OnePlus Pad in arrivo? Probabile, a giudicare da un nuovo marchio registrato

05 Luglio 2021 28

Una certificazione presente nel database dell'EUIPO, l'Ufficio dell'Unione europea per la proprietà intellettuale preposto alla gestione dei marchi, ha rivelato un probabile interesse da parte di OnePlus anche al mercato dei tablet. La società cinese, infatti, ha ottenuto i diritti per il marchio “OnePlus Pad” da poter utilizzare in associazione a un dispositivo elettronico. La certificazione è stata ottenuta il 1 luglio ma i documenti non fanno riferimento specifico ad alcun tablet.

La certificazione ottenuta da OnePlus presso l'EUIPO

Se la società lancerà effettivamente un tablet, non sarà stata la prima del gruppo BBK a farlo. Realme, infatti, ha mostrato nelle scorse settimane, durante l'annuncio del suo nuovo Realme GT, un'anteprima del suo Realme Pad che, a giudicare dal render, dovrebbe avere un design simile ad un iPad Air di quarta generazione, con una fotocamera sul retro, un ampio display e un profilo molto sottile. Realme porterà presto sul mercato anche un notebook, il Realme Book.

Il Realme Pad è stato preannunciato nelle scorse settimane

Al momento, non ci sono informazioni o indiscrezioni in merito all'effettiva esistenza di un OnePlus Pad che potrebbe comunque arrivare entro la fine dell'anno.

A metà giugno, ricordiamo, OnePlus ha annunciato una fusione con OPPO per "ottimizzare le risorse e migliorare l'efficienza produttiva". Il processo terminerà entro la fine dell'anno e farà diventare OnePlus diventa un brand all'interno di OPPO, pur mantenendo una certa autonomia e indipendenza. Grazie a questa operazione, OnePlus potrà disporre di più risorse non solo lato software ma, evidentemente, anche lato hardware.


28

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Fabrizio

Sulle assurde limitazioni di iOS non posso che concordare appieno

HeySiri

Lo spero per loro

Nuanda

Meglio, attualmente la ColorOs è migliore della Oxygen

Simone

Guarda, non saprei, con i tablet Android mi sono fermato al Sony Xperia tablet da 8", però ricordo che al tempo non vi erano app votate alla produttività o killer app che ne giustificassero l'acquisto, spesso le specifiche erano inferiori agli smartphone per tenere i prezzi bassi.

Con iPad invece sono arrivato al Pro da 10.5", stufo dei proclami Apple che a fronte di mirabolanti specifiche continua a castrarlo con un software non all'altezza, voglio dire, spendere 300 o 1000 euro non fa alcuna differenza.

Fabrizio

Certo, chiaro.
Solo mi manca cosa avrebbe potuto fare in più lato sistema operativo, nel senso che funzionalità come split screen ecc su android ci sono dall'alba dei tempi. Intendi spingere gli sviluppatori a fare qualcosa di particolare? Interfaccia ad hoc con funzioni extra? Tipo quali?

Simone

Probabilmente credevano più in Chrome OS ed hanno evitato il rischio di sovrapporli.

Simone

Io credo che il succo del discorso sia il seguente: tutti abbiamo uno smartphone mentre solo una porzione ristretta di noi ha anche un tablet: in queste condizioni, offrire un tablet con caratteristiche simili ad un iPad ma a prezzi inferiori, magari sviluppare un'interfaccia ad-hoc ed un proprio ecosistema, è operazione assai difficile dal punto di vista economico, molti player hanno desistito, Samsung continua perché forte della sua posizione da leader. Se Google avesse dato una mano probabilmente lo scenario sarebbe diverso, in queste condizioni, invece, agli altri player semplicemente non conviene.

Rendiamociconto

anche questo falso, https://www.oppo.com/ma/about-us/press/61.html/
nel 2014 aveva pure il 6% del mercato cinese.
Oneplus solo quest'anno ha raggiungo le vendite che fece l'oppo f1.
L'oppo find7 che è il oneplus one ha venduto all'epoca svariati ordini di grandezza in più rispetto il suo rimarchiato.

NEXUS

oppo quando OP faceva il OP 1 non era nulla ancora

LoseYourself

OnePlus è passata dalla definizione di UnoPiù/Qualcosa in più rispetto alla concorrenza (prezzo/prestazioni) a UnoPiù/Un dispositivo in più tanto per fare. Basta, tanto hai perso tutto il senso di acquisto che avevi un tempo care OnePlus.

asd555

Che per la cronaca avevano fatto: si chiama Pixel C, l'hanno venduto in due Paesi in croce e non ha avuto eredi.
E questo la dice lunga su quanto Google ci creda nei tablet.
E per la cronaca era un gran prodotto, un po' caro ma veramente tanta roba.

Emiliano Frangella

Henmm... Non proprio così

Fabrizio

Google non si è mai impegnata troppo sui tablet ok, ma siamo stati sicuri che sia stato quello il motivo principale?
L'utilizzo medio di un ipad si potrebbe fare al 99% con qualsiasi tablet android di fascia alta per quanto riguarda il SW, seppur ipad ha sempre avuto un vantaggio lato HW probabilmente (pencil, schermi e soc al top, ecc).
Non vedo come Google avrebbe potuto compensare, a meno di fare un "Pixel Tab"

Simone

Non credo costerà loro granché provare, in fondo le componenti sono le stesse degli smartphone, si tratta "solo" di sviluppare una buona interfaccia per dispositivi più grandi, che tra l'altro potranno riciclare anche per i futuri pieghevoli.

Simone

Con l'avvento di Windows su ARM forse hai ragione tu, ciò nonostante, è stata l'incapacità di Google in questi anni a spingere l'utenza verso iPad, altrimenti a mio avviso avremmo assistito ad un panorama simile a quello smartphone. Detto ciò, è ancora da vedere se stavolta gli sforzi compiuti di Microsoft saranno sufficienti, sono anni che ci provano invano.

Fabrizio

Difficile il paragone con iOS però. Le app android si adattano meglio ai diversi schermi, quelle iOS devono essere ottimizzate ad-hoc.
In generale è proprio la moda dei tablet che sta passando, più che la loro vera funzionalità

Fabrizio

Come se fosse un problema infatti, è sempre stato così con i pro e contro del caso

Rendiamociconto

ma infatti non c'è nulla di male, anzi non cambia nulla nel comprare o meno un prodotto loro, anzi lo prenderei visto che sono validi.

Ma le prese per c...o e i messaggi subliminari da far circolare e pure doverli sorbire come se fosse vero proprio no.
Non voglio contribuire a fare da marketing verso altri stessi clienti e verso me stesso.

Lorenzomx

Molto probabilmente succederà come oggi con Realme: la Realme UI è una versione leggermente personalizzata della ColorOS

002FA7

In Cina i nuovi OnePlus hanno già la Color OS, probabilmente è questione di tempo e sarà così anche da noi

asd555

Ma infatti si parla di situazione attuale.
Con i "se" non si va da nessuna parte, Google non ci ha mai messo impegno sulla cosa, gli altri seguono a ruota e di conseguenza Apple mangia tutta la torta.

HeySiri

Ho letto però che vogliono unificare OxygenOS con la ColorOS

002FA7

Esatto, odio come in ogni modi tentino di fare passare OnePlus come l'aziendina artigianale che dal nulla si è fatta strada tra i big.
Queste cose accadono nelle favole, OnePlus non è altro che un nome diverso da attaccare sul retro dei telefoni Oppo, così è sempre stato e così sarà.
La cosa non è che sia un male, funziona così, proprio come so che una Seat Ibiza è una Polo rimarchiata, però mi darebbe fastidio se Seat tentasse di comunicare continuamente di essere un'azienda indipendente e di fare tutto da sola.

002FA7

Ancora con la storiella della fusione? Gli smartphone OnePlus sono sempre stati Oppo rimarchiati e lo saranno per il resto della loro esistenza

Simone

Non sono d'accordo, il mercato ci sarebbe se Google si fosse preoccupata di sviluppare un'interfaccia per tablet, discorso analogo per gli smartwatch, Apple ha dimostrato che il mercato c'è, sono i competitor che non sono stati in grado di accogliere quelle 3-4 richieste della potenziale utenza.

asd555

GAME CHANGER!

Dove vogliono andare in un settore ormai morente e dominato da Apple dove un pachiderma come Samsung si prende le briciole?
Bah.

Rendiamociconto
Il processo terminerà entro la fine dell'anno e farà diventare OnePlus diventa un brand all'interno di OPPO, pur mantenendo una certa autonomia e indipendenza. Grazie a questa operazione, OnePlus potrà disporre di più risorse non solo lato software ma, evidentemente, anche lato hardware

ci vuole coraggio a far girare e propinare ancora le note stampa di oppo per far passare il messaggio anche a livello sublinare......dopo anni e anni di modelli rimarchiati uguali ancora con queste favolette in cui nemmeno il produttore ci crede ma devono crederci i clienti

Massimo A. Carofano

Rimarrà sicuramente il problema di un'interfaccia "Tablet" da sviluppare..

Recensione OnePlus Nord 2: sarà lo smartphone giusto per molti

Xiaomi Mi 11 Lite come non l'avete mai visto | Video

Recensione Sony Xperia 1 III: super fotocamere e spirito bollente

Recensione vivo X60 Pro: cosa offre lo smartphone ufficiale degli Europei