Sony svela i TV OLED A85, A87, A89

03 Febbraio 2020 69

I TV OLED serie A85, A87 e A89 sono comparsi sul sito italiano di Sony (link in FONTE). Si tratta di tre versioni della stessa linea che sembrerebbero fornire più o meno la stessa dotazione (la scheda prodotto non è completa, motivo per cui utilizziamo il condizionale). A differenziare questi modelli dalla serie A8, presentata al CES 2020, è anzitutto il piedistallo. La base è sempre costituita da due elementi che si protendono verso il lato frontale. Sugli A8 il supporto è basso e piatto mentre su A85, A87 e A89 è sottile è più alto.

A8 consente inoltre di orientare diversamente la base per rialzare i TV e permettere di posizionare una soundbar, una possibilità che non sembra presente sui modelli appena aggiunti. A87 e A89 sono inoltre provvisti del nuovo telecomando retroilluminato, una novità che ritroveremo anche su alcuni prodotti della gamma LCD Sony 2020.


Il resto delle caratteristiche sembra ricalcare più o meno pedissequamente la dotazione degli OLED A8. I pannelli utilizzati sono Ultra HD da 55" e 65". Anche il design è sempre "One Slate" con linee minimaliste, cornice in metallo e schermo che arriva fino al bordo. Il retro è definito da quello che il marchio giapponese definisce "Flush Surface", una superficie sostanzialmente piatta che facilita anche l'installazione a parete.

Il processore video è l'X1 Ultimate, l'elettronica più evoluta che Sony da quest'anno ha inserito su un maggior numero di televisori. Le caratteristiche sono quindi le stesse che troviamo sugli OLED AG9, A9 e A8:

  • Super Resolutionobject-based”: analizza l'immagine in ciascuna scena per incrementare il livello di dettaglio in ogni singolo oggetto (particolari individuati dal processore video).
  • Rimasterizzazione HDR "object-based": analizza l'immagine in ciascuna scena e ottimizza i colori dei singoli oggetti nei video in HDR.
  • Super Bit Mapping 4K HDR: ricrea transizioni più morbide, uniformi e precise tra le sfumature di colore.
  • Pixel Contrast Booster: un sistema di controllo dei pixel capace di incrementare il volume colore e di riprodurre le componenti cromatiche con maggiore precisione anche in scene ad elevata luminosità.
  • Triluminos Display. assicura una maggiore fedeltà nella riproduzione dei colori e amplia la gamma cromatica.

Su A85, A87 e A89 troviamo poi Ambient Optimization, una tecnologia di ottimizzazione ambientale che regola automaticamente le impostazioni audio e video in base alle caratteristiche della stanza. I sensori integrati modificano automaticamente la luminosità, incrementandola di giorno e riducendola la sera, quando la luce in ambiente cala. Anche l'audio viene elaborato allo stesso modo grazie all'analisi di alcuni parametri tra cui la presenza di oggetti capaci di assorbire o riflettere i suoni. Ambient Optimization agisce quindi come una sorta di calibrazione per compensare le caratteristiche della stanza.

Sempre rimanendo in tema di audio è doveroso citare la tecnologia Acoustic Surface Audio, la soluzione che Sony usa fin dalla serie A1 e che caratterizza fortemente tutti gli OLED della compagnia nipponica. I suoni vengono ricreati tramite attuatori che fanno vibrare lo schermo. Questo sistema riesce a ricreare una maggiore corrispondenza tra i suoni e le immagini su schermo migliorando il coinvolgimento. Nella scheda prodotto non viene indicata alcuna informazione sulla configurazione adottata. Siamo però propensi a ritenere che anche A85, A87 e A89 siano provviste del doppio subwoofer che equipaggia gli A8. Ovviamente non manca il supporto al Dolby Atmos. Per HDR abbiamo invece la compatibilità con HDR10, HLG e Dolby Vision.

Novità per il 2020 è l'introduzione della tecnologia X-Motion Clarity sulla gamma OLED. Sony la descrive come un controllo dei pixel effettuato con precisione per minimizzare la sfocatura e migliorare la resa anche nelle scene più veloci, senza perdere luminosità. Vedremo poi in dettaglio il funzionamento quando ne potremo testarne l'efficacia.

La piattaforma Smart TV è sempre Android TV con il pieno accesso al Play Store, le funzioni di Chromecast integrate e l'interazione con Google Assistant, utilizzabile tramite il microfono presente nel telecomando o abbinando uno speaker esterno. Quest'ultima opzione consente di sfruttare anche i comandi vocali di Alexa. Completano la dotazione il Netflix Calibrated Mode, IMAX Enhanced, il supporto a HomeKit e AirPlay 2 e la possibilità di eseguire una calibrazione (automatica o manuale) grazie alla sinergia con il software CalMAN di Portrait Displays.

Prezzi e disponibilità verranno comunicati prossimamente.

Tre fotocamere per il massimo divertimento ad un prezzo top? Huawei Mate 20 Pro è in offerta oggi su a 509 euro.

69

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giangiacomo

Insensata la scelta di non mettere anche HDR10+. Letto l'articolo su DDAY ma non capisco, come fa a non esistere se ci sono le specifiche ed è stato definito tutto anni fa.

LeChuck
Se intendi la banda passante, HDMI 2.1 su un Ultra HD è praticamente inutile se non per i videogiochi da PC molto ben carrozzati.
Ad oggi sorgenti che vadano oltre l'Ultra HD a 60 Hz di fatto non ce ne sono se non i PC, per l'appunto.

E aggiungo che a tutt'oggi i produttori di GPU si rifiutano di montare HDMI con banda passante a 48 Gbps, neppure sulle schede da millemila paperdollari, su cui inizierebbero ad avere un senso.
Ad oggi, non mi viene in mente un prodotto mainstream che possa uscire ad una risoluzione@frequenza superiore al 2160p@60Hz.

phil32

Anch'io pensavo la stessa cosa ieri, ma non è così, Nicola ha scritto bene, con la "e".

ARC (o eARC) è sempre una funzione HDMI, è sottinteso.

Nicola Buriani

Ah ok, ho visto adesso e ho corretto.

Marino Manolo

No, questo è quello che è stato scritto, magari c'è solo una "e" di troppo:
Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio non passano tramite eARC perché la banda non è sufficiente.

Si parla di ARC ed eARC, "non di HDMI" ma di ARC ed eARC di HDMI.

LeChuck

Perdonami, ma se si può passare tutto tramite eARC, allora non capisco questo ultimo passaggio della tua precedente risposta

Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio non passano tramite eARC perché la banda non è sufficiente.
phil32

Tutto chiaro adesso, grazie Nicola :-)

phil32

E aveva scritto bene, siamo noi che stiamo facendo confusione tra "HDM"I (tramite cui passano le tracce lossless) e "HDMI ARC" (che non consente il bitstream delle tracce audio lossless).
Quindi per utilizzare l'ARC con le tracce HD occore necessariamente l'eARC.

Marino Manolo

Sì ma avevi scritto:
Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio non passano tramite eARC perché la banda non è sufficiente.

Nicola Buriani

Non ho capito: è giusto eARC, per il lossless serve quello.
Su ARC il lossless non passa.

phil32

Esatto, per quello non mi tornava. Grazie Nicola per la risposta. Quindi ricapitolando: Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio necessitano di eARC quando si usano come base a cui si aggiungono gli oggetti, mentre gli stessi formati lossless passano tranquillamente tramite ARC "normale" quando non abbiamo a che fare con Dolby Atmos o DTS:X.

Marino Manolo

È che avevi scritto eARC e non ARC nella risposta a cui fa riferimento.

Marino Manolo

Non hai idea! Sul DVB-T2 scrivono di tutto, quando scoprono che un TV FullHD del 2014 non ha HEVC MAIN 10, addirittura "minacciano" di rivolgersi ad Associazioni Consumatori per obbligare Sony ad aggiungere Apps recenti a TV non Android TV... E dovresti leggere cosa dicono dell'assenza di HbbTV, nei Sony in versione meno recente di quella che usano Rai e Mediaset come sai, ma solo perché non hanno modo di vedere la D'Urso vista la mancanza dell'App Mediaset Play per ATV...
Leggi della roba... E io devo stare calmo o da Sony mi "cassiano"... -)

Nicola Buriani

Riescono a fare polemiche persino su cose del genere?

Marino Manolo

Ho notato che alle persone piace pensare ed affermare che ai Sony manca sempre qualcosa, e non solo qui dovresti leggere quello che scrivono in Community Ufficiale...

Nicola Buriani

Perché?

Marino Manolo

Attento che se scrivi "sui TV Sony c'è già da tempo" la gente impazzisce... -)

Nicola Buriani

Intendo proprio come banda passante.
Senza eARC è troppo poca per le tracce lossless.

Nicola Buriani

Puoi anche collegare tutto al TV e uscire da lì con eARC, se la catena è compatibile passano tutti i formati.
Se c'è un amplificatore io preferirei passare comunque da quello e poi sul TV, sfruttando eARC per avere anche l'audio dai sintonizzatori integrati e dalle applicazioni.

Nicola Buriani

Figurati, nessun problema.
Ovviamente all'epoca non si sapeva molto circa la certificazione perché non erano stati ancora stabiliti i criteri.
Era però già chiaro che si sarebbero dovute controllare le funzioni supportate, anche perché gran parte delle novità non richiede la banda dei 48 Gbps quindi si può implementare anche su HDMI con chipset più vecchi.
Un esempio è eARC che sui TV Sony c'è già da tempo.

Ansem The Seeker Of Darkness

Far girare rocket league a 120fps in 4k sarebbe come farlo girare in full hd a 480fps. Forse super mario gira in quel modo.

E comunque senza HDMI con 48Gbps sulla scheda video non vai da nessuna parte.

Fabio Biffo

Ma su questo non ne sono sicuro... Giochi AAA ovviamente no, quelli avranno il 2k upscalato a 4k30 se va bene... ma "giochini" tipo rocket league non dovrebbero esserci problemi con 9tflops per il 4k 120fps se ben ottimizzato etc.
Ma poi avessi 4k€ di computer e volessi giocare in sala potró ben godermi il 4k a oltre 60fps su un monitor che ha un refresh nativo di 120hz no?

Nicola Buriani

I Samsung dal 2018.

Nicola Buriani

Queste non sono le serie top di gamma, per il resto come di dicevo sopra non è tanto questione di HDMI 2.1 quanto del supporto alle singole funzioni.
Il VRR si gestisce anche senza i 48 Gbps di banda.

mifungo

"Si tratta di tre versioni della stessa line che sembrano fornire più o meno la stessa dotazione (la scheda prodotto non è completa, motivo per cui utilizziamo il condizionale)" 'sembrano fornire' non è condizionale

GeneralZod

Se colleghi mouse e tastiera sì. Però non si integra sempre benissimo ed è tutto un po' old school.

LeChuck

Quindi, in una catena formata da televisore eARC, amplificatore anche eARC, consupporto a TrueHD/DTS-HD Master Audio e un lettore con supporto a questi stessi formati, il modo "giusto" di collegare i tre sarebbe: lettore all'amplificatore (tramite HDMI?) e quindi amplificatore al televisore? E l'amplificatore si preoccuperà di ricevere e processare il segnale audio e lasciar passare il segnale video verso il televisore?

Nicola Buriani

Scusa, avevo frainteso.
Gli unici con puntatore sono LG e in parte TCL con il telecomando "smart" (su alcuni modelli è opzionale).

phil32

Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio non passano tramite eARC perché la banda non è sufficiente

Non ho capito questo passaggio Nicola

Ansem The Seeker Of Darkness

Come mai allora Philips e Panasonic hanno entrambi? Trovo che sia davvero un limite enorme contando che Amazon usa HDR10+.

Ansem The Seeker Of Darkness

4k 120hz non li vedrai mai su nessun gioco per consolle.

Developer

ma cambiando telecomando non dovrebbe comparire il mouse (con inclinometro o a pulsante). prova a collegare un mouse se vuoi verificare prima

Fabio Biffo

Si quello che hai scritto è vero.
Tuttavia, se spendo 2000€+, e tra 6 mesi esce la ps5/Xbox che mi permettono di giocare a 4k 120hz (con giochi molto leggeri é una cosa piuttosto plausibile, senza tenere in conto poi PC come si deve che fanno girare anche giochi pesanti a quelle risoluzioni/refresh), dovrei buttare via la TV e prenderne un altra perché Sony non aveva voglia implementare il nuovo protocollo su un top di gamma che costa quasi il doppio di un lg c9 (che lo supporta)?
Sony ha la maggior parte dei profitti derivanti da PS, dovrebbe essere la sua priorità il gaming su sui TV, non lg... Specialmente con i prezzi che chiedono...

Davide Nobili

Tipo quali modelli oggi supportano il vrr, ultimi lg a parte?

GeneralZod

Non parlavo di velocità, ma proprio di sistema obsoleto nella modalità d'interazione con l'utente. Anche un basso di gamma LG può muovere un puntatore a schermo.

Marino Manolo

Allora ti chiedo scusa, me lo devo essere perso... -)

Nicola Buriani

Dipende dal SoC integrato, con MT5893 le prestazioni sono buone, con MT5891 (sono i due SoC che trovi sui Sony presenti sul mercato ad oggi) invece qualche rallentamento c'è.

Nicola Buriani

Non sembra che Philips e Panasonic supportino VRR al momento.

Nicola Buriani

Per ora di VRR non ne parlano, va detto che per aggiungerlo potrebbe essere sufficiente anche un aggiornamento firmware.
Per HDR10+ invece è come per LG: hanno "sposato" il pacchetto Dolby quindi non supportano il formato rivale.

GeneralZod

Ma è migliorata un po' la parte smart? Ho un XF90 del 2018 con Android TV. Velocità a parte, sembra un sistema d'epoca, a partire dal telecomando. Mio padre con un fascia media Samsung sembra 10 anni avanti.

Nicola Buriani

Il "core" è uno solo, in streaming con l'Atmos si usa come base il Dolby Digital Plus a cui si aggiungono poi gli oggetti.
Sui dischi invece si ricorre quasi sempre al Dolby TrueHD (quindi lossless).
Dolby TrueHD e DTS-HD Master Audio non passano tramite eARC perché la banda non è sufficiente.

Nicola Buriani

Che sono cose note dal 2018, più o meno.
Cito dall'articolo che ho scritto all'epoca:
"Per tutte le altre funzioni si dovrà prestare attenzione non tanto alla dicitura "HDMI 2.1", quanto alle dichiarazioni dei produttori. Consigliamo quindi ai lettori di consultare schede tecniche e specifiche, oltre agli articoli sulla stampa specializzata. É a questo punto chiaro che parlare di HDMI 2.1 nel 2018 avrà un significato molto relativo".

Nicola Buriani

Se intendi la banda passante, HDMI 2.1 su un Ultra HD è praticamente inutile se non per i videogiochi da PC molto ben carrozzati.
Ad oggi sorgenti che vadano oltre l'Ultra HD a 60 Hz di fatto non ce ne sono se non i PC, per l'appunto.
Se invece intendi le funzioni come Variable Refresh Rate, Auto Low Latency Mode, Quick Media Switching eccetera, per quelle 1) non è tecnicamente necessaria una HDMI con la banda passante della versione 2.1 (infatti ci sono TV con HDMI 2.0 e VRR o Auto Low Latency Mode), 2) va verificato il supporto alle singole funzioni, dato che anche la presenza di un chip capace di supportare i 48 Gbps non assicura la compatibilità con tutto il pacchetto.

Nicola Buriani

Per HDMI 2.1 bastava leggere quello che abbiamo scritto anche qui ai tempi, novità non ce ne sono più state :) .

Bohh!

Belli,peccato che non ho i soldi!

Massimo Olivieri

chi da detto nulla sul HDMI 2.1 ?!?!?

Giangiacomo

Finalmente hanno rinnovato il telecomando. Manca però supporto a HDR10+ ? Uscita HDMI 2.1 non c'è o si ?

Davide Nobili

Inoltre, quest'anno se davvero non fanno uscire TV con il supporto a VRR, per loro potrebbe essere un'arma a doppio taglia. Chiunque comprerà una PS5, scoprirà che per sfruttarla appieno dovrà acquistare TV di altre marche.

Davide Nobili

Non dirlo a me che ho scoperto pochi mesi fa, dopo aver comprato 300€ di cuffie (principalmente per PC), che la mia Sony del 2015 (Android) non ha il supporto per l'audio BT xD

Coolguy

No. Lo fanno a posta. E sony e' proprio maestra nel lanciare prodotti con feature non future proof,giusto perche' ,debba avere poi l'esigenza di cambiare prodotto. Vergognosi!

Huawei Mate Xs ufficiale: in Italia a 2.599 euro | Video Anteprima

Recensione Samsung Galaxy Z Flip, il futuro ha questa (doppia) faccia

24H con Samsung Galaxy S20 Ultra: e il gioco si fa serio

Android 11 Developer Preview: tutte le novità in continuo aggiornamento | VIDEO