Huawei MatePad Pro e MateBook X Pro ufficiali: specifiche, prezzi e VIDEO

24 Febbraio 2020 71

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Huawei MatePad Pro e la rinnovata serie MateBook sono solo alcune delle novità presentate oggi dall'azienda cinese. Il tablet 5G - ma ci sarà anche una versione WiFi - e il portatile X Pro con processore Intel Core vanno dunque ad affiancarsi all'atteso pieghevole Mate Xs, anch'esso fresco di annuncio e destinato al mercato europeo. Con questi, poi, sono stati svelati interessanti dettagli relativi a WiFi AX3 e a 5G CPE Pro 2, due soluzioni di connettività WiFi 6 implementate da Huawei.

MATEPAD PRO

Annunciato in origine per il mercato asiatico a fine 2019, Huawei MatePad Pro è un tablet dalle cornici sottili e dal rapporto schermo-scocca del 90%, reso possibile dall'integrazione della fotocamere nel foro. Sono tante le funzionalità presenti, rese possibili dal processore Kirin 990 ed all'interfaccia EMUI 10: Multi-Window (più app contemporaneamente), Multi-screen Collaboration (trasferimento file con drag&drop tra smartphone e tablet), Huawei App Multiplier (divisione dello schermo in due finestre, entro la fine di marzo saranno 3000 le app compatibili), più tutte quelle correlate alla M-Pencil ed alla Smart Magnetic Keyboard.

M-Pencil è sicuramente uno degli strumenti più attesi per questo MatePad: ha 4.096 livelli di sensibilità alla pressione, il supporto per l'inclinazione e la piena compatibilità con il nuovo blocco note e Nebo. É anche presente la modalità Desktop con supporto fino a 8 app o processi aperti contemporaneamente.

Dal punto di vista estetico, il tablet ha un design micro-curvo, una scocca in lega di magnesio ed è disponibile nelle colorazioni Forest Green e Orange con finitura vegan, e Pearl White e Midnight Grey con finitura in fibra di vetro.

SPECIFICHE TECNICHE

  • dimensioni:
    • 246x159x7,2mm
  • OS:
    • EUI 10.0.1 basato su Android 10
  • display:
    • IPS 10,8" 2560x1600, 280ppi, DCI-P3, 540nit, contrasto 1500:1
  • chipset:
    • Kirin 990
    • NPU Da Vinci
  • RAM:
    • 6/8GB LPDDR4x
  • memoria interna:
    • 128/256/512GB UFS 3.0 espandibile fino a 256GB
  • connettività:
    • 5G (opzionale), WiFi 802.11ac dual band, Bluetooth 5.1, USB-C, jack da 3,5mm
  • audio:
    • 4x speaker
    • 5x microfoni
    • tuning Harman Kardon
  • batteria:
    • 7.250mAh con ricarica SuperCharge 40W, supporto a reverse charging
  • fotocamera anteriore:
    • 8MP AF
  • fotocamera posteriore:
    • 13MP AF

Huawei MatePad Pro e relativi accessori saranno presto disponibili in Italia ai seguenti prezzi:

  • 6/128GB WiFi: 549,90€
  • M-Pencil: 99,90€
  • Keyboard: 129,90€
MATEBOOK X PRO

Le novità riguardano anche la gamma di notebook MateBook, con l'introduzione del modello X Pro, il primo FullView con bordi ridotti (rapporto schermo-scocca del 91%) e un design accattivante con il display 3:2, la scocca unibody CNC a finitura sabbiata, uno spessore di 14,6mm e un peso di 1,33kg. Sarà disponibile nelle colorazioni Mystic Silver, Space Gray e Emerald Green, quest'ultimo (una novità) con il logo Huawei in oro.

All'interno troviamo i processori Intel Core di 10a generazione con GPU NVIDIA GeForce MX250, ideale per il gaming e il video editing, oltre alla fruizione dei contenuti multimediali. Il sistema di raffreddamento intelligente passa in modo dinamico tra la modalità attiva e quella passiva, mentre le due ventole Shark Fin Fans 2.0 garantiscono una più rapida dispersione del calore.

Huawei Share e Multi-screen Collaboration arricchiscono ulteriormente le funzionalità di questo notebook, rendendolo ideale anche e soprattutto per un ambiente lavorativo. Windows e Android diventano un unico ecosistema, con la possibilità di utilizzare gli accessori del notebook come periferiche dello smartphone.

SPECIFICHE TECNICHE

  • dimensioni e peso:
    • 14,6x304x217mm per 1,33kg
  • OS:
    • Windows 10
  • display:
    • LTPS da 13,9", rapporto schermo-scocca 91%, 3000x2000, 260ppi, 3:2, sRGB 100%, contrasto 1500:1, 450nit, touchscreen
  • processore:
    • Intel Core i5-10210U di 10a generazione
    • Intel Core i7-10510U di 10a generazione
  • GPU:
    • NVIDIA GeForce MX250 con 2GB GDDR5 / Intel UHD Graphics
  • memoria:
    • 8/16GB LPDDR3 2133MHz
  • storage:
    • 512GB / 1TB SSD
  • sensore impronte:
    • nel tasto accensione
  • porte:
    • 1x USB-A (USB 3.0)
    • 1x USB-C (USB 3.1)
    • 1x USB-C
  • connettività:
    • WiFi 802.11ac dual band 2x2 MIMO, Bluetooth 5.0
  • audio:
    • 4x mic
    • 4x speaker
  • batteria:
    • 56Wh
  • fotocamera frontale:
    • 1MP

Queste le configurazioni che saranno rese disponibili a partire da aprile 2020:

  • i5/16GB/512GB/UMA/Touchscreen: 1.499€
  • i5/16GB/512GB/MX250/Touchscreen: 1.699€
  • i7/16GB/1TB/MX250/Touchscreen: 1.999€
WIFI AX SERIES

Huawei dirige il gruppo di lavoro sullo standard IEE 802.11ax, ora conosciuto più semplicemente come WiFi 6. Al suo interno sono presenti 5 esperti dell'azienda, fattore che ha contribuito allo sviluppo di una nuova soluzione proprietaria basata su questa tecnologia e che viene ulteriormente migliorata tramite ottimizzazione software. Si chiama WiFi 6+, e supporta una larghezza di banda di canale end-to-end a 160MHz e la tecnologia dinamica a banda stretta di Huawei. A beneficiarne sono sia la velocità che la copertura del segnale.

Proprio su questa tecnologia si basano i chipset Gigahome 650 e Kirin W650 dedicati rispettivamente a router e smartphone.

  • WiFi AX3 è la serie basata sul chipset Gigahome 650 con funzionamento dual-band dual-concurrent fino a 3000Mbps. In sinergia con un dispositivo Huawei compatibile con WiFi 6+, i router possono migliorare ulteriormente copertura e velocità.
  • Huawei 5G CPE Pro 2 è l'inedito WiFi 6+CPE con supporto fino a 11 bande 5G e tecnologia Super Uplink: a beneficiarne, in questo caso, sono velocità di upload e latenza.
APPGALLERY

Quella di oggi è stata l'occasione anche per tornare a fare il punto della situazione su AppGallery, lo store digitale di Huawei chiamato a dare linfa all'ecosistema proprietario. HMS Core arriva alla quarta release, ed è costituita da strumenti dedicati agli sviluppatori nell'ambito della strategia Seamless AI Life All-scenario. In questo modo è possibile implementare funzionalità come HiAI e quelle per la fotocamera direttamente sulle app.


Sono disponibili anche Quick Apps, nuova categoria di app che non devono essere installate e occupano pochissimo spazio nella memoria dello smartphone. Su AppGallery le Quick Apps sono già più di 1.700. Huawei ha infine rinnovato il massimo dell'impegno in materia di sicurezza per evitare che sullo store siano presenti app dannose.

VIDEO


71

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Stefano Bortolacelli

Per fortuna che era Apple a copiare.

disqus_ECsvBh9gay

Ragazzi, scusatemi se mi rivolgo qua ma sono disperato: Android non mi riconosce più la sequenza, legge l'impronta ma subito dopo domanda la sequenza ed è sempre quella, non l'ho cambiata. Sto diventando matto.

OnlyKekko

Tra l'altro per azzerare o quasi le cornici su un tablet.
Il che è ridicolo.

Scontista

Proprio ideale per il gaming non mi sembra....

sopaug

ma soprattutto va ricordato che se si usano in un notebook finiscono per cuocerlo. Vanno bene come aiuto per photoshop/premiere al più, non certo per sessioni di gaming su un ultrabook.

sopaug

ma l'x pro esiste da 2 anni, è l terzo modello che fanno. E il form factor e lo schermo sono sempre gli stessi. Ottima macchina peraltro.

Tiwi

soluzioni interessanti, ma senza gapps sei sempre limitato..

Simi Valerio

Grazie!!

TomTorino

Devi usare l'app di aliexpress, le altre non vanno

Aster

Tutte due,alla fine al utente medio va bene anche 2x2

Mauro Morichetta

Non ci posso credere ogni volta che vedo un video tuo sembri sempre improvvisato, la gaf della penna è a metà fra l'esilarante ed il triste, l'intro poi...ci provo a ragionare sopra ma ormai la fiducia per Gabriele è al minimo storico, dopo il live batteria del Pixel 4, il video degli influenzer, passando per il Razr 2019 senza eSim, sottolineo nuovamente che la redazione dovrebbe fare qualcosa per cercare di aiutarlo viste le oggettive difficoltà che sta incontrando.

Wanderer

Penso di aver capito, grazie come sempre ; )
Dici che secondo te nessun produttore può montare chip 3x3 per questioni di ingombro? O non li montano per questione di accordi commerciali?

Nicola Mastrandrea

Devono piacere a noi mica alle masse :)

Nicola Mastrandrea

Una versione su quei prezzi con Windows on Arm sarebbe stata fantastica.

Nicola Mastrandrea

Purtroppo le MX150/250 sono servite proprio a dire che un determinato laptop ha una scheda grafica dedicata e associargli il concetto di gaming (per l'utente da volantino). Ricordiamo che se da un lato occorre sempre capire se sono le versioni da 15W o 25W (l'implementazione dipende dal produttore) dall'altro è l'ultimo retaggio di un architettura e processo produttivo oramai superato. A questo punto spingere di più sulle Ice Lake con G7 o aspettare le APU 4000 di AMD avrebbe più senso (per chi compra, chi produce ha questi portatili pronti da mesi).

Mario Sernicola

Pensavo la stessa cosa... come si fa a dire che MX250 sia ideale per il gaming se neppure le 1650 lo sono (e sono quasi 3 volte piu' veloci) :(

Bauscia
Del Fante Guido

Il pro se lo facevano con Windows aveva senso, prodotto con android azzoppato ha poco senso.

jacopokc

E cosa cambia? Il modulo fotocamera è quello, con o senza notch. Se entra nelle cornici lo metti lì, se non ci entra fai il notch. Poiché gli smartphone non hanno cornici allora mettono il notch.

Andredory

Ma P30 Pro ha il Notch...

jacopokc

E qui fa ancora più ridere, perché nelle cornici ci entra benissimo la fotocamera interna del p30 pro(a quanto mi sembra dalle proporzioni); ma in ogni caso si trova una fotocamera che ci entri. È stata una loro scelta volontaria quella di bucare lo schermo.
Inoltre, nessuno si è mai lamentato delle cornici di un tablet, è un dispositivo da lavoro o da casa, finché lo tieni su un tavolo o in una borsa le cornici non sono un problema, mentre se lo tieni in mano, allora un tablet con cornici è più comodo.

Andredory

Effettivamente però la fotocamera non ci stava nelle cornici a meno di aumentarle...

Andredory

Secondo me il Matebook D 14" (solo questa versione, non quella da 15") è una delle migliori soluzioni. Costa 700€ e ti danno incluso il Watch GT 2 e 1 anno di office. Io l'ho preso allo store di Milano e mi hanno anche dato le Freebuds. Ho rivenduto orologio e cuffie a 250€ e quindi l'ho pagato solo 450€... In generale l'orologio dovrebbe essere facilmente piazzabile sui 120-130€. L'unica cosa è la retroilluminazione che dura solo 15" e poi si spegne, non ho trovato nessuna opzione per aumentare il tempo di spegnimento. È estremamente compatto per il costo che ha, molto bello e con cornici ridotte ed in metallo. L'SSD è molto buono, meno di 10 secondi e sei dentro. Inoltre Pc manager di Huawei è fatto benissimo ed è un'applicazione veramente molto utile e nel Pc non sono presenti Adware e altra roba che si installa da sola.
Come alternative ci sono gli Acer Swift che hanno i nuovi Ryzen serie 4000 ed i Lenovo (che hanno delle cornici assurde nel 2020). Poi c'è roba molto valida anche della Dell della serie Inspiron. Anzi, con sconti e tutto sul sito Dell forse ti prendi anche un computer da gaming modello base.

Guido

Io ero curioso per il Matebook 13.

antokio

infatti è il modello meno sensato

Simone

E certo, spendiamo 700 e passa euro per vedere dei video quando a quel prezzo si vendono i TV 60", certo che voi siete tutti emiri coi soldi che non avete e che spendereste immotivatamente.

marco

Bello sto ipad tarocco

Aster

Perche in che mondo vivi?

Aster

Tipo da anni su macbook ci sono i chip wifi 3x3 e non a caso i macbook sono quelli con velocita in wifi maggiori di tutti.Nonostante l'hardware non e sempre al top.Immagino che nessuno dei produttori possa montare un chipset Qualcomm AC o Broadcom AC 3x3 o Marvell AC in formato mini pcie a mezza altezza.Quello dei macbook e piu grande e gli altri M.2 PCIe wireless anche se in alcuni store cinesi ci sono ma non so se sono veri 3x3.In parole povere diciamo hanno 3 antenne

Wanderer

Ciao Aster.
Potresti spiegare meglio questo punto?

Mat

Si sa qualcosa dei Matebook 13 e 14?

Pinzatrice

Beh, con Windows ARM ne avrebbero venduti almeno tre in effetti...

fabio
point0

I soliti schizoidi del ventunesimo secolo

Claudio

Non riesco ad accedere al forum ..... applicazione non va più e il forum mediante link non funziona....
Come si può fare?

Leandro Malara

il famosissimo windows 10 su ARM....

Randolph Carter™

È già piuttosto basso, rispetto ai Samsung.

Sasi Basy

Senza Gservices in pochi lo compreranno, quindi il prezzo calerà, o mi sbaglio?

Nicola Mastrandrea

Mi sembra strano che il tablet ed il laptop abbino ancora WiFi 5.

Ex.

Solo Huawei poteva fare una cosa del genere, se non fanno boiate per farsi riconoscere non sono contenti

I-lorenzo

un i5 a 1700€ per farci cosa?

Fabios112

Meno male che hanno messo i 16 gb

I-lorenzo

si, e anche con la tastiera.
però a me non piace il formato, lo vorrei con le cornici più sottili sui lati corti

justmt

Per uso normale puoi prendere il Matebook D, intorno ai 600/700 euro, completo sotto ogni punto di vista

Simi Valerio

OT : Quindi se volessi un laptop per un uso normale da casa max 800 euro cosa mi consigliate? O è meglio aspettare ?

AntonioSM77

Rincaro la dose: vendere Tablet da oltre 500€ e SENZA Google Play services, nel 2020, è diabolico. Farei già fatica ad acquistarlo a 250€, a queste condizioni. Se poi ci aggiungi il fatto che la penna non è inclusa ma comporta un ulteriore esborso di 100€, siamo proprio alla follia.

NEXUS

non è male, ma un tablet pro non vale più di 500 euro, però tanto tra poco lo si troverà a 400

Ansem The Seeker Of Darkness

ah allora meglio l'ipad base direi. Anche se oramai come hardware è un po' datato.

giacomofurlan

Ha il suo perché. Dipende tutto da quel che devi farci... a meno di casi particolari, infatti, non prenderei proprio mai in considerazione un tablet.

Recensione Xiaomi Mi 10 Pro 5G, audio super e video 8K ma il prezzo sale

#HDonAir faccia a faccia con Samsung: le nostre e le vostre domande

Migliori smartphone fino a 200 euro: ecco i top 5 da comprare | Marzo 2020

Recensione Samsung Galaxy S20+: quel che serviva, senza strafare