Progetto pazzesco in Arabia Saudita: città ottagonale sull'acqua, è record mondiale

18 Novembre 2021 146

Si sa, nella penisola arabica si fanno le cose in grande: basti vedere l'acquario marino più grande del mondo che sorgerà ad Abu Dhabi, o la ruota panoramica di Dubai - senza dimenticare gli 828 metri del Burj Kalifa. E anche l'Arabia Saudita, oltre agli Emirati Arabi, vuole dire la sua con un progetto che potremmo definire senza mezzi termini mastodontico.

Il progetto si chiama Neom, una mega-città formata da 16 distretti che sta sorgendo nella provincia nord-occidentale di Tabuk, a poca distanza dal Canale di Suez (e dunque in posizione estremamente strategica, da qui passa il 13% del commercio mondiale). All'interno di questo progetto - già di per sé impressionante, considerando che l'ambiente urbano sarà grande 33 volte New York - ce n'è un altro, altrettanto ambizioso, denominato Oxagon. Sarà una città di forma ottagonale flottante sul Mar Rosso e, visto che siamo nella terra dei record, è quasi inutile precisare che si tratterà della "struttura galleggiante più grande del mondo".

Sarà ovviamente tecnologica, anzi, super tecnologica, a impatto zero e con l'uso di energia verde al 100%, in cui persone, industria e tecnologia vivranno in simbiosi nel massimo rispetto della natura, proteggendola ed esaltandola. Il "catalizzatore per la crescita economica" rappresenterà la "ridefinizione dell'approccio mondiale allo sviluppo industriale nel futuro, proteggendo l'ambiente e creando occupazione e crescita per Neom". Oxagon sarà una "città cognitiva", in cui il benessere e la vivibilità dei residenti saranno al centro di tutto, così come lo saranno la Blue Economy, la produzione e la logistica.

É proprio la particolare forma ottagonale il segreto della città del futuro: ciò consentirà agli abitanti di minimizzare il percorso casa-lavoro (a piedi o con mezzi a idrogeno), mentre l'uso del suolo sarà ridotto al minimo, permettendo di preservare il 95% dell'ambiente naturale. Tutto sarà integrato e a impatto (netto) zero, dal porto - interamente automatizzato - al sistema ferroviario, sino all'aeroporto ed ai centri di distribuzione automatizzati.

Sono sette i settori individuati per lo sviluppo industriale dell'area:

  • energia sostenibile
  • mobilità autonoma
  • innovazione dell'acqua
  • produzione alimentare sostenibile
  • salute e benessere
  • tecnologia e produzione digitale (telecomunicazioni, spazio, robotica)
  • costruzioni

La produzione sarà interamente incentrata sulle nuove tecnologie, come l'Internet of Things, l'intelligenza artificiale e quella predittiva, la robotica. E ci sarà spazio anche per la ricerca con un campus dedicato all'ecosistema Education, Research & Innovation. I lavori partiranno presto, già nel 2022.


146

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Frederik

Ma come stanno in piedi le isole artificiali?
Ma chi ci va là a vivere per occupare "33 volte New York"? Emiri e famiglia più amici?
Ma non è per niente un posto tranquillo dove vivere in libertà specialmente per noi Europei l'Arabia Saudita, anche solo per farci un viaggio

MeTeMpS

Boh mi sembra una puntata di Black Mirror

Federico

Sono europeo, quale altro popolo dovrei voler premiare?

uncletoma

Le vorgolette, le virgolette. era un palese /s

Federico

Il mio amato Roosvelt?
Tu hai delle strane idee riguardo a quelli che sono i miei riferimenti, prima mi accusi di difendere gli stati islamici, adesso Roosvelt... tutto perché trovo sciocca questa moda masochista dei diritti umani.
Io sono cattolico romano ed europeo, e come tale ho come priorità gli interessi della gente che vive dell'oceano Atlantico agli Urali.

uncletoma

Diciamo che non si stanno comportando in maniera molto diversa dal tuo "amato" Roosvelt

Federico

Quindi gli Stati Uniti che posseggono Guantanamo e mantengono un efficace programma di omicidi mirati sono una dittatura?

uncletoma

Un'idea priva di senso... il primo passo per una dittatura.

panzerknacker

Io lo faccio ogni 10 giorni, senza shampoo od altro.

Federico

Detesto i razzisti, erano concepibili un secolo addietro perché tutto il mondo aveva idee razziste ma al tempo attuale sono posizioni prive di senso.
Non ho ben capito chi sarebbero quelli che io giustifico, se ti riferisci ai sauditi e più in generale alle teocrazie islamiche certamente no.
Però allo stesso tempo provo un profondo fastidio riguardo a questa moda dei difensori dei diritti umani, perché il risultato della loro azione è quello di indebolirci rincorrendo un'idea priva di senso.

Babi

No, niente, era solo per dire che possono fare anche la città più tecnologica dell’universo (quindi fjga!) ma se poi nella suddetta non posso farmi nemmeno una birretta in Santa pace , alla mia vista perde tutto il suo fascino.

uncletoma

ma mica è vero, la tua è una pessima e mal fatta generalizzazione per giustificare una minoranza di b30ti razzisti

Federico

Le idee coincidono con le persone che le esprimono e guidano i popoli.
Stati Uniti, Inghilterra, Francia, noi, Germania... tutti popoli che si sono macchiati contro l'umanità, lo hanno fatto in passato e continueranno sempre a farlo.
E tutti insegnano nelle scuole ad osannare i capi che di quelle idee si fecero faro.

Fingere il contrario significa essere falsi, e visto che io falso non lo sono considero una boiata modaiola sta continua rottura di scatole dei diritti umani.

Guantanamo è il miglior esempio di cosa significa diritti umani, ed è ciò che tutti dovremmo volere

uncletoma

Ecco, hanno condannato le idee e non le persone.
O te lo devo ripetere ancora?

Nathan

Non meriteresti neanche una risposta ma io te la voglio dare per farti rendere conto che devi crescere e maturare. Ti raccomando, è importante.

Nathan

se non sei d'accordo puoi argomentare invece di fare spicciola ironia su di me

Federico

I personaggi indicati erano tutti a capo dei rispettivi Stati, ne deriva che gli Stati abbiano poi messo in atto le loro idee.

uncletoma

i fatti, i fatti, non i personaggi.
(quantomeno gli americani)

ice.man

tutto a impatto zero...non credo che petroliere e portacontianer saranno anche loro a impatto zero....sicuramente aria buona e puliti sversamenti in mare...

Venerabile Jorge

Guarda che ti sto dando ragione in pieno.
C'è un solo problema: queste "vision" bellissime ed emozionali sono possibili solo a debito.
Ora, come sai, da 15 anni il mondo è sommerso di liquidità ed ecco che tutto diventa improvvisamente possibile, dalle città sull'acqua, all'andare su Marte, come mai prima nella storia dell'Uomo.
Se scorri le mirabilie del PNRR italiano o dei vari piani di recovery di Biden da 5.000 miliardi USD, ti accorgerai di questa cosa.
Per darti una idea, il piano Marshall a dollari attuali vale 96 miliardi. Cioè il piano di recovery americano a debito è pari 50 volte il piano Marshall.

Ci va di lusso, insomma.
Le future generazioni pagheranno i nostri debiti.

Federico

Ma io non me lo aspetto affatto, vivo nel mondo reale, quello in cui le figure portate ad esempio se valutate agli occhi di questa cretinata dei diritti umani risulterebbero essere una banda di criminali razzisti.
Sei tu quello che poco sopra ha scritto che hanno ammesso i propri errori e fatto penitenza.

uncletoma

i fatti, come ho scritto, purtroppo non le persone che li commisero.
e non aspettarti che lo facciano.

Federico

Chi ha condannato cosa???
A me proprio non sembra che siano mai state pronunciate simili condanne.
Sui libri di storia destinati alle scuole leggo ancora che Roosvelt era un eroe, che Churchill era un gigante e che la Francia fu un fiero Paese che si oppose fino all'ultimo all'avanzata dei tedeschi cattivi.
Quando sui libri di testo verrà scritto che erano tutti criminali, magari ne riparleremo.

Non ho grande interesse per i tuoi giudizi, non mi sono mai curato delle valutazioni date da menti semplici

uncletoma

Veramente hanno già condannato ampiamente i fatti.
Vuoi pure un processo in un'aula di tribunale nonostante gli accusati siano morti da tempo? E allora non sei diverso dai SJW, di cui ho la peggiore opinione possibile.

Federico

Sai cosa sono i diritti umani Dario?
Sono quella cosa che ci impedisce di attaccare la corrente alle @@ di un imam colluso con il fondamentalismo e farlo cantare come un usignolo.
Sono quella cosa che impedisce agli europei di procurarsi l'equivalente di Guantanamo.
Sono quella cosa che impedisce alle nostre Forze dell'Ordine di aprire il fuoco contro i gruppi di facinorosi violenti.
Questo sono i diritti umani, una follia che ci rende deboli.

Federico

Si e no.
Se sei un vero paladino dei diritti umani e non uno di quelli guidati dalla moda, per prima cosa dovresti premere per la revisione dei libri.
Non vorrai mica che sui testi scolastici venga indicato come esempio da seguire qualcuno come Lebrun che mandava le truppe francesi a fare a pezzi i bambini del Maghreb, vero?

Federico
Federico_M2

Mi trovo in disaccordo con questo commento. Senza visione e la volontà di progresso, se i soli parametri sono il bilancio zero economico e il pareggio di bilancio, non può esserci altro che stagnazione e, nel lungo periodo, la regressione. È un po' come pensare che per la nostra capitale vanno prima risolti i problemi delle buche delle strade invece che investire in progetti per renderla una capitale Europea. Non dico di passare all'estremo opposto nel vivere nell'utopia dove il bilancio/debiti non sono un problema di nessun tipo, ma bisogna saper bilanciare le due prospettive.

dario

e che non lo so? ma io sono d'accordo con te, su questo.

Venerabile Jorge

Però ricordati che il mondo non va avanti con il "bello", l' "avanguardia", l' "ambizione", l' "ispirazione", ma con la fattibilità e sostenibilità economica delle cose.

Altrimenti - come con il PNRR e i dannatissimi piani di recovery - stiamo costruendoci un mondo bello per noi, a debito delle future generazioni.

Dice il saggio: "Tutto è bello, ma tutto costa".

dario

non comprendo l'incoerenza tra le due questioni: io (e chiunque altro) posso essere paladino dei diritti umani e contestare e condannare ogni gesto contro i diritti umani compiuto nella storia.

Federico

P.S.: nota che questo porterebbe ad indicare i "liberatori" statunitensi come un'orda di barbari razzisti che alla metà dello scorso secolo invasero l'Europa, guidati da un Presidente che i diritti umani non sapeva neppure dove stessero di casa e spalleggiati da una potenza coloniale che sterminava civili indiani a milioni.

Federico_M2

Concordo che i paesi mediorientali siano ben lungi dall'essere un paradiso in terra ma tutta questa sicumeria nei commenti in un articolo che parla di un un progetto all'avanguardia mi fa forse capire perché noi dall'essere il centro del mondo in praticamente ogni campo siamo passati all'essere un museo a cielo aperto e poco altro.

Gli obiettivi che questo progetto si propone sono molto ambiziosi, ma guardando alle ultime opere architettoniche in quei paesi forse non sono così tanto oltre la loro portata. Sarebbero i primi a proporre una città di quelle dimensioni con un impatto ecologico contenuto. Però... perché costruirla sull'acqua? Sembra un controsenso, ma ci saranno dei motivi...

Federico

Pardon, siete più di uno ad aver risposto sostanzialmente con le stesse obiezioni ed ho fatto confusione.

Quanto alle mode, ripeto, una moda è un'idea che si propaga per imitazione fra il popolo in modo acritico e incoerente.
Volete essere paladini dei diritti umani?
Benissimo, è un vostro diritto.
Però dovete partire dalla paretesa di una completa riscrittura dei libri di storia.
Questo almeno se volete essere coerenti.

dario

" Stati Uniti da te precedente indicati"
ma quando?!? :D
con me sfondi una porta aperta quando parli di crimini contro l'umanità perpetrati da una marea di stati che oggi si fanno paladini e spesso non ammettono le proprie colpe storiche.
non è quello che intendo dire.
se con "è una moda" ti riferisci al fatto che se ne fanno promotori attori che in passato o addirittura oggi stesso li hanno calpestati o li calpestano, sono anche d'accordo col discorso.

Federico

Può aver fatto parte di quello che ti pare, ma a seguito del dibattito mi sarei aspettato di assistere ad un profondo processo di revisione storica.
Quanto agli Stati Uniti da te precedente indicati mi permetto di rammentarti che non più tardi di un anno fa le loro città erano messe a ferro e fuoco da milioni di dimostranti che protestavano contro la barbarie con cui la polizia tratta afroamericani e sud americani.
Andando ancora più indietro, ma solo di pochi decenni, gli afroamericani avevano zone riservate sui mezzi di trasporto, non potevano entrare nei ristoranti "per bianchi" e non potevano neppure accedere allo studio universitario.

Comunque facciamo pur finta che queste cose del presente e del recentissimo passato non siano mai avvenute, se questo ti fa piacere.

Federico

Non trovo il nesso fra ciò che ho scritto ed il voto elettorale

derezzed

Per coerenza

dario

i diritti umani hanno fatto parte del dibattito di qualunque era e civiltà, l'allargamento di essi di epoca contemporanea è stato frutto di dolorose e sanguinose battaglie e terribili eventi, in un processo millenario non lineare, fatto di passi avanti e indietro, figure illuminate e crimini indicibili.
capisco il gusto per la provocazione e il paradosso, ma il discorso è fallace.

Federico

Non provo alcuna simpatia per i giapponesi, a loro volta criminali di guerra, ma qui parliamo dell'internamento di una intera etnia, compresi quelli che con il Giappone non avevano più niente a che fare da due generazioni.

Se ti appelli ai diritti umani e vuoi mantenere un minimo di coerenza non hai scelta: devi pretendere una campagna di revisionismo storico ed additare Roosvelt come criminale.
E insieme a Roosvelt alcune altre centinaia di figure storiche di primo piano.

Federico

No, è una moda.
Le mode sono idee che si diffondono fra le masse in modo acritico per pura imitazione senza che i coinvolti siano coscienti della perdita di coerenza.
Evidenziando il fatto che la quasi totalità delle principali figure storiche di rilievo hanno commesso violazioni dei "diritti umani" a non finire credo di averlo ben dimostrato.

Marco

Personalmente no, mi sono limitato a leggere l'articolo.

Marco

Credo ci sia una bella differenza tra l'epoca moderna (qua sarebbe buona cosa essere più specifici, ma tant'è) e lo sfarzo quasi estremo che è alla base di questo progetto. Un conto è investire risorse, capacità, tecnologie in attività al supporto dell'umanità (ed è la base dell'epoca che stiamo vivendo), un altro è investire miliardi di dollari in progetti di questo tipo.

d4N

Certo che vedere città così posizionate nel mezzo del niente, con solo deserto intorno ... tra l'altro, siamo sempre in allerta noi per atti terroistici, com'è che questi sono stracolmi di soldi, in quelle zone e nessuno li tocca?
Essendo poi realmente in mezzo al nulla, chissà l'inquinamento prodotto ...

The Evil Queen

Possono costruire finché vogliono, ma ciò non toglie che siano pericolosi trogloditi

Top

Di acqua!

Che motivazione dovrei avere per dire che non mi fido di uno sconosciuto dell'internet che elargisce pareri senza uno straccio di fonte e poi dice "Fidatevi di quello che dico."????

Ma non ti è venuto in mente mentre scrivevi quel messaggio che sei due spanne SOTTO il ridicolo?

Luca P.

Sicuri? Non avete visto i vostri vicini con "The World" che è la tutto in "alto mare"?

Zanzo
Vatyko

si ma cosa c'entra la birra o il non andare a pregare (ti arrestano anche per quello) con la tecnologia?

Mobile

Huawei P50 Pro e Pocket, le nostre prime impressioni

Domotica

Reti Fibra 2/5/10Gb/s: solo Marketing o sono davvero sfruttabili in casa?

Recensione

Recensione NVIDIA GeForce RTX 3050: il ray-tracing arriva anche nella fascia bassa

Articolo

Netflix, le novità in arrivo a febbraio 2022