa, di cui 174 milioni per una sottovalutazione di una parte dei beni importati. L'azienda non condivide il punto di vista del DRI e si è detta disponibile a collaborare.
  • XIAOMI: evasione per circa 81 milioni di euro. In pratica, la divisione indiana dell'azienda cinese avrebbe trasferito illegalmente poco meno di 690 milioni di euro a tre realtà straniere. Una di queste sarebbe Qualcomm.

10

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
vegeta nexus 5X

Ma sto Chang-Kay-Shek non era l’imperatore pazzo di grosso guaio a chinatown che ha maledetto Lo-pan (o come cavolo si chiamava)?

PCusen

Esatto: il più grande criminale e assassino della storia è proprio lui. Hitler al confronto è un principiante eppure tutti pensano che Mao Zedong sia un rivoluzionario pacioccone buono come il pane.

Vive

Chang-Kay-Shek era un militare e veniva dalla tradizione e i modi della cina continentale.

Però è stato il suo essere anti-comunista che ha consentito a Taiwan di evolversi in una società aperta e democratica.

La Cina invece è rimasta fedele ai suoi ideali comunisti, concedendo solo la libertà economica perché altrimenti sarebbero rimasti poverissimi.

Taiwan aveva delle rivendicazioni sulla Cina continentale perché all'epoca aveva un esercito quasi alla pari.

Vive

uno dei più feroci di tutto in Novecento dietro forse solo a Hitler

Dimentichi un certo Mao Zedong.

meyinu

L'india è da molti anni che sanziona la Cina e che vorrebbe avere un mercato tecnologico autoctono su app e telefonini. Quindi una prosecuzione della politica indiana.

Vedo qui tutti gioire e tifare per l'India, Taiwan e a invocare il crollo del mercato immobiliare cinese come un'azione punitiva.

Guardate che sul Twitter della IPER-nazionalista c'è la volontà di annettersi tutta la Cina cantonese (quella meridionale, per intenderci), il Nepal, il Bangladesh e il Pakistan (da loro chiamato sempre "Porkistan"... perché per gli indiani i pakistani sono quelli puzzolenti, dagli standard di vita bassi e dai comportamenti primitivi... invece loro...).

Taiwan, dittatura nazionalista sotto Chang-Kay-Shek o come si chiama e con la legge marziale fino al 1987 (ma non era/è ufficialmente "comunista" e allora va tutto bene, così come il dittatore Sukarno in Indonesia, uno dei più feroci di tutto in Novecento dietro forse solo a Hitler per malvagità e estensione degli stermini metodicamente organizzati, quasi sconosciuto in Italia), nella propria Costituzione reclama non solo tutta la Cina continentale, ma pure la Mongolia.

Quanto vorrei che il PCC in Cina venisse destituito p

momentarybliss

Avevano messo in descrizione "gift", immagino

Franz 451

non so se sia vero, ma dato che cina ha quasi il monopolio nel loro mercato, e ai indiani non gli va giu, forse un depistaggio in modo che possano fare pressione

T. P.

Alla faccia della pupazza!

salvatore esposito

se fosse confermato, recupero del dovuto più una bella sanzione di tipo il 10-20% del dovuto

Xiaomi Smart Band 7: resta una delle migliori in circolazione | Recensione

Recensione Black Shark 5 Pro: ottimo gaming phone, ma quanto costa!

Samsung Galaxy S22 vs Xiaomi 12: quale scegliere tra i due compatti

Xiaomi 12 Pro sfida iPhone 13 Pro Max, Galaxy S22 Ultra e Find X5 Pro | Video