Il 2021 del mercato PC fa sorridere tutti. Apple però cresce più degli altri

12 Gennaio 2022 79

Il rapporto di Canalys sull'andamento delle vendite di PC nel 2021 è una fotografia di un mercato che esplode di salute. "Merito" della pandemia da Covid, che ha impennato la curva di domanda di quegli oggetti che consentissero di annullare le distanze e lavorare o studiare da casa, un'esigenza di cui, appunto, i PC rappresentano la sintesi perfetta.

Mentre il 2021 è stato l'anno della trasformazione digitale, il 2022 sarà l'anno dell'accelerazione digitale - afferma Rushabh Doshi, Principal Analyst di Canalys. Negli ultimi due anni la domanda di tecnologia è esplosa e gli effetti continuano a gravare sulla catena di approvvigionamento, incidendo non solo sulla disponibilità di PC, ma anche di smartphone, automobili e server.

Doshi riconosce le difficoltà di un settore alle prese con una crisi dei chip che fino a qualche anno fa non era nemmeno nei pensieri dei più pessimisti, ma è convinto la domanda elevata spronerà industrie e produttori a fare del loro meglio per mantenere i ritmi attuali.

Prevediamo ricavi in crescita per i settori di PC, monitor, accessori e altri prodotti tecnologici premium che consentono di lavorare da qualsiasi luogo, di collaborare in tutto il mondo e di rimanere produttivi. L'importanza di PC migliori, più veloci, resilienti e sicuri, non è mai stata così grande e il settore è disposto a innovarsi per mantenere lo slancio.

IL MERCATO DEI PC NEL 2021

Un anno chiuso "con il botto", dice Canalys: "le spedizioni nel quarto trimestre del 2021 hanno superato i 90 milioni per il secondo anno consecutivo". Così, in totale, sono state spedite 341 milioni di unità, con un +15% sul 2020, un +27% sull'anno pre-Covid, il 2019, nonché un record dal 2012 a questa parte. Luccica anche il giro d'affari dell'intero settore, il fatturato: 250 miliardi di dollari contro i 220 del 2020, un buon 15% in più. Inoltre:

  • Laptop e workstation portatili: +16% nel 2021 rispetto al 2020, 275 milioni di unità totali
  • Desktop e workstation fisse: +7% nel 2021 rispetto al 2020, 66 milioni di unità totali

FOCUS SUI PRODUTTORI: APPLE CRESCE PIÙ DEGLI ALTRI, +30%

Nell'ultimo trimestre del 2021 Lenovo è rimasta in vetta alla classifica dei produttori che hanno venduto il numero maggiore di unità, seguita da HP. Entrambe però pagano una flessione nel confronto con lo stesso periodo del 2020, a differenza dei tre inseguitori - Dell, Apple e Acer - che sorridono grazie ad una crescita che nel peggiore dei casi supera il 6%. Posizioni invariate comunque rispetto al trimestre precedente.

I numeri dei singoli produttori in tutto il 2021.

Apple sfila a Dell di uno 0,1% la palma dell'azienda crescita di più nel confronto anno su anno, ma per gli uomini di Cupertino va decisamente meglio se si mette da parte il quarto trimestre per i risultati del 2021 nella loro interezza. Con un +28% nel confronto anno su anno la Mela dimostra di crescere ad un ritmo superiore: segue Acer con un +22%, ma nessun altro tra i player che occupano i primi cinque posti riesce a sopravanzare la soglia del 20% di crescita sul 2020.


79

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andreunto

Domanda: Chi ti dice che non l'ho mai provato? Ho provato notch, gotch e butch e mettili come vuoi ma sempre un insulto all'intelligenza umana e al buon gusto restano.

Poi se a voi piace, mi dispiace, ma io non scendo a compromessi di questo tipo

Fabrizio

Sulle tastiere sentivo delle lamentele infatti, mai provato di persona.
Buono a sapersi che ora hanno risolto tutto, sono passato (per uso personale) ad un air M1 e mi trovo divinamente, non mi immagino col Pro.
Peccato devo sclerare ogni giorno con l'ultrabook windows aziendale, e non usiamo neanche SW strani.
Solo oggi mi è crashato 4 volte power point, mai successo in 5 anni di Mac

Andrej Peribar
Il punto è che senza notch hai meno diagonale ;))


E per quale motivo?

La diagonale la scelgono loro, autonomamente.
Questo è quello che ti sfugge.
Ecco perché ti parlavo di mezzo centimetro in più.

È a parità di dimensioni che hai più diagonale, ma con cornici normalissime anche sottili quanto il notch, non sarebbe fregato a nessuno

JakoDel

"Il punto è che senza "tacca" avresti ancora più spazio a parità di diagonale."

Il punto è che senza notch hai meno diagonale ;))
ergo non c'è motivo per non volerlo se non per fare il classico notch-hater. Notch che guarda caso da fastidio spesso e volentieri a quelli che non lo hanno mai provato in prima persona

questo è stato il ragionamento di apple: unico nostro tratto distintivo rimasto dopo aver ridotto i bordi all'osso è il notch?---> lo metto sui miei altri dispositivi. Probabilmente potrebbe essere stato più piccolo. Ma avrebbe perso l'effetto di "continuità" che vuole dare con gli iPhone. Se ti fa schifo lo oscuri come apple offre di fare e festa finita :)

le uniche problematiche introdotte sono con le applicazioni che hanno duemila voci nel global menu, e per quello basta fare quanto scritto sopra

Del Fante Guido

I Surface sono di ottima fattura e su quei prezzi.

Mr. G - No OIS no party

Il 2015 è stato l'ultimo anno buono per i Mac Intel.
Ti sei risparmiato tutte le vaccate tra touch bar, tastiere difettose, cattiva connettività e bug del chip t2.
I Mac 2016/2019 sono stati un disastro, rivenduti tutti e ogni volta tornavo all'Air 2013 (simile al tuo).
Ora 16" M1 Pro

Andrej Peribar

Era infatti esattamente quello che sostenevo. :)

Fabrizio

Ok, ma una nicchia (grande o piccola che sia) rimane.
Sui miliardi di utenti enterprise nel mondo, la stragrande maggioranza non va' oltre a Office e qualche app di contorno.
Da vedere poi sempre come evolve il mercato, le SW house tipo autodesk si evolveranno oppure offriranno soluzioni as a service da sfruttare tramite cloud, come sta già avvenendo in altri settori anche ingegneristici (tipo automotive)

Fabrizio

Aggiunto al vocabolario :)
Comunque già con quello copri le esigenze di milioni se non miliardi di potenziali utenti enterprise, non mi sembra poco. Alla fine dei conti rimangono fuori solo gaming e SW specifici windows

Nuanda

In realtà non sono per nulla nicchie, io sono un ingegnere civile ed in edilizia c’è praticamente il nulla cosmico, si c’è Autocad ma più per firma che per convinzione, stop

Andrej Peribar

SoHo è Small Office Home Office

Fabrizio

Air va benissimo anche per produttività..excel, powerpoint, teams e le altre app office girano molto meglio che su qualsiasi ultrabook windows di pari peso e dimensioni.
Rimangono fuori solo programmi specifici non disponibili per MacOs, ormai sempre meno

Fabrizio

Dici? Fino a pochi mesi fa usavo vecchio Air early 2015, che mi è stato sostituito con un ultrabook windows nuovo fiammante.
Non sai quanto rimpiango il mac..seppur con l'hw al limite era mille volte più stabile ed efficiente del pc windows (anche con office), per non parlare dell'autonomia

Fabrizio

Non lo metto in dubbio, ma queste nicchie stanno diventando sempre meno..soprattutto se calcoli quante milioni di persone usalo solo Office, che da un paio d'anni gira meglio su Mac os (mooolto più stabile ed efficiente).
Per sw specifici e ovviamente i giochi non discuto

Andrej Peribar

La difesa a x86 sui notebook è quasi sempre una difesa indiretta a windows

Andrej Peribar

Diciamo che questa cosa la si legge dai tempi di iPhone X... se proprio vogliamo parlare di "ripetere a pappagallo"... ma non è poi tanto questo il punto, il punto è che senza "tacca" avresti ancora più spazio a parità di diagonale.

Non siamo assolutamente parlando di smartphone dove sulla dimensione complessiva pesa mezzo cm in più.

Non c'è nessuna ottimizzazione degli spazi nel notch del macbook.
Ed ha introdotto solo piccole problematiche nella gestione della GUI.

C'è solo voglia di uniformare la linea e essendo una aggiunta estetica andrebbe giudicato come tale andrebbe giudicato e come dice Andreunto è un insulto al gusto estetico, anche a parer mio.

Il ché vorrei ribadire, non inficia il giudizio sul resto della macchina.

Andrej Peribar

Concordo che l'Air è davvero una soluzione che dovrebbe mangiarsi gran parte del mercato consumer che effettivamente non va oltre il SoHo, multimedia e navigazione, dato il prezzo attuale di vendita.

Che poi il legame con Windows sia estremamente forte e difficile da scardinare è una questione più commerciale che tecnica.

Il problema di Apple con il gaming, secondo me, Apple non vorrà mai risolverlo.

Andredory

E chi se ne frega dell’air, io parlo di un MacBook da 15/16”.

HanselTTP

sono d'accordo

Le vendite sono riportate sopra.
Asus non è nei primi 5 produttori al mondo.
Magari lo è per altro...

Developer
Black Leopard

L'Air ha successo anche perché è piccolo. Con uno schermo da 15/16" non avrebbe senso.

Black Leopard

In genere un Mac viene supportato per 7-8 anni, poi non viene più aggiornato con i nuovi sistemi operativi.

Ma le App (quelle di Apple) vengono aggiornate e risultano installabili per un ulteriore anno.

Per le App non di Apple non ci sono limitazioni, dipende dal produttore.

Sul mio vecchio Macbook del 2009, fermo ad High Sierra, continuo a poter aggiornare Affinity Photo (anche se ormai è lentissimo su quella macchina)

Antony Coc

Sono stato sempre con windows ma quest'anno ho preso il nuovo macbook pro...è un gioiello sotto tutti gli aspetti...velocità assurda e senza senso inoltre ho trovato, per me che lavoro in grafica e marketing, programmi esterni presenti solo su macos davvero ben fatte e utilissime...mi hanno alleggerito il lavoro non di poco.
Visto il prezzo del macbook Air il re è lui...prezzo irrisorio per una macchina incredibile...per trovare qualcosa di simile nel mondo windows bisogna spendere almeno il doppio...arrivando sui 2000-2100.

frank700

Ti piace fare i giochi di parole. Lo potevi dire subito, almeno mi risparmiavo la risposta.

Nuanda

semplicemente perchè non son tutti fotografi o montatori video...vi sono una marea di professioni dove semplicemente sui sistemi Apple non vi è il software per lavorare....

Developer
Mr. G - No OIS no party

Uso Apple dal 1999, e il periodo 2016-2019 è stato un buco nero.
Autentici bidoni anche dal punto di vista della stabilità, con quel maledetto chip T2

Sven Goran E.

Asus e' una di quelle aziende che presenta mille modelli che poi fai fatica a trovare in negozio. Da ex-utente, nel tempo mi e' veramente passata la voglia di sostenere questa azienda.

Sven Goran E.

Condivido. Non sono un utente Mac (uso Chrome OS), ma ho comprato un Macbook Air per mia madre e mai scelta fu piu' azzeccata. Nessun altro notebook ha senso allo stato attuale, a meno che non si voglia giocare.

Fabrizio

E probabilmente sono rottami che ti fanno sclerare dopo qualche mese di utilizzo.
Spero che anche le aziende che non necessitano di SW particolari passino a Mac, ne guadagnerebbero non poco in produttività

Fabrizio

Ha sempre avuto un sistema operativo ottimizzato come punto di forza, anche quando l'HW era sotto la concorrenza l'esperienza d'uso raramente ne risentiva.
Ovviamente poi con gli M1 ha una marcia in più

Fabrizio

Sui Mac non concordo, alla fine è molto più aperto di iOS e tanta gente lo cerca proprio per il sistema operativo (per evitare di sclerare dietro a windows)

Soprattutto in questi ultimi due anni di prezzi alti dovuti a Smartworking e DaD, cloache di laptop che prima trovavi a 500€ ora stanno sugli 800€ e si vendono come il pane.

Fabrizio

Quando un prodotto è valido c'è poco da dire, successo meritato.
Paradossalmente i Mac sono fra i pochi prodotti di Apple ad avere un prezzo in linea se non sotto la concorrenza

Fabrizio

Va benissimo anche per i miliardi di lavori dove basta Office, che ormai gira (molto) meglio su Mac che su windows.
Mi hanno appena dato un ultrabook Lenovo per lavoro e ogni 20 minuti mi viene voglia di tirarlo contro il muro

Fabrizio

Infatti non riesco a capire infatti come si fa anche solo a considerare un portatile windows a pari prezzo.
Ok non è perfetto (le sole 2 porte usb sono una rottura), ma a paragone con i vari Lenovo / Acer è di un altro pianeta soprattutto a livello software

Per l’assistenza scandalosa forse

Elia

Molto probabilmente sono i fans sfegatati di windows: ho avuto l'occasione di parlarci di persona con uno di loro e tendono ad associare il processore solo per il fattore compatibilità e giochi, per il resto se gli domandi consumi e altre cose se ne saltano fuori con la potenza.

Matteo

C'è. È nella voce "others"...

Matteo

Il mio laptop aziendale è con M1 e ci sviluppo software :)
Node 15.3 supporta nativamente Apple Silicon. Eclipse non saprei, per Scala e Java IntelliJ idea è inarrivabile ma son gusti (Android Studio è praticamente Idea, non supporta M1?)
VirtualBox non credo arriverà mai, ma VMWare Fusion supporta nativamente se serve una VM. Per i containers ci sono Docker, Colima o Rancher Desktop.

Io adesso sviluppo in Go quindi il problema non me lo son posto. C'è davvero quasi tutto comunque

D’altronde si vende per creare profitto non per galleggiare

Tutto sommato è il macbook air dal rapporto qualità/prezzo più appetitoso di sempre, a 850€ come ogni tanto si trova è anche abbastanza onesto trattandosi di apple. Col design del prossimo sicuramente faranno qualche vaccata per nerfarlo.

CAIO MARIOZ

Fosse anche del 90% non cambierebbe di una virgola quello che ho scritto

Andredory

Quello che penso che molte persone chiedano è un MacBook con hardware base come l’Air ma da 15/16”, non è possibile dover spendere 3000€ per prendere uno schermo da 16. Ed a quei prezzi dire addio agli 8Gb di RAM non sarebbe male, ma chissà quanti anni ci vorranno ancora.

Andredory

I riferimenti a quella persona sono puramente voluto e cercati.

Andredory

Per chi ci vede indubbiamente, a me un 14” sta stretto e farei a cambio con un 16”.

Watta

Vendite, no?

Il 2-in-1 nel 2021: la mia esperienza con Asus Vivobook Slate 13''

Recensione Asus VivoBook Pro X 14, OLED concreto!

Recensione Samsung Galaxy Book Pro 360, convertibile super sottile e leggero

Windows 11 disponibile da oggi: tutto ciò che bisogna sapere