Recensione Oppo Pad Air: come tablet da divano non vi servirà altro

02 Novembre 2022 83

Oppo Pad Air è il primo tablet dell'azienda ad arrivare in Europa. Un prodotto di fascia media su cui la scheda tecnica racconta tutto e il contrario di tutto: 4 GB di RAM sono pochi, avrà pensato chiunque, eppure la Color OS per Pad di Pad Air li sfrutta alla grande; il display è a 60 Hz, ma se li si contestualizza al prodotto van più che bene. Insomma, Oppo Pad Air è un prodotto che va provato. Noi lo abbiamo tenuto a lungo, ecco com'è andata.

DESIGN E COSTRUZIONE

Un tablet dal design moderno. Il telaio di Oppo Pad Air è sottile e squadrato come molti prodotti di concezione recente, è in metallo (e non era scontato) e comunica una piacevole sensazione di solidità: pesa quanto basta per non sembrare un prodotto economico. La superficie frontale ha un display perfetto in ampiezza per la sua indole e con cornici intorno né grandi né piccole ma uniformi nello spessore, il che dà la sensazione di avere tra le mani un prodotto concepito di recente.

Sul retro invece si può discutere. Molto sobria la colorazione grigia - l'unica disponibile - e in generale lo è tutto l'impianto della superficie, interrotta solamente dal logo Oppo tono su tono. A non convincere chi scrive, ma siamo nel campo delle opinioni personali, è l'inserto in plastica ricavato nel lato lungo della fotocamera posteriore: quando lo si guarda girandogli intorno con una sorgente di luce vicina, come dice l'azienda, dà un effetto 3D anche abbastanza gradevole alla vista, a non convincermi è la sensazione al tatto.

Un quinto della superficie posteriore di Oppo Pad Air è in plastica o comunque in un materiale di derivazione plastica, che di fianco al metallo delude i polpastrelli. Avrei preferito avere ovunque la sobrietà hi tech e la piacevolezza al tatto del metallo, piuttosto che una soluzione in plastica carina da osservare ma meno da toccare. Un tablet lo si tiene principalmente in mano, un vaso invece deve essere bello da vedere. Il rammarico è accentuato dal fatto che la lavorazione Oppo Glow è resistente a graffi e alle impronte come dice l'azienda, per cui sul metallo è stato fatto davvero un buon lavoro.

Ben posizionati i tasti fisici - di quello di accensione e spegnimento si potrebbe fare a meno grazie al software - e la fotocamera frontale, messa là dove la si vorrebbe utilizzando il tablet in orizzontale. Peccato che si sia andati al risparmio sul trattamento oleofobico dello schermo, avrebbe potuto trattenere meno le impronte.

SCHERMO

Se dovessi definire il display da 10,36 pollici di Oppo Pad Air con una sola parola direi onesto. Pur essendo un LCD IPS i neri sono sufficientemente "neri", la definizione è più che buona in rapporto alla diagonale (risoluzione 2K cioè 2.000 x 1.200 pixel, che fanno una densità di 225 pixel per pollice) e i 360 nit di luminosità, che sulla carta possono sembrar pochi, sono sufficienti a renderlo leggibile anche sotto la luce diretta del sole di ottobre.

A tal proposito segnalo che è bassa anche la luminosità minima, fattore non secondario per un tablet che è uno strumento da utilizzare anche a letto, a luci spente: non dà fastidio, ecco, e il sensore crepuscolare nei pressi della fotocamera frontale fa il suo dovere con puntualità. Molto bene. Non mi soffermo neppure sulla precisione cromatica dal momento che il "mestiere" di Oppo Pad Air è un altro: è un tablet da divano, i professionisti che cercano fedeltà cromatica guardano altri prodotti.

Sulla questione della frequenza di aggiornamento invece va spesa qualche parola in più. Oppo Pad Air ha uno schermo a 60 Hz. Avrei desiderato di più? Chiaramente sì, e si esprimerebbe in maniera più decisa davanti ad animazioni e scroll chiunque abbia uno smartphone a 90 o 120 Hz. È un peccato mortale? No, è una scelta stirata che su un prodotto da 300 euro di listino, nel 2022, può ancora passare. Del resto è un tablet dall'indole pacata, votato ai video, allo streaming, alle videochiamate, tutte operazioni, social inclusi, che allo stato attuale si svolgono a 60 Hz.

ESPERIENZA D'USO

Ribadisco quanto appena scritto, alla fine del paragrafo precedente. Oppo Pad Air è un tablet che predilige le operazioni ordinarie da fare su un divano, quindi videochiamate, navigazione, notizie, quotidiani, social, documenti e, soprattutto, riproduzione dei video. Il primo tablet di Oppo ha un audio "da paura": quattro altoparlanti full range simmetrici da 1 watt con camere da 0,8 cc inappuntabili per volume (altissimo) e qualità (relativamente a un tablet, inutile immaginare bassi da sussulto).

L'audio è senz'altro la dote più evidente di Oppo Pad Air, la miglior freccia al suo arco. Peraltro l'aiuto del Dolby Atmos mette la potenza sonora sulla strada giusta, e rende parecchio coinvolgente l'esperienza multimediale. Un vero piacere guardare qualcosa su YouTube, su Netflix (c'è il Widevine L1) o altrove comodi sul divano o sul letto, merito anche della certificazione TÜV per le emissioni di luce blu.


Peccato non ci sia un lettore di impronte digitali: ci si rifugia nello sblocco sul viso per non dover star lì a digitare di continuo il codice di sblocco o la classica sequenza di Android. Ma è un riconoscimento in 2D, con i suoi limiti "fisici", inevitabili: funziona bene di giorno o in una stanza bene illuminata, ma al calar della luce, al buio e più in generale quando la luce o la prospettiva non sono ideali per consentire alla fotocamera di vederci bene, bisogna ricorrere alle "vecchie maniere".

Con Oppo Pad Air si può fare di tutto: si possono aprire documenti pesanti, svagarsi con giochi anche discretamente impegnativi, visitare pagine poco ottimizzate dunque pesanti da digerire per l'hardware che, comunque, non ha risorse da primato. I 4 GB di RAM e lo Snapdragon 680 a 8 nanometri non possono far miracoli, per cui più gli si chiede più si deve essere indulgenti, così come dopo diverse ore in standby gli si devono dare un paio di secondi per stropicciarsi gli occhi. L'utente medio comune gioca alla grande, ma i giochi, come altre operazioni impegnative, non sono il suo pane.


È un tablet da relax a cui è meglio approcciarsi senza pretendere risposte immediate, malgrado sia piacevole da utilizzare e privo di lag troppo evidenti o fastidiosi. Nei diversi giorni di prova non ho avuto problemi con le app background o con la navigazione sul web. Non mi aspettavo nulla di diverso da un prodotto di questa fascia di prezzo. Mi ha sorpreso l'autonomia: mai fatto meno di 4-5 giorni con una ricarica con il classico uso da divano con navigazione e tanto streaming, in stand-by consuma circa il 5% al giorno. La ricarica è parzialmente rapida: 18 watt, ma è improbabile che vi troviate in affanno con la batteria. Ottima la ricezione del Wi-Fi.

SOFTWARE

Ho provato Oppo Pad Air con l'ultimo firmware disponibile al momento della recensione, cioè la Color OS 12.1 per Pad (build A.16) con Android 12 e patch di sicurezza di settembre 2022. A differenza che su Reno8 Lite 5G, su Pad Air manca quasi del tutto il bloatware, ed è un aspetto che apprezzo parecchio, così come la presenza di patch non troppo "stagionate": nessun produttore - in un mondo ideale, purtroppo - dovrebbe snobbare il rilascio dei correttivi che blindano i dispositivi, almeno quando son nuovi.

Oppo Pad Air arriva di serie con Google Kids Space, piattaforma di app, libri e video dedicati ai bambini con controllo Family Link integrato, le principali app Google, e le classiche app di sistema della Color OS. Non mi è andata giù una mancanza inspiegabile: non c'è modo - o almeno, in parecchi giorni in sua compagnia, non l'ho trovato io - di avere la percentuale della batteria a portata d'occhio. Non c'è all'interno dell'icona e va bene, ma la percentuale residua non appare nemmeno tirando giù la tendina delle notifiche. Bisogna aprire le impostazioni e andare alla sezione Batteria: scomodo a dir poco.

La comoda barra laterale intelligente

La Color OS per Pad è una variante ottimizzata per gli schermi di dimensioni maggiori. Nulla di game changer, sia chiaro, ma non manca la possibilità di dividere lo schermo a metà per affiancare due app, ci sono le finestre flottanti con una comoda barra laterale intelligente che con uno swipe consente in qualsiasi momento di aprire un'app flottante a propria scelta (screen in alto). In più lo schermo si accende con un doppio tocco e si spegne alla stessa maniera: il tasto di accensione potrebbe pure non esserci.

Tiene botta nonostante i 4 GB di RAM, segno che è stato fatto un buon lavoro di ottimizzazione sull'interfaccia. Bisognerà capire come evolveranno le prestazioni nel tempo: Oppo dovrebbe supportare Pad Air per quattro anni, come reggerà l'hardware al tempo e al riempimento dello spazio di archiviazione?

FOTOCAMERE

La fotocamera su un tablet è una sola, quella frontale. Intendiamoci: quella posteriore c'è (8 MP) e tutto sommato offre risultati decenti, ma su un prodotto di questo tipo, a differenza che sugli smartphone, non può essere considerata la principale. E sarò comunque breve, perché nel giudizio complessivo anche quella anteriore ha un'importanza relativa: il sensore da 5 megapixel sul fronte fa foto e video appena discreti, spendibili per le videochiamate e poco altro, a patto che la luce non manchi.

In condizioni difficili il rumore video aumenta in modo considerevole, ma per fortuna l'incremento è minore della perdita di dettaglio. Si poteva fare di più.

CONCLUSIONI

Se cercate un tablet da relax, Oppo Pad Air è perfetto. Non ha un display ad alta frequenza di aggiornamento, ma per la sua vocazione non è un difetto da penna rossa, si fa perdonare (pure alla grande) con un audio da riferimento per la fascia di prezzo, che alza parecchio il livello dell'esperienza multimediale. È ben costruito e per quello che costa, se non vi servono prestazioni da centometrista, è da consigliare. Consiglio, prendetelo con 128 GB di archiviazione: un tablet è un prodotto che si tiene mediamente a lungo, meglio star "larghi" con lo spazio.

PRO E CONTRO
AUDIO ECCELLENTESCHERMOCOSTRUZIONE
MANCANZA LETTORE IMPRONTE DIGITALIRAM LIMITATA IN OTTICA FUTURAFOTOCAMERE PERFETTIBILI

VOTO: 7,5


83

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Venturi

ho preso un realme narzo da usare solo per la musica e c'era installato l'impossibile, tolto tutto è diventato reattivo. Devi fare la stessa cosa col tablet e nel caso non puoi eliminarle attivare le limitazioni in background per ogni app inutile .

gaelom

A me non succede, poi non so

DMen975

Ciao gaelom e Adriano: ho letto che con il wifi pero' i teclast hanno problemi di disconnessione anche sotto pieno segnale. Avete avuto esperienze del genere o tutto a posto? Io vorrei prendere il teclast m40 pro (lte, 5g, 6 gb +128 espandibili). Che mi dite? Grazie mille in anticipo.

Biso22

Io ho perso la promo dei 299 ma l ho trovato a 340 su Ebay qualche mese fa. Se ci stai pensando prendilo, è veramente un gran tablet

ondaflex

A quanto?

ondaflex

Ma qua siamo su HDB!

ondaflex

Ma sei su HDB!

gaelom

bene

mamo

Sua marsità

JustATiredMan

a quel prezzo, e se lo scopo è avere un tablet da divano, piuttosto prendo un Lenovo M10 che costa 100 euri in meno.

Avevo preso un tab Samsung (serie A) a mia mamma un paio di anni fa e non posso parlarne in modo positivo. Lento, eppure a Samsung interessa che ci siano tante apps in background. Persino Skype faceva fatica a girarci. Ok, avranno migliorato, ma siamo ai livelli di Realme se non inferiore, secondo me.
So che non ci si può aspettare tantissimo da un tab da 150€-200€, ma onestamente mi aspettavo di più.

Ho seguito gaelom e ho preso un Teclast, ormai senza garanzia. Vediamo...

gaelom

Mi correggo, ho preso il p20 HD. Ma un po' di tempo fa. Magari adesso ci sono modelli migliori.

Ciccio Smith
Gustavo Gutierrez

Ho lo Xiaomi Pad 5, ha già ricevuto diversi update dall'uscita almeno 1 update al mese lo riceve per le patch e di cambi un pochino più sostanziosi ogni 2/3 mesi
Avrà almeno Android 13 e 14 secondo quanto detto da Xiaomi

Grazie per la dritta! Non conoscevo, ma i commenti sono eccezionali anche sulle versioni da 100€!
Missà che punteró su questo :)

gaelom

Teclast P40 HD (mi sembra) Preso a mio figlio. Ha anche la SIM

undab

L'iPad 64 GB di 9a generazione si trova su amazon tra i 300 e i 360 euro, a seconda delle offerte: non sono amante della mela (anzi, tutt'altro) peró mi chiedo che senso abbia un tablet Oppo a questi prezzi quando un iPad lo demolisce sotto ogni punto di vista

DeeoK

Mi sembra un bidone. Lo Xiaomi Pad 5 costa poco di più e mi pare decisamente superiore. Questo se la gioca con i Lenovo che però costano meno.
Trovo che puntare tutto sull'audio sia una scelta a dir poco pessima se poi si va a mettere in secondo piano il display. Inoltre è probabile che gli aggiornamenti latiterano.

77fabio

Vero, trovo assurdo non mettere più il jack nemmeno sui tablet (da 10 pollici poi...). Purtroppo ormai è dilagante e vai di orribili adattatori...

Io avrei bisogno un tablet. L'anno scorso ho chiesto aiuto e mi avete fatto prendere un x3 (che poi é diventato pro :P) e sono contentissimo.
Ora cerco un tablet a 150€ circa per mio figlio. Lo vorrei con 10" e 64GB di memoria. Il resto penso sia irrilevante, se non per il fatto che il touch deve reagire bene. Ho provato un paio di pads come realme o iPads da 300€ e reagiscono malissimo al tatto, soprattutto se le dita sono asciutte. Pensavo che questo Oppo magari potesse calare di 120€ al black friday :)
Non conosco i vari Lenovo o Huawei.

MakeGennargentuGreatAgain

Sto parlando di due device non di due aziende. E questo Oppo è indegno per il prezzo che costa.

Leonardo Cozza

OPPO se iniziasse a fare top anche più piccoli e meno costosi...

Riccardo Mineri

Basterebbe mettere direttamente scheda tecnica e prezzo che lo capiamo da soli che è un bidone...

pollopopo

Parli dei pad o cellulari? Non saprei dirti, solitamente un pad come quello ha un discreto supporto da xda, buon hardware a prezzo discreto inoltre xiaomi non ostacola per il momento il modding più di tanto.

Non so però la questione della pen ecc.... comunque android sta nascendo anche per tablet quindi una lineage per tablet ecc... dovrebbe arrivare su questi dispositivi.

Se esce nuovamente a 250 lo prendo, ora a 330 è buono ma vecchiottino comunque

matteventu

Comunque, un video ci serviva proprio per questa recensione. Specialmente per come scarno (e naturalmente poco indicativo) è il testo per quanto riguarda la UI e le performance.

loripod

Ram e prezzo stridono non poco, tuttavia lo swap (ramplus) sulle memorie può aiutare anche se col taglio da 64GB ci si potrebbe stare stretti

ghost

Se questo prende 7 qualsiasi tablet in commercio il 6 lo prende con voi...
Solo per la ram va scartato a priori visto la durata di anni del dispositivo

Federico

Carino ma niente di più, Xiaomi e Huawei offrono decisamente di più praticamente allo stesso prezzo, cannibalizzando l'intera fascia.

un eternauta

Al giorno d'oggi il peggior scassone cinese offre il doppio della ram per trecento euro e, visto che un tablet e' destinato a durare di piu' rispetto ad un telefono, e' inconcepibile non stroncare gia' su carta un prodotto che esce sul mercato con 4gb di ram (e lo schermo con refresh standard a 60hz).
Quest'Oppo e' semplicemente un Realme Pad - uscito un anno fa e facente parte dello stesso gruppo - rimarchiato, con processore migliore ma al costo della perdita del jack cuffie. Inoltre il Realme si puo' acquistare, spendendo meno, in configurazione 6gb/128gb, e' quindi un tablet complessivamente migliore nonostante l'eta' ed il processore piu' lento.
Che tristezza dover scrivere recensioni positive a prescindere.

Tiwi

si, anche come supporto, mai ricevuto nemmeno 1 update sui precedenti modelli

Tiwi

si poteva fare meglio dai

Dedo Gaudenti

Grazie a questo articolo ho capito che al mio divano serve un pouf.

pollopopo

Lo xiaomi pad 5 in quella fascia di prezzo cannibalizza prodotti come questo

efremis

Disponibile tra l'altro da 6-7 mesi spesso

T. P.

eheheheh
mi sembra la mettesse in mezzo Caparezza nel salotto! :)

PyEr

Cosa c'entra la Fiat?

atm

Oppo è meglio di lenovo

MakeGennargentuGreatAgain

porcheria...allo stesso prezzo si prendeva da Unieuro il Lenovo 11 5G - 8/256 che è tutt'altro tablet.

Scrofalo

Una vera porchetta.

T. P.

da divano suon buoni pure i fire!!! :)

R4nd0mH3r0

piwelli
https://uploads.disquscdn.c...

Ciccillo73

Nessuno e' la risposta.

Ciccillo73

Ma stiamo scherzando? Per cortesia cancellate questa finta recensione. Questa e' spazzatura.

Alex'99

Anch'io l'avevo considerato seriamente, ma pare abbia del severo bleeding.

Alex'99

A me serve altro per il divano, in realtà: il jack. Scartato anche questo.

Andee Kcapp

Le solite OPPATE. Qualità appena discreta e prezzi alti.

Nico Ds

in realtà 2k sarebbero risoluzioni tra 1440p e 2159p.
1200p è sempre full HD.

Nico Ds

tutto vero, ma stai paragonando un prezzo in super offerta di un dispositivo di oltre un anno fa col prezzo di listino di uno appena uscito.

]rY[

Per caso anche questi hanno blindato la batteria?

Riprova Vivo X80 Pro con Android 13: una Vivo sempre più intrigante | Video

Confrontone tra i quasi top 2022, 9 smartphone uno contro l'altro | Video

Rog vs Rog vs Batman: Mediatek 9000 o Snapdragon 8+ gen.1 | Video

Recensione Motorola Razr 2022: finalmente moderno, non per nostalgici