iPad 10 senza segreti nel teardown di iFixit: si poteva fare di meglio

02 Dicembre 2022 13

Il nuovo iPad di decima generazione è uno dei prodotti Apple più controversi degli ultimi anni, e anche il nuovo teardown di iFixit sembra proseguire sulla stessa linea, mostrando come alcune scelta della casa di Cupertino avrebbero potuto rendere il tablet un prodotto migliore e più riparabile.

Di iPad 10 si è parlato tanto in relazione alla presenza di alcune scelte francamente inspiegabili, come ad esempio quella di supportare la Apple Pencil di prima generazione in un prodotto dotato di porta USB-C (seppur non velocissima), o del fatto di dotarlo di una fotocamera anteriore posta in una posizione migliore rispetto a quella degli iPad Pro, senza dimenticare la nuova tastiera ufficiale che - per diversi aspetti - offre maggiori opzioni anche della più costosa Magic Keyboard.

Ma non solo, hanno destato stupore anche le decisioni di continuare a mantenere un display non laminato e di posizionarlo su una fascia di prezzo troppo vicina a quella della gamma Air, rendendo questo iPad un buon aggiornamento solo se lo si esamina in isolamento rispetto al contesto in cui è calato, ma che perde di senso una volta messo a confronto con il resto dell'offerta iPad.

Tutto questo preambolo per dire che iPad 10 è un prodotto ricco di contraddizioni, passi avanti e inspiegabili retromarce, e questo lo si percepisce anche andando a disassemblare il tablet, come mostrato dal video realizzato da iFixit che trovate a fine articolo.

TEARDOWN DI IPAD 10: TRA ALTI E BASSI

Sì perché da un lato diventa subito evidente il motivo per cui la Apple Pencil di seconda generazione non può essere compatibile con questo iPad - visto che lo spazio della bobina di ricarica è realmente occupato dalla nuova fotocamera frontale -, ma dall'altro diventa incomprensibile la scelta di Apple di saldare il flessibile del connettore della nuova porta Type-C alla scheda madre, fatto che richiede quindi la sostituzione di un pezzo estremamente costoso nel caso di danneggiamento della porta.

La sezione di iPad 10 che ospita la fotocamera frontale, messa a confronto con quella di iPad Air: si nota che manca lo spazio per il sistema di ricarica di Apple Pencil

Colpisce anche la scelta di prestare poca attenzione alla riparabilità anche in altri aspetti, come nel caso della sostituzione della batteria. È vero che le linguette adesive sono di facile rimozione e permettono di non danneggiare la batteria vecchia (anche perché possono succede disastri), ma allo stesso tempo è necessario rimuovere quasi tutti i componenti più importanti - inclusa la scheda madre - prima di poterci accedere.

Nel complesso iPad 10 fa qualche passo avanti su alcuni aspetti, ma poi si perde in scelte del tutto inopportune anche quando si parla della cura posta per la sua realizzazione interna. Chissà che con la prossima generazione Apple non riesca a far pace con la sua lineup.


13

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Grotniez

Esatto, e pensa che già l’iPad Air 2 aveva lo schermo laminato nel 2014…

sailand

Ho un vecchio iPad base e da tempo penso ad un ammodernamento, ma questo iPad è follia completa a partire dal prezzo eccessivo passando per assurde caratteristiche.
Veramente deludente! Un base non può costare più di 500 euro e un oggetto da più di 500 euro non può avere caratteristiche scadenti come schermo non laminato e incompatibilità con la pencil 2.
A questo punto mi tengo il mio vecchio iPad ancora aggiornato e chissene che non ho la possibilità di usare una pencil.

tuamadre

Apple e il suo sempre più green-washing.
Qualità costruttiva sempre peggio in casa Cupertino.
Non riesco a capire come mai Apple sprechi così malamente le sue eccellenti qualità.
iPad 10 è uno dei peggiori prodotti che abbia mai lanciato e lo schifo è che venderà comunque tantissimo e incoraggerà Apple ad abbassare ulteriormente gli standard. Peccato.

Pistacchio
Tiwi

insomma, in caso di rotture ti chiederanno un sacco di soldi

Federico

Hanno messo la type-C e l'hanno fatto male, scelta più anti-riparabilità e anti-sostenibilità non potevano farla, ti capita di danneggiare la porta e per un componente da pochi centesimi devi sostituire tutto.
Sempre peggio il nuovo ipad, a questo punto preferisco quelli vecchi, saranno anacronistici e tutto ma per l'utente base non costano un rene e non serve il magnifico adattatore per caricare la penna...

R4nd0mH3r0
diventa incomprensibile la scelta di Apple di saldare il flessibile del connettore della nuova porta Type-C alla scheda madre, fatto che richiede quindi la sostituzione di un pezzo estremamente costoso nel caso di danneggiamento della porta.

scelte green che le menti comuni non possono comprendere. Adesso date altri settordici premi per quanto questa azienda (assieme alle altre) abbiano a Quore ul nostro pianeta

efremis

Fa molto meglio del suo predecessore, passi indietro non ne fa, non ha cose peggiori del predecessore come livello e già il 9, decisamente inferiore, va bene per la stragrande maggioranza, figurarsi questo.
Magari non fa passi in avanti in alcuni aspetti, ma è voluto per tenere un senso alle 3 fasce (iPad 9/10, Air, Pro).
Unico vero (grande) difetto è il prezzo che, causa anche e soprattutto inflazione, ha addirittura fatto alzare il precedente di 50 euro anziché farlo abbassare come capita con l'uscita di un nuovo modello. Ma ovviamente il mercato se n'è accorto subito e, a poco dall'uscita, ecco che si è trovato già tempo fa poco sopra 450 euro e stabile a 469 (cosa non buona perché di solito prerogativa della concorrenza la quale vende poco, come questo al prezzo assurdo di 589).

Felk

Gli iPad sono sempre stati delle schifezze da aprire e lavorare, questo non fa eccezione.

EL TUEPO

Questo è il classico prodotto Apple per normaloni ignoranti in materia

Giangiacomo

A me sembra che Apple abbia fatto SOLO passi avanti: non hanno aumentato in maniera esponenziale il prezzo del prodotto destinato a gente comune ? Ecco, questo è l’unico passo avanti che conta per Apple ahahah

Mattmoon

Vabbè, tanto costa poco

silviano creduloni

si DOVEVA fare di meglio...

Macbook Pro M1 Max 15 mesi dopo: durata e consigli alla luce dei nuovi M2 | Video

100 Giorni con iPhone 14 Pro: cos'è cambiato? | Recensione

Recensione iPhone 14 Plus, autonomia da vendere

Recensione iPad Pro (2022) con Apple Silicon M2, gioca proprio un'altra partita