Hubble riprende le operazioni scientifiche, la riparazione è stata un successo

21 Luglio 2021 5

Dopo un malfunzionamento che ha messo in ginocchio il telescopio spaziale Hubble per circa un mese sono finalmente riprese le operazioni scientifiche e tutte le strumentazioni sono ritornate completamente operative. Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, la NASA si è trovata in estrema difficoltà nell'individuare la natura del problema, e a complicare il tutto è stata la componentistica non proprio recente di Hubble. Il Telescopio è operativo dal 1990 ma alcuni componenti, come l'unità di calcolo principale, risalgono agli anni '80.

Se consideriamo che il programma di riparazione in loco è terminato diversi anni fa per raggiunti limiti d'età e tutto è stato effettuato a distanza affidandosi ai sistemi di backup, si tratta di un ottimo risultato. Hubble è comunque vicino alla fine dei suoi giorni e una volta che il nuovo telescopio spaziale James Webb sarà messo in funzione, la sua entrata in disuso sarà inesorabilmente e sempre più vicina.

Ma intanto il 17 luglio Hubble ha ripreso le operazioni scientifiche ricominciando il suo lavoro da dove lo aveva interrotto, ossia dall'osservazione di alcune galassie atipiche: queste sono le prime immagini restituite.


A sinistra possiamo vedere una rara coppia di galassie in fase di collisione soprannominata ARP-MADORE2115-273, mentre a destra è stata immortalata una grande galassia a spirale i cui bracci si estendono per migliaia di anni luce, soprannominata ARP-MADORE0002-503.

Questo è il 32° anno di attività e di fatto non è la prima volta che, a seguito di un malfunzionamento, si sia passati all'utilizzo dell'hardware di backup. Una cosa simile era già successa nel 2008 con il componente Instrument e Command & Data Handling (SI C&DH), ma nel 2009 ci fu l'ultima missione di manutenzione e l'unità venne sostituita con una nuova.

Stavolta si è operato a distanza e per riuscire a comprendere l'origine della problematica è stato necessario affidarsi a oltre 50 esperti, tra questi anche alcuni tecnici in pensione che collaborarono alla sua costruzione. La NASA ha affermato che tutti si sono adoperati per isolare il problema, si è persino arrivati a consultare i documenti progettuali vecchi di 40 anni! E alla fine tutto è andato nel migliore dei modi, lunga vita a Hubble!


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
ErmenegildoBranduardi

Può darsi anche che diventi sconveniente mantenerlo, anche se sinceramente spero lo facciano andare avanti ancora un po' in parallelo al James Webb

Antonio63333
Satrapista

Ma com'è che si continua a dire che quando il JWST sarà lanciato i giorni di Hubble saranno contati? Hanno campi d'utilizzo diversi, Hubble il visibile mentre JWST l'infrarosso. Magari più facile sia superato dagli osservatori a terra con lenti adattive, quello si.

LeoX

Vogliamo James weeeeebbbbbbb

Roberto
HDMotori.it

Hyundai: non tutti sanno che... | Video

Android

Pixel 6 e Pixel 6 Pro svelati da Google: ecco come saranno | Video

Tecnologia

Dalla mappatura 3D alla profumazione: le funzioni che rilanciano i robot aspirapolvere

Android

Lo smartphone in bici (e altri sport) per tracciare e pianificare uscite: i consigli