Smart TV Philips 2021: nuovi SoC più potenti e Android TV 10

28 Giugno 2020 35

Dall'archivio di geekbench giungono le prime indicazioni sui System on a Chip che equipaggeranno le prossime generazioni di Android TV Philips. Si parla per la precisione dei modelli in arrivo nel 2021 e 2022, almeno stando a quanto riportato nei benchmark apparsi in rete. La piattaforma utilizzata è identificata col nome in codice di TP1M_EA_9970A e dovrebbe essere nuovamente basata su SoC MediaTek.

I dettagli disponibili sono ovviamente ancora molto pochi: si SoC sono basati su architettura ARMv8 quad-core con una frequenza di 1,8 GHz e 3 GB di RAM, lo stesso quantitativo che troviamo anche sulla gamma 2020. Il sistema operativo utilizzato è Android TV 10. La nuova piattaforma ha fatto registrare un punteggio di circa 1.300 punti in single-core e oltre 3.600 punti in multi-core.


Le prestazioni dovrebbero pertanto risultare sensibilmente migliori rispetto ai SoC MediaTek MT5887 che si trovano su molti Android TV Philips 2019. Il punteggio è superiore (seppure con un margine più ridotto) anche rispetto agli MT5893 che troviamo ad esempio sui Sony AG9 e XG95, due dei televisori che meglio gestiscono la piattaforma sviluppata da Google. Ricordiamo che vari modelli della gamma TV Philips 2020 dovrebbero utilizzare il SoC MT5599, come riportato in alcune indiscrezioni trapelate lo scorso gennaio.

Ovviamente le anticipazioni dovranno poi trovare una conferma ufficiale: non è da escludere che Philips apporti dei cambiamenti nel corso dei prossimi mesi, come del resto è già accaduto sui modelli Sony con MT5893, passati dai 4 GB ai 2,5 GB di RAM nel passaggio tra AF9/ZF9 e la generazione successiva.


Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Cellularishop a 455 euro oppure da Unieuro a 599 euro.

35

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giulk since 71'

Sinceramente non ricordo il modello, è un 42 pollici del 2018 con Android, ambilight sui tre lati

Satman

Non decidere in base alla parte smart visto che dopo un anno o due diventa obsoleta o lenta in qualsiasi tv. Scegli in base alla migliore qualità d'immagine (che quella ti resta nel tempo) compatibilità degli standard (HDR10+, Dolby Vision, Dolby Atmos) e prezzo. Alla parte smart si sopperisce facilmente e con poca spesa, alle altre cose non puoi sopperire se non cambiando tv.

Enzo

Adesso ho una Nvidia shield... La metterò in un altra stanza... Al momento sono più propenso per il sony oled da 65" sperando duri anche questo una decina d'anni... Panasonic forse è la migliore come qualità d'immagine... Sony penso giusto compromesso tra smart e qualità...

trodert

mi mancano le decodifiche HDR10+, dolby vision e dolby atmos. Hbbtv rimasto alla 2.0 quindi niente interattività nei canali italiani e ci sono bug rimasti irrisolti. Tutto risolvibile con un aggiornamento sw se solo volessero

trodert

esattamente, giustamente dopo 10 anni si che ha senso cambiare tv, anche se penso che ancora il pannello al plasma farà la sua bella figura. Dal plasma è un upgrade di pannello solo se vai di OLED. Tra Sony e Philips, entrambi usano i pannelli di LG. Sony ha un processore d'immagine migliore, Philips ha l'ambilight che una volta che ti ci abitui non puoi più farne a meno

trodert

Grandissimo!

trodert

farò nomi e cognomi: Amazon, Google, Apple, Xiaomi sfornano costantemente questo tipo di prodotti e li aggiornano pure. Poi c'è pure Nvidia che con shield e shield pro ha il top dell'hardware

Antonio63333

Nessuno ma la chiavetta o il box puoi sempre cambiarlo e costa molto meno di un TV.

Aster

Vabbe ti fai una lista di preferiti e pazienza, tanto cambiano ogni morte di papa

MacheteKowalski

Non so dirti, ci ho smanettato parecchio senza riuscirci, poi ho guardato su internet e pare non ci sia questa possibilità...

Aster

In pratica questo post da informazioni su qualcosa che gli utenti che leggono questo post sono fissati e con le paranoie,gli utenti come te sanno benissimo che una tv non si sceglie per il soc o la parte smart

Aster

ottima scelta

Aster

nessuno ma almeno costa 20 euro non 2000

Aster

strano i vecchi philips li potevi spostare,eliminare,ecc anche senza preferiti

Antonio Spada

Scusa, ma chi ti dice che aggiornino in futuro pure box e chiavette!?

Antonio63333

Totalmente d'accordo con te, infatti ho scelto come OLED Panasonic che ha un software semplice e completissimo per quel che riguarda la parte TV, sintonia, e regolazioni, poi per la parte smart utilizzo apparecchi esterni che posso sempre sostituire o aggiornare, così ho un'ottima qualità visiva ed una parte smart sempre aggiornata e veloce. Non si può stare a cambiare TV ogni anno perché la nuova serie ha un app in più che nella vecchia non c'è oppure perché la parte smart è diventata lenta.

Gigi

Che modello hai?

Gigi

Esattamente, hai dato una spiegazione perfetta

Gigi

Visto che cerchi altrove prova anche a vedere se trovi qualche articolo che ti spieghi come funziona l'architettura di un processore, magari ti sarà utile

MacheteKowalski

Ma almeno introducono la possibilità di riordinare i canali come si vuole? Cavolo lo posso fare con un Samsung da 250 euro e col Philips 55" preso per i suoceri l'unica cosa possibile è una lista di preferiti..

Enzo

Discorso corretto il tuo che hai già la tv... Io che devo cambiare plasma del 2010 aspetto 2021 o 2022 col dvb-t2 per avere una piattaforma smart android migliore... Ovviamente sceglierò oled... Penso sony o Philips gli unici con Android tv

LaVeraVerità

La penso anchio sostanzialemnte così ma per i produttori aggiungere la manciata di chip che serve a renderlo smart ha un costo irrisorio e per il cliente tanto vale averla integrata. Poi quando dovesse essere obsoleta c'è sempre il box esterno.

ASM77

Alla fine è quello che farai tu (e molti altri), ma fin quando il sistema è "nuovo" e va bene è comodissimo.
Comunque.. che limitazioni hai con Android TV 8?

piervittorio

Se é, come sembrerebbe il nuovo Mediatek S900, sí, é un SoC mostruoso che include anche la decodifica HW AV1.

piervittorio

É un quadcore Cortex A73, non serve avere il cluster A53 a bassa potenza ed alta efficienza, tipica delle soluzioni con architettura big.LITTLE, che invece é indispensabile nei dispositivi mobili per risparmiare batteria.
Hai potenza da vendere, per quel tipo di utilizzo.
Probabilmente si tratta del Mediatek S900, un SoC mostruoso rispetto a tutto quello che si é visto fino ad oggi per Android TV: 8k a 60hz, 4K a 120Hz, Dolby Vision, Dolby Atmos, doppio upscaling, HDR, HDR+ ecc., e soprattutto decodifica HW AV1.

21cole

anche io sono della stessa idea, ma non è conveniente per i produttori

trodert

In pratica questo post è un invito a non comprare i modelli 2019 e 2020 perché sono già vecchi. Il mio OLED 2018 con ancora Android 8 secondo questa filosofia è già da museo.. invece in realtà il pannello OLED è ancora al top e aspetta Chromecast Sabrina per una parte smart con soc veloce e sw aggiornato. Sono sempre più convinto che i produttori dovrebbero ritornare a fare TV non smart e per la parte smart usare box o chiavette in modo che il sw sia sempre aggiornato e per avere il soc nuovo e più prestante basta acquistare ogni 2 3 anni un nuovo box

faber80

si son proprio sprecati, quad core 1,8ghz e 3gb nel 2020
praticamente un nokia 2.2 o calcolatrice similare. Attese menu peggio di una firestick.

gli costava assai un octacore qualunque.

Simone

Interessante, seguo

Simone Dagli Orti

Questi nuovi SoC supportano la decodifica hardware del codec AV1?

Dexter

È un missile rispetto a quello che montano i Tcl

Kamehame

Le TV da 500€ 4k di 3-4 anni fa vanno ancora bene.

foxlife

Si è abbastanza lento.

Aster

E un mix tra android tv e soc

Giulk since 71'

Bene, visto che il soc montato sul mio Philips Android tv e ben più lento di quello della firestick 4k

Recensione Sony Xperia 1 II: tra eccellenze e black out

La carica degli Snapdragon 765: sono gli smartphone del momento | Video

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Recensione Huawei P30 Pro New Edition: può ancora dire la sua