LG: ancora ritardi nella produzione di pannelli TV OLED

21 Febbraio 2020 2

Lo stabilimento produttivo per pannelli TV OLED realizzato da LG Display a Guangzhou non è ancora pienamente operativo. La notizia, riportata da alcune testate (link in FONTE), prolunga ulteriormente le tempistiche comunicate a gennaio dal colosso coreano. Inizialmente l'impianto situato in Cina doveva entrare pienamente in funzione nell'agosto del 2019. Il ritardo accumulato è legato alla tecnologia utilizzata, denominata Multi Model Glass (MMG). La sua particolarità consiste nella possibilità di realizzare simultaneamente pannelli di vario taglio su un'unica lastra madre.

LG Display sta cercando di ottimizzare il rendimento da mesi, in modo da ottenere il livello desiderato, quello necessario a raggiungere una produzione di massa pari a 60.000 substrati al mese. Le problematiche non sono state ancora del tutto risolte e al momento sono attive solo alcune linee test. I nuovi piani prevedono di raggiungere finalmente la piena operatività nel primo trimestre del 2020.

Lo stabilimento produttivo di LG Display a Guangzhou

Alcuni analisti hanno però sollevato dubbi sulla possibilità di centrare il risultato. Alle difficoltà già note si aggiungono gli effetti dell'epidemia di COVID-19, che avrebbe ritardato l'invio di alcuni ingegneri dalla Corea del Sud presso lo stabilimento di Guangzhou. Al momento la produzione è quindi affidata allo stabilimento di Paju in Corea, capace di sfornare 70.000 substrati al mese.

Il risultato di questi ritardi si tradurrà in una minor disponibilità di pannelli TV OLED per il 2020. Secondo IHS le vendite di TV OLED passeranno dalle 5 milioni di unità previste inizialmente a circa 4,5 milioni. Alcuni addetti ai lavori ritengono che i suddetti numeri saranno insufficienti per coprire la domanda di tutti i marchi che si riforniscono da LG Display. Si parla del resto di una richiesta che aumenterà ulteriormente per via dell'ingresso di nuovi produttori. I pannelli OLED LG vengono attualmente utilizzati da LG Electronics, Sony, Panasonic, Philips, Hisense (che però ha deciso di puntare sugli LCD ULED XD Dual Cell), Skyworth e la controllata Metz, Konka, Grundig, Toshiba, Bang & Olufsen, Changhong, Haier, Loewe, Vestel, Vizio, Xiaomi e Sharp.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Andrea

Ma hai letto l'articolo ?

Antonio63333

Oramai è un'emergenza mondiale questo virus, speriamo di non rimetterci la pelle, altro che Oled....

Samsung Q950TS UFFICIALI: TV 8K con AV1 e senza cornici | Video

Samsung Flip: la recensione della lavagna digitale per l’ufficio collaborativo

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare a marzo 2020

Quale Amazon Echo scegliere in offerta a marzo 2020? Panoramica Video