Pixel Tablet potrebbe essere un Nest Hub con display estraibile: recap sui rumor

15 Luglio 2022 12

Su Pixel Tablet si sa ancora molto poco, nonostante sia stato tra i punti affrontati da Google allo scorso I/O. Parte delle informazioni che conosciamo attualmente arriva da Sundar Pichai, che durante l'intervista concessa a GQ a fine maggio, tra le altre cose, ha parlato anche del primo tablet della famiglia Pixel. Il CEO lo ha paragonato a Nexus 7, che con il suo rapporto qualità prezzo invidiabile stimolò la concorrenza a fare altrettanto.

"È quel che faremo con Pixel Watch e poi con Pixel Tablet", disse, lasciando intendere che possa trattarsi non di un prodotto top di gamma ma dalle caratteristiche "pesate", cioè equilibrato, privo di eccessi, con un prezzo intelligente. E in grado di connettersi in maniera ancora una volta intelligente ai prodotti inseriti nell'ecosistema Google, riferiscono le indiscrezioni. A creare discussione nel web è stata in particolare quella linea orizzontale da quattro pin presente nella superficie posteriore, che Big G non si è preoccupata di nascondere sulle immagini distribuite a pubblico e stampa.

A cosa serviranno i quattro pin sotto il logo Google?

Google non ha detto il motivo per cui sono lì, ma... ci sono, e a qualcosa dovranno pur servire. L'ipotesi che va per la maggiore è che il dispositivo sarà sì un tablet ma all'occorrenza anche una sorta di Nest Hub, quindi uno schermo da posizionare su una docking station per trasformarlo in un centro di controllo degli oggetti smart disseminati per casa. Cambiando prospettiva lo si potrebbe vedere come un Nest Hub di seconda generazione con un display che si può separare dalla base e utilizzare come un tablet, per navigare sul web, giocare o vedere le partite in streaming sul divano.

I pin sul retro potrebbero renderlo un Nest Hub più potente ed eclettico

Le fotocamere, quella anteriore e quella posteriore, per i rumor non saranno nulla di che, e se così fosse, su un tablet, non ci sarebbe da puntare il dito verso Google. Niente Night Sight o video in 4K, insomma, ma sarebbe una scelta di gran lunga accettabile se servisse ad addolcire il listino prezzi. Quel che ci si può verosimilmente attendere è che abbiano la qualità adeguata a fare delle videochiamate in ogni condizione, e Google probabilmente presterà la dovuta attenzione a questo aspetto.

Infine qualcuno ha segnalato che Google avrebbe di fatto già pronta un'app che aiuti il cliente a trasferire in maniera comoda e veloce i dati essenziali da uno smartphone Pixel al tablet della stessa famiglia. All'I/O è stato detto che Pixel Tablet arriverà "nel 2023", un'indicazione non troppo precisa. Ma se l'app in questione fosse davvero già pronta, a luglio, allora Google Pixel Tablet potrebbe arrivare a inizio 2023, magari a gennaio o al più a febbraio. Di seguito un riassunto per punti di quel che sappiamo già sul progetto, tra indicazioni ufficiali (poche) e le (tante) frutto di indiscrezioni.

PIXEL TABLET, COSA SAPPIAMO FINORA IN SINTESI
  • display da almeno 10 pollici, probabilmente più ampio
  • chip Tensor
  • una fotocamera anteriore e una posteriore, distanti per qualità da quelle incluse nei Pixel recenti
  • quattro altoparlanti
  • ingresso USB-C
  • pin sul retro per connessione a una docking station
  • supporto a penne con standard USI
  • Android 13
  • debutto nel 2023, probabilmente nella prima parte dell'anno
VIDEO

Il migliori Smartphone Apple? Apple iPhone 12, in offerta oggi da Phoneshock a 613 euro oppure da eBay a 672 euro.

12

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stech1987

La comodità di usare un tablet per guardarsi i film quando si è a casa mi sfugge

Mauro Morichetta

i pogo pin potrebbero dare adito a pensare ad un tastiera custodia esattamente come iPad

Federico

Il tablet che in questo momento viene offerto da Lenovo per la famiglia è lo Yoga 13, che comprende funzionalità di riconoscimento del volto e commutazione automatica fra più profili.
Lo schermo da 13'' unito ai quattro altoparlanti (la coppia in basso in una "cassa" particolarmente voluminosa) lo rendono molto adatto all'impiego semifisso che è tipico di un dispositivo di questa natura... e particolarmente INADATTO all'impiego portatile.
Purtroppo offre Android e non ChromiumOS, cosa che su un hardware così potente gli avrebbe dato non una ma due marce in più.

Di tablet da 10'' ne ho ben tre, un "cinesino" con schermo spettacolare ma lentissimo, un Lenovo Duet ed un iPad del 2017, ma in tutti e tre i casi lo schermo è troppo piccolo per guardarci film se non in casi particolari come quando si è a letto.
Gli schemi 4:3 come nel caso dell'iPad vanno benissimo per i documenti, ma quando usati per i film ci si trova con la maggior parte del display oscurato dalle bande nere.

Vista la conformazione questa proposta Google è chiaramente un dispositivo "familiare" per impieghi semifissi, quindi competitor diretto dello Yoga 13... però oggettivamente molto più brutto, presumibilmente privo della raffinata gestione di più utenti di Lenovo e con la stessa grave limitazione per un sistema orientato alla domotica, l'impossibilità di usare Alexa come assistente vocale principale.
Nel mio caso non è un serio limite perché ogni centimetro quadrato della mia casa è coperto da Alexa, ma per altri potrebbe esserlo.

riccardik

no, era l'm10 qualcosa, come tablet "da divano" secondo me 10 pollici sono lo sweet spot (se 4:3 o 3:2 anche meglio)

Federico
Federico

Intendi lo Yoga Tab 13?
Io ce l'ho ed è fantastico.
Incidentalmente è utile anche per rendersi conto di quanto Google Home sia inferiore ad Alexa nella gestione della domotica.
Solo per quello, perché per tutto il resto Assistant batte Alexa a mani basse, ma per la domotica proprio non ci siamo.

Federico

È Google a non aver molto senso nella domotica; a meno che non ricordando completamente Home e l'insieme dei dispositivi, Google non sarà mai in grado di scalfire la diminuzione di Amazon.

capawht

Un tablet per la domotica ha tutto il senso del mondo. Il problema è che dovrebbe durare anni, sempre supportato e funzionante.

NULL
riccardik

si, ogni tanto ce n'è qualcuno su ebay a due spicci

T. P.

si me lo ricordo...
si appoggiava ad una base che lo teneva in piedi e lo ricaricava...
credo lo vendano ancora!

riccardik

come tablet "da casa" secondo me ha molto senso, avevo apprezzato come idea quel lenovo che faceva fondamentalmente la tessa cosa

Samsung Galaxy S23, Plus e Ultra in arrivo: tutto quello che c'è da sapere | VIDEO

Riprova Vivo X80 Pro con Android 13: una Vivo sempre più intrigante | Video

Confrontone tra i quasi top 2022, 9 smartphone uno contro l'altro | Video

Rog vs Rog vs Batman: Mediatek 9000 o Snapdragon 8+ gen.1 | Video