Blue Origin, 28 milioni di dollari per volare sulla New Shepard con Bezos

13 Giugno 2021 124

Si è chiusa ieri, sabato 12 giugno 2021 dopo un mese dall'inizio delle offerte, l'asta per volare sulla New Shepard di Blue Origin con Jeff Bezos: il prezzo a cui è stato venduto il costosissimo biglietto è di 28 milioni di dollari. Il volo suborbitale, previsto per il prossimo 20 luglio 2021, sarà il primo dell'azienda con degli umani a bordo e vedrà, oltre al ricco passeggero, anche Bezos e suo fratello Mark.

Ariane Cornell di Blue Origin ha spiegato che l'identità del passeggero verrà tenuta segreta per alcune settimane perché vanno ancora completate una serie di formalità. L'asta si è tenuta alla RR Auction di Boston con una ventina di ricchi appassionati che si sono dati battaglia per il biglietto, proposto a un prezzo di partenza di 4.8 milioni di dollari. Il ricavato andrà in beneficienza attraverso Club for the Future, una nonprofit che afferisce a Blue Origin e si pone l'obiettivo di aiutare le nuove generazioni a interessarsi e sviluppare ulteriormente il tema dell'esplorazione spaziale.

Il vincitore dell'asta, che come detto è ancora anonimo, ha dichiarato che "più paghi e più ti godi [il viaggio]" mentre la Cornell ha spiegato che chi ha presentato le offerte più alte verrà comunque contattato per dargli successivamente accesso all'esperienza. Non è per il momento chiaro chi sarà il quarto passeggero che accompagnerà i due Bezos e il possessore del biglietto da 28 milioni di dollari.

Durante il viaggio, a cui Bezos stesso ha confermato la sua partecipazione giusto qualche giorno fa, i passeggeri potranno sperimentare la microgravità per circa 3 minuti. SpaceX, invece, offrirà ai privati l'esperienza di viaggiare a bordo della Crew Dragon più avanti nel 2021 o nel 2022, con i partecipanti che staranno per circa tre giorni all'interno del modulo.

Se siete curiosi di vedere l'asta di ieri, nel video che trovate qui sotto ci sono i momenti salienti dell'evento e quello in cui viene dichiarato il prezzo di vendita finale del posto a sedere su New Shepard.

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Senso a 669 euro oppure da Amazon a 749 euro.

124

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
LetTax

Capisco che in Italia sia sempre colpa di qualcun altro ma... no, grazie.

jacksp

Spero che non ti succeda mai di finire in una situazione come la sua se non peggio, perchè troveresti un altro con la tua stessa mentalità che ti farebbe capire quanto il tuo ragionamento sia sbagliato.

fab10

Poi dimmi come va a finire :P

LetTax

Concetti fatalisti e vittimasti, no grazie.

fab10

Esistono anche 2 cose che non hai preso in considerazione.
1. la sorte.
2. gli altri.

LetTax

Dipende solo ed esclusivamente da te, in Italia sicuramente.

fab10

Questo non dipende sempre e solo da te.

LetTax

Non sono senza cuore, penso semplicemente che la realtà vada analizzata come è, le scelte che fai nella vita ti portano a certi risultati di cui te ne devi assumere le responsabilità.

fab10

L'avevo capito che eri uno senza cuore.

LetTax

Guarda, in realtà io non piango per nessuno, se sono finiti a lavorare per Amazon un motivo ci sarà.

LetTax

Il reddito di cittadinanza e il minimum wage sono delle cose inutili e parassitarie, non danno alcuna dignità alla persona se non quella di essere degli stipendiati e dei fannulloni. Le persone intelligenti, che riconoscono che in questo paese non c'è più meritocrazia, se ne vanno altrove giustamente. Più alzi il minimum wage più le persone che hanno più bisogno del lavoro rimarranno senza lavoro. Quindi fino a che il nostro paese sarà messo cosi come sta, fino a che ci saranno persone disposte a fare lavori da 800 euro assolutamente nulla cambierà. Il mercato è il mercato, tu imprenditore quando devi assumere personale ti rivolgi al mercato dei lavoratori.

DiscentS

Il mercato cosa sarebbe? 800 euro è una cifra che va bene per molti, tutti quelli che sono immigrati da paesi dove lo stipendio medio è 200 dollari, che vivono qui e mandano soldi alla famiglia. Abituati a vivere nelle discariche o con palazzi con i cavi della corrente esposti, guadagnare 800 euro si sentono dei Rè, mantengono 5 6 figli e mettono anche da parte denaro, quando tornano in patria si sono costruiti una casa e avviato un attività. Nessuno qui non si sente realizzato perchè pretende una ferrari, cioè ha posto i propri sogni oltre le proprie possibilità, si tratta invece di non avere nessuna possibilità perchè con questi stipendi, dati anchea gente con una certa intelligenza quindi non si tratta di merito, non ci fai nemmeno una vita dignitosa figuriamoci una famiglia o degli sfizi. Grazie al m5s che ha finalmente introdotto un sussidio di base state vedendo cosa significa farsi l'azienda senza l'aiuto dei lavoratori perchè molti mi stanno facendo il dito medio.

DiscentS

Si in questo senso è un buon imprenditore ha creato sicuramente sviluppo.

PCusen

Per 28 milioni di dollari voglio volare con una megafiga e non con Bezos!

fab10

Scritto così bene no :)

Sheldon Cooper

Beh Bezos investe molto innovazione, questo non lo si può negare. Il punto debole sono i robot, non ne usa a sufficienza, preferisce schiavizzare i biologici.

Maledetti Germi Microscopici

Non lo so, hai qualche suggerimento nello specifico?

Zimidibidubilu

Ovvio perché non c'è altro modo.

David Lo Pan
fab10

Bello.
Da che libro l'hai ricopiato?

fab10

Progresso ma soprattutto libertà.

fab10

Chi è? Babbo Natale?

fab10

Si però è solo alla fine che si piange per il poveretto divorziato che deve pagare gli alimenti a 2 figli e che non ha neanche un soldo fino a venerdì :(

fab10

Ma così sarò l'unico iscritto!
Anzi non mi iscrivo neanche io :P

LetTax

Mi arrendo.

MaximCastelli

Pacifico. E davvero logico.

Zimidibidubilu

Sto aspettando un esempio concreto (che ovviamente non arriverà perché è impossibile).
Il resto è aria fritta.

Ah nessuno mi costringe... bene, allora vado a lavorare da Amazon e, tolti i soldi necessari a mantenere l'azienda funzionante e le tasse dovute allo stato, il resto va tutto a me, tanto lui mica ha bisogne di sottrrarre una parte del valore del mio lavoro, giusto?
Si certo, come no. Bezos, ed ogni singolo ricco sul pianeta Terra, è divenato tale proprio sottraendo valore al lavoro degli altri. Un altro modo di diventare ricchi non esiste.

LetTax

Ma non è una rapina! È un do ut des, nessuno ti costringe a dare soldi ai ricchi! Cosa vai dicendo

Maledetti Germi Microscopici

Su questo non è possiblile esserne certi, d'altro canto questa attuale impostazione della società dura da meno di un secolo, eppure siamo in grado di venderla come una versione perfetta e definitiva.
Sì, perfetta e definitiva lo è di sicuro per chi ha saputo nel tempo approfittarsi dello stesso sistema messo in piedi, e perfetta e definitiva lo è di sicuro per la poca presa di coscienza che ha la stessa società nei confronti della impostazione a cui è assoggiogato, quale possibilità di cambiamento gli sarebbe concessa altrimenti?

Zimidibidubilu

Certo che i ricchi sono predatori, è un fatto oggettivo perché l'accumulo di ricchezza è possibile solo ed esclusivamente sottraendola ad altre persone. Nessuno può accumulare ricchezza solo con il proprio lavoro, è fisicamente impossibile. Infatti non è possibile portare un singolo esempio di un ricco che ha accumulato la sua ricchezza senza sfruttare altre persone.
Ma tanto basta che tu dica che io sono matto e stai a posto.
I casi sono due, o non sei consapevole di questa semplice realtà o sei in malafede.

E tu apriti una fondazione tutta tua con l'obiettivo di aiutare i giovani con voglia sulla guancia destra e nati in anni bisestili il 29 febbraio a interessarsi e sviluppare ulteriormente il tema del caffé dei distributori automatici che fa defecare più in fretta e che potrebbe essere di pubblico interesse per gli stitici.

LetTax
convenzione fatta di paure delle possibili differenze giustificabili in tale sistema e paure delle parole quali "limitazione delle libertà"


Vorrebbe dire? La libertà ha una definizione, non può essere imposta. E non ci sarà nessuna soluzione dato che funziona benissimo da molti più anni.

LetTax

Io non predo nessuno, mi diverto a predare gente come te che non ha nulla di oggettivo in mano e crede ad assurdità come quelle che hai sparato fino ad ora. Credere che tutti i "ricchi" (che identifichi non opinioni del tutto soggettive) siano sfruttatori e tutti gli altri siano i predati... già qui potrebbero arrivare gli agenti in camice bianco per assicurarsi che sia tutto a posto.

LetTax

Non serve guardare fino alla fine, chi è assunto da Amazon lo è grazie ad un contratto firmato con il datore di lavoro, se le clausole non sono rispettate denuncino, se le clausole non vanno bene allora si licenzino.

Maledetti Germi Microscopici

La forza di questo sistema sta unicamente nel fatto di essere stato in grado di dare una visione deviata di libertà dove questa viene vista e ricercata dall'individuo in quanto anelata dalla convenzione sociale silente che lo circonda, convenzione fatta di paure delle possibili differenze giustificabili in tale sistema e paure delle parole quali "limitazione delle libertà". Ciò che è stato in grado di fare questo sistema è imporre una condizione di libertà, non proporre, imporre, e conseguentemente sfruttarne i meccanismi di libera scelta per poterci fare soldi sopra. Chi è più bravo ad assecondare le scelte derivanti da tale libertà ha successo, chi punta alla responsabilizzazione non ne potrà mai avere seppur i suoi fini siano più che nobilissimi (tanto nobili da voler limitare la libertà). Detto in tutta sincerità ho riflettuto molto sul come si possa uscire da tale condizione, da tale sistema, non ho però trovato buoni punti su cui fare leva che non prevedano situazioni spiacevoli. Spero ahimè che si possa trovare una soluzione entro i prossimi 25-30 anni.

Zimidibidubilu

Io non ho detto che è colpa di XY.
La colpa, se proprio lo vuoi sapere, a mio avviso è di tutti.
E' di quelli come te che sfruttano la vita altrui per puro egoismo ed è ugualmente colpa di chi si fa sfruttare.
I primi dovrebbero semplicmente smetterla e ri-diventare umani, i secondi dovrebbero incrociare le braccia e rifiutare ogni forma di sfruttamento, così come Ghandi ha convinto un popolo a fare e così hanno cacciato i più grandi predatori coloniali dell'epoca, che sembravano invincibili. INvece con un semplice "no" li hanno rimandati a casa, una grande lezione che si è presto dimenticata, purtroppo.

Funziona, ma ci vuole coraggio e sacrificio ma soprattutto la consapevolezza che voi predatori non siete meglio di nessun altro essere umano, vi siete solo iper specializzati nella predazione, capirai.

La soluzione è semplicissima, perché la piramide è sostenuta solo ed esclusivamente dalla base, ma il realizzarlo è molto difficile, per vari motivi che non ti sto a spiegare, tanto non ti interessa.

fab10

Te hai perso la bussola.

fab10

E magari piu' giovani.

fab10

Mi ha fatto impressione.

Luca Bussola

Buttiamo le carte sul tavolo... ho vinto io l'asta e volerò nello spazio! :-)

LetTax

Sono clausole concordate nel contratto, se non gli va bene si licenzino, ci sono molte altre persone disposte a farlo.

fab10

Povero pargolo.

fab10

Guarda che questo lo sa pure il mio commercialista.
Il problema è che non ho una fondazione mia.

fab10

Se mi avanzano ci penso.

LetTax

Vivo nel mondo reale, quello nella fotografia, tu no. Tu vivi nel mondo del "è colpa di ____ se ____", non un bellissimo mondo.

Zimidibidubilu

Tu vivi in un mondo di fantasia.
https://uploads.disquscdn.c...

fab10

Nella foto Bezos sembra Tom Cruise.
Spiccicato.

LetTax

Non c'è sfruttamento, ancora una volta. Chi sostiene che ci sia non guarda la realtà in faccia o la ignora. Che dia soldi alla sua fondazione è normale, anche io sono convinto che i miei soldi in mano mia siano migliori dei miei soldi in mano di altri.

LetTax

Parlo di Italia perché sono certo che qui sia cosi, ma lo è nella maggior parte del mondo. Nei quartieri di Napoli è cosi, oppure ti forzano a non andare a scuola o a studiare? Certamente se vivi tra malavitosi non andrai molto distante, ma la libertà di farlo c'è, quindi torna sempre il concetto di responsabilità che tutti quelli che danno colpe ad altri non si vogliono prendere. Non hai dimostrato esattamente nulla dato che ho confutato ogni cosa che hai detto senza troppa fatica dato che sono ca99ate non oggettive. Un ricco, ti ripeto, ha la libertà di fare quello che vuole, esattamente come un povero morto di fame. Che non vada in downtown come TU sostieni non significa assolutamente nulla, è un discorso bacato e retard, fattene una ragione.

Zimidibidubilu
Si, in Italia hanno questa possibilità fortunatamente

Ah ecco, adesso è "in Italia", così eliminiamo a priori le conseguenze del modello che sostieni dia libertà eccetera. E oi non è nemmeno vero, vai in Calabria o in certi quartieri di Napoli. e vedrai come non è affatto così. Certo in Italia le cose sono migliori rispetto a tanti altri paesi, ma non è che "l'esportazione dello sfruttamento spietato" fa si che questo scompaia eh.

Il mondo immaginario, ancora una volta, è il tuo. Un ricco ha la libertà
di fare quello che vuole, se lo vuole o non lo vuole fare è un discorso
diverso.

Non è vero e l'ho dimostrato e tra la'tro ce ne sono una infinità di esempi possibili ed io mi sono mantenuto sul livello materiale. Ma tu, di nuovo, ignori certe parti del mio discorso. E' confermato, non stai discutendo con me ma con te stesso.
Ed io ho definito perfettamente quello che "ho in testa", sei tu che vivi in un mondo immaginario dove i disastri causati dallo sfruttamento in pratica non esistono.
Inutile continuare con chi nega la semplice realtà.
Saluti.

Mobile

Recensione Garmin Venu 2, il più smart tra gli sportwatch

Android

Motorola cala il tris: anteprima Edge 20, Edge 20 Pro e Lite

Recensione

Recensione Gigabyte GeForce RTX 3060 Gaming OC: ottima per giocare in FHD

Alta definizione

Nothing Ear (1): idea ottima ma non tutto è funzionale | (non) Recensione