Perseverance è pronto a raccogliere il primo campione di roccia marziana

22 Luglio 2021 9

Il rover Perseverance si prepara a raggiungere uno degli obiettivi più importanti, quello della raccolta del primo campione di roccia marziana, che sarà riportato sulla Terra come parte della futura missione di recupero Mars Sample Return.

Sin dal suo arrivo su Marte il 18 febbraio, il rover ha potuto testare le strumentazioni scientifiche e nella prima fase di esplorazione ha monitorato l'elicottero durante i primi voli. A partire da giugno le operazioni scientifiche si sono intensificate e ad oggi, l'area del cratere Jezero esplorata è di circa 4 chilometri quadrati. Perseverance ha finalmente trovato il suo primo obiettivo, ossia una porzione di terreno caratterizzata da formazioni rocciose che abbiamo visto più volte in precedenti immagini.

La NASA le definisce "Cratered Floor Fractured Rough", queste rocce più chiare rappresentano una sorta di capsula temporale perfetta poiché potrebbero contenere gli strati più antichi di roccia esposta, erosi da milioni di anni di intemperie marziane.

Le operazioni di prelievo cominceranno entro le prossime due settimane e durante la prima fase il rover della NASA si avvicinerà abbastanza da poter estendere il braccio robotico (in grado di raggiungere i 2 mt di lunghezza) per osservare da vicino l'area. Si vuole capire meglio l'origine di queste formazioni rocciose, pertanto una volta scelta la posizione ideale una punta abrasiva raschierà la porzione superiore. A quel punto lo strumento SuperCam colpirà con il laser la superficie abrasa e analizzerà lo spettro del pennacchio di fumo risultante, al fine di identificare le prime caratteristiche geologiche. Nel contempo la Mastcam-Z documenterà il tutto con la cattura di immagini ad alta risoluzione.

Le operazioni preliminari termineranno qui e il giorno a seguire avverrà il campionamento vero e proprio. Tutto comincerà con il recupero di una provetta da parte del sistema di gestione interno a Perseverance. Dopo essere stata riscaldata, questa sarà inserita in una punta di carotaggio sul trapano a percussione presente in cima al braccio robotico. E poi prenderà il via l'operazione più delicata, quella di foratura della roccia, che consentirà di raccogliere un campione dalle dimensioni grossomodo simili in larghezza a quelle di un gesso da lavagna e lungo non più di una decina di centimetri.

Poi avverrà il trasferimento nell'Adaptive Caching Assembly, dove il campione verrà misurato, fotografato, sigillato ermeticamente e conservato assieme ai prossimi per il futuro ritorno sulla Terra.

Abbiamo sempre detto che uno degli obiettivi primari di Perseverance è scoprire se un tempo la vita possa essere proliferata all'interno del cratere Jezero, sede in antichità (circa 4 miliardi di anni fa) di un lago alimentato da un fiume. Non tutti i campioni saranno raccolti con il preciso intento di rispondere a questa domanda e in effetti con questo primo carotaggio la NASA non si aspetta di ottenere risposte definitive, ma piuttosto si vuole comprendere meglio la geologia di quest'area.

Nel frattempo, proprio pochi giorni fa l'elicottero Ingenuity ha anticipato gli spostamenti del rover dirigendosi in un'area chiamata Séítah, dove è riuscito a scattare alcune fotografie impossibili da realizzare senza un mezzo volante. Questa zona non potrà essere percorsa da Perseverance poiché è troppo sabbiosa, sarà quindi aggirata attraverso un percorso più sicuro per il rover.


9

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Ma io non sono un becero complottista.
E la domanda resta valida.
;)

Boronius

Hahahaha, guarda che si trovano veramente su Marte, la illuminazione solare ha caratteristiche diverse da quella presente qui sulla Terra. Inoltre la erosione delle rocce è tutta per conto suo, solo vento e niente pioggia da milioni di anni.

Su Marte.
:P

reallyfly

poteva andare Bezos direttamente a prenderle lui le rocce

Aristarco

dipende dove è posizionato il set cinematografico

Sheldon Cooper

Ottimo, poi scava una buca a nascondilo bene in attesa della spedizione per recuperarlo.

Adesso sarebbe interessante sapere se la composizione delle rocce marziane sia la stessa di quelle del deserto dell'Arizona.
;)

Aristarco

the boring company!

Tsaeb

Mandiamo su un drone trivella e iniziamo a scavare tunnel su Marte.

Mobile

Recensione Garmin Venu 2, il più smart tra gli sportwatch

Tecnologia

Mechazilla di SpaceX catturerà in volo Starship! Aggiornamenti da Boca Chica

Android

Motorola cala il tris: anteprima Edge 20, Edge 20 Pro e Lite

Recensione

Recensione Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC: ottima per giocare in FHD