Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

Starlink, in arrivo ricevitori resistenti a temperature estreme

27 Gennaio 2022 20

Starlink sta progettando un nuovo ricevitore satellitare parabolico che resista meglio alle intemperie: più precisamente, che sia in grado di funzionare in un range di temperature più ampio di quello delle antenne attuali e che sia più efficiente a sciogliere ghiaccio e neve. Con i modelli attualmente in commercio, che sono certificati per funzionare tra i -30 e i +50 gradi centigradi, è già successo che alcuni abbonati si siano trovati senza internet perché questi entravano in "thermal shutdown". Con le estati che diventano sempre più calde è facile immaginare che queste evenienze aumenteranno di pari passo.

Non è tuttavia chiaro al momento se i ricevitori saranno resi disponibili anche ai consumatori privati o se saranno rivolti a un'utenza business. Dalla documentazione depositata alla FCC lo scorso venerdì, Starlink menziona espressamente ambienti lavorativi estremi, ma non è detto che sia l'unico impiego possibile. È comunque giusto, per contesto, che questo sarebbe il secondo ricevitore "rugged" sviluppato da Starlink: il primo è stato pensato per grandi mezzi di trasporto come navi e aerei.

Lo stato dello sviluppo dei ricevitori é: Starlink ha chiesto alla FCC di autorizzarne la distribuzione. Insomma, possiamo dire che sono pronti. La documentazione non svela dettagli sul range di temperature del nuovo modello, né altre informazioni utili a migliorarne l'identikit. In effetti ci sono alcuni passaggi piuttosto tecnici che indicano che il ricevitore sarà più efficiente e avrà una miglior ricezione, ma non vengono quantificati. Non si sa nemmeno che forma avranno - il modello di prima generazione, ricordiamo, ha la classica forma tonda delle antenne paraboliche, mentre quello di seconda generazione è rettangolare.

Intanto Starlink ha altre gatte da pelare: la crisi dei chip sta causando considerevoli ritardi nella produzione degli attuali ricevitori, lasciando gli abbonati a secco di internet. Nel cielo, intanto, sono sempre più frequenti i casi di "photobombing" dei satelliti nei telescopi degli astrofisici - che verosimilmente continueranno a crescere man mano che si amplierà la costellazione (proprio questa settimana si è festeggiato il raggiungimento di quota 2000).


20

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
JustATiredMan

Loro se li mangiano i poverini... e comunque è storia vecchia... nemmeno loro ormai.

Superstar never dies

Tifo per te

Franco Forte

Ci sono zone d'Italia, parlo di appennino e alpi (comprese sicilia e sardegna), dove il segnale internet non arriva da nessun fornitore.
Ecco che starlink ha risolto il problema

Andrea Faré

Gira un po' le nostre montagne tenendo d'occhio quanto ti prende il cellulare, ogni volta che non prende e vedi una casa nelle vicinanze, li hai un cliente potenziale Starlink. Non sembra ma ti assicuro che è pieno di valli in cui l'infrastruttura di comunicazione di terra è ridicola (no linea telefonica, no fibra, BTS a chilometri di distanza, nada)

zdnko

ci penseranno i vicentini...

tulipanonero1990

E' il mio obiettivo se riesco a chiudere a breve il contratto, c'è la rogna della partita iva ma pazienza.

Superstar never dies

Lavorare smart in italia per qualche azienda estera come svizzera , in montagna o cmq in un bel posto dovrebbe essere l'ideale. Buon rapporto guadagno/costo di vita

JustATiredMan

poveri gatti... non avranno più di che scaldarsi

Anatras

Veramente non è difficile in Italia, il problema è solo il costo confrontato ad internet classico. Situazione differente invece all'estero dove internet costa molto più che da noi, tipo in america dove il costo non è molto più alto, rispetto al classico.

https://uploads.disquscdn.c...

tulipanonero1990

Dipende da quanto guadagni col lavoro in smart e se questo è l'unico modo per lavorare nel tuo luogo ideale. Io per poter lavorare in montagna sarei disposto a spenderli, anche da solo.

tulipanonero1990

Qualsiasi Maso alpino che si fa pagare una stanza minimo 120 a notte, molti non sono coperti. Rifugi in montagna, moltissime delle isole minori del Mediterraneo, istituti scolastici in digital divide, io che me ne vado in una seconda casa l'estate nel Parco Nazionale in Abruzzo a lavorare in remoto (e potrei dividere il costo con altri familiari e vicini che usano la casa in altri momenti dell'anno).

andrewcai

In realtà confrontato con sistemi simili costa pochissimo, 1/3

Superstar never dies

Capisco, se dovessi fare smart x sempre e se la connessione fosse davvero scadente forse potrei farlo ma 100 in confronto a 10 , 20 si sentono

andrewcai

Un mio amico abita in un posto dove il fisso arriva a 10mbps e il mobile pure, starlink 300. Gli una cambiato la vita

AMD

La cena è quasi cotta!

LeoX

IN Italia è difficile, in altri paesi dove l'estensione territoriale è molto più ampia e quindi le zone rurali non sono coperte, serve eccome.

Superstar never dies

Se non sei una azienda, in quale caso oggettivamente converrebbe starlink? Qualche esempio

io licenzierei greta che orami costa troppo e prenderei hdblog come testimonial

asd555

"Con le estati che diventano sempre più calde è facile immaginare che queste evenienze aumenteranno di pari passo."

Lol, Greta Thunberg non serve ad avvisarci sul cambiamento climatico, ma a fare antenne più efficienti!
Grazie Greta!

Tony Sterk

I gatti del polo nord ringraziano

https://uploads.disquscdn.c...

Tecnologia

Recensione SwitchBot K10+: il robot aspirapolvere più piccolo al mondo

Tecnologia

Ericsson immagina lo stadio del futuro: le novità del MWC | VIDEO

Recensione

Recensione Corsair MP700, il prezzo dell'alta velocità

Tecnologia

AI PIN, abbiamo provato l'anti smartphone al MWC. Eccolo in VIDEO