SpaceX festeggia, il Falcon 9 ha spento le prime 10 candeline

05 Giugno 2020 2

L'avreste mai detto che il celebre razzo Falcon 9 di SpaceX fosse in uso già da 10 anni? Eppure è così, il 4 giugno è stato completato il primo decennio di voli, test di recupero, successi ed insuccessi, che concretamente sono culminati nel più recente e grande obiettivo raggiunto, riportare nello spazio astronauti statunitensi partendo dal suolo americano (non avveniva da quasi 10 anni).

Il celebre booster a due stadi ha debuttato il 4 giugno 2010 con una missione test partita dalla Cape Canaveral Air Force Station, in Florida, lanciando con successo in orbita terrestre un modello della futura capsula Crew Dragon. A distanza di soli 6 mesi, un'altra navicella Crew Dragon (stavolta un modello definitivo) viene portata in orbita, per poi essere ripescata ore dopo nell'oceano.

Operazioni come quelle di recupero oggi le diamo per scontate, ma l'episodio 10 anni fa aprì un inedito capitolo per una compagnia aerospaziale privata. SpaceX era la prima realtà privata in grado di costruire, gestire autonomamente e recuperare, un veicolo spaziale dopo il rientro da una missione orbitale. A seguire il video del primo Falcon 9 lanciato da SpaceX nel 2010.

Era solo l'inizio, negli anni a seguire il Falcon 9 è stato protagonista di oltre 80 missioni, di fatto è il razzo aerospaziale più utilizzato di sempre negli Stati Uniti. Va detto che lo sviluppo del Falcon 9 e della Crew Dragon fu accelerato grazie ad un finanziamento della NASA, che nel dicembre del 2008 stipulò con SpaceX un contratto da 1,6 miliardi di dollari, nel quale si richiedeva che i due mezzi fossero in grado di portare a termine missioni di carico robotizzate verso la Stazione Spaziale Internazionale.

SpaceX si concentrò dunque sugli sviluppi ed i test sul duo Falcon 9 - Crew Dragon, raggiungendo per la prima volta la ISS nel 2012 durante una missione di prova.

Il Falcon 9 deriva il suo nome dal numero dei motori del primo stadio, 9 per l'appunto. Inizialmente prodotto in 4 varianti, 1.0, 1.1, Full thrust e Block 5, solo quest'ultima (con prestazioni migliorate dell'8% rispetto la prima versione) viene attualmente impiegata nelle missioni orbitali. Il Falcon 9 è alto 70 metri ed è composto da due stadi spinti da motori Merlin alimentati ad ossigeno liquido e RP-1, ma l'aspetto più interessante è la possibilità di riutilizzare il primo stadio dopo un recupero avvenuto con successo.

Per farlo, SpaceX si è affidata ad anni di test, durante i quali il primo stadio è stato fatto ricadere verso la Terra in modo controllato grazie alle alette aerodinamiche montate sul telaio, per poi riaccendere i motori nella fase finale ed atterrare sopra una zattera predisposta nell'Oceano Atlantico (Autonomous spaceport drone ship), o in un sito di atterraggio sulla terraferma. Il primo recupero avvenuto con successo risale al 22 dicembre 2015 nella missione satellitare Orbcomm, il più recente risale a pochi giorni fa con la missione di lancio satelliti Starlink.

Per adesso il pensionamento del Falcon 9 è ancora lontano, Elon Musk ha più volte detto che Starship rappresenta il futuro e che prenderà gradualmente il posto sia del Falcon 9 che del Falcon 9 Heavy. Non è ancora chiaro quando questo potrà accadere, allo stato attuale SpaceX è ancora in fase di test su dei prototipi, il più recente è clamorosamente terminato con un'esplosione a Terra della Starship. Augurando un futuro sempre più roseo a SpaceX, vi lasciamo al replay della nostra live trasmessa in occasione della missione Demo-2.

VIDEO


2

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
csharpino

In sto periodo gli haters di Musk hanno più lavoro dei fabbricanti di mascherine....

MatitaNera

Auguri al 'visionario'

Tecnologia

Curiosità Hi-Tech: come funziona un razzo aerospaziale

Scienza

Intervallo Summer Edition - Seconda stagione | Mars is Real

Android

Huawei e il suo ecosistema di prodotti e servizi: ecco come sta crescendo

Android

Samsung Galaxy Tab S7 e Tab S7 Plus: al top con anche Snapdragon 865+ | Video