Panasonic, ufficiali i nuovi TV OLED e LCD 4K per il 2020 | VIDEO

19 Febbraio 2020 140

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Panasonic annuncia oggi il lancio di tre nuove serie di TV OLED e tre nuove serie di TV LCD 4K per questo 2020. Le tre serie OLED culminano con la fuoriserie HZ2000, il top di gamma già visto in occasione dell'ultimo CES di Las Vegas e dotato di caratteristiche pensate appositamente per ottenere la maggiore fedeltà possibile nella riproduzione dei contenuti cinematografici. Da qualche anno è proprio questo l'obiettivo di Panasonic che ha quindi portato molte delle tecnologie che troviamo sul proprio TV di punta anche sulle serie inferiori.

FILMMAKER MODE, NELLA TESTA DEL REGISTA

Ecco quindi che tutti i nuovi TV OLED per il 2020, serie HZ200, HZ1500 e HZ1000, sono compatibili con Dolby Vision IQ e, soprattutto, con il Filmmaker Mode. Per chi ancora non lo sapesse parliamo di una modalità di riproduzione dei contenuti che disattiva la maggior parte degli automatismi di miglioramento delle immagini per restituire il contenuto esattamente come è stato pensato dal regista e fissato sulla pellicola in casa di produzione.

Quando attiviamo il Filmmaker Mode, basta premere un tasto sul telecomando, frame-rate, rapporto d'aspetto, colore e contrasto restano invariati e ricalcano esattamente i valori della versione originale del film. Addirittura vengono disattivati anche il controllo del rumore di fondo e la funzione di maschera di contrasto che dovrebbe dare maggiore nitidezza al contenuto. Oltre a questo, Panasonic ha aggiunto una tecnologia definita Intelligent Sensing che, grazie ad una serie di sensori esterni al TV, regola automaticamente la luminosità dell'immagine in base alla luce ambientale. In questo modo l'utente potrà percepire ogni sfumatura della scena in qualsiasi condizione.

Panasonic HZ2000

Tutti e tre i nuovi modelli OLED saranno disponibili nei tagli da 65 e 55 pollici. Il modello top di gamma HZ2000, come già detto in occasione del lancio nel mese di gennaio, è dotato di un pannello definito Master HDR OLED che permette di avere una luminosità di picco superiore alle altre serie grazie ad una fine ottimizzazione operata dagli ingegneri Panasonic. Tutte e tre le serie OLED, invece, montano il nuovo processore HCX PRO Intelligent, l'ultima evoluzione del processore Panasonic, e supportano i formati HDR10, HDR10+, HLG, HLG Photo, Dolby Vision e Dolby Atmos.

Nella gamma 2020 si aggiunge poi Dolby Vision IQ, un'estensione del formato proprietario con metadati dinamici che opera in sinergia con il sensore di luminosità. La finalità è praticamente identica a quella perseguita dall'Intelligente Sensing: ottimizzare la resa su schermo in relazione alla quantità di luce presente nell'ambiente.

DESIGN GIREVOLE E AUDIO A 360 GRADI

Dal punto di vista del design Panasonic non sconvolge alcun canone ma si adatta a quelle che sono attualmente le tendenze del mercato. Cornici sempre più sottili, almeno su tre dei quattro lati (quello inferiore contiene gli speaker), e generalmente delle linee estremamente sobrie. La novità sta nel piedistallo che è stato ridisegnato per essere ora in grado di far ruotare lo schermo liberamente adattandone l'orientamento in base alla posizione del TV all'interno del salotto.

Se, ad esempio, il vostro divano è leggermente decentrato rispetto all'alloggiamento del TV, potete ora ruotare il pannello in modo che risulti esattamente frontale alla seduta. Tutto per permettere di avere un angolo di visione migliore ed evitare riflessi o altri spiacevoli artefatti dovuti al posizionamento non esattamente frontale dello schermo.

Panasonic HZ1500

Novità anche per quanto riguarda l'audio integrato che Panasonic ha migliorato ulteriormente in particolar modo sui modelli OLED HZ2000 e HZ1500. Il primo monta un sistema definito 360 Soundscape Pro, impianto ad alta fedeltà che punta a migliorare l'esperienza di coinvolgimento offerta dalla tecnologia Dolby Atmos. All'atto pratico sono stati inseriti degli altoparlanti con emissione verso l'alto che permettono di ottenere un effetto direzionale molto immersivo. Tutto il comparto conta una potenza massima in uscita di circa 140W. Ovviamente tutta la calibrazione è stata ottimizzata in collaborazione con Technics che fornisce anche il processore JENO per l'elaborazione dei suoni.

HZ1500 monta invece un impianto 360 Soundscape, anch'esso dotato di altoparlanti con emissione verso l'alto ma con una potenza complessiva di 80W, comunque molto elevata ma decisamente inferiore rispetto ad HZ2000.

CALIBRAZIONE DA PROFESSIONISITI

Panasonic è poi da sempre un riferimento in termini di precisione nella riproduzione dei colori, tanto che in molti studi di produzione holliwoodiani i TV top di gamma dell'azienda vengono utilizzati come riferimento nelle sale di color grading. Proprio per questo motivo l'azienda è sempre molto attenta alle richieste dei professionisti e dei suoi utenti più esperti, e di anno in anno inserisce strumenti e funzioni pensate per permettere a questi ultimi di agire su alcuni parametri per migliorare e personalizzare la propria esperienza di visione.

Con questa nuova gamma 2020 Panasonic introduce quindi la possibilità di disattivare il cosiddetto "tone mapping" (la mappatura dei toni) e di impostare manualmente il "clip point". In questo modo i TV seguono fedelmente la luminosità impostata durante la produzione dei contenuti fino al picco di luminosità massimo consentito dai pannelli. Da quel punto in poi viene applicato il cosiddetto "hard clipping", ovvero il taglio netto di tutti i dettagli più brillanti che vanno oltre le capacità dello schermo. Questa opzione è utile soprattutto per chi deve valutare i video in fase di produzione, poiché al momento non esiste uno standard per il "tone mapping" e ogni produttore adotta approcci differenti.

Panasonic HX800

Ma non solo, i nuovi OLED 2020 introducono anche i punti di calibrazione a 1,3% e 0,5% sulla scala dei grigi, per garantire una transizione più lineare dai neri profondi. Oltre a queste fini migliorie, tutti i nuovi OLED offrono alcuni strumenti che permettono di semplificare il processo di calibrazione. Tra questi abbiamo la possibilità di generare segnali test tramite il software CalMAN, e la funzione di AutoCal. Non mancano poi le impostazioni di calibrazione "isf" e Dolby Vision.

Le novità riguardano anche l'elaborazione delle immagini in movimento. Sulla gamma 2020 debutta una nuova versione del "black frame insertion" (BFI, QUI è disponibile la nostra guida con maggiori informazioni), la stessa che troveremo anche sugli OLED LG e Sony del 2020. La novità consiste nelle modalità con cui vengono inseriti i fotogrammi neri: si parla di un ciclo a due fotogrammi che accorcia dinamicamente la persistenza a video del frame nero. In questo modo vengono minimizzate due delle principali problematiche legate al BFI, ovvero la perdita di luminosità e lo sfarfallio delle immagini. Resta ancora il dubbio se la frequenza di aggiornamento con BFI attivo sia passata dai 60 Hz degli scorsi anni ai 120 Hz che LG aveva mostrato su alcuni prototipi al CES 2019. La menzione del ciclo a due fotogrammi sarebbe un ulteriore indizio in tal senso, ma attendiamo conferme su questo punto.

HDR PER TUTTI

Come dicevamo all'inizio, la nuova gamma TV 2020 di Panasonic non si limita alle tre nuove serie OLED ma introduce anche tre nuove serie di prodotti LCD - HX940, HX900 e HX800. Tutti i modelli utilizzano una retroilluminazione LED Edge. Ovviamente parliamo di TV di fascia più bassa rispetto alle soluzioni OLED di cui abbiamo parlato fin qui, ma che comunque vengono prodotti con un unico, chiaro, obiettivo: portare nelle case dei consumatori dei prodotti che, nella loro fascia di prezzo, abbiano la miglior qualità delle immagini possibile.

Questa ricerca della qualità passa ovviamente anche dal supporto a tutti i formati HDR disponibili, statici e dinamici. Supporto che è garantito su tutti i modelli della nuova line-up. Anche la serie base HX800, disponibile nei tagli da 40, 50, 58 e 65 pollici, è dotata infatti di processore HCX e supporta Dolby Vision, HDR 10+, HDR 10, HLG e HLG Photo, oltre al Dolby Atmos per la componente audio.

Panasonic HX940

Stesse tecnologie e stesso supporto ai diversi standard HDR anche per la serie HX900 che è però dotato di un pannello HDR Cinema Display, accreditato di una maggiore luminosità. I modelli della famiglia HX900 saranno disponibili nei formati 43, 49, 55 e 65 pollici.

Chiudiamo con la serie HX940, che costituisce la fascia alta della proposta non OLED di Panasonic per questo 2020. Disponibile nei tagli da 43, 49, 55, 65 e 75 pollici, si tratta di una famiglia di TV che offre pannelli HDR Cinema Display da 100Hz ed è dotata del nuovo processore d'immagine HCX Pro Intelligent, lo stesso che troviamo sui modelli OLED top di gamma. I TV della serie HX 940 sono inoltre dotati di Local Dimming Intelligent Pro, che riproduce virtualmente il funzionamento di migliaia di zone di local dimming. Si tratta quindi di un'elaborazione software e non di un sistema hardware. Grazie a questo espediente Panasonic riesce a migliorare il contrasto e ridurre l'effetto blooming.

LE FUNZIONI DI HDMI 2.1 SUPPORTATE SU TUTTA LA GAMMA

Tutta la gamma Panasonic, sia OLED sia LCD, non è provvista di HDMI con la piena banda della versione 2.1 - 48 Gigabit al secondo contro i 18 Gbps di HDMI 2.0. Sugli OLED sono confermati sia eARC, il canale di ritorno audio migliorato sia Auto Low Latency Mode (ALLM), la funzione che abilita automaticamente la modalità video più adatta per i giochi, quella caratterizzata dalla risposta ai comandi più rapida. Sugli LCD è confermato per il momento il supporto ad ALLM.

Ancora non abbiamo informazioni riguardo prezzi e disponibilità dei nuovi modelli della gamma TV 2020 di Panasonic.

VIDEO

Il top di Huawei al miglior prezzo? Huawei P30 Pro, in offerta oggi da Mobzilla a 460 euro oppure da ePrice a 546 euro.

140

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Progressive

Sorry allora...

Progressive

Oled è fragile... Detto dal responsabile marketing Sony, m'ha stupito sentirlo dalla sua voce.

Gas_T_one
Nicola Vastarella

Ma alla fine potrebbe arrivare in aggiornamento software che potrebbe migliorarti il tutto quindi va si sony

Nicola Vastarella
Nicola Vastarella

Comunque ho controllato e il pannello della panasonic HX940 è a 100HZ/120HZ

Nicola Vastarella

Sul sito di panasonic e nello specifico sulla serie HX940 dicono che il pannello e a 100hz

Anathema1976

Nicola Buriani

ci sono informazioni altalenanti sulla serie HX940, nello specifico sul taglio da 43", non si riesce a capire se monti un pannello 100hz, in un primo momento su displayspecification veniva dato come 100hz, poi corretto dopo qualche settimana a 50hz.
qualcuno sa per certo la tipologia di pannello

piero
Antonio63333

Se vieni da un plasma Panasonic non puoi che prendere un Oled Panasonic!

Sepp0

Il Sony è un pelo più luminoso e gestisce meglio il moto, ma perde qualcosa sul nero ed il blooming è più evidente.

Alla fine, appunto, sono sostanzialmente alla pari, io prenderei quello che costa meno (che difficilmente sarà il Sony).

Anathema1976

resta cmq un buon tv, ed anche il prezzo è più che onesto

Gas_T_one

Alla fine ho visto il 70r sui 650 Euro, probabilmente prendo quello.

Anathema1976

preferisco anche io il Sony, più equilibrato come immagine e con una calibrazione di fabbrica più accurata.
inoltre ho trovato il dimming del sony meno invasivo, ha una minore tendenza ad affogare i dettagli sulle bassi luci.

Stavo per scriverlo anche io, se prima ero orientato su LG per cambiare il mio Plasma VT30, ora non ho dubbi e probabilmente il mio prossimo TV sarà un Panasonic

Christian Saccani

Per me ti stai preoccupando per molto poco. Attraverso gli speaker dalla TV sfido chiunque a cogliere la differenza tra un PCM e un DTS. Inoltre, mi sembra parecchio improbabile che non si riesca a fare passare una traccia DTS non decodificata dalla TV ad un amplificatore, sia attraverso uscita digitale ottica sia ARC

Christian Saccani

Lettore integrato nella TV? Ma riprodurresti una traccia DTS mediante gli altoparlanti integrati? Non credo che sia molto migliore in un DD 2.0. Non ha molto senso decodificare una traccia DTS multicanale su due diffusori piuttosto scarsi come quelli integrati. Ma ce ne sono di TV con decofidicatore DTS integrato? Perché mi pare che sia molto più sensato che la TV faccia il passthrough attraverso ARC

Gas_T_one

A vederli uno accanto all'altro il Sony pare superiore... Boh!

Sepp0

Globalmente il Q70 è leggermente meglio, ma siamo lì. Io prenderei quello che costa meno.

Sepp0

Se non hai un sintoampli esterno ed un impianto 5.1 le codifiche multicanale sono sostanzialmente inutili.

Progressive

Solo L’Auto Low Latency Mode (ALLM) è stata messa... No HDMI 2.0, ecc...

Sepp0

Non credo e non avrebbe senso, a meno di non guardarlo da 50 cm massimo di distanza non percepiresti nessuna differenza tra materiale 4K, 1080p e dire pure 720p

LeChuck

Eh, i Quantum Dots avrebbero qualcosa da ridire su quest'affermazione… ^^;

LeChuck

Aspetteremo l'uscita sul mercato. Se già fosse un pannello nativo a 10 bit inizierebbe a farsi molto interessante.
A proposito, di date di uscita nei negozi non se n'è parlato, vero? :\

Massimo Olivieri

bhè il prossimo standard sarà AC-4 ... DTS ha perso parecchi treni .

Nicola Buriani

Non ti so rispondere con questo livello di precisione, non ho visto i prodotti e non so se ci siano differenze tra i vari tagli (non sempre le dichiarano).

Nicola Buriani

Il titolo dice che in quel capitolo si parla delle funzioni di HDMI 2.1 supportate su tutta la gamma.
Mi sembra di capire che tu lo abbia inteso come "tutte le funzioni di HDMI 2.1 sono supportate su tutta la gamma", ma non è quello il significato, e infatti l'elenco è ben preciso.

piero
The frame

Una cosa non esclude l’altra. Saluti

gioboni

Tanto, anche più di un OLED, ma io non sto parlando in ottica di qualità/prezzo, ma di pregi e difetti delle varie tecnologie: se in una determinata condizione di mio interesse, un LCD mi restituisce una resa migliore di un OLED anche costando di più, se posso permettermelo prendo l'LCD.

gioboni

Ti correggo: avremo una tecnologia che sarà migliore dell'OLED ;)

KiTo

Dovrebbero far passare più tempo dal rilascio di un modello all'altro, concentrarsi di più sul supporto e maturazione software che questi prodotti necessitano, e passare oltre solo quando ci sono possibilità di miglioramenti evidenti, non piccolezze da cercare con la lente d'ingrandimento.

LeChuck

Ma quindi, a parte My Home Screen 5.0, le differenze fra il 40" (taglio che, per tutta una serie di ragioni, mi interessa e che ho come limite massimo di dimensione) della serie GX800 e quello della serie HX800 dovrebbero essere nulle.
Addirittura, se tanto mi da tanto, è probabile che utilizzino lo stesso pannello?

LeChuck

Samsung è indirizzata verso i Quantum Dots autoemissivi, che saranno lo step evolutivo degli OLED, potendo usufruire degli stessi vantaggi, ma non avendo natura organica (e quindi, sulla carta, deperibile).
Con i QD autoemissivi dovremmo finalmente vedere la desiderata combinazione di nero assoluto e picchi di luminosità altissimi, la pace dei sensi per le produzioni HDR.

3DBoom

un medio gamma Panasonic ha features che altri mediogamma si sognano, oltre ad una gestione con colori perfettamente tarati. Lato SW probabilmente è più indietro rispetto WebOS, Android e Tizen, questo anche per colpa di mozzilla. In un mercato dove gli scaffali sono riempiti da una moltitudine di modelli Samsung&c. (molti dei quali inutili) emerge poco un' azienda che invece fa pochi modelli mirati e senza pubblicità e cartellonistica enormi. Costa un pelo di più ma offre di più. Personalmente mi piace molto il loro approccio.

Carlo

Bella domanda.... da chiedere in direzione.....

generalszh

si ma chi ha ragione, titolo o contenuto?

Aster

se intendi per software la parte smart si,lg e samsung sono avanti.Ma le app ci sono almeno le principali,poi dipende cosa uno usa.

generalszh

bisogna vedere, spesso ho letto che quando non c'è supporto con alcune tv non funge neanche il passthrough dts

generalszh

quando leggi una tracci con lettore interno non ti arriva in dts e non senti l'audio

Dwarven Defender

Decisamente meno completo di samsung e lg, ma molto più snello e veloce. Tutte le app principali sono disponibili. Vediamo se arriverà in tempo disney+

piero
piero

anno copiato anche questo da noi italiani

checo79

si, o meglio ste panasonic sono il top per quanto riguarda la qualità e le regolazioni video(a patto che uno sappia metterci mano), però sono più scarse su tutto il resto.

Carlo

Leggi bene nel rettangolo verde foto prima del video....poi sotto scrivono il contrario :)))

biggiamp

Ma come è messa Panasonic lato software? Mi dicevano che ha delle lacune, mentre LG ha un software più curato e completo. C'è del vero?

Teomondo Scrofalo

Hai provato su avm magazine?

Christian Saccani

Ma se non hai un amplificatore dedicato, cosa te ne fai del DTS? In ogni caso lo sentiresti tramite i diffusori della TV e, comunque , per compatibilità se hai una traccia DTS ce n’è per forza almeno anche una DD 2.0.

G.Rossi

Credo che gli interessino le recensioni fatte bene.

Antonio63333

Vedrai che appena Samsung trova il modo di produrre pannelli OLED per TV anche lei dismetterà gli Lcd fald top, poiché tra pannello più complicato ed elettronica più complessa per pilotarli, costano più di un TV OLED.

Samsung Q950TS UFFICIALI: TV 8K con AV1 e senza cornici | Video

Samsung Flip: la recensione della lavagna digitale per l’ufficio collaborativo

Le 5 (+1) migliori cuffie true wireless da comprare a marzo 2020

Quale Amazon Echo scegliere in offerta a marzo 2020? Panoramica Video