Destiny 2: Oltre la Luce, la nostra prova

02 Dicembre 2020 4

Correva l'anno 2017 quando il sequel di Destiny, sviluppato da Bungie in collaborazione con Vicarious Visions e High Moon Studios, approdava su console e PC. Siamo infine arrivati al quarto DLC chiamato “Oltre la Luce” un tassello che ci permette di spaziare nel nuovo universo dell’Oscurità. L’abbiamo combattuta fin dall’inizio per mezzo della sua controparte benevola, ma ora sfrutteremo il suo stesso potere oscuro per combatterla.

Questo nuovo capitolo dà il via all'anno 4, nel quale, parallelamente all’arrivo di alcune misteriose navi piramidali, avviene la scomparsa dei pianeti Mercurio, Io, Marte e Titano, che abbiamo imparato a conoscere molto bene. Per il momento non potremo visitarli, ma c'è una novità, si tratta di un nuovo corpo celeste chiamato Europa. Al pari del nostro sistema solare, ci troviamo di fronte ad una Luna gioviana che introduce una nuova ambientazione glaciale arricchita da un inedito meteo dinamico, ma di questo parleremo meglio più tardi.

POTERE STASI E NUOVE SOTTOCLASSI

In Destiny 2: Oltre la Luce tutto ruota attorno ad un nuovo potere oscuro chiamato Stasi, comparso assieme alle misteriose navi piramidali. Come avremo modo di scoprire progredendo nella storia, si tratta di un potere superiore a quella della Luce, donata già nel primo Destiny dal Viaggiatore ai nostri Guardiani. Assieme alla Stasi vengono anche introdotte delle inedite sottoclassi.

Cominciamo dallo Stregone, per il quale è disponibile la sottoclasse Oscura i “Vincolatori dell’Ombra”. Il suo attacco speciale si chiama “Esplosione in Penombra” e consiste nell’evocazione di un bastone di stasi in grado di lanciare schegge di ghiaccio che congelano all’istante i nemici colpiti, spazzandoli via con un’incredibile esplosione glaciale.

Nella classe del Cacciatore troviamo la sottoclasse Oscura ”Revenant”. Il suo super attacco si chiama “Silenzio e fragore” e permette di generare e lanciare una coppia di kama congelati dalla Stasi. Il primo kama si trasforma in una Sfera che rallenta e congela i nemici al suo interno, mentre il secondo crea una bufera che distrugge quel che ne rimane e danneggia chi entra in contatto con esso.

Infine, per quanto riguarda il Titano, come sottoclasse Oscura troviamo il “Behemoth”. Il suo super attacco “Scossa Glaciale” crea piccoli terremoti ad ogni colpo sferrato sul terreno, aprendo il cammino e disintegrando i nemici.

EUROPA, IL NUOVO SATELLITE GIOVIANO

Come anticipato all’inizio, Europa è il primo e unico corpo celeste ghiacciato disponibile nell’universo di Destiny. La particolarissima Luna fredda è stata selezionata come scenario per proporre e testare una delle principali novità di questo DLC, ossia il nuovo meteo dinamico. Nei fatti e, al contrario di quanto avviene sugli altri pianeti, qui avremo a che fare con repentine bufere di neve. La loro comparsa si accompagnerà ad una fitta coltre di nebbia che offuscherà la vista, riducendo la nostra capacità visiva nella lotta a lungo raggio.

Riguardo l’esplorazione, Europa ci offre l’opportunità di osservare bellissimi habitat, territori e caverne naturali create nel ghiaccio, nelle quali potremo trovare dei Settori Perduti da conquistare e Forzieri della Regione da cui rubare armi e armature per arricchire il nostro equipaggiamento. Inoltre, nel corso della storyline potremo partecipare ad assalti ed eventi pubblici da soli o con l’aiuto di amici e di altri Guardiani presenti sul pianeta. Completando tali missioni avremo la possibilità di ricevere armi e armature risalenti all’Età dell’Oro.

Sono inoltre presenti nuove strutture congelate nel tempo e preservate dal ghiaccio, che avremo modo di scoprire in fase di esplorazione:

  • Exoscienza Bray: si tratta di una struttura appartenente alla Clovis Bray Corporation, dispersa sotto il ghiaccio di Europa. Nel complesso exo possiamo trovare diversi tesori dell’Età dell’Oro, ma per impossessarcene è d'obbligo lottare contro i caduti del Casato dell'Oscurità, venuti alla ricerca di tecnologie rare lasciate in disuso nell'arco del tempo. Al di sotto dell’Exoscienza Bray è presente la Cripta di Pietrafonda: questa struttura costruita da Clovis Bray è teatro del nuovo Raid. Ad attirarci in questo luogo sarà una forte traccia di Oscurità, ma non ci addentriamo troppo lasciandovi il gusto della scoperta.

  • Il Ponte di Vetro: Si tratta di una struttura Vex ed è teatro del nuovo assalto aggiunto nel gioco con questo DLC, ma di questo ne parleremo meglio dopo.

  • Il Cosmodromo: questa ambientazione non fa parte di Europa ma era già presente nel primo Destiny. Questa vecchia stazione spaziale russa è stata rimodernata con l’aggiunta di nuove zone esplorabili, Forzieri della Regione e Settori Perduti da conquistare.

Su Europa avremo inoltre il piacere di incontrare vecchie conoscenze e nuovi nemici come Ignota Exo, Variks, Eris Morn, Il Ramingo ed Eramis, che fa parte del casato dell’Oscurità.

UNA NUOVA LUCE

I nuovi Guardiani con Destiny 2: Oltre la Luce avranno la loro parte, grazie ad una inedita ed esclusiva storia basata sull’inizio del primo Destiny. In questa affascinante avventura ci risveglieremo nel Cosmodromo, una delle più vecchie ambientazioni del primo capitolo, da qui inizieremo a muovere i primi passi al suo interno e ad abbattere alcuni Caduti in cerca di Tesori.

Appena usciti dalla cosiddetta struttura arrugginita ci troveremo ad affrontare un Camminatore, che sarà anche il primo di una serie di boss, per poi ricevere la nostra prima nave che ci porterà alla Torre, ultimo rifugio dei Guardiani. Una volta atterrati verremo guidati in direzione del Comandante Zavala. La stregona Ikora Rey e l’exo Cayde-6 ci assegneranno i primi incarichi sulla terra e nella Z.M.E ( Zona Morta Europea) ed è proprio da qui che prenderà vita la nostra nuova avventura.

E’ importante ricordare che nella Torre sarà possibile parlare con Amanda Holliday, la Soprintendente dell’Hangar, che ci darà la possibilità di giocare le altre storie disponibili in Destiny 2 fra cui: La Guerra Rossa, La Maledizione di Osiride e la Mente Bellica, il tutto disponibile senza alcun costo aggiuntivo.

IL PVP/PVE, LA STAGIONE DI CACCIA E IL NUOVO RAID

Con l’arrivo della Stasi, il matchmaking di Destiny ha subito un cambiamento significativo che forse non tutti apprezzeranno. In effetti, l’utilizzo di questo potere e delle sue Super risulta decisamente vantaggioso nelle partite competitive contro chi utilizza le sottoclassi della Luce. Per fare un esempio concreto, la capacità di immobilizzare per qualche secondo gli avversari o anche il lancio una semplice granata di Stasi, può generare una kill rapida senza che l’avversario sia in grado di controbattere.

Questo divario fra i due poteri pesa molto sulla sottoclasse da utilizzare, la speranza è che qualche aggiornamento possa bilanciare meglio il tutto.

Durante la nostra prova abbiamo notato che, una volta raggiunto il 1200 ( livello di potere fissato come soft cap), la difficoltà aumenta progressivamente sino al livello massimo di 1260. Per raggiungere questo livello è necessario ripetere diverse attività, che all’inizio possono apparire piacevoli e divertenti, ma che dopo svariate repliche iniziano a rivelarsi noiose e addirittura fastidiose. Il fenomeno del farming non intacca solo la scalata del nostro livello di potere, ma anche le nuove armi esotiche aggiunte in Oltre la Luce, come la Stretta della Salvezza (un lanciagranate esotico) o il Nemboassalto (un fucile di precisione ). Per ricevere queste armi, si dovranno completare diverse imprese esotiche o alcuni Settori Perduti Leggendari, entrambi non assicurano questi armamenti perchè dispongono di un drop casuale, ciò porterà a ripetere queste prove per ore fino alla desiderata ricompensa.


In merito alla nuova Stagione della Caccia in Destiny 2 possiamo dire che introduce diverse novità riguardanti imprese, eventi pubblici ed attività esclusive.

Tra le novità troviamo una nuova storia con protagonista il già noto Uldren Sov, che appare sotto forma di Guardiano col soprannome di “Corvo” e lavora per il Ragno, un Caduto a capo di un’organizzazione criminale. Ci donerà un artefatto stagionale chiamato “Zanna di Xivu Arath”, e un dispositivo col nome di “Esca Criptolite”, utile per accedere alle cacce all’Endofuria.

Il nuovo raid Cripta di Pietrafonda, uscito il 21 novembre, si trova nascosto su Europa e risulta accessibile solo alla fine della storia di Destiny 2 Oltre la Luce. Starà alla nostra squadra composta da 6 Guardiani, entrare al suo interno e scoprire cosa nasconde. Ma non sarà facile visto che questa struttura, oltre a contenere tutti i segreti di Clovis Bray, è anche piena di enigmi da completare in contemporanea con la squadra. Non mancheranno nemici da sconfiggere tra cui un importante boss finale, la cui uccisione genererà una corposa ricompensa.

IN CONCLUSIONE

Arriviamo quindi alle battute finali di queste prova, Destiny 2 : Oltre la Luce introduce novità interessanti ma l'assenza del meteo dinamico sui pianeti restanti rappresenta una mancanza che speriamo venga colmata il prima possibile. Dopo aver ultimato la storia di Destiny 2: Oltre la Luce siamo arrivati alla conclusione che questa è senza dubbio avvincente, ma nel contempo troppo breve. Abbiamo anche la sensazione che l'uso del nuovo potere sia poco valorizzato, visto che nelle fasi iniziali ci è concesso utilizzare la Stasi solo durante brevi sequenze di combattimento. Lo sblocco completo avviene solo a fine storia. A non convincerci del tutto è anche il farming, che insieme all’alta casualità dei drop e allo sbilanciamento avvenuto nel PVP tramite la Stasi rende la nostra scalata verso la vetta ripetitiva e complessa.

Nota positiva riguardo la nuova storia su Europa, solida e convincente a nostro parere. Infine abbiamo provato il nuovo raid, Cripta di Pietrafonda, uno dei migliori nel suo genere, arricchito da enigmi e nemici ostici da superare senza un'adeguata sincronia della squadra.

Bungie ha già dichiarato di aver in produzione altri 2 grandi DLC che verranno rilasciati nel 2021 e nel 2022. Attesissimo inoltre l'aggiornamento per le console di nuova generazione che introdurrà il supporto 4K 60 fps e dettagli grafici next-gen. Saranno supportati i salvataggi in cloud tra diverse piattaforme, permettendo agli utenti su PlayStation 4 e Xbox One di giocare con i propri salvataggi su PlayStation 5 e Xbox Series X. I giocatori di Xbox che sono abbonati a Xbox Game Pass Ultimate avranno a disposizione tutti i DLC usciti, mentre il pass stagionale di Destiny 2 : Oltre la Luce verrà venduto separatamente.

VOTO

7.5

Storia su Europa avvincenteOttima base per i prossimi DLCLa Stasi è una figata!
Storia un po' breveStasi crea sbilanciamenti nel PVPmeteo dinamico miglioraible
Il miglior Galaxy del 2020? Samsung Galaxy S20 Plus, in offerta oggi da Phone2go a 629 euro oppure da Media World a 699 euro.

4

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
GeneralZod

Pensavo di essere il solo

Matteo

Allora io l'ho cominciato da poco... Ma mannaggiaisanti... Vogliamo parlare della curva di apprendimento della UI? Io dopo un mese faccio ancora fatica a capire dove sono le missioni, cosa devo fare ecc.... https://media0.giphy.com/me...

Ho abbandonato Destiny dopo circa 1 annetto poco prima del lancio di questa nuova espansione. É diventato di una noia mostruosa, a parte i soliti cheaters Che ti ritrovi in multi, perfino su Stadia. Insomma niente che meriti di essere giocato ancora. Il solito "farm farm farm" e poi ti mettono l'arma potenziata al max a gratis poco dopo. Che pena.

Ciccio

I salvataggi in cloud sono possibili gia da tempo,basta collegare gli account della varie piattaforme.

La (mia) postazione da Creator: dal Desktop MSI al Monitor 5K Prestige

Recensione Honor MagicBook Pro, occhio ai paragoni azzardati!

Huawei Watch Fit, GT 2 Pro, FreeBuds Pro e MateBook 14 AMD | Prezzi e Anteprima

Le 10 migliori estensioni per Chrome che utilizziamo quotidianamente