Un radiotelescopio gigante sul lato nascosto della Luna, progetto NASA

10 Aprile 2020 90

La NASA pone da sempre grande attenzione verso tutti i progetti che indagano sulle possibilità di sviluppare tecnologie innovative e visionarie, che un giorno potrebbero consentire di esplorare con più facilità il nostro sistema solare, o anche di osservare con più precisione il cosmo, come nel caso del radiotelescopio lunare LCRT.

L'agenzia spaziale statunitense ha recentemente finanziato un team del JPL con 125.000 dollari nell'ambito del progetto NIAC (Nasa Institute for Advanced Concepts), nato dalla collaborazione con l'Associazione Universitaria per la Ricerca Spaziale.

In questa fase il team avrà 6 mesi di tempo per valutare la fattibilità del progetto e presentare soluzioni per lo step successivo. L'obiettivo è davvero imponente, l'idea è di costruire un radiotelescopio gigante sul lato nascosto della Luna, posizionandolo all'interno di un enorme cratere.



Secondo quanto riportato dai concept firmati dall'ingegnere Saptarshi Bandyopadhyay, il lavoro sarebbe enorme ma altrettanto grandi risulterebbero i vantaggi offerti da una simile soluzione. L'idea è di utilizzare dei robot creati dal JPL e chiamati DuAxel, in grado di scendere e risalire con facilità nel cratere, per stendere il componente più imponente: una rete metallica da 1 km di diametro che fungerà da riflettore. Per rendere possibile tutto ciò, sarà necessario sfruttare la parabola naturale di un cratere di 3-5 km di diametro come scritto sopra, con un rapporto di profondità adeguato allo scopo.

Rispetto ai telescopi terrestri ed i radiotelescopi posti in orbita, LCRT sarà per la prima volta in grado di osservare l'universo a lunghezze d'onda superiori a 10m (in questo caso a frequenze comprese tra 6 e 30 MHz), visto che queste sono normalmente riflesse dalla ionosfera terrestre e quindi non rilevabili con i mezzi utilizzati fino ad oggi. Qualora il progetto venisse considerato realizzabile, LCRT sarà un giorno il più grande radiotelescopio realizzato dall'uomo, grazie ad esso potremo sondare l'universo primordiale e fare enormi passi nel campo della cosmologia.

A proposito di progetti ambiziosi, recentemente la NASA ha pubblicato un documento nel quale vengono esplorati tutti i piani di colonizzazione lunare, un passo necessario se vogliamo rendere realizzabili progetti come quello dell'LCRT ed altri più ambiziosi di esplorazione del sistema solare.

Il meglior rapporto qualità/prezzo del 2020? Xiaomi Mi 10 Lite, in offerta oggi da Mobzilla a 279 euro oppure da Unieuro a 359 euro.

90

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Bad Mad Lad™

George Lucas l'aveva infatti predetto oltre quarant'anni fa. "Non è una luna quella, è una stazione spaziale" cit.
https://uploads.disquscdn.c...

danieleg1

Per quando saremo in grado di fare un progetto del genere, ci sarà già una rete satellitare intorno alla Luna per le comunicazioni.

Babi

Ho visto proprio ieri Ad Astra o qualcosa del genere...e da quello ho capito che queste cose si faranno :)

Alexv

State tranquilli, l'abilità di distruggere un pianeta è insignificante in confronto alla potenza della Forza.

camillo777

Servirebbero poi uno o più satelliti in orbita attorno alla luna per fare comunicare il telescopio con la terra.

ilmondobrucia

https://uploads.disquscdn.c...

"Un meteorite di analoghe dimensioni sarebbe stato facilmente sbriciolato dall'atmosfera terrestre". Questo che significa??? Che sulla luna ci passa anche un granello di polvere

Frederik

Ed è subito
https://uploads.disquscdn.c...

Antsm90

Perchè hai postato un articolo in cui hanno scambiato un errore umano per un micro meteorite?

kust0r

bisognerebbe scegliere un cratere ben lontano dalla base nazista...

kust0r

impossibile è una parola che non piace molto agli ingegneri.

peyotefree

chi?

peyotefree

il lato oscuro della luna è oscuro a noi.. ma il sole ci batte

Matteo

Dite che ci arriva Eolo?

danieleg1

Un radiotelescopio ha poche parti delicate (e quindi sono facilmente schermabili), il resto sono delle semplici reti metalliche.

mario

vi ricordo che un ragazzo in germania a bordo piscina è stato colpito ad una mano da un meteorite....probabilità? 1 su 100000000000000000000000000000000000000000000000000.... ma è successo

Hégésippe Simon

Infinitesimali no, bassissime sicuro. Il "bersaglio" è formato in massima parte da una rete, se il meteorite (piccolo!) cade tra una maglia e l'altra non succede niente, e neanche (credo) se rompe uno o due fili. Per distruggere l'installazione dovrebbe colpire il ricevitore o i cavi che lo sostengono, niente affatto facile

Sig. Stroboscopico

Complimenti, bella idea. Chissà quanto funziona meglio rispetto alla Terra!

Hégésippe Simon

Nella stessa area? Hai dei dati?

Vedremo cosa decideranno. Tanto ci vorranno anni solo per pensare di farlo

mario

senza abbattare neanche un albero, per sterminarci tutti

mario

bellissima

Andrej Peribar

Finché gli paghi il pizzo non dovrebbero dire nulla.

Pip

Questo si, ma ripeto, sembra un'opera impossibile per dei robot.
Dubito che possano riuscirci sulla terra, figuriamoci sulla luna, specialmente se si considera che sulla luna non c'è assolutamente margine di errore

Le persone hanno bisogno di ossigeno, cibo ecc. ai robot basta una ricarica solare e poi fanno tutto. A livello di costi la differenza potrebbe essere enorme

Pip

Non sono un esperto spaziale, ma si sembra un compito un po' troppo complesso per dei robot.
Non sarebbe meglio mandare di nuovo delle persone a fare questo lavoro, così magari si fa qualcosa di utile piuttosto che fare una semplice passeggiata solo per poter dire "Io può"

Manuel Bianchi

Io non è che sappia molto di astronomia, ma tutto dipende dal numero di "oggetti possibilmente critici" che impattano la luna mediamente e non trovo stime per questo dato. Le dimensioni dell'oggetto non sono una variabile (a meno che non sia di qualche kilometro, ma a quel punto il luogo d'impatto non conta più tanto...). La luna ha una superficie di circa 40 milioni di km^2, il luogo che ci interessa tra 1 km^2 e diciamo 20 kn^2 immagino nell'intorno dell'equatore per meglio sfruttare il cono d'ombra quando ben posizionata. Per tirare fuori dei numeri servirebbe conoscere i dati che io non ho, immagino comunque che di dovere questi conti li avrà sicuramente fatti e previsto eventuali contromisure, ci mancherebbe, ma dubito che si possa parlare di probabilità infinitesimali nell'arco di una decina d'anni.

giuseppe9000

In effetti cadono molto più spesso che ogni 5 minuti, ma vabbè

uncletoma

https://upload.wikimedia.org/wikipedia/eml/9/99/Spazio_1999.png

Hégésippe Simon

Non essendoci atmosfera un "ombrello" di materiale riflettente può proteggere dalla temperatura eccessiva

Hégésippe Simon

Ora vediamo se va in spam anche questa

minat0namikaze

vabbe' dai, questa è troppo facile...spazio, lato oscuro... https://uploads.disquscdn.c...

Manuel Bianchi

Si, quello che intendevo è se nel periodo in cui il radar sarà sotto la luce del sole non si verifichino problemi, o per le radiazioni o per le temperature che salgono sopra i 100°...

Hégésippe Simon

Più o meno, il giorno lunare non corrisponde al mese lunare perché anche la terra si muove intorno al Sole

https://www.astrogeo.va.it/astronom/pianeti/selenolo/moti.html

P.s. "29,5" nel senso di 29 giorni e mezzo, non 29 giorni e cinque minuti

Turk

Qualche calcolo errato

Riccardo sacchetti

Ma noooo, per la diffusione del covid!

Hégésippe Simon

La Terra (ma anche la Luna) è molto grande, il "bersaglio" è piccolo ed il granello di sabbia è piccolissimo. Le probabilità, per quanto non inesistenti, sono infinitesimali

Hégésippe Simon

Al moderatore gli si è spammato il cervello

Hégésippe Simon

Non esiste un lato oscuro della luna, il giorno lunare è di 29,5 giorni e ogni 14,25 giorni si alternano giorno e notte

Fabrizio

125k per un Powerpoint non significa nulla.
Paghi gli studi e le informazioni contenute ne documento, e gli anni di l'esperienza di chi ci mette mano

Manuel Bianchi

Ma per la parte esposta al sole non sarebbe un problema?

Manuel Bianchi

Se parli di piccoli oggetti la terra viene colpita varie volte al giorno, poi questi s'inceneriscono al contatto con l'atmosfera prima di toccare terra, non parliamo di bassissima ma di certezze. Lo spazio è tutt'altro che vuoto, anche un granello di sabbia che viaggia a 20.000 Km/h può fare bei danni...

ilmondobrucia

Quelli che dici io non sono meteoriti...
Micro meteoriti.. sassolini... https://uploads.disquscdn.c...
Tanto per capirci

Antsm90

È proprio la mancanza d'atmosfera a renderlo più preciso...

jokerking

ho pensato la stessa cosa ahaha

Hégésippe Simon

"Svariati" vuol dire comunque una bassissima probabilità di essere danneggiati irreparabilmente, essendo una installazione senza esseri umani può benissimo essere accettata

nosafeharbor

che figata. Queste cose mi entusiasmano tantissimo.

Federico

Adesso hanno cambiato, la Luna è stata stampata in 3D da Galileo.

Federico

Lo faranno i cinesi, che riguardo al "lato oscuro" hanno un bel po' di vantaggio sugli altri.
Ed hanno pure un esubero di liquidità da investire nello sviluppo delle attività spaziali.

Hégésippe Simon

Certo che deve essere valutato, e sicuramente verranno installati dei backup, visto che la manutenzione sarebbe estremamente costosa

Aristarco

non c'è solo la rete, ma tutte le altre attrezzature, il rischio c'è e sono sicuro che verrà valutato

Windows

Migliori Notebook, Portatili e UltrabooK: i top 5 fino a 600 euro | Luglio 2020

Tecnologia

Intervallo | Red Mirror: il futuro della tecnologia si scrive in Cina

Android

Recensione LG Velvet: il nuovo design ci piace ma serve un rinnovamento software

Motorola

Recensione Motorola Moto G PRO, tanta autonomia e pennino integrato!