L'IA di Google contro il cancro al seno: iCAD la userà per le mammografie

28 Novembre 2022 2

Google e iCAD si stringono la mano per la prevenzione del cancro al seno, uno dei tumori più comuni al mondo. Le diagnosi precoci sono cruciali per evitare che questo genere di malattie possano prender piede con conseguenze, spesso, fatali. Per cui iCAD, azienda leader nella tecnologia medica e nella individuazione dei tumori, ha chiesto (e ottenuto) in licenza il modello di ricerca attraverso l'intelligenza artificiale di Google.

Adesso iCAD si metterà al lavoro per adattare l'intelligenza artificiale sviluppata da Google alle mammografie tramite i dispositivi clinici. Il fine è di aumentare le probabilità di diagnosi tempestiva del cancro al seno e di rendere più precisa la valutazione del rischio nel breve periodo.

Gli screening al seno sono fondamentali per migliorare i risultati, ma una carenza di specialisti in tutto il mondo - scrive Google annunciando la collaborazione - determina un frequente sovraccarico dei macchinari diagnostici, i tempi si allungano accrescendo l'ansia nelle persone che attendono indicazioni. Gli odierni programmi di screening presentano incertezze in termini di accesso, accuratezza, esperienza del paziente e carico di lavoro del medico. Il portafoglio di strumenti per l'imaging del seno di iCAD e la tecnologia IA per mammografia di Google Health offrono ai radiologi l'opportunità di concentrarsi sui propri pazienti.

La partnership tra iCAD e Google va oltre il modello di intelligenza artificiale. A Mountain View metteranno a disposizione anche l'infrastruttura di Google Cloud, affinché iCAD possa scalare l'accesso agli strumenti basati sull'intelligenza artificiale nelle zone in cui le sfide legate a infrastrutture e servizi possono limitare la possibilità di offrire screening per la diagnosi di cancro al seno.

Non è la prima volta che Google cerca di scalare i propri algoritmi di intelligenza artificiale per applicarli alla medicina. Nel 2018 gli scienziati di Google e Verily (la divisione medica di Alphabet) provarono a studiare un metodo semplice per la prevenzione delle malattie cardiovascolari attraverso l'analisi della parte posteriore dell'occhio. Ma già nel 2016 Google intravide delle potenzialità nell'intelligenza artificiale, quando la addestrò per individuare in tempo la cecità da diabete. Adesso la maturità, l'avventura con un team di esperti come quello di iCAD.


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
xpy

Bisogna partire dall' idea che se è evidente allora il medico stesso se ne accorge, se non lo è allora ogni diagnosi in più è potenzialmente una vita salvata, e ogni falso negativo è comunque un caso che non sarebbe stato notato, i falsi positivi capitano normalmente e si risolvono comunque facendo esami più approfonditi

Jotaro

Speriamo c'azzecchi.

Tecnologia

Recensione Ecovacs Deebot X1e OMNI: tanto potenziale ma occhio al prezzo!

Articolo

Netflix, tutte le novità in arrivo a febbraio 2023

Apple

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

Articolo

NASA testa il motore a detonazione rotante: rivoluzionerà i viaggi nello spazio