Perseverance fa il romantico e inquadra Deimos, una delle due lune di Marte

24 Agosto 2021 11

Lo sguardo di Perseverance, il rover che la NASA ha inviato su Marte, è a metà tra la freddezza analitica e la poesia di quei paesaggi alieni deserti e sconfinati che ritrae. E se il primo tentativo di raccolta di un campione di roccia marziano è fallito (ma c'è già un nuovo piano d'azione), allora ci si può rifare con un po' di romanticismo.

Se qui sulla Terra lo sguardo e l'interrogazione dei poeti, nei loro notturni, si dirige verso la Luna, su Marte c'è l'imbarazzo della scelta, dal momento che i satelliti sono due: Febos e Deimos.

Come è visibile dalle immagini condivise dalla NASA sul profilo ufficiale dedicato a Perseverance, lo sguardo del rover ha scelto Deimos, che nel breve filmato qui sotto fa la sua apparizione sotto forma di un puntino luminoso in un suggestivo cielo grigio-verde. Comunque una visione privilegiata rispetto a quella terrestre: sia Fobos che Deimos infatti sono difficilmente visibili dal nostro pianeta per via delle loro ridotte dimensioni e della vicinanza a Marte (sono osservabili solo per un breve periodo di tempo quando questo è prossimo all'opposizione, ed appaiono come oggetti puntiformi di cui è impossibile risolvere pienamente la forma).

Ovviamente ad animare Perseverance non c'è l'ispirazione poetica, ma un compito scientifico: monitorare le nuvole fa parte del lavoro che è previsto svolga all'interno del cratere Jezero. Lo scopo principale resta quello di individuare eventuali segni di antica vita microbica, ma nel frattempo ovviamente non mancano le occasioni per indagare la geologia, la geografia e le condizioni metereologiche del pianeta rosso.


11

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LuiD

Sarebbe ora che il robottino si desse una mossa e cominciasse a costruire una base per i coloni che stanno per arrivare.

csharpino

Certo come no..

Surak 2.04

Beh, si vede che tu andavi nelle scuole Neoborocillina Gola, dove invece di insegnare qualcosa di "utile" si raccontano favolette.

csharpino

Che hai scritto una serie di vaccate te lo hanno già detto, aggiungo solo che se pensi che in seconda elementare ti insegnino o abbiano mai insegnato quali sono le lune di Marte quello che vive su Marte mi sa che sei tu...

Deimos

Intanto hai scritto una castroneria.
Poi che c'entra la GB adesso?
Seconda cosa il satellite Deimos è stato scoperto da un astronomo americano che ha dato il nome derivante dal personaggio greco.
Non serve aggiungere altro.
Consiglio di aprire una Treccani se ne hai una in casa e farti un ripasso.

Surak 2.04

Erano due discorsi nettamente, ed evidentemente, separati.
Cosa c'entra che i nomi vengano dal Greco Antico? Mica ho detto che per coerenza dovesse scrivere tutto il discorso in quella lingua morta utile solo a giustificare alcuni stipendi.
OGGI in italiano, si chiamano così e derivano dal nome di personaggi immaginari inventati quando in GB erano ancora piuttosto selvaggi (ancora più di oggi, diciamo) e non so che lingua parlassero ma dubito fosse inglese e tanto meno che conoscessero la mitologia greca

Deimos

Rispondere a un errore con un errore...fantastico.
Deimos nome italiano? Andiamo bene. Poi semmai sarebbe stato latino e non "italiano".
Comunque è greco, infatti i due nomi dei satelliti sono stati presi proprio da lì. Deimos o chiamato anche Demo o Dimo era appunto il figlio di Ares e Afrodite.

TheKingSky

Veramente la luna si chiama Phobos, e non Febos come scritto da voi.
Capirei un errore di battitura, ma non sapere di cosa si tratti quando si scrive un articolo… beh…
Se poi la NASA ha cambiato nome, non lo so. In tutte le riunioni tra osservatori italiani e serate con astronomi europei, non è mai venuto fuori quel nome.
Grazie

giovanni

Il rover cinese Zhurong su Marte ha percorso finora circa un chilometro, pure i cinesi stanno facendo la loro parte.

mister x

che peccato che non sia il sol della superLuna di Marte!

Surak 2.04

Appunto, pare abbastanza difficile da vedersi pure da Marte.
E' anche vero che questa è la più piccola e lontana delle due

Android

Snapdragon 8 Gen 1, ufficiale il chip da 4nm che sarà sui nuovi top di gamma | Video

Tecnologia

Questo selfie da Marte è formato da 81 foto, il risultato è vertiginoso!

Windows

Nuovi Snapdragon 8cx Gen 3 e 7c+ Gen 3, i SoC Qualcomm per Always Connected PC

Games

Snapdragon G3x Gen 1 è la piattaforma Qualcomm per il gaming