Terra chiama Voyager 2, nuovo segnale radio inviato alla sonda NASA

03 Novembre 2020 14

Correva l'anno 2018 quando la sonda Voyager 2 raggiunse l'obiettivo della sorella più veloce (Voyager 1), entrando nello spazio interstellare. Ma di strada ne ha fatta davvero tanta e finalmente, dopo 7 mesi di silenzio, l'agenzia spaziale fa sapere di essere riuscita nuovamente a stabilire un contatto radio.

La NASA ha inviato un comando alla Voyager 2 lo scorso 29 ottobre, cosa che non era stata in grado di fare per da marzo secondo una dichiarazione dell'agenzia. Il comando è stato inviato utilizzando la Deep Space Station 43 (DDS43), l'unica antenna radio in grado di comunicare con il veicolo spaziale.

L'antenna è rimasta offline a causa di alcune necessarie operazioni di aggiornamento. Sebbene il progetto iniziale prevedere di attendere altri 3 mesi prima dei test, si è proceduto con una prova hardware. Questa ha dato esito positivo e la sonda ha risposto con un segnale di ritorno, dunque un'ottima notizia in attesa della riaccensione dell'antenna, prevista nel febbraio 2021.


Lanciata nel 1977, la sonda Voyager 2 si trova attualmente a 18.795 milioni di km) dalla Terra e sta viaggiando a circa 55.160 km/h. Per chi volesse seguirne lo spostamento e restare aggiornato sullo stato degli strumenti di bordo, può visitare la pagina ufficiale NASA Mission Status.

Chiudiamo con una curiosità: entrambe le sonde Voyager ospitano un disco d'oro chiamato Voyager Golden Record, concepito per fornire informazioni sull'umanità ed un messaggio di pace ad un'eventuale civiltà aliena che dovesse incappare in una delle due sonde. Tuttavia, secondo alcuni ricercatori, il nostro messaggio potrebbe essere facilmente travisato e sortire l'effetto opposto.


14

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Apocalysse

Non si parlava di un mezzo spaziale, ma di oggetti di uso quotidiano.

scopp

*decine di milioni
*qualche decennio

Boronius

Esiste un episodio di Spazio 1999 dove il Voyager torna indietro

Apocalysse

Perchè le cose della vita quotidiana non possono costare decine di migliaia di euro ed avere un tempo di progettazione di qualche anno.

Davide10

Quando la progettazione di un prodotto è orientata al funzionamento del prodotto stesso, succede che dopo 43 anni funziona ancora. E' triste sapere che questa idea si applica a qualcosa destinata a stare milioni di km lontana da noi e non si applica a cose che devono far parte della nostra via quotidiana. Complimenti alla NASA.

Azimuth

E che dire del generatore termoelettrico a radioisotopi che alimenta la sonda dopo 43 anni e tutta l'elettronica di bordo perfettamente funzionante?
Obsolescenza non programmata.

Claudio Antonetti
Lupo1
Riccardo Galli

V'ger

Zimidibidubilu

un messaggio di pace ad un'eventuale civiltà aliena


Insomma una bugia.

E il Major Tom chi lo chiama?
:D

Aster

Mitica voyager

Gabriele

affascinantissimo. vedere quanto è distante per i nostri standard tecnologici e sapere anche quanto è vicina rispetto alle dimensioni della Galassia (per non parlare dell'Universo osservabile).

Roberto99 _
nel 1977, la sonda Voyager 2 si trova attualmente a 18.795 milioni di km) dalla Terra e sta viaggiando a circa 55.160 km/
Games

PlayStation 5 e Xbox Series X: la next gen due mesi dopo | Video

Android

Samsung Galaxy S21 (4000mAh): live batteria | Fine ore 23.10

Windows

Recensione Asus ZenBook Duo 14 UX482, ora sì che ci siamo

Articolo

I robot compiono 100 anni: come si sono evoluti dal 1921 ad oggi