Mercato TV: si prevedono vendite in calo dell'8,7% nel 2020

02 Aprile 2020 30

Il mercato TV subirà una contrazione significativa nel corso del 2020. Le stime sono contenute nel rapporto TV Sets Market Tracker di Omdia, che prevede un calo nelle vendite pari all'8,7%. Si ritiene che il numero di unità vendute passerà dai 222,9 milioni del 2019 ai 203,5 milioni del 2020. L'andamento negativo è ancora più evidente se si considerano le analisi precedenti di Omdia, che per il 2020 aveva stimato un aumento pari all'1,1% per un totale di 225,4 milioni di televisori. In questo caso la variazione anno su è -9,8%.

Paul Grey, research director, consumer devices per Omdia, ha dichiarato:

Il mercato globale dei televisori sta vivendo una sconvolgente ribaltamento della sorte. Solo un mese fa l'andamento delle vendite prospettava un rialzo, con il 2019 che si era chiuso indicando segnali di una crescita moderata per il 2020. Nel corso degli ultimi 30 giorni questa speranza è completamente svanita: l'industria è preoccupata per un crollo della domanda causato dal coronavirus.

Il rapporto stilato da Omdia sostiene che le misure di distanziamento sociale attuate da molti Paesi abbiano avuto un grave impatto sulle vite dei consumatori e sulla propensione al consumo. A queste problematiche si è poi aggiunta la sospensione di tutte le manifestazioni sportive, in special modo il Campionato europeo di calcio 2020 e le Olimpiadi di Tokyo. Aver rimandato entrambi gli eventi ha di fatto sospeso gran parte dell'attività promozionale nel settore TV.


Gray aggiunge:

Su base territoriale un calo annuale anche superiore al 10% non è così insolito. Negli ultimi 12 anni si sono verificate dozzine di contrazioni di questo livello su base territoriale. Quello che non ha precedenti è un calo che ora coinvolge tutto il mondo per via di azioni di governo coordinate a livello globale. Questo fenomeno non si era mai registrato nella storia del mercato TV.

Il calo più significativo si dovrebbe registrare nel corso del secondo trimestre del 2020. La cancellazione degli ordini da parte dei rivenditori porterà, secondo Omdia, ad un calo delle vendite pari al 16% anno su anno (quindi paragonato al secondo trimestre del 2019). Il decremento non sarà uniforme: la Cina mostrerà già segnali di ripresa mentre Europa e Nord America saranno le aree più critiche (si stima un crollo di oltre il 40%). Altre regioni saranno invece meno affette dalle misure restrittive e risulteranno quindi meno colpite anche per quanto riguarda le vendite di televisori.

Le previsioni negative per il prossimo futuro lasciano però intravedere segnali positivi se si considera un orizzonte temporale un po' più ampio. Gray sostiene che i TV costituiscono uno strumento molto conveniente per l'intrattenimento, ben più economico rispetto a tutte le alternative che si trovano fuori dalle mura domestiche. Non sorprende infatti che alcuni consumatori abbiano deciso di acquistare un televisore prima dell'entrata in vigore delle misure di isolamento forzato. Lo spostamento al 2021 di molti importanti eventi sportivi fungerà poi da volano per un incremento nelle vendite.

Zero compromessi al miglior prezzo?? Samsung Galaxy S10 Plus, in offerta oggi da Phoneclick a 565 euro oppure da Yeppon a 647 euro.

30

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ondaflex

Su sito concorrente, il responsabile di samsung Italia prevedeva prezzi dei tv in aumento (tradurrei con "correte a svuotarci i magazzini che saranno sempre più pieni").
Con grande sforzo ometto giudizi al riguardo tuttavia trovo "strano" che qui si parli di crollo del mercato TV.

TLC 2.0

Esattamente.

Progressive

Giusta osservazione, Un anziano si perder con un telecomando semplice... Figuriamoci due...

Progressive

Sì dopo scoppia il decoder e cosa tene fai della tv? Oppure i decoder come tanti apparecchi esterni sono un ripiego che non sempre funzionano bene... A me è bastata il primo giro dal analogico al dtt per capire che meglio che il tuner sia incorporato anzichè esterno se si vuole che funzioni bene!! MAI PIÙ DECODER ESTERNI DTT!!!

Progressive

Esatto visto che un stato serio avrebbero tolto subito e tutte le frequenze che man mano che passa il tempo stà rivendendo alle compagnie telefoniche. Così facendo noi consumatori, avremmo preso un unico tv e stop!

Progressive

La diminuzione di vendita per effetto dovrebbe portar al vantaggio dei prezzi più bassi o almeno ad un veloce calo...

Desmond Hume

beh se il decoder è HDMI-CEC usi comunque un solo telecomando per tutto.
Ripeto è pieno di 80enni che usavano il vecchio tubo catodico con un decoder attaccato.

TLC 2.0

Si ok, ma gli anziani preferiscono sempre prendere un tv nuovo in questi casi, con un telecomando unico che fa tutto.
Inutile che gli compri il decoder oppure lo smartbox, con un altro telecomando, ti metti li a spiegargli le cose e dopo 5 minuti si sono dimenticati tutto.
Preferiscono comprare un tv nuovo, pure di quelli da 200-300€. telecomando nuovo ed i soliti 6 tasti da premere.
Dovete calcolare che la maggior parte della popolazione è abitudinaria, cosa da non sottovalutare assolutamente.
I giovani non fanno statistica in questo particolare mercato, perchè ovviamente già sanno cosa aspettarsi, e di solito usano Chromecast, Xbox come mediacenter, le smart tv ecc.

Tu ce lo vedi un 80enne a smanettare con una smart-tv?

qandrav

"A me sembra un modo come un altro per obbligarti a cambiare inutilmente un elettrodomestico."

beh questo poco ma sicuro...

Sepp0

Anche il cambio di decoder è un capriccio. Solo che noi dobbiamo starcene.

E se la TV è appesa a parete, devi per forza cambiarla perchè il decoder non sai dove metterlo.

Desmond Hume

fatto sta che non è un "per forza" ma un capriccio.

Sepp0

Sì, ma vanno ancora bene, soprattutto per vedere i canali TV normali la cui qualità a livello di risoluzione è imbarazzante ancora oggi nonostante tutte le promesse sulle "meraviglie del digitale" di 10 anni fa.

A me sembra un modo come un altro per obbligarti a cambiare inutilmente un elettrodomestico.

qandrav

allora sono tv vecchie, di almeno 5 anni fa...

Sepp0

Il decoder è comunque un accrocchio aggiuntivo, che a seconda di dove è posizionato il televisore è complicato da piazzare e i decoder decenti costano comunque non 50 euro. Per gli anziani è una complicazione aggiuntiva.

Non si sentiva minimamente bièsogno di cambiare decoder, tanto in 10 anni di DVB-T1 non siamo manco arrivati al FHD per la maggior parte dei canali.

Desmond Hume

mah... io avevo un 32" del 2012 in Full HD e dvb-t1. L'ho messo in un'altra stanza solo perché ne volevo uno molto più grosso sennò ci avrei attaccato il solito timbox androidTV. Ne ho comprati un po' a 40€ l'uno su SubitoIT cosí ho chromecast ULTRA, app dedicate e decoder dvb-t2 in tutta casa.

TLC 2.0

Tieni conto però che parecchie tv che ricevono il DVB-T1 non sono neanche HD, ma trasmettono in 480. Per questi si che ha senso cambiare direttamente la tv.

Desmond Hume

esistono anche i decoder eh

TomTorino

fin troppo ottimisti

Sepp0

Da noi un sacco di gente dovrà cambiarli per forza perchè non hanno il decoder DVB-T2.

Solo per rimanere nella cerchia dei miei parenti stretti, io dovrò cambiarne due, i miei genitori due, i miei suoceri due, mia nuora uno per un totale di 7 TV divise in 4 famiglie.

Probabile, paragonabile alle altre grandi epidemie, 1630, 1348 ecc., a livello economico.
Il probabile blocco degli USA, si parla di crisi severa fino a luglio, rischia di mettere in ginocchio il mondo e di creare nuovi equilibri.
La Germania sarà ancora più forte di prima.
Tra i paesi Occidentali è quella con più posti letto ed è riuscita quasi a raddoppiarli in un mese, gli USA sono tra i paesi che ne hanno meno.
E' la fine di un sistema economico sbagliato.

Sinceramente credo che il mercato TV, nel complesso, assorbirà molto meglio di altri questa crisi.
Certo, avrà un segno meno, ma mai quanto altri settori, come le automobili.

The Evil Queen

Ma guarda che i soliti falsi che piangono miseria e per loro stessi spendono il mondo sono sempre esistiti

Tim Cook

https://uploads.disquscdn.c...

qandrav

"Il mercato globale dei televisori sta vivendo una sconvolgente ribaltamento della sorte."

oh madò che lagna, adesso ogni settore esistente si lamenta ....

" calo nelle vendite pari all'8,7%"
beh normale, ormai hanno tantissimi la 4k e 8k non servirà ad un c4zzo per almeno 5 anni o più quindi non c'è alcuna necessità di cambiare tv ogni anno

Antonio Russolillo

Così poco calo? Allora sono pochissimi quelli che dovrebbero privarsi di tutto il superfluo per fare la spesa in questi mesi di non lavoro? All uscita di ciò anche saranno talmente benestanti da poter permettersi un cambio tv prima di 1 anno di ripresa? E allora perché in poche ore mezzo mln di richieste da p.iva per miseri 600€ che ci prendi un micro 32pollici che nessuno usa più manco nel c..sso?
Spero il calo sia maggiore, altrimenti significa che siamo sempre sommersi dai tipi che piangono d avanti e ridono dietro.
Avanti ancora a spendere il r.d.c. per l ultimo ifogn o schermi 70 pollici, ne ho visti.
Vermi, sudatevele le cose, con le mie tasse, manco la spesa vi meritereste.

ciro mito

Oggi comincio il puzzle mi sono rotto il chezzo di guardare uno schermo , indipendentemente dai pollici .

SuperDuo

Sta a vedere che la saggezza della nonna ( meno auto, meno TV, meno cibo spazzatura di ristoranti o fast food) si sta concretizzando grazie all'epidemia.

Chissà che i problema dell'ambiente e dell'uomo sovrappeso non vengano risolti dal virus.

In ogni caso, praticamente tutte le tv sono prodotte in Cina. Poco male per l'Europa. Riguardo i rivenditori, la transizione verso l'online era già avviata, non che questo periodo cambi molto le carte

Bastian

Io, e penso molti, vorremo vedere dal vivo la tv prima di tirare fuori cifre importanti. E questo non è più possibile.

ice.man

immagino che queste previsioni siano dettate da 2 espetti:

1_cancellazione di eventi sportivi di rilavanza mondiale (olimpiadi, europei di calcio,tornei di tennis, etc)

2_minor potere di spesa per tutti i cittadini rimasti senza lavoro (precari, liberi professionisti, commercianti) o cmq con uno stipendio decurtato (lavoratori in cassa integrazione).
.
IMHO il semplice punto 1 potrebbe essere bilanciato dal fatto che costretti in casa molti cittadini che facevano un uso molto limitato della TV (e magari si accontantavano di guardare le news o qualche serie TV/film dal computer, oppure si accontentavano di un vecchio tv, magari con decoder esterno) hanno deciso di acqustare un nuovo TV, visto che ora sono costretti a passare molto piu tempo in casa e non si sa quanto a lungo

Prevedo che il 2020 sarà l'anno più disastroso di sempre. E non ci é voluta una terza guerra nucleare. Ma un eetciù...

DVB-T2: chi, come e quando dovrà cambiare TV? | #HDonAir oggi ore 17

Recensione DJI Mavic Air 2: divertimento e riprese imbattibili

Regolamento europeo droni: tutto quello che bisogna sapere

Migliori TV fino a 49 pollici: ecco i top 5 da comprare | Maggio 2020