Sky potrebbe presto annunciare i suoi primi Smart TV | Rumor

27 Settembre 2021 39

Sky potrebbe lanciare a breve una sua linea di Smart TV. L'indiscrezione, riportata dal Financial Times (link in FONTE), è rafforzata da altre anticipazioni provenienti dagli Stati Uniti e riguardanti Comcast, la compagnia che nel 2018 ha acquisito Sky superando la concorrenza di Fox. Se per l'Europa si parla al momento di notizie ufficiose, per gli USA c'è già qualcosa di più concreto, come dimostra una pagina ufficiale legata a Xfinity, la divisione di Comcast che propone servizi TV, connessioni a internet e telefono.

La gamma TV di Comcast dovrebbe prendere dunque il nome di XClass TV e secondo quanto trapelato dovrebbe includere modelli da 43" e 50" realizzati da Hisense, che ha inserito riferimenti ai televisori Comcast all'interno di una pagina dedicata all'audiodescrizione. Per il sistema operativo la scelta sarebbe caduta su X1, già utilizzato sui set-top box Xfinity. Le informazioni inserite all'interno di una FAQ descrivono gli XClass come aggregatori di contenuti provenienti da varie app, dai titoli on demand e dai canali in diretta. L'immagine sul sito sembra confermare quanto appena riportato: su schermo si possono infatti vedere le icone di Disney+, Hulu, Peacock, YouTube e Netflix.

Per quanto riguarda l'Europa e Sky, il Financial Times sostiene che l'annuncio degli Smart TV potrebbe arrivare già il mese prossimo. La decisione avrebbe naturalmente l'appoggio dei piani alti di Comcast e sarebbe vista come un modo per adattarsi ai mutamenti del mercato. Gli ultimi anni sono stati indubbiamente segnati da una notevole proliferazione dei servizi streaming e questo ha avuto conseguenze non solo su chi lavora nel settore dell'intrattenimento ma anche sugli utenti. Se si considera l'insieme di tutti i servizi come un unico ecosistema, muoversi al suo interno alla ricerca di contenuti può risultare complesso, specialmente per chi è meno avvezzo alla tecnologia.

L'immagine che dovrebbe ritrarre la home page degli XClass TV

Sky è tradizionalmente molto concentrata sull'offerta sportiva, grazie ai diritti acquisiti sia a livello nazionale sia paneuropeo. Questa strategia è stata in parte modificata in tempi recenti riposizionando la pay TV come aggregatore di contenuti da presentare agli utenti finali. Il Financial Times sostiene che la pandemia ha accelerato questo processo: il blocco delle competizioni sportive ha infatti avuto ripercussioni economiche tutt'altro che indifferenti, come ad esempio il blocco totale del mercato pubblicitario legato alle competizioni non disputate o rimandate.

Sono queste le motivazioni che avrebbero spinto Sky a reinvestire parte del budget precedentemente riservata ai diritti sportivi per finanziare contenuti e tecnologie. Tra queste ultime rientrerebbero ovviamente anche gli Smart TV di cui si vocifera, prodotti che verrebbero utilizzati per incrementare l'influenza esercitata da Sky durante i colloqui e le contrattazioni con i fornitori di contenuti. A titolo di esempio vengono citati gli accordi stretti tra Netflix e i produttori di TV: come sappiamo questo tipo di intesa permette di incrementare la visibilità del servizio inserendo pulsanti dedicati sui telecomandi per l'accesso diretto. Netflix non è ovviamente l'unica a muoversi in tale direzione: anche altri colossi come Disney o YouTube si comportano allo stesso modo.

L'obiettivo finale di Comcast è di rivaleggiare con compagnie come Roku (la cui piattaforma è molto diffusa soprattutto negli Stati Uniti) nella distribuzione dei contenuti, sia realizzati direttamente sia acquistati da terzi. Al momento la compagnia non ha voluto né confermare né smentire l'indiscrezione, limitandosi a dichiarare quanto segue:

Siamo costantemente alla ricerca di nuove tecnologie capaci di portare ai nostri clienti i contenuti che amano in quantità sempre crescente. Non commentiamo voci sui prodotti.


39

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Nicola Buriani

Il cambiamento non può essere graduale, non quando devi gestire dei set-top box.
É sempre una rottura netta quando cambi completamente ecosistema o hardware e per forza di cose richiede tempo e pianificazione ed è evidente che ad oggi Sky non può abbandonare Sky Q e non sembra nemmeno averne alcuna intenzione.
Offrire due esperienze separate semplicemente cambiando il dispositivo di accesso alla piattaforma secondo me non avrebbe alcun senso, se poi il cambiamento fosse Android ne avrebbe ancora meno (quello che può fare Sky con Android, che tra l'altro è poco visto lo spazio di manovra concesso, lo può fare chiunque).

kid-a

Il cambiamento può essere graduale. per tutto, intendevo cambiare strategia.
Cmq ripeto solo il tempo dirà se avranno ragione o meno. Per ora sembrerebbe di no. Ma le cose possono cambiare

Nicola Buriani

Non possono cambiare tutto, equivarrebbe a cambiare tutti i box e non è assolutamente fattibile per ovvi motivi, non lo potresti fare in tempi brevi nemmeno volendo e comunque vallo a spiegare a chi magari si è appena messo in casa Sky Q pagandolo.
Se vogliono lanciarsi nel mercato TV devono scegliere la continuità, come del resto sembra farà Comcast con Xfinity.

kid-a

Ma infatti dovrebbero cambiare tutto.
Continuare con una strategia che al momento è perdente su tutti i fronti, non mi sembra una grande idea.

Nicola Buriani

Appunto: già è difficile trovare spazio, se poi invece di proporre qualcosa di tuo di fatto copi gli altri, in bocca al lupo!
Anche perché adattando la propria piattaforma agli Smart TV Sky potrebbe anche far presa sulla massa di abbonati (o meglio: su una parte di essa), cambiando completamente la vedo dura (partirebbero da zero) senza contare il fatto che a quel punto avrebbero anche un ecosistema spezzato in due tra satellite/fibra con Sky Q e Smart TV.

kid-a

Non capisco che intendi? Roku e gli altri hanno iniziato prima con un altra mission.
Il fatto è che tu ti devi confrontare con il mercato di oggi e quello che offre Sky sa di vecchio.
Tanto è che ad abbandonarla per strumenti moderni (Smart TV con tutto senza compromessi) sono anche e soprattutto i clienti di vecchia data (che oggi hanno una certa età) perché non vogliono parlare con un call center per accedere e spegnere Netflix o Disney+ o magari usare il quello che sarà il nuovo arrivato, pop, che è pure gratis.
Ecco questo è lo scenario. Il utente pago e io utente decido.
Con Sky, io utente pago e lei decide.
Se trova gente a cui sta bene.
Ok allora buon per lei

Nicola Buriani

Roku e Apple TV non mi sembrano strategie sbagliate e lo stesso vale per Tizen e webOS.
Il punto piuttosto è un altro: lo spazio sul mercato c'è?
Non è facile imporsi su marchi affermati in un mercato nuovo (Sky non ha mai venduto televisori).
Di sicuro non mi ci infilerei mai senza avere un elemento che mi differenzi dagli altri, motivo per cui non andrei mai su Android (che è tra l'altro anche non esattamente semplice da gestire).
Amazon la lascerei fuori, vende le Fire TV il prezzo e per la visibilità che può dare al prodotto.

kid-a

Invece avere oggi un sistema chiuso e limitato a ciò che scegli te è una strategia vincente?
Basta fare quello che ha fatto Amazon, non è difficile.
Ha il suo sistema operativo, che altro non è che Android (o da lì sono comunque partiti).
Parco app subito pronto.
Certo, Amazon ha iniziato nel momento opportuno.
Ma ora vende device e suoi contenuti

Nicola Buriani

Se vuoi fare l'aggregatore devi per forza avere la tua piattaforma, se usi quella a cui ha accesso chiunque quale sarebbe il "di più" che dovrebbe convincere gli utenti a scegliere proprio il tuo prodotto?
Non ci può essere nessun "di più" con Android, di fatto riproporrebbero quello che c'è già su qualunque altro Smart TV Android e se già così la strada è in salita, copiare e incollare quello che fanno altri marchi affermati porterebbe dritti ad un binario morto, a mio avviso.

kid-a

Non è solo la produzione di prodotti loro, sui quali si sono adagiati senza dubbio. Ma anche sulla modalità di fruizione del prodotto!
Cioè ancora oggi il multi room Costa! E non parlo di visione simultanea, ma solo l'idea di vedere una partita una volta in cucina e una volta in sala.
Non si erano accorti che Netflix appena arrivato, con due contenuti in croce lo potevi vedere anche sullo sportello del forno?

kid-a

Io capisco il voler fare l'aggregatore, ma non capisco le scelte tecnologiche. Fa solo scelte su sistemi chiusi.
Dove è lei che deve fare l'accordo per portare su quel sistema l'app del produttore di contenuti di turno.
Roku o Hisense non hanno tutte le app. Quindi stai sempre ad elemosinare.
Ma prendi un sistema operativo come Android, fatti la tua interfaccia lì e hai già tutte le app.
E poi certo, se continui anche ad essere loro competitor nella produzioni di contenuti. È normale che poi ti fanno la guerra.
Quindi continuo a non capire la scelta di Sky.
Secondo me non sanno ancora come uscire dal brutto guaio in cui si sono cacciati

r9

E per le serie anche.

zdnko

arriveranno con la scritta SCAI

Nicola Buriani

Ho capito ma quello è un altro discorso.

Migliorate Apple music

Non devo ripeterlo, l’ho capito, ma altrove Sky (e anche come cast) integra i suoi servizi su piattaforme terze

Fabio Pelliciari

Potenziasse il satellite che e' l'unica cosa interessante che le resta

Nicola Buriani

Ripeto: se vuoi fare da aggregatore devi portare gli altri sulla tua piattaforma, non integrare il tuo servizio su piattaforme altrui altrimenti l'aggregatore è qualcun altro.
Questo in linea di principio, poi ci sarebbe da discutere su quanto sia facile fungere da aggregatore perché più o meno tutte le principali piattaforme Smart TV ci provano da tempo, il problema è che non sembra per niente facile mettere d'accordo tutti e se i vari servizi non ti danno il permesso di integrare alcune funzionalità poi ti ritrovi con una home page su cui compaiono i suggerimenti relativi solo ad alcuni servizi e lo stesso vale per le ricerche che non sono veramente universali e a quel punto il tuo valore come aggregatore diminuisce parecchio, semplicemente hai le applicazioni per tot servizi ma molte operano a compartimenti stagni.
Ammesso quindi che arrivino gli Smart TV Sky, non credo sarà così facile gestirle con successo.

Migliorate Apple music

C’è un problema in tutto questo in parte è una condizione italiana, Now tv altrove ha già certe integrazioni.
Prima o poi lo capiranno anche loro che offrire una delle applicazioni peggiori in assoluto non paga

GianTT

Ergo, Sky potrebbe a breve rivendere televisori cinesi rimarchiandoli

Nicola Buriani

Portare l'applicazione per il tuo servizio su altre piattaforme non è fungere da aggregatore.
Portare i servizi altrui all'interno della tua piattaforma è fungere da aggregatore, che è quello che fa Roku e infatti puntano a quello a quanto pare.

I-lorenzo

sky campa di sport, credevo che questo lo avessimo dato per assodato, quando netflix e amazon metteranno seriamente piede anche li allora sarà la fine per sky

Riku
Riku

Beh ma anche la creazione di contenuti solo propri può essere un rischio. Okay che in maggior parte chi si abbona a Netflix lo fa per le serie originali, ma se levassero Breaking Bad (per dirne una non propria) sarebbe una bella perdita. Diciamo che Sky si è concentrata un pò troppo a voler rivaleggiare da 10 anni a questa parte con la tv generalista acquistando vari format della stessa (es. X Factor) perdendo il focus sulle serie tv e sullo sport.

Che Gomorra sia l'unico prodotto che tenga in piedi Sky Italia per quanto riguarda le serie sono ben più che d'accordo, praticamente mi abbonerò a Now solo per quella.

Steen

Intanto con l'ultima versione di Sky Go (21.7.3.0) su Windows l'applicazione continua a crashare in apertura. Bug più diffuso in UK a giudicare dai forum Sky UK, ma intanto continuo a non poterlo usare PD

Migliorate Apple music

“ Questa strategia è stata in parte modificata in tempi recenti riposizionando la pay TV come aggregatore di contenuti da presentare agli utenti finali.”

Eh si, sky ci crede così tanto che la sua app è una di quelle che ha 0 integrazione con i vari servizi delle principali piattaforme. Zero integrazione con Alexa su FireOs, Google assistant su Android tv e Siri su TvOS.

Ergi Cela

Beh anche il costo più alto di Sky non conviene,cioè dovevano tenersi bassi come con i prezzi per netflix e Disney+ e come dici te comprare film e crearne di propri

loripod

questa mi mancava lol

Sheldon Cooper

Non mi dispiacerebbe se Sky fallisse, per colpa sua non posso più vedere la F1 in diretta sulla Rai

Sheldon Cooper

Sarei contento se Sky fallisse, per colpa sua non posso più vedere la F1 in diretta su Rai

l.nice

le serie che vanno di moda sono su Netfilx e Prime video, per i film le case si stanno mettendo tute in proprio
per quel po' che ci rimane me ne farò una ragione

Santoro

Se le app crashano o non partono come succede su sky q ci sarà da ridere.

Nicola Corsi

Concordo al 100%

Lukinho

Sky aveva il potere di essere la regina incontrastata dello streaming, ma non ha avuto la lungimiranza nel farlo. Si è limitata soltanto a comprare i diritti dai produttori/distributtori, non capendo che questi prima o poi avrebbero aperto la loro piattaforma streaming e che quindi non le avrebbero più permesso di comprare nulla, lasciandola senza contenuti.
Se 10 anni fa avesse spinto sulla creazione di propri contenuti, a quest'ora si ritroverebbe con un catalogo degno da poter proporre al cliente finale qualcosa...ed invece....
Per non parlare di SKY Italia, che oltre a Gomorra, non ha fatto nulla o quasi, se non le classiche commedie di poco conto.
La fine di Blockbuster è quasi segnata...

Giangiacomo

SKY le tenta tutte. Ormai avendo perso clienti su tutti i fronti prova a rimediare con promozioni, clienti fibra, clienti cellulari, prova creare un nuovo bacino di utenti con NOW (dichiarando che arriveranno aggiornamenti per interfaccia usabilità, ma senza dire nulla su 4K HDR, Dolby Vision e Atmos), cerca di ampliare il catalogo con partership Peacock e Paramount+ in esclusiva. E ora persino con TV personalizzati.

Nicola Corsi

SKY è fallita. Potranno forse sopravvivere con Now, ma non son o del tutto sicuro: tolto il pacchetto Sport, tutto il resto ha un valore prossimo allo 0

l.nice

chissà che si inventano adesso che hanno perso il calcio

Lost75

Televisioni cinesi rimarchiate in modalità Stonex

Pietro Smusi

in collaborazione con "DUAZUON"

Aster

Ma se non hanno ancora un'app universale!

Recensione Sony Alpha 7 IV: l'evoluzione della specie | Video

Apple AirPods 3 ufficiali con Spatial Audio a 199 euro | Disponibili su Amazon

Recensione Fire TV Stick 4K Max: piccolo upgrade, solito ottimo prezzo | Video

Sky Glass, ecco il TV di SKY con Dolby Vision e soundbar Atmos | In Italia nel 2022