Malware, 1,2 TB di dati rubati da 3 milioni di PC compare sul Dark Web

10 Giugno 2021 11

I ricercatori di NordLocker hanno annunciato ieri di aver scoperto un altro enorme database di informazioni e dati sensibili rubati. Le dimensioni ammontano a ben 1,2 TB, e ci sono credenziali di login, cookie, dati di completamento automatico e informazioni di pagamento. A completare il "bottino" anche documenti e file multimediali. Qualche numero:

  • 26 milioni di credenziali di accesso (nome utente+password).
  • 1,1 milioni di indirizzi email.
  • oltre 2 miliardi di cookie.
  • 6,6 milioni di file, tra cui:
    • oltre 1 milioni di immagini.
    • oltre 650.000 documenti Word e PDF.
    • screenshot e foto della webcam scattati dal malware al momento dell'infezione del sistema.

Pare che il malware abbia colpito oltre 3 milioni di computer Windows tra il 2018 e il 2020. Il set di dati indica che dati sono stati rubati anche da app di messaggistica, client di posta, videogiochi o software per il gaming e app di file sharing.

Non è chiaro quale sia il malware responsabile dell'attacco, ma i ricercatori osservano che a questo punto il "giochino" del trovare un nome evocativo e cool è giusto una questione di forma: la realtà di oggi è che più o meno chiunque può mettere le mani su malware custom a prezzi assolutamente accessibili. Gli annunci pubblicitari in giro per il Dark Web sono piuttosto eloquenti: "corsi di formazione" su come sfruttare i dati rubati a partire da 100 dollari, possibilità di farsi sviluppare virus specifici per colpire una determinata applicazione o servizio.

La magra consolazione è che è subito possibile verificare se i propri dati sono stati rubati grazie a Have I Been Pwned: il fondatore del servizio Troy Hunt ha annunciato ieri di aver già integrato il database.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Lolloso

"ad hoc"

Aster

Sara vietato nel tuo orticello!Dipende dall'azienda!O dal libero professionista!Niente e sicuro ma se il pc e client(quindi niente di fisico come intendi tu il pc)ci sono poche possibilita visto che appena disconetti si cancella tutto

Mostra 1 nuova risposta

Usare il PC di lavoro per farsi i fatti propri è vietato, ed è anche stupidissimo.

E poi chi ti dice che il PC di lavoro non sia stato infettato?

Aster

cosa ce di strano?!in italia ce gente che neanche ce l'ha il pc in casa.Usare quello a lavoro e vietato?

Aster

dipende da quanto e smanettone il tuo amico:)e dipende cosa intendi tu per misure di sucrezza sulla rete dati:)

d 80

Ho fatto una scommessa con un amico smanettone , provato a creare un profilo fake su un sito con password che comprende caratteri a casaccio della mappa caratteri, anche arabi, greci, cinesi e cirillico, emoji, simboli con operatori matematici, e per autenticazione a 2 fattori uno smartphone ad ok con impronta dell'alluce per lo sblocco...
Prese tutte le misure di sicurezza del caso sulla rete dati, dopo 6 mesi non è riuscito ancora a entrarci, nonostante ciò la mail usata per creare quel profilo è piena di spam di finte banche con link e allegati ,

Bene , da questo ho capito che non serve a nulla blindare un sistema se poi il primo a vendere i tuoi dati è chi li dovrebbe custodire, praticamente come dare le chiavi della cassaforte al ladro

franky29

Si vede non è nella lista

Come non aver capito nulla dell'articolo. Complimenti.

Mostra 1 nuova risposta

Quindi sul pc di casa non hai mai fatto accesso all'email e al sito della banca?

Nebula

La foto delle mie chiappe e" in pericolo

Aster

Bene.

Recensione LG Gram 16" 2021: il portatile che cercavo

Acer annuncia Swift X e rinnova i notebook ConceptD | Anteprima video

Samsung Galaxy Book Pro 360: le nostre prime impressioni

Samsung Galaxy Book e Galaxy Book Pro ufficiali: leggeri e veloci