Sun Valley pensiona Windows 10? La nuova generazione potrebbe avere un altro nome

25 Maggio 2021 65

Nel corso della conferenza Microsoft Build 2021 che abbiamo seguito con la nostra live a partire dalle 18 c'è stato spazio anche per qualche nuova informazione a proposito di Sun Valley, ovvero il prossimo e ambizioso aggiornamento in arrivo per Windows. Il CEO Satya Nadella ha dedicato circa un minuto del suo keynote di apertura proprio a questo tema, e leggendo tra le righe delle sue dichiarazioni si può cogliere forse qualche anticipazione in più rispetto a quanto dichiarato in maniera esplicita.

Nadella infatti si guarda bene dal riferirsi a Sun Valley come ad un'evoluzione di Windows 10: preferisce semmai formule più generiche, parlando di "uno dei più significativi aggiornamenti di Windows negli ultimi 10 anni", e della "prossima generazione di Windows" - anche qui, senza 10.

[...] Presto condivideremo uno degli aggiornamenti più significativi di Windows dell'ultimo decennio che punta ad aprire maggiori opportunità economiche a beneficio degli sviluppatori e dei creatori. L'ho utilizzato negli ultimi mesi, e sono incredibilmente entusiasta della prossima generazione di Windows. La nostra promessa è questa: creeremo più [opportunità] per ogni sviluppatore Windows e daremo il benvenuto a ogni creatore che è alla ricerca della piattaforma più innovativa, nuova e aperta per creare, distribuire, e monetizzare le applicazioni. Non vediamo l'ora di dirvi di più molto presto.

Insomma, esiste la possibilità che Microsoft abbia in mente di pensionare Windows 10, e di cambiare oltre alla faccia anche il nome al proprio sistema operativo per segnare una cesura netta rispetto al passato.

Al di là delle formule sibilline e degli eventuali suggerimenti nella filigrana del discorso, le informazioni interessanti - quelle esplicite - sono due. Anzitutto, c'è un riferimento alle modifiche che interesseranno lo Store, e di cui siamo già parzialmente a conoscenza, con particolare riferimento ai benefici che ne trarranno gli sviluppatori.

E poi soprattutto c'è un'indicazione circa la finestra temporale della release, che non dovrebbe cadere troppo in là: Nadella infatti ha rivelato che sta già testando "la nuova generazione di Windows" in prima persona, e ha affermato che questo importante aggiornamento sarà condiviso "presto". Secondo i rumor, non a caso, ci sarebbe un evento dedicato a Windows in programma già nelle prossime settimane.

Nel frattempo, la settimana scorsa abbiamo dato una prima sbirciata alle novità che porterà Sun Valley, e in particolare ad una serie di modifiche all'UI che prendono spunto da Windows 10X, il cui sviluppo è stato messo in pausa. Per quanto ne sappiamo al momento, il legame tra Sun Valley e Windows 10 è molto forte, e quindi non è scontato che la release - attesa potenzialmente già entro l'anno - equivalga ad un cambio anche nel naming. Nonostante ciò, il modo "elusivo" con cui Microsoft fino ad ora ne ha parlato lascia qualche margine anche a questa ipotesi.


65

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Franco Caligiuri

Lo chiameranno covid19

Internauta

Si presume che, nel giro di 10 anni, esisterà solo Windows l'ultilma versione e non Xp Vista, 7 o 8.

makyurax

Certo che possono andare sullo store ma alle condizioni dello store, con royalties da pagare, specifiche di sviluppo (tipo integrazione del cloud storage ms o di servizi Azure) e magari strumenti di profilazione obbligatori da inserire o che si avviano contestualmente all'utilizzo delle applicazioni dallo store.
Microsoft cavalca l'onda dell'open source quando ci guadagna, personalmente usando libre office ho avuto diverse lamentele sulla formattazione sballata dei documenti che ho inviato ad altri che usano office anche salvandoli in .doc .
Preciso comunque che: con "limitazioni all'open source" non intendevo 'bloccare' ma controllare imponendo dei limiti , siano essi di natura legale (la creazione di un account sullo store appunto), di sviluppo o altro; con Open source non intendendo gratuito di proposito poiché difficilmente il software gratuito, sviluppato da poche persone, potrà contrastare il software proprietario ms mentre quello open source, con le loro community, si e si è visto con l'aumento dell'utilizzo e della conoscenza, seppur ancora minimo, di questi software nell'uso sia domestico che professionale.

DefinitelyNotBruceWayne

Open source è diverso da gratuito. Detto questo le varie community dietro ai progetti possono creare un account e pubblicare sullo store senza problemi.
Per il resto MS ormai cavalca l'onda dell'open source da anni, proprio come le altre aziende.

makyurax

Per motivi di "sicurezza", del loro conto in banca, ovviamente.
Di fatto ci hanno già provato più volte, come all'uscita di win10 con la versione base sui portatili in cui non potevi installare software esterno allo store microsoft senza acquistare la licenza win10 pro (poi diventata gratuita dopo tutto il casino) e ovviamente non c'erano né libreoffice né gimp né gli altri; con lo scarso supporto allo standard opendocument nella suite office.

Vanos

Fra quanto lo abbandoneranno questo?

HeySiri

Geniale :D

Holy87

Guarda, a stento un analfabeta informatico sa capire se ha Windows 10 installato, figurati se mi dice anche a che feature pack è aggiornato.

Holy87

Ma neanche hanno detto che resterà così per sempre, anzi dall'inizio è stato detto che sarà in continuo cambiamento (windows as a service)
Hanno detto che Sun Valley sarà Windows 11? A me non pare. Sempre Windows 10 è.

Holy87

Ahh, Windows Windows.

Lello Splendor

Sono un Creator io.

Lello Splendor

No, di grado anche sui pc chromebook.

Lello Splendor

Nooooo, Windows Sun Valley made by Microsoft si chiamera', sotto versione 10.

Lello Splendor

Lo spero se ritorna in WM10 e abbandona il lato oscuro dopo aver detto un sacco di cose su IOS e Android e' passato a IOS!

Lello Splendor

Andiamo al Bar dei lumi...

comatrix

Il più clamoroso per me è Windows Mobile, prima annunciato su tutti i suoi dispositivi, ad oggi stiamo ancora aspettandone l'esordio...

comatrix

Ma hanno mai detto che era l'ultima versione e poi hanno cambiato rotta?
Perché è questo il succo del discorso, mica la versione del software di per se

comatrix

Ah ancora una cosa;

- non parliamo del verduriere sotto casa o di 4 chiacchiere da bar eh (con tutto rispetto per queste categorie), queste sono aziende di una certa levatura, da loro non ci si aspetta certi atteggiamenti e certi discorsi.

comatrix

Cambio di caxxate piuttosto, perché se dici una cosa e poi ne fai un'altra, hai sparato una caxxata, nessun dubbio a riguardo

comatrix

Ah ancora una cosa;

- non parliamo del verduriere sotto casa o di 4 chiacchiere da bar eh (con tutto rispetto per queste categorie), queste sono aziende di una certa levatura, da loro non ci si aspettano certi atteggiamenti e certi discorsi

comatrix

Purtroppo il mondo del marketing è abbastanza marcio, nel senso che pur di decantare e difendere le loro scelte di marketing anche se sbagliate (non ammetteranno MAI E POI MAI d'aver sbagliato ed è qui il succo del discorso), venderebbero la loro mamma, se si capisce cosa intendo...
Un pochetto più di umiltà, meno assolutismo e niente caxxate sarebbero un inizio

comatrix

Nessuno dice di rimanere fermo ma di sparare meno caxxate ed aver un pochetto più di umiltà, oltre al fatto di non fare assolutismo, non è così difficile credimi (se vuoi ti faccio la lista delle caxxate che hanno sparato sinora e vale per chiunque, mica solo Apple)

cipo
Alex Bianco

Nel capitalismo piu sfrenato chi rimane "immobile" sul mercato è destinato a fallire e scomparire.
La vedo alquanto difficile che è un azienda ( di qualsiasi tipo) non produca più nulla di nuovo

HeySiri

Rimane sempre un barLumia di speranza...

Ok sto zitto

HeySiri
HeySiri

-Ok, ma quale versione. La 7, la 10?
-No no, windows

HeySiri

Passeranno anni finché lo vedremo su pc

HeySiri

Non dimenticare i creator

Vincenzo Corsaro

Giuro che stavo per scriverlo io, ricordo come se fosse ieri che quando hanno lanciato Windows10 tutti i più alti vertici (Nadella incluso) hanno decantato fino alla nausea il cambio di strategia relativo al fatto che non ci sarebbero stati altri OS (con l'ovvia conseguenza che MS avrebbe dovuto trovare altre forme di profitto, visto che sarebbero venuti a mancare i profitti derivanti dalle vendite delle licenze dei vari OS che prima si susseguivano ogni 5/6 anni), ciò ovviamente non è ancora certo, ma se lo diventasse sarebbe (a mio avviso) il più clamoroso dietrofront di Microsoft.

saetta

Non includere il nome Windows secondo me sarà un danno

Vito

Per identificare la versione si fa riferimento all'identificativo specifico come ad esempio: 21H1, ovvero Windows 10 versione prima metà 2021

cipo

Cambio di marketing...

cipo

il mio L925 non si accende più..da anni :(

E K

Cambierebbe nome in macOS se fosse così.

Shalashaska

Veramente ora sta alla 11.4

Big wall

ma per favore, te lo installerai tu e qualche altro fanboy google.

Holy87

Così però si creerebbero ambiguità con le versioni precedenti.
-Che versione di Windows hai?
-Windows
-Ok.

Holy87

Anche MacOS è in versione X da un decennio. Quindi?

d4N

Chiamarlo solo Windows no?
Comunque già attualmente va alla grande per quanto mi riguarda, mai problemi, sempre funzionante perfettamente. Avendo avuto esperienza da DOS fino al 10, lamentarsi di Windows 10 è veramente non aver provato nulla nella propria vita (non parlatemi di macOS che ci lavoro su per 8 ore al giorno, per carità di d_10).
Sicuramente è da migliorare, come qualsiasi OS esistente al momento, ma già così hanno fatto un ottimo lavoro rispetto al passato, sono stati capaci di migliorarsi enormemente, considerando l'enormità di Windows, tutti i driver annessi e software che attualmente girano ... le problematiche con determinati update ci saranno sempre, ma come è normale che sia con un qualcosa così diffuso e in continua evoluzione.

Matteo

ma non mi pare.
è ancora tutti supportato e funzionante, a volte purtroppo ci sono gestionali che usano ancora i dbf

momentarybliss

Basta chiamarlo a sto punto semplicemente Windows

HabemusFerdo

quella è google

CAIO MARIOZ

Quello lo hanno già perso di vista tutti, non solo a Redmond

Adri949

Non dormiranno stanotte

cipo

Spero solo non perdano di vista che windows è un sistema su cui giranao software per lavorare... e non solo app per passare il tempo e far guadagnare gli sviluppatori di app per i social...

DefinitelyNotBruceWayne

Ma certo. Limitazioni all'open source poi :'). Che ragione avrebbero?

kino90

Ho pensato la stessa identica cosa, avrebbe senso, dato che ormai non esistono più le versioni.. tenere una versione fissa o non averla è praticamente la stessa cosa

Cloud387

Senza contare che già ora windows 10 non è più il Windows 10 di quando fu lanciato per la prima volta.

Lorenzo Guidotti

è arrivato il cagotto dopo l'annuncio di google fuchsia.

Recensione LG Gram 16" 2021: il portatile che cercavo

Acer annuncia Swift X e rinnova i notebook ConceptD | Anteprima video

Samsung Galaxy Book Pro 360: le nostre prime impressioni

Samsung Galaxy Book e Galaxy Book Pro ufficiali: leggeri e veloci