Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Un display OLED touch con tasti fisici è possibile: ecco Flat Panel Haptics

27 Aprile 2023 5

Oggi vi segnaliamo un nuovo progetto che cerca di coniugare i vantaggi della tecnologia touch screen con quelli della cara, vecchia tastiera fisica: detta in modo estremamente semplice, è un sistema che usa del liquido per “gonfiare” una o più porzioni di schermo in modo che protruda dal resto, a seconda delle esigenze, come se fosse un tasto fisico. Non è la prima volta che si pensa a una soluzione del genere, anzi: concept più o meno sulla falsariga si sono visti per la prima volta undici anni fa circa. Ma la soluzione inventata dai ricercatori della Carnegie Mellon University Craig Shultz e Chris Harrison si differenzia perché è più sottile, più leggera e più versatile.

La tecnologia, per ora chiamata semplicemente Flat Panel Haptics, è pensata per l’uso in concomitanza con un display OLED. La maggior parte delle invenzioni in questo senso viste finora si posizionano tra il pannello e il rivestimento, mentre questa si posiziona sotto al pannello - del resto, gli smartphone pieghevoli, i monitor curvi e i TV arrotolabili ci dimostrano che gli OLED flessibili sono in grado di sopportare questo tipo di sollecitazioni, entro certi limiti. Lo strato si può gonfiare grazie a una matrice di pompe definite EEOP (Embedded ElectroOsmotic Pump); al software non serve far altro che comunicare all’hardware le coordinate dell’area da gonfiare - per esempio in corrispondenza del tasto di una tastiera, o di un’icona o pulsante che si vuole mettere in risalto.

A quel punto le EEOP inviano il fluido nella sezione richiesta, la membrana si gonfia e il pannello OLED si deforma di conseguenza. I ricercatori dicono che la protuberanza può raggiungere uno spessore massimo di 1,5 mm, più che sufficiente a permettere al dito di percepire la differenza. Il riempimento dell’area richiede, a detta dei ricercatori, appena un secondo, e al tatto la protuberanza sembra solida. È importante precisare che non è previsto, almeno per ora, un metodo per simulare la pressione di un tasto fisico, quindi si può dire che questi tasti hanno una corsa inesistente.

Secondo i ricercatori l’intero sistema può essere contenuto in un’unità a sé stante spessa appena 5 mm e dal peso di appena 40 g. Sono valori tutto sommato accettabili anche nel mondo degli smartphone; per funzionare servono solo collegamenti per potenza e segnale. Allo stato attuale, i ricercatori argomentano che il limite principale è la “risoluzione” - la matrice di pompe non è fittissima e quindi i tasti possono assumere solo un certo numero di forme e dimensioni. Resta da capire quando e con che modalità questa tecnologia potrebbe arrivare sul mercato; è chiaro che il potenziale è elevatissimo - non solo per gli smartphone, ma anche per il mondo IoT/indossabili, per i controlli delle auto, sempre più tendenti al touch, e molto altro ancora.


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Poi ci sono io che detesto ogni genere di malformazione su display siano esse notch, pillole, buchi, o pieghe dei display foldable, figuriamoci le protuberanze.
Tuttavia nei Brondi potrebbero avere un senso.

Esatto, la tecnologia in sé è interessante, ma la vedrei più adatta ad altre applicazioni, almeno in un futuro prossimo. Elettrodomestici smart, automotive. Chissà se può essere anche un modo per aiutare i non vedenti a fruire in modo alternativo di alcuni contenuti, scrivendo in braille o chissà.

Era venuta fuori già qualche anno fa questa soluzione, gli sviluppi di questa tecnologia sono interessanti e non scontati secondo me!

T. P.

interessante!

Jotaro

Grazie ma no grazie.

Android

Recensione Honor Magic 6 Pro: batteria infinita, foto TOP e non solo!

Android

Recensione Xiaomi 14, il TOP compatto che vorrei! | VIDEO

Android

Xiaomi 14 e 14 Ultra ufficiali in Italia: tutte le novità e i prezzi dei nuovi top gamma

Android

Xiaomi Pad 6S Pro, Watch 2, S3 e Smart Band 8 Pro ufficiali in Italia | PREZZI