Dipinti NASA, ecco come immaginavamo le colonie spaziali negli anni 70

02 Gennaio 2021 134

Correvano gli anni '70 dello scorso secolo, quando la NASA commissionò la realizzazione di alcuni dipinti che fornissero l'opportunità di fantasticare su come la società avrebbe potuto vivere vivere e prosperare nelle future colonie spaziali. Si pensava in grande dopo la conquista della Luna e tutto ciò si riflesse sia nelle opere letterarie che nell'industria cinematografica, ma è incredibile vedere come alcuni dei dipinti condivisi risultino assolutamente attuali, basandosi a tutti gli effetti su idee che tutt'oggi vengono prese in considerazione.

Tra i progetti di riferimento il più importante è sicuramente il Cilindro di O'Neill, introdotto dal docente di fisica Gerard K. O'neill sul finire degli anni '70 nel libro Colonie Umane nello Spazio, ma già ampiamente studiato negli anni precedenti. Questo si basa sull'idea di utilizzare la forza centrifuga per simulare quella gravitazionale. L'idea di base prevede la realizzazione di due immensi cilindri posti in controrotazione (si parla di almeno 30 km di circonferenza e oltre), le cui velocità permetterebbero di simulare forze di gravità diverse a seconda della distanza dell'anello dal centro. Una soluzione utile, ad esempio, per rendere più efficaci i processi produttivi industriali negli anelli con minore gravità, o anche nell'agricoltura, lasciando lo sviluppo della società agli anelli più esterni, quelli dotati di una gravità simulata il più possibile simile a quella terrestre.

Sono ben 16 le immagini caricate, ve ne proponiamo alcune ma se volete visualizzarle tutte e alla massima qualità vi consigliamo di visitare il link in FONTE.

Delle vere opere d'arte senza tempo quelle che la NASA ha pubblicato sul proprio account Flickr. La stessa agenzia spaziale ha voluto rimarcare la loro importanza in un recente post.

"Sforzi artistici come questi aiutano a creare connessioni tra la scienza e il pubblico, agendo come strumenti preziosi per illustrare le esplorazioni e le scoperte della NASA"

L'agenzia spaziale osserva che sta continuando a lavorare con artisti sulla creazione di rendering e concept di nuove tecnologie e destinazioni oltre l'immaginazione, dunque lo spirito di curiosità è ancora vivo e presente. A chi cercasse ulteriori spunti di riflessione o fosse semplicemente curioso, consigliamo la lettura del libro di O'Neill in lingua originale, The High Frontier, disponibile su Amazon.


134

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Marco

Ecco da cosa ha tratto ispirazione Elysium

Massimo Olivieri

no avrebbe prodotto un grosso mal di testa e mal di mare .
https://www. youtube. com/watch?v=im-JM0f_J7s&t=195s

orsobubu

sarà così , però il progetto basico di o'neill era una sfera di mezzo km di diametro rotante due volte al minuto che avrebbe prodotto 1G all'equatore

italba

Ma "roba buona" cosa??? All'epoca i commerci li faceva chi aveva una bella flotta militare alle spalle, se no se ne stava tranquillo a casa sua! I commerci da Suez li facevano quelli che avevano il controllo sul mediterraneo, ossia inglesi e francesi, agli italiani sarebbero rimaste solo le briciole. E poi il canale di Suez serviva essenzialmente per il commercio con l'estremo oriente, tra l'Inghilterra o la Francia e le loro colonie, sai quanto gli importava del commercio tra il sud Italia ed i Turchi! Inoltre, razza di furbacchiotto, se avessero voluto evitare la concorrenza avrebbero cercato in tutti i modi di evitare che si riunificasse l'Italia, visto che tra regno di Sardegna, Toscana e altro avrebbe potuto costituire, insieme alle navi del sud, una marina ben più grande: Meno di un quinto di quella inglese, ma meglio di meno di un decimo, quanto faceva Francischiello da solo...

Roberto Giuffrè

Palermo e Puglia?
Stai scherzando vero?
Quando sbarchi a Lisbona, Barcellona, Marsiglia, Nizza, Genova, Venezia, Trieste, e in Croazia e poi entri dal Bosforo nel Mar Nero e arrivi a Costanza, Odessa e Rostov, praticamente hai servito tutta Europa, e Russia occidentale.

Sarebbe significato decenni o secoli di guerre sanguinarie con inglesi e olandesi per la supremazia marina nel Mediterraneo e forse anche contro i turchi.

Sei un fine stratega tu... Se hai una flotta ovviamente vai dove vuoi per mare, e sei sempre ben accetto se porti roba buona...

italba

Che era, per l'appunto, degli inglesi e dei francesi, e del regno di Francischiello se ne fregavano proprio

italba

Ma sul serio qualcuno può pensare che gli inglesi si spaventassero del regno delle due Sicilie? Ossia, le navi da Suez avrebbero, secondo te, sbarcato le merci a Palermo o in Puglia per poi raggiungere l'Europa a dorso di mulo, visto che non esistevano né ferrovie né strade? Per non parlare, poi, del fatto che "britannia rules the waves", come marina militare facevano quel che voleva in tutti i mari del mondo

Roberto Giuffrè

E del canale di Suez e degli inglesi che mi dici?

Roberto Giuffrè

No, non è così...
La parte storica riportata cioè del nord comunque più sviluppato può anche essere vera...
Ma la questione era diversa.
Comunque il Regno delle due Sicilie aveva una banca con dell'oro.
Ed aveva una flotta navale non indifferente.

Ciò che non viene citato è l'evento che sarebbe accaduto 9 anni dopo, cioè l'apertura del canale di Suez.
E sia inglesi che olandesi non potevano permettere di avere soffiata la via dei commerci verso le indie proprio dal regno borbonico.

Poi chi fosse ricco o povero non importa. La famiglia Cavour e Savoia si divisero l'oro borbonico, e inglesi (ed anche olandesi) si "accontetarono" dei ricchi commerci con l'oriente, dopo che la flotta navale borbonica venne distrutta.

Roberto Giuffrè

Beh visto che c'è una perdita di PIL che nel nord-est cade del -21% su base annua, basterà poco a unificare l'Italia dal punto di vista della povertà.

Anzi tra non molto vedrai dal nord emigrare al sud, se devi essere povero almeno siilo dove batte il sole 300 giorni l'anno.

Roberto Giuffrè

Sinceramente le cose non sono cambiate poi tanto, solo che oggi le donne hanno altri metodi per farsi pagare dall'uomo le cose...

GeneralZod

D'accordo quasi su tutto. Anche l'Europa e l'Italia hanno menti brillantissime, basti vedere il CERN, gli acceleratori di particelle, gli studi di meccanica quantistica ecc.
Ho lavorato su diversi progetti internazionali e gli Indiani sono proprio quelli che mi hanno lasciato più perplesso, proprio per la concezione che avevo prima di lavorarci. Ma forse è limitato al mio preciso ambito di lavoro (consulenza informatica, sviluppo del software).
Secondo me, intelligenza a parte, c'è un problema di cultura. I social amplificano la mediocrità perché danno voce a chi farebbe meglio a tacere. Quindi abbiamo una percezione peggiore della realtà. Almeno spero...

Roberto Giuffrè

Ma questo perché tu vivi in una società finanziarizzata e non sei in grado di immaginare società che non siano basate sul denaro come per esempio quelle basate sulle risorse. Dove se alle persone garantisci una vita dignitosa dividendo in maniera equa le risorse del pianeta, poi a questi progetti lavoreranno tutti su base volontaria, sia per quanto riguarda l'approvvigionamento delle materie prime sia per la loro trasformazione e per la costruzione dell'opera.
Ciò che muove gli individui non è necessariamente la soddisfazione economica, quella serve per vivere, cioè per la sussistenza. Ma gli individui si muovono anche per degli ideali, per manifestare la propria umanità attraverso la creatività, per poter essere partecipi della storia lasciando il segno della propria esistenza partecipando a grandi opere.

Roberto Giuffrè

Attento che in passato non erano tanto stupidi come siamo adesso.
Il QI medio era altissimo, molto più alto delle popolazioni odierne.
Ovviamente le capacità cognitive era legate alla risoluzione di problemi esistenziali piuttosto che a inventare nuovi modi di maneggiare la materia...

Oggi le incredibili innovazioni sono appannaggio di pochissimi individui, per lo più cinesi, indiani, o di determinate scuole e università molto selettive.

Il resto della popolazione è per lo più sottosviluppata e tenuta ad un livello cognitivo molto basso.

L'utente medio sa usare uno di questi apparecchi, ma non saprebbe nulla di come funziona realmente.

Per non parlare del ritardo cognitivo indotto dall'uso di questi strumenti al solo scopo di intrattenimento.
Cioè fruizione di filmati privi di contenuti educativi, e anzi spesso di basso valore etico perché pieni di episodi di litigiosità, vanità da consumo, esaltazione della mediocrità.
E l'idea diffusa che nella vita non occorra studiare, ma basti avere fortuna.

Massimo Olivieri

un giocattolo diametro di 30m e 0.17g , per simulare la gravità terrestre ci vuole un diametro di 60km

Roberto Giuffrè

Mi fa venire in mente cosa ha fatto Prodi che ci aveva promesso che avremmo lavorato meno e guadagnato di più.

In entrambi i casi si è trattato di criminali che hanno venduto il paese a qualche padrone, nel caso di Garibaldi si è trattato degli inglesi che dovevano distruggere la flotta borbonica perché entro 9 anni avrebbero aperto il canale di Suez e quindi il sud Italia si sarebbe trovato sulla rotta marittima verso le Indie e con le sue navi avrebbe potuto commerciare con l'oriente. Nel caso di Prodi si è trattato di un venduto ai poteri europei, ai rentiers europei, ed ha tradito il suo paese.
Dandoci una valuta che non possiamo svalutare siamo costretti a svalutare il costo del lavoro e ridurre i salari.
Oltre a prenderla a debito e pagarci interessi. Senza contare i trattati criminali, e gli obblighi imposti dalla UE per distruggere il paese e poterselo comprare i rentiers e industriali franco-tedeschi per pochi spiccioli.

Tornando a Garibaldi oggi si sa che è stato un criminale. E che i 1000 erano solo saccheggiatori, stupratori e assassini.

frank700

Evidentemente non riesci a comprendere i motivi.

redicic

esatto, quando lui rientra dopo "la manovra" praticamente vivono in questa specie di "tubo-colonia" spaziale

sopaug

fai bene, sarebbe uno spettacolo degradante, hai già scritto fin troppo :)

fragonorh

Potresti mettere un collegamento ipertestuale?

Samuele Capacci

L'ho visto quel documentario, in versione integrale (non quella da te linkata, che dura 4 minuti, il documentario intero dura circa mezz'ora). Per alcuni aspetti ci avevano preso, tipo lo shopping online (anche se lo immaginavano molto più meccanico, con una telecamera che inquadrava i vari vestiti e tu che dovevi premere il bottone per acquistare al momento giusto, non capisco come facesse a non sembrargli assurdo già allora), per il resto hanno i soliti bias del loro tempo, tra cui praticamente un computer od uno schermo per ogni attività da svolgere, il computer della casa che occupa un intera stanza, e praticamente un pulsante o una manopola per ogni singola cosa che si vuole fare. Però paradossalmente in qualche modo ci hanno azzeccato con la didattica a distanza. Invece trovo che l'idea delle finestre che con un pulsante generano luce grazie a schermi trasparenti trovo che sia un ottima idea, (tipo se fuori piove, far generare ai vetri della finestra abbastanza luce affinchè sembra che fuori ci sia una bella giornata, e permettere di illuminare gli ambienti in maniera semi-naturale). Anzi penso che quest'ultima possa pure diffondersi fra qualche anno, con lo sviluppo dei display trasparenti. Magari esiste già qualcosa del genere, altrimenti pazzesco che nessuno ci abbia mai pensato. Sarebbe interessante anche la questione degli armadi che puliscono i vestiti automaticamente con gas e ultrasuoni.

frank700

Non lo so se ci sei riuscito.
Comunque io scrivo sempre perchè, più facile.

frank700

Leggi meglio.

frank700

Per il momento preferisco non andare oltre.

massimo mondelli

Beh non potevano prevedere la nascita della lega

sopaug

veramente, fonti alla mano, le favole sono quelle a cui credi tu.

FabriFi

Quell'idea si ritrova anche in Interstellar

Maxatar

Alla fine hai ragione, solo per la ISS son stati spesi oltre 100 miliardi di dollari, costruire un cilindro come quello in foto quanto costerebbe anche se fosse possibile? 10 mila miliardi? E chi se lo potrebbe permettere anche in 20 anni? Come li giustificherebbero socialmente e politicamente quei costi?

Giuseppe NA

tanto è divisa lo stesso, mentalmente (e questo non lo ricuci)
è più divisa l'Italia oggi che non la Germania durante gli anni del muro di Berlino

Maxatar

Italia Est e Repubblica Federale d'Italia?

Maxatar

Borbonia felix.

Luca_87

A squola!? Sangue dalle orecchie e dagli occhi.. Santo cielo

italba

Certo che girava roba buona nel 1970!

Pip

Questo è niente, avete mai visto i documentari degli anni 60 su come avremmo vissuto nel 2000?
Questo è un documentario molto blando e realistico, e anche azzeccato devo dire
https://www.youtube.com/watch?v=4fro_xPdj5E

Ora non riesco a trovarlo, ma ce n'era uno degli anni 60 con una casa riprodotta con tecnologie del futuro, così come i vestiti e gli accessori delle persone. Praticamente saremmo dovuti essere letteralmente come i cartoni animati della famiglia Jetson. E questo ai primi 2000, quindi 20 anni fa

giannmarco

Già...molto di fretta e con poca attenzione ho letto l'articolo.

italba

Ma magari anche per "K", quello che sei!

Ikaro

"ecco come immaginavamo le colonie spaziali negli anni 70"

Interstellar=2014

frank700

Può anche terminare in o. Genia.

italba

"Brava" tua sorella. Non tutto quello che finisce per "A" è di genere femminile, GENIO!

MartinTech

no no, tutto vero
https://www.corriere.it/economia/lavoro/20_gennaio_01/divario-nord-sud-sara-colmato-2020-titolo-vero-1972-che-racconta-l-italia-6d59a1ce-2cb0-11ea-afa8-9788b8f8ce6e.shtml

frank700

Brava, studia.

italba

Il nord era "in bolletta" perché investiva, nel sud la prosperità era per pochi, che pensavano solo agli affari propri ed a conservare il patrimonio, e la miseria era per moltissimi. Del resto i numeri sono numeri, basta leggere quelli invece di scavare fake news nella melma neoborbonica

frank700

Diciamo che è (oppure é?) solo una convenzione scrivere è o é. Infatti, dalle mie parti si pronuncia perchè. Può darsi che altrove si pronunci perché. Ma per scrivere la é dovrei premere prima il tasto 'alt', troppa fatica.

P.S.: noi italiani commettiamo tutta una serie di errori sulle lettere dei monosillabi. Per convenzione.

frank700

Bah, non è il luogo giusto (la sezione dei commenti) per parlare di Storia. Sta di fatto che la conquista del Sud venne messa in atto perchè il nord era in bolletta. Tutto qua. E il Sud era abbastanza sviluppato. Comunque dovresti leggere di più perchè ti mancano parecchie informazioni. Non saltare ciò che non ti piace.

frank700

La gente come te crede a tutto, è questo il guaio anche dei giorni nostri.

frank700

Solo la verità.

mister x

Tante cose non ti hanno insegnato a scuola

sopaug

ma dopo capodanno hai ancora le dita per scrivere stupidaggini? Fortunello.

sopaug

poi ti svegli tutto sudato.

Windows

Recensione MSI Summit E15, buona la prima!

Games

Scegliere il monitor da Gaming: meglio curvo o piatto? E perchè?

Economia e mercato

Super Cashback addio? Intanto spuntano nuovi trucchi per scalare la classifica

Android

Samsung Galaxy S21 Ultra è il miglior camera phone: ecco perchè | Focus