Recensione nuova Chromecast con Google TV: il mitico gadget è tutto nuovo

15 Ottobre 2020 145

La nuova Chromecast con Google TV è un prodotto completamente rinnovato rispetto al passato, più potente e versatile, capace di gestire come sempre la trasmissione dei contenuti dallo smartphone ma anche di offrire una completa interfaccia smart per le TV, con streaming 4K HDR e Dolby VIsion.

Insomma, rimane il gadget che conosciamo ma si arricchisce di Google TV e di un telecomando con comandi vocali, si tratta di un sistema capace di lavorare in modo autonomo, proprio come le Fire TV Stick di Amazon che abbiamo appena provato, con le quali ormai è concorrenza diretta.

INDICE

GOOGLE TV

E' un concetto nuovo quello della Chromecast con Google TV. Si passa da un terminale che fa da collegamento tra smartphone e TV a un dogle HDMI stand-alone per la gestione a 360 gradi della parte smart di una TV.

Gli ingredienti principali di questo cambiamento sono sostanzialmente due: Google TV e il telecomandino fornito in confezione.

E' l'evoluzione di Android TV, un'interfaccia pensata per gli schermi delle TV, ben organizzata e con alcuni elementi innovativi per la raccolta dei migliori contenuti da diversi provider.

Dopo la prima semplicissima configurazione vi ritroverete in un ambiente piuttosto intuitivo. Nella parte alta è possibile muoversi tra 4 pagine: Cerca, Home, App e Raccolta. All'interno di ogni pagina tutti gli elementi della stessa categoria sono rappresentati da blocchetti con angoli arrotondati affiancati orizzontalmente. Le categorie invece sono una sotto l'altra. E' immediato quindi capire come muoversi: verso destra e verso sinistra per scorrere gli elenchi, verso il basso per spostarsi di categoria o argomento.

CERCA

Qui troviamo i suggerimenti di ricerca con comandi vocali disposti in un'unica riga scorrevole in orizzontale. Nella seconda riga "Troviamo qualcosa da guardare" ci sono scorciatoie rapide per le ricerche di film. Si tratta di ricerche globali su tutti i servizi di streaming che sono stati registrati in fase di configurazione.

Per esempio su "Film avventura" i risultati mostrati saranno in parte di Play Film, Disney+, Netflix, Prime Video, perché questi sono gli account che abbiamo registrato. Non ci sono elementi sponsorizzati o banner pubblicitari, però l'ordinamento delle proposte segue logiche mediate, privilegiando innanzi tutto i film a noleggio di Google Play, ci sta.

Selezionando uno dei film proposti entreremo in una scheda informativa piuttosto esaustiva con in primo piano la possibilità di inserire il film nella lista personale (Lista di titoli), "flaggare" una voce "Lo hai già guardato" e valutare la proposta con un like o dislike. Ciò dovrebbe migliorare gradualmente l'algoritmo in modo che possa fornirci risultati di ricerca più significativi per i nostri interessi.

All'interno della stessa scheda troviamo anche i profili del cast e troupe, sono in realtà collegamenti alle pagine raccolta dei singoli personaggi, nelle quali troviamo tutti i contenuti riproducibili o acquistabili in cui il profilo ha lavorato. Appena sotto un ulteriore elenco orizzontale di titoli attinenti alla nostra selezione, nuovamente estratti tra tutti i nostri abbonamenti. Curiosamente quest'ultima parte non è tradotta in italiano con l'intestazione che recita "Similar Titles".

HOME

E' la chiave di volta dell'esperienza d'uso di Google TV, un'unica pagina che racchiude tutti i consigli di visione scelti tra (in teoria) tutte le app di intrattenimento installate e dai servizi ad abbonamento che abbiamo collegato. Molto bello soprattutto in USA dove ci sono una trentina di servizi supportati, da noi ad oggi sono 3: Netflix, Prime Video e Disney+.

Ci sono diverse categorie di proposte, dai "consigliati per te" si scende trovando "nuovi film e programmi", "video consigliati da YouTube", "Film e programmi famosi" e "film di tendenza". Ciò che comparirà nelle proposte dipende dalle nostre preferenze di visione, dagli abbonamenti sottoscritti, dalla popolarità di un contenuto (per esempio comparirà nel giorno del debutto) e dalle nostre valutazioni che di volta in volta attribuiamo ai vari video.

Tenendo premuto il tasto selezione su un elemento possiamo aprire la scheda di valutazione, aggiungerlo alla lista video personale o catalogarlo come "già visto" per evitare che appaia nuovamente tra le proposte. La riga delle app è personalizzabile nella posizione, avremo quindi modo di ordinare nel modo più congeniale le scorciatoie di avvio app.

Lo spostamento delle app è l'unica personalizzazione dell'interfaccia in realtà, da questo punto di vista forse si poteva fare qualcosa in più. L'aspetto cruciale però è la semplicità d'uso e Google ha fatto decisamente centro.

In ogni caso nelle impostazioni dell'account potete anche scegliere di disattivare completamente i consigli di Google.

APP

Semplicemente tutto ciò che riguarda le applicazioni. Si tratta di un sistema operativo basato su Android 10 per cui si possono installare virtualmente tutte le app Android, tramite lo store oppure via APK con sideload. Chiaramente non tutte le app sono pensate per la TV per cui in alcuni casi non potremo utilizzarle al meglio.

Le GIF che vedete in questo articolo sono state registrate con un'app screen recorder per smartphone Android, controllata tramite una tastiera con mouse, collegata tramite dongle Bluetooth direttamente alla porta Type-C della Chromecast grazie ad un hub multiplo. Questo dovrebbe farvi capire che le possibilità di utilizzo sono davvero sterminate, basta un po' di fantasia.

Ufficialmente comunque la Chromecast 2020 è pensata per l'intrattenimento, per cui è normale che nell'interfaccia venga posto l'accento sulle app per lo streaming di contenuti.

A partire dall'alto verso il basso troviamo le 3 app utilizzate di recente, poi una riga con i programmi installati (si possono riposizionare a piacimento), in basso la riga delle categorie con cui andare a sfogliare il catalogo delle app per Android TV, ora Google TV, ancora sotto le applicazioni installate su altri dispositivi Google TV (nel mio caso vengono visualizzate le app che ho installato sulla mia Android TV), poi una riga con le App più installate e dei consigli personalizzati. Scendendo ulteriormente troviamo la riga "Film e TV", poi "giochi imperdibili", "Playlist in streaming" e infine "intrattenimento", un contenitore generico per tutto ciò che non rientra negli elenchi sopra menzionati.

Cosa manca? Apple TV è la grande assente, ma anche Google Stadia che è previsto per il 2021. Sky Go e Mediaset Play invece si possono trasmettere passando dall'applicazione per smartphone ma non sono disponibili come app direttamente su Google TV. Presenti anche Plex e Kodi per chi volesse utilizzare la Chromecast 2020 come player per il media center casalingo. Segnalo che l'app di NowTV al momento ha qualche problema, non sono riuscito ad avviare lo streaming.


RACCOLTA

Nell'ultima pagina c'è spazio per i contenuti aggiunti tra i preferiti della lista personale, in seconda battuta "Film e programmi" acquistati o noleggiati su Google Play.

Davvero comoda questa scheda perché come per tutta la piattaforma è trasversale tra tutti gli abbonamenti, in un solo posto troverete tutti i contenuti che vi siete ripromessi di vedere tra tutti i servizi di streaming a cui siete iscritti, non è cosa da poco.

TELECOMANDO

In confezione troverete un telecomandino dal design simpatico ed ergonomico. Nella parte alta ci sono i tastini per muoversi nell'interfaccia, sono inseriti in una ghiera lucida che fa pensare ad una superficie tattile, ma così purtroppo non è. Al centro c'è il tasto conferma.

Appena sotto troviamo due coppie di tasti: "indietro e "Google Assistant"; "Home" e "muto", ancora più in basso due scorciatoie per YouTube e Netflix, infine due tasti più piccoli per accensione/spegnimento e cambio sorgente, tra questi ultimi un piccolo LED di notifica.

E il volume? E' sul lato destro in posizione un po' infelice.

Il telecomando dispone anche di una porta infrarossi che possiamo programmare in fase di configurazione per poter controllare l'accensione/spegnimento e volume di TV, impianto audio e ricevitore A/V. E' presente anche un tastino per cambiare input sulla TV.

In ogni caso la Chromecast è compatibile con HDMI-CEC per cui con molte TV sarà possibile muoversi nell'interfaccia con il telecomando base della TV e viceversa il telecomando Chromecast potrà controllare le funzioni TV.

Le impostazioni sono realizzate abbastanza bene e consentono di personalizzare il funzionamento di ogni tasto per HDMI-CEC e IR su più dispositivi. Per esempio potete scegliere di regolare il volume di TV o soundbar, decidere quale dispositivo accendere con il tasto di accensione e cosa controllare con ogni pulsante. Non si possono purtroppo creare comandi doppi, ad esempio per accendere e spegnere simultaneamente la TV e l'impianto audio (su questo la Fire TV Stick 2020 è migliore).


COMANDI VOCALI

Sul telecomandino è presente un microfono che permette di impartire comandi vocali alla Chromecast, o meglio a Google Assistant integrato.

Su questo dispositivo l'assistente di Google impara cose nuove riuscendo a fornire risultati pertinenti a domande come: cosa posso guardare? trova film d'azione, ​cerca programmi divertenti, cerca video di Yoga.

Si può chiedere di svolgere alcune operazioni come sugli speaker Google Home, ma con in più il supporto video: riproduci musica rilassante, mostrami le mie foto di [luogo], riproduci le ultime notizie, risultati sportivi, previsioni meteo.

Non mancano poi le azioni che riguardano la domotica, qui la Chromecast si comporta come un Nest e mostra informazioni a schermo quando sono pertinenti: fammi vedere la telecamera della porta d'ingresso, abbassa le luci, Imposta la temperatura a 20°, cosa ho in agenda oggi?

Come sempre l'integrazione tra i vari dispositivi di Google è ottima, seppur non sempre esaustiva, potremo dunque sfruttare i microfoni always on di un Google Home posto vicino alla TV per accendere e spegnere ma non per impartire comandi che riguardano Google TV, non è escluso comunque che con un aggiornamento le cose possano cambiare.

Sempre un aggiornamento dovrebbe sbloccare la possibilità di muoversi nell'interfaccia con i comandi vocali (vai su, scorri, cambia categoria ecc.).

SPECIFICHE TECNICHE E STREAMING

Partiamo da come è fatta la nuova Chromecast, simile alle precedenti generazioni ma un po' più grande, in plastica gommata. Il cavetto flessibile di circa 5 cm va collegato alla porta HDMI della TV, supporta lo standard 2.1, in ogni caso per poter disporre dello streaming HDR va collegata ad una porta compatibile con HDCP 2.2.

E' presente un unico tastino utile per il reset e un'unica porta Type-C per il collegamento obbligatorio con l'alimentatore. Attenzione dunque perché non è più possibile collegare direttamente ad una porta USB della TV.

La porta di tipo C supporta adattatori e HUB usb compatibili con una porta Ethernet e con memorie esterne (FAT32), è dunque possibile collegare una memoria flash per leggere file multimediali, grazie poi a lettori multimediali come VLC potrete comodamente fruire dei vostri video. E' possibile acquistare un alimentatore originale di Google con porta Ethernet integrata (100 Mbps), costa 19,99 euro sullo store Google, segnalo che sono compatibili anche tastiere e mouse USB.

SPECIFICHE

  • piattaforma
    • Amlogic S905X3 (Quad Core Cortex A-55 fino a 1,9 Ghz)
    • GPU Mali G-31 MP2
  • memoria
    • 2 GB RAM
    • 8 GB archiviazione
  • Connettività
    • WiFi AC
    • Bluetooth 4.1
    • LAN con adattatore fino a 100 Mbps
  • streaming video
    • 4K HDR 10, HDR 10+, Dolby Vision @60Hz
  • streaming audio
    • Dolby Digital
    • Dolby Atmos (HDMI Passthrough)

Al di là delle specifiche, lo streaming 4K è gestito alla perfezione anche con reti poco performanti, bastano circa 25 Mbps su WiFi per riuscire a vedere video alla qualità massima senza interruzioni. Non è possibile forzare sempre la massima risoluzione per i contenuti ma si può scegliere di abbassare il limite per frequenza e risoluzione.

Ottima la qualità video anche in HDR10+ e con Dolby Vision. E' possibile scegliere una dinamica adattiva in base al contenuto, che però spara davvero troppo i colori e modifica la resa finale anche per la visione dei contenuti. Nessuna opzione invece per quanto riguarda il frame rate matching, peccato.

Le prestazioni sono generalmente buone, ma di tanto in tanto ho assistito a qualche rallentamento nella Home e lentezza nel caricare determinate app, Siamo giusti come potenza, di sicuro non c'è molto margine di manovra per quanto riguarda i giochi (vedremo con Stadia quando sarà supportato).

AMBIENT MODE e CAST

Potete trasformare la TV in una cornice digitale con le vostre foto raccolte su Google Foto. Potete scegliere quale album mostrare e il livello di dettaglio visibile e la velocità dello slideshow. In alternativa si possono scegliere gallerie con opere d'arte e foto da più fonti (comprese foto scattate con Google Pixel).

Presente come sempre l'opzione per effettuare il mirroring dello schermo del dispositivo passando dall'app Google Home. Lo streaming avviene in FullHD ed è eccellente. Il ritardo è minimo e la trasmissione non ha mai alcun problema anche con app che richiedono banda come i giochi online.

COSA NON MI E' PIACIUTO

Fermo restando che la Google Chromecast, al pari di Fire TV Stick, è un gadget da avere in ogni casa, che è ottimo e che personalmente lo possiedo (quindi il mio giudizio è chiaramente positivo), ci sono alcune cose che mancano tra hardware e software e che mi avrebbe fatto piacere trovare in questo nuovo modello.

  • Manca prima di tutto una gestione multiutente della TV o per lo meno un parental control chiaro e semplice da raggiungere. I controlli sono confinati all'interno delle singole app e non c'è modo di ricevere consigli personalizzati sulla base del profilo utente. Questo non è il massimo perché se ad esempio abbiamo dei bambini nel giro di qualche settimana i consigli saranno solo su cartoni animati in Home, viceversa non vorrei che mio figlio aprisse autonomamente film horror perché li trova in Home dato che la sera precedente il papà si è addormentato sul divano rivedendo The Ring.
  • Bluetooth 4.1 e latenza audio: collegando delle cuffiette l'esperienza di visione è appena sufficiente, diciamo ok se si vedono film doppiati ma in italiano diventa fastidioso, idem guardando video su YouTube.
  • Hardware per lo streaming solo sufficiente, per esempio manca un decoder per l'audio Dolby Digital + e Dolby Atmos che viene eseguito con passthrough, nessun controllo per FRM, streaming a 60 Hz massimo. La Fire TV 4K è uscita un anno fa ma è ancora superiore (e costa meno).
  • Niente Google Stadia. Why?
  • La ricerca ogni tanto fa le bizze, non mostra i risultati corretti oppure risponde vocalmente quando non dovrebbe. Evidentemente c'è qualche bug da appianare.

IN CONCLUSIONE

La nuova Google Chromecast con Google TV costa 69,99 euro, ed è già disponibile nella colorazione bianca, pesca e azzurra (un nero classico no?) sullo store di Google. Prossimamente lo sarà anche presso le principali catene di elettronica.

Favolosa in una parola, forse ci sono 20 euro di troppo sul listino ma è un dongle che con una semplicità disarmante è capace di migliorare drasticamente l'esperienza d'uso della TV, che sia di vecchia data oppure recente.

Il telecomandino cambia le prospettive e Google TV rende il concetto di Chromecast completamente diverso e ancor più allettante. Peccato per qualche sbavatura e per qualche occasione mancata sulla dotazione hardware.

Nel complesso la lotta è aperta con Fire TV Stick 4K, che dalla sua ha il vantaggio prezzo comunque non indifferente dato che molto spesso è in offerta.

VOTO: 8.0

GOOGLE TVTELECOMANDO INCLUSO4K HDR10+
NO MULTIUTENTEQUALCHE BUG ANCORA PRESENTEHARDWARE DA COMPITINO

145

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
pollopopo

si certo lo usavo appena presa ed è per questo che forse con esso mi ricordo male, passato a plex perché kodi è limitato molto se le librerie sono molto grandi a causa della poca memoria della stick (per non parlare dei problemi quando mi si è corrotto 2 volte sulla stick........).

Io mi ricordo di qualche problema, indago meglio e ti faccio risapere :=)

Massimo Olivieri

controllo sempre quello che scrivo ..
"-With Kodi Leia - lossy DTS & DD / DD+ will be passed thru...and....
- 7.1 Dolby TrueHD and DTS-HD MA will be decoded to 7.1 LPCM audio and output
(hint - set Kodi audio channels 7.1 and disable those Kodi HD audio options)"

kodi c'è apk compilato apposta per le stick

pollopopo

funziona, ho parlato di transcodifica appunto, domani guardo, ne ho 2 in casa di quelle 4k per la famiglia ma sul tv "personale" uso il PC/Console... e se non mi ricordo male non fa passtrought ma trscodifica tutto in DD o DDhd

Massimo Olivieri

assolutamente NO! DD,DD+.DTS funzionano altrimenti come farebbero a i servizi di VOD.

pollopopo

il passthrough su fire stick è limitato...non fa un vero passthrough che io ricordi, quantomeno su app di terze parti come plex o kodi ma si limita a transcodificare tutto in quello che hai scelto (nel mio caso avevo optato per DTS-HD).....

Luca

non è che l hai collegata a una porta hdmi che non supporta i 4k a 60? tipo sul mio tv ho 4 porte 2 massimo 4k 30hz altre 2 4k 60hz, io in ogni caso la vedo tranquillamente a 4k 60herz

cool_cat

Appena installata. Come impostazione video, il 4k me lo dà a soli 24/25/30 Hz (non vedo 50 o 60). Provato Disney+, che è solo in HD. Sbaglio qualcosa nelle impostazioni? Se è così, è pessima...

Antonio M.

Ciao, qualcuno è riuscito ad installare apk? A me non lascia cambiare l'impostazione per autorizzare a installare app di terze parti...

Emanuele Manzoni

Mi dispiace ma ti sbagli, il chromecast è considerato un dispositivo a parte.

Viktorius

Hai provato là chromecast su indossa TV? Oppure un'altra chromecast su questa tv?

Inoltre, controlla le impostazioni della TV, perché la funzionalità CEC va attivata, quindi potrebbe essere che l'hai disattivata per sbaglio

Massimo Olivieri

bhà quelle sui cube e stick erano anche peggio.

questa va bene sol per i VOD non lo definirei "multimediale"

pollopopo

allora è un gran dispositivo appena scende di qualche euro.... prendono le mazzette da amazon e siccome firestick 4k non le supporta correttamente avranno azzoppato la recensione...

è dispositivo "decente" per il multimediale, la mi box è piena di bug e la shield è troppo costosa senza nessun vantaggio reale

Massimo Olivieri

da contratto sky si sei un ladro.

Viktorius

No, non siamo nati tutti ieri, e per fortuna non tutti hanno la mente chiusa come te. Io uso sky go da PC, e vuoi sapere perché lo faccio nonostante il decoder? Perché il decoder è in salotto mentre il PC lo uso in camera da letto, quando ci sono le partite ed i miei figli guardano la TV. Ora dimmi genio, ti sembro in ladro che scrocca abbonamenti?

Massimo Olivieri

su tutti i dipositivi android os/tv installi x-plore e apk gli prendi da dove ti pare.

Massimo Olivieri

usare un browser su un TV è la cosa più scomoda del mondo

Massimo Olivieri

Supporta pure il passtrought di DD,DD+.DTS, DTS-HRA.
Decodifica DD 5.1e DD+ 7.1

hanno scritto 3 articoli di file su dispositivi multimediali uno peggio del altro di corsa senza un minimo di accaortezza.

Massimo Olivieri

sky go è la visione dal cellulare/tablet, non per scroccare da qualcuno che non lo usa.

Se hai sky non i serve fare il cast sky go hai l decoder attaccato alla TV, quindi non essere ridicolo!

fare "cast" sky go ti serve solo per sfruttare abbonamento di sky dei tuoi genitori o un parente.

Credi che siamo nati tutti ieri?

Titus

Significa che essendo l'app diversa non la trovi nello store di Android TV. Potresti sì installarla da apk ma risulta complicato farla funzionare bene perché è scritta per funzionare su un touchscreen e non prevede l'uso del telecomando e non so quanto possa funzionare bene un'app programmata per girare sullo smartphone.
Seconda cosa, guarda che Netflix non ha un massimo di dispositivi associabili. Se hai il piano HD con 2 dispositivi significa che puoi fare streaming da massimo 2 dispositivi contemporaneamente ma ne puoi associare quanti ne vuoi

Viktorius

La app mediaset play non esiste per android tv /google. Ma ovviamente esiste l'app per smartphone.

Cosa significa? Che non può essere aggiunta nella raccolta dei contenuti insieme alle altre (peculiarità di questa nuova chromecast) ma si può comunque installare (non ho chiaro se dallo store o tramite apk) e trovarla perfettamente funzionante nelle app.

Però onestamente, non di quanto sia più semplice del classico cast da smartphone.

Inoltre, per quanto riguarda i servizi in abbonamento, che quindi hanno un numero massimo di dispositivi associabili, installarla qui significherebbe usare uno slot, e non sempre conviene. Ad esmpio, per netflix ho 2 dispositivi, lo smartphone ed il tablet, preferisco restare con questi 2 e trasmettere in cast

Viktorius

Capisco il punto di vista, va alla fine, una volta collegata dietro, manco si vede più

Viktorius

Che bella risposta ridicola. La buon anima di premium play, permetteva il cast dell'app da smartphone, così come fanno dazn, infinity, netflix e credo anche now tv, mentre sky go no, il che è davvero assurdo. Perché se io pago l'abbonamento, ed associo uno smartphone, poi sono costretto a guardare il contenuto sullo smartphone e non posso mandarlo su una chromecast? Sempre un solo dispositivo è!

Che poi, alla fine lo fotti lo stesso con un PC collegato alla TV tramite hdmi, ma è una complicazione imposta davvero priva di senso

Viktorius

Per quanto riguarda il casting (cioè la classica funzione delle precedenti chromecast), è tutto identico ai precedenti modelli.

Quindi si, mediaset play, raiplay, dazn, infinity, nowtv, ecc ecc possono tranquillamente essere trasmesse da smartphone, oppure essere installate direttamente su questa chromecast (anche se in questo caso devi dedicarle un dispositivo tra quelli disponibili dal servizio in abbonamento).

Mentre sky go non permette il cast da smartphone, e non di nemmeno se sia compatibile l'app del play store con questa nuova chromecast.

Sia chiaro, tutta colpa di sky, che se la tira manco fosse il miglior servizio al mondo.

MarcoF

Mi tengo la mia chromecast 2, per il mio utilizzo va più che bene. Netflix, yt e le altre app alla fine si controllano da telefono

Alex

niente videorecensione? son sorpreso!
come le varie firestick per questo ci starebbe tutta, essendo un dispositivo multimediale

Titus

Perché Mediaset Play non esiste come app per Android TV. Devi usare il cast da smartphone come con una normale chromecast

G.Rossi

Sarà sicuramente bravo per i telefoni io li seguo poco quindi non dico niente. Per la roba multimediale non ci siamo invece ha preso cantonate grosse sulla fire cube che ha corretto solo dopo segnalazione di molti utenti e dopo aver provato anche a insistere di avere ragione. Anche le altre prove non gli sono venute bene è chiaro che di questo mondo ne mastica abbastanza poco.

ASM77

Non dovrebbe.

Federico

Non avendolo, prenderò l'uscita digitale del televisore e la attaccherò ad un DAC, nella speranza che non mi si sminchi il suono...

ASM77

Attacchi il chromecast all'ampli AV anziché al TV ed hai risolto il problema.

Salvo

Grazie per le informazioni. Intanto l'ho installata sul telefono. Appena riesco a trovare in nuovo chromecast la proverò :)

E K

Ottimo oggettino, la prossima versione sará da acquistare quando (qualora) la smart TV smetta di essere performante.

Aster

si esattamente,send anywhere trasferisce i file che hai su qualsiasi dispostivo(quindi se vuoi ti scarici apk o lo estrai dal tuo telefono e lo mandi su google tv)ovviamente ti serve anche un file manager

Salvo

Non si tratta di pigrizia. Non conosco proprio google tv a parte l'aver visto in foto l'interfaccia. Quindi non so se ci sono browser da dove poter reperire apk dai siti tipo apkmirror e simili. Per questo chiedevo. Sulla firestick utilizzo apps2fire per le app che ho già sul telefono ma ho utilizzato anche il download diretto poiché li so che si può fare. Dalla tua risposta intuisco che anche su google tv è possibile installarle via browser ed anche con app simili a apps2fire (send anywhere)

Aster

sui dispositivi multimediali..insomma

Aster

non ho capito cosa ti impedisce scaricare apk direttamente sul dispositivo?invece di fare con apps2fire.O se sei pigro lo trasferisci tramite send anywhere dal tuo cellulare a google

Salvo

Ma per google tv/android TV che dir si voglia, esiste un app tipo quella per la fire stick "apps2fire" per installare gli apk direttamente dal telefono? Mi interessa per installare kodi che presumo possa mancare dal play store di android TV (non lo so con precisione, non l'ho ancora presa perché ad unieuro dove vado di solito non è ancora arrivata)

qandrav

veramente ottimi entrambi (e non solo loro eh)

ermo87

Vogliono piazzare le loro chiavatte, altrimenti puoi fare casting dallo smartphone. Se cerchi però trovi l'apk funzionante anche per android tv

ermo87

Macchinosissimo, non credo sia fatto per questo scopo

Si vis pacem, para bellum

Quindi mi pare di aver capito che è possibile installare un browser e (accoppiando anche una tastiera BT) navigare e guardare video su siti di hosting tipo BitChute. Se è così, e se la cosa non si rivela troppo macchinosa/scomoda, per me è un acquisto sicuro...
Se poi è anche possibile installare MX Player Pro e riprodurre file video da memory card sarebbe davvero il top.

vincenzo francesco

Addirittura? Perché?!

Dajant

Prime Video è indecente. Netflix si ricorda la lingua anche cbiando serie o film.

Dajant

Non vedo dove stia il ridicolo

Dajant

In alcune TV rischi che ti spuntino dal lato o che siano troppo lunghe e ti impediscano di avvicinare il TV alla parete

pollopopo

a me mi è parso di capire l'incontrario.... o lo senti passthrough o nisba, non ha il decoder per riconvertirlo/leggerlo........

Nino Schisano

Niente passthrough per audio lossless? No grazie, mi sa che devo andare per forza di shield :(

Lu

Grazie mille. Non avevo proprio idea esistesse una sincronizzazione attiva così.

vitriol

Tutte le app che supportano la Chromecast "vecchia" funzionano anche con questa. Mediaset Play sicuramente sì, SkyGo non la conosco.

FuckingIdUser

Sky si deve vergognare.
Capisco l'assenza di SkyGo ma Nowtv è un servizio che concorre con Netflix, Prime Vide e Disney+... per quale folle idea la sua app dovrebbe essere così preziosa da cederla solo ai produttori che pagano?!
Io abbonato già pago.
Mi devono offrire l'app su tutti i dispositivi dove si trovano i concorrenti!
Sky, tu sia maledetta. Prima fallisci e prima i tuoi contenuti vanno a finire sulle altre piattaforme. Non sentirò affatto la tua mancanza. E te lo dice un sottoscrittore di Now Tv dal dicembre 2018.

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo

Recensione Motorola Razr 5G: lo smartphone per distinguersi