Virgin Galactic, ci siamo quasi: test di volo finali per SpaceShipTwo

15 Febbraio 2020 12

Virgin Galactic è un passo più vicina ad offrire voli suborbitali ai propri passeggeri paganti: lo spazioplano messo a punto dalla società aerospaziale infatti è entrato nella fase finale dei test di volo. Ad annunciarlo è stata la stessa Virgin, che ha spiegato come il veicolo SpaceShipTwo sia appena stato spostato nella struttura in New Mexico adibita ai voli sperimentali, dopo l'installazione del sistema di rientro "a piuma".

Il trasporto è avvenuto per via aerea: il veicolo VSS Unity ha viaggiato insieme al velivolo VMS Eve, lo stesso che lo accompagnerà in quota quando si tratterà di andare nello spazio. Una volta raggiunta l'altitudine prestabilita, il primo si separerà dal secondo e, grazie ai motori a razzo, si lancerà in un volo suborbitale che consentirà ai passeggeri presenti a bordo di sperimentare l'assenza di gravità per diversi minuti e vedere la curvatura della Terra.

L'esperienza durerà circa 90 minuti al modico prezzo di 250.000 dollari a biglietto; può sembrare molto, ma si tratta per ora della migliore offerta per provare a viaggiare nello spazio, e infatti erano già state raccolte oltre 600 prenotazioni solo lo scorso dicembre. Prima del volo inaugurale però bisognerà attendere la conclusione di questi ultimi test di volo.


Non si tratta, in realtà, di nulla di particolarmente emozionante: semplicemente, i piloti dovranno macinare un bel po' di ore di volo a bordo dei due velivoli "collegati", per prendere confidenza con i mezzi, e il veicolo VSS Unity dovrà parimenti essere messo alla prova per quanto riguarda il volo da compiere autonomamente con i motori a razzo.

Sotto questo punto di vista, anche il volo di trasporto verso il New Mexico è servito come test, poiché ha offerto agli ingegneri la possibilità di valutarne le prestazioni durante le tre ore di viaggio ad alta quota. Poi, il team perfezionerà la cabina dell'equipaggio, preparandola ad ospitare i passeggeri. Sappiamo già come saranno vestiti: indosseranno la tuta realizzata appositamente in collaborazione con Under Armour.

I viaggi suborbitali dunque si avvicinano sempre più: il primo passeggero però sarà il fondatore dell'azienda, Richard Branson; il volo inaugurale è previsto nel corso del 2020, anno del suo settantesimo compleanno.

Top gamma con batteria infinita e display super? Asus ROG Phone 2 è in offerta oggi su a 528 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mauro Morichetta

io immagino che se fossi ricco di certo non me la rischierei volando troppo in alto dal pianeta che mi fa ricco, sinceramente non rischierei mai un volo sperimentale, il Titanic non ha insegnato nulla?

Bless TheQueer

Patrizia Pellegrino... Alla faccia dei vipponi

pollopopo

troverei più ganzo spendere soldi per l'effetto zero gravita....ok che 250000 per molti sono spiccioli ma cosa ci fai a 100km allacciato ad un sedile?? 2 foto e bon... non ci trovo nulla di troppo magico se non che si può vedere la fine della terra :P

Stepa
Mr. Sauron

Quanti "diversi minuti di microgravità"? Cioè, 5 minuti, 30?

Maurizio Mugelli

mi riferivo proprio a quello :)

snke

Citazioni...purtroppo lo chiamano davvero così ahahah altro che Caparezza

Marco P.

Che belle queste citazioni :’D

snke

Tu scherzi, ma a Grottaglie c'è il primo spazioporto d'europa

Maurizio Mugelli

vieni a volare in puglia, puglia puglia...

Garrett

Ma ha finito di rimettere a posto la sua isola spazzata via dall'uragano?

momentarybliss

250.000 dollari, io aspetto un calo di prezzo

Android

Android 11 Developer Preview: tutte le novità in continuo aggiornamento | VIDEO

Android

Samsung Galaxy Z Flip (3.300mAh): live batteria terminato alle 23.15 con il 2%

HDMotori.it

Auto elettriche Italia 2020: modelli in commercio, prezzi e autonomia

HDMotori.it

Salone di Ginevra 2020: orari e biglietti, le novità, anteprime e i marchi assenti