I pannelli TV OLED LG ottengono una nuova certificazione per il comfort visivo

01 Aprile 2021 6

I pannelli TV OLED di LG Display hanno ottenuto la certificazione "Discomfort Glare Free", rilasciata da Underwriters Laboratories Inc. (UL), un'organizzazione indipendente che si occupa di attestazioni riguardanti la sicurezza. I termini "Discomfort Glare" fanno riferimento allo stress visivo causato da nette differenze riguardanti la luminosità. Nel caso degli schermi, un tipico esempio è l'affaticamento causato agli occhi dallo schermo luminoso di uno smartphone guardato in una stanza buia.

La certificazione "Discomfort Glare Free" viene assegnata da UL a seguito di una valutazione basata sul cosiddetto "Unified Glare Racing (UGR)", in conformità con gli standard fissati dall'International Commission on Illumination. Il valore UGR di riferimento per i pannelli OLED LG è uguale o inferiore a 22 sia quando si guarda il TV in condizioni di bassa luminosità sia quando la quantità di luce è molto abbondante.

L'intervallo specifico indicato dalla certificazione è il seguente:

  • 70 lux, l'equivalente di una camera da letto illuminata da una lampada a pavimento;
  • 300 lux, corrispondente alla luce che entra da una finestra ben illuminata di giorno.

Il marchio "UL Verified Mark" assicura pertanto un comfort visivo ottimale in tutte le tipologie di ambienti, senza differenze tra illuminazione indiretta o diretta. Ricordiamo che LG è da tempo attiva su queste tematiche: già nel 2019 ha infatti ricevuto la certificazione "Eye Comfort Display" attribuita dall'ente indipendente TÜV Rheinland.

Il Dr. Oh Chang-ho, Executive Vice President e Head of TV Business Unit per LG Display, ha dichiarato:

I pannelli TV di LG DIsplay hanno ricevuto numerosi riconoscimenti assegnati da prestigiosi enti indipendenti in tutto il mondo per il comfort visivo. Grazie a quest'ultima valutazione, tutti i consumatori che ritengono importante la salute degli occhi potranno scegliere i TV OLED con ancora maggior fiducia.


6

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
The Evil Queen

La perdita di luminosità non si discute, il problema è la tecnologia del pannello.
Con una persona che si guarda per ore lo stesso canale?
O giocare tutto il giorno a un gioco con hub fisso?
Mah

Pino Mauro

Un pannello OLED dura almeno 50.000 ore prima di perdere luminosità, pari ad oltre 15 anni per un uso normale. Non credo durino tanto i LED della retroilluminazione di un TV LCD.

The Evil Queen

La resa ottica non è tutto, bisogna vedere anche la durata.
Che con 1500-2000€ di spesa, mi aspetto che sia di dieci anni.

Fedo

io ho comprato al blackfriday un LG GX55 e un Samsung The Frame 43" 2020. C'è un abisso tra i due. Tra le varie differenze spicca che Samsung ha un blackbleeding imbarazzante e degli angoli di visione ridottissimi.

giovanni cordioli

Che gli Oled siano lo stato dell’arte per quanto riguarda la qualità dell'immagine e il comfort visivo si è sempre saputo, chi usa uno schermo Oled non torna mai più indietro.

utente

Sarebbe utile un approfondimento con le certificazioni ottenute da Samsung, può essere un'idea.

Come scegliere un TV in base alla distanza di visione

Xiaomi Mi TV Q1 75'': vi raccontiamo come va

Mi TV Q1 75’’: ecco come si presenta il primo QLED di Xiaomi

Ha senso un TV 8K nel 2021? Ecco cosa possiamo già vedere in Ultra HD