Microsoft svela Xbox Series X, Sony temporeggia con PlayStation 5 | Editoriale

16 Marzo 2020 33

Xbox Series X è ormai ufficiale. Le specifiche della prossima console di casa Microsoft sono sulla bocca di tutti, mentre non sappiamo quasi nulla della sua diretta rivale, ovvero PlayStation 5.

Nel corso degli ultimi mesi abbiamo assistito all'enorme differenza di comunicazione tra Microsoft e Sony: la casa di Redmond ha raccontato la sua console tramite tanti aggiornamenti ufficiali che sono culminati con le informazioni rilasciate oggi. Sono ormai diversi mesi che Phil Spencer si esprime sui vari aspetti di Series X, mentre in casa Sony tutto tace.

Mancano quindi delle mosse significative da parte della casa giapponese; certo, ha svelato il logo di PS5 e ha comunicato delle specifiche di massima, giusto per far capire in che campo sta giocando, ma nessuna di queste informazioni ci permette di tracciare un identikit preciso di PlayStation 5. Solo i rumor o le dichiarazioni dei partner - come nel caso di AMD - ci lasciano intuire che grossomodo si tratterà di una console molto simile a Series X, con alcune piccole differenze, specialmente nel sistema di controllo.


Sony utilizzerà l'architettura RDNA 2 per PS5? Possibile, ma ancora non lo sappiamo. Integra SSD? Certamente, è stato confermato, ma non abbiamo idea delle sue performance. Possiamo espanderne la memoria con schede dedicate? Probabile, ma chi può dirlo ad oggi? Insomma, di PlaySation 5 sappiamo davvero poco e se anche Microsoft avesse usato una simile strategia di comunicazione, oggi potremmo tranquillamente pensare alla next gen come ad un immenso vaporware, anche alla luce dei possibili ritardi di commercializzazione che aleggiano su entrambe le macchine, a causa dell'epidemia di coronavirus.

Ovviamente sappiamo benissimo che in Sony non sono certo degli sprovveduti e che se tutto tace un motivo c'è. Proviamo quindi ad analizzare le ragioni che potrebbero aver portato la casa giapponese a giocare questa partita in difesa e quelle che hanno spinto Microsoft a puntare tutto sull'attacco.

MICROSOFT PARTE IN SVANTAGGIO: DEVE PER FORZA SBILANCIARSI

L'elemento fondamentale da cui si deve partire, per capire a pieno la situazione, è lo stato attuale del mercato. Sony gongola dall'alto delle sue 110 milioni di PlayStation 4 vendute sin dal lancio, mentre Xbox One non naviga in ottime acque (e Microsoft ha preso atto della situazione) con circa 40 milioni di unità piazzate. Un risultato senza dubbio poco eclatante, specialmente se consideriamo che persino Switch ha agevolmente superato la console di Redmond in meno di 3 anni.

Tutto questo ci fa capire una cosa: Microsoft ha fretta e voglia di far ripartire la corsa da zero, mentre Sony non ha alcuno stimolo che la spinga a scoprire le sue carte prima che sia necessario: la sua base installata è infatti una garanzia importante anche per il futuro, dal momento che il desiderio di Microsoft potrebbe realizzarsi solo in parte.

Alla luce di quanto emerso sino ad ora, infatti, il passaggio alla next gen sarà molto meno netto che in passato. Anzi, possiamo a tutti gli effetti paragonarlo - con le dovute proporzioni - a ciò che è avvenuto con il lancio dell'attuale mid gen. Ci troviamo quindi in un periodo storico nel quale le prossime console saranno una netta evoluzione di quelle attuali, ma non taglieranno in alcun modo i ponti in termini di compatibilità e servizi. Square Enix ha chiaramente confermato questo scenario, dichiarando apertamente che tutti i suoi prossimi titoli saranno cross gen. La stessa Microsoft ha ulteriormente ribadito ciò durante uno dei post di Phil Spencer.


Lo scenario che ipotizziamo è quello in cui PlayStation 4 e Xbox One S possano sparire gradualmente nel corso dei prossimi anni, lasciando a PlayStation 4 Pro e Xbox One X (o alla famosa Lockhart, se Microsoft vorrà spingersi oltre) il ruolo di console entry level. Per diverso tempo il software sarà in comune con quello di PlayStation 5 e Xbox Series X, ma dovremmo attendere un bel po' di tempo prima di assistere al passaggio completo alla next gen.

Microsoft si trova quindi in una situazione di svantaggio ereditato: la sua prossima console non potrà godere della tanto agognata ripartenza che le avrebbe permesso di giocare una partita quasi ad armi pari con Sony. Il peso della attuale generazione continuerà a farsi sentire e la prossima Xbox deve risultare per forza di cose molto più accattivante agli occhi dei giocatori. Per questo motivo il rilascio continuo di informazioni appare la miglior strategia comunicativa che Redmond potesse scegliere.

Microsoft deve far capire ai giocatori di avere la situazione sotto controllo, di essere pronta a portare sul mercato il meglio che la tecnologia possa offrire e deve riuscire a fare in modo che ogni volta che si parli di next gen, Xbox Series X sia presente nel discorso con temi concreti e reali, lasciando a PlayStation 5 il ruolo di console misteriosa e lontana. Microsoft ha bisogno di esserci per imprimere al meglio il suo nome nella mente di tutti coloro che stanno guardando alla prossima generazione, ma non solo.

Alcuni annunci sono anche serviti a creare una sorta di clima di sicurezza che potesse consentire a chi non ha ancora una console di avvicinarsi oggi al mondo Xbox senza rischiare di trovarsi fregato con il salto generazionale. Il riferimento va in particolare a Smart Delivery, una delle novità che Microsoft si è impegnata ad implementare sin da subito e che abbiamo visto essere stata accolta anche dai CDPR con il loro Cyberpunk 2077.


Per chi se lo fosse perso, Smart Delivery garantisce che tutti i prossimi titoli first party di Xbox vengano resi disponibili all'utente nella loro versione migliore in base alla console utilizzata. In poche parole: compri oggi Halo Infinite per Xbox One e potrai usarlo domani sulla tua Series X con una versione ottimizzata proprio per quella console. Insomma, invece che acquistare una copia del gioco, l'utente si porta a casa una licenza del titolo che va al di là della piattaforma.

Come ben sappiamo, le vendite delle console vengono spalmate nel corso di moltissimi anni e poche avvengono al day one. In quella fase solo una piccola fetta di utenti decide di buttarsi sull'hardware appena uscito, mentre la maggior parte attende la prima revisione hardware che possa eliminare i difetti della prima generazione e che - possibilmente - introduca un primo taglio di prezzo.

Ed è esattamente a questa grande fascia di utenti che si rivolge l'annuncio di Smart Delivery, proprio alla luce del passaggio graduale verso la next gen. Microsoft punta quindi ad espandere anche l'attuale base di giocatori rassicurandoli del fatto che tutti i loro investimenti attuali sono comunque garantiti: acquistare uno dei prossimi titoli in uscita per Xbox One non vuol dire buttare soldi, bensì iniziare a giocare prima e poter comodamente passare alla next gen quando si sarà pronti per il salto.

SONY GIOCA IN DIFESA: PER QUANTO POTRÀ CONTINUARE?

Il motivo per cui Sony stia adottando la strategia del silenzio è quindi chiaro. Al momento la casa giapponese è in una botte di ferro, sicura che il peso della sua grossa base installata continuerà ad essere efficace anche nelle prime fasi della prossima generazione. Consideriamo infatti aspetti come la scarsa diffusione del cross-play. Questo da solo basta a dare un importante vantaggio a Sony, la quale potrà contare sul fatto che i suoi utenti PlayStation 5 potranno giocare online con le altre 110 milioni di PlayStation 4 vendute.

Tuttavia questo scenario è destinato a scomparire con il tempo e il vantaggio di Sony rischia di non essere più efficace già nel giro di un annetto. Sono infatti sempre di più i titoli che si stanno spostando verso una politica rigorosamente cross platform (l'ultimo è Call of Duty Warzone) e nel momento in cui tutti i principali giochi multi player l'avranno abbracciata, arriveremo in una situazione in cui la piattaforma non conta più e Sony non avrà più il coltello dalla parte del manico.

L'arma più potente nelle mani della casa giapponese è al momento rappresentata dalle sue esclusive. È innegabile che l'ultimo anno (e non solo) sia stato più avvincente per i giocatori PlayStation 4 rispetto a quelli Xbox One, ma anche qui stiamo registrando un lento - ma inesorabile - cambio di tendenza, con l'apertura verso il mondo PC.

Horizon Zero Dawn si sposta su PC. Le esclusive Sony si affacciano ad altre piattaforme

La politica attendista di Sony potrà quindi continuare ancora per poco, anche se difficilmente verrà abbandonata prima del lancio ufficiale delle due console. Non ci aspettiamo che le notizie divulgate oggi da Microsoft possano spingere Sony ad accelerare le tempistiche della comunicazione, anche perché manca ancora il dettaglio fondamentale che potrebbe smuovere la casa giapponese: il prezzo.

Sarà solo il rilascio di questo unico dettaglio ad indurre Sony a cambiare marcia, dal momento che è solo su questo elemento che si giocherà la vera partita della next gen. Non importa quanto le specifiche siano impressionanti: la casa che riuscirà a proporre il minor numero di compromessi al prezzo migliore sarà quella che vincerà questo primo round. Sony attende proprio questo dettaglio per rispondere a modo a Microsoft. Non stupiamoci quindi del fatto che sia ancora rimasta in silenzio.


33

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
TomTorino

Premetto di avere una certa età e la mia è una ingenua riflessione: Chi spende in questo momento 6-700 euro per una console quando non c'è alcuna idea sulla possibilità di mantenere il lavoro dopo questa pandemia? E' anche vero che gli investimenti sono stati fatti ben prima della crisi finanziaria e conviene a tutti far finta di nulla. Al consumatore, da ora in poi conviene riflettere bene sulle priorità di spesa.

Daniele Samprati

Speriamo mi faranno cambiare consolo. gioco ancora con la ps3 e con la xbox ... Speriamo la smettano di fare giochi come assassins creed, almeno in giocabilità...cioe cammini cammini cammini sto punto meglio ninja blade almeno te la sudi... Ormai i giochi sulle nuove console sembrano adatti a cervelli di max 7 anni ma cazzo almeno 5 titoli di giochi difficili da finire con morti quasi realistiche no? Mica siamo tutti ....

Scorpione91

Le esclusive Nintendo incarnano meglio di chiunque il concetto di esclusività. Non sono lontanamente paragonabili a nessun'altra esclusiva per quanto concerne la fantasia, l'incanto e l'amore per i videogiochi nel loro senso più puro. Inoltre hanno moltissima varietà. Senza nulla togliere ad Halo e compagnia, ma davvero siamo su due mondi inconciliabili.

Bogdan Batura

La Sony annuncerà la ps 5, in un mega evento online, dopo l'uscita delle ultime perle per la ps attuale aka Tlou2 e got, hanno la strada spianata da un bel po', invece la controparte dopo epic fall delle attuale gen, prima debolina e poi tutti muscoli e niente giochi, deve per forza farsi pubblicità!

Bogdan Batura

Bhe la ps3 dopo un travagliato inizio si è ripresa in modo epico, a difesa della one che un epic fall

Bogdan Batura

Per i titoli più in voga, e miglioramento riusciti, ci saranno dei aggiornamenti, che migliorano la grafica, poi se devo pagare un paio di euro per aggiornare il gioco per la nuova gen, non lo trovo poi tanto male!

Appunto, mi stai dando ragione...

GianTT

No attenzione, non sto dicendo che Sony non capisca cosa vogliano i suoi utenti o abbia sbagliato qualcosa sulla Playstation, anzi. In linea di massima produce sempre device di buona o buonissima qualità, superiore a quella media sul mercato. Ma non ha brillato negli ultimi anni in termini di capacità di vendere i propri prodotti. Lato mobile avrebbero potuto rappresentare una nicchia interessante, così come anche con altri prodotti (i vecchi Vaio ad esempio) potevano presentarsi meglio

LegatusOnoris

Mi sembra che sul fronte playstation, le scelte di Sony sian state decisamente valide negli ultimi anni. Darei beneficio del dubbio. Poi ci vuole poco a rovinare tutto,eh, per carità. Ma non penso che vogliano sputtanarsi uno dei brand più forti in ambito gaming

macosx

Paragonare Mario e Zelda ad halo vuol dire non averci mai giocato.
Ho giocato ad halo e ho giocato a Mario e sopratutto Zelda... Halo dopo il 3 è diventato sempre la solita minestra riscaldata... Mario e Zelda arricchisce il gameplay in una maniera incredibile.

Frederick

Definire Switch ibrido con metà Potenza è segno della tua totale malafede/faziosità.
Switch è un mondo a parte eee...ahimè anche in questi giorni di quarantena mette in campo la sua totale differenza rispetto alle altre console tradizionali grazie a par party game in locale o grazie a un RingFit.
Sul discorso verità parlano i fatti.

Richard “Rage” Salvato

Non è questione di di fedeltà al marchio, intendo proprio che un utente che sceglie PlayStation non lo fa per la potenza ma per i giochi e su questo Sony ha già ribadito la sua linea guida

Yuri1192

non credo che questo articolo si focalizzi su chi è fidelizzato...

LaBraceAccesa

E tu scrivi senza sapere, specie sull'affermare che sulla console di sony non c'è varietà a contrario di microsft (addirittura definirla TOTALE, ok)

Affermanzioni di pura fantasia, ricordiamoci di come la one si sia fatta superare da un ibrido con metà potenza(ed è pure uscita svariati anni dopo)
I motivi li conosciamo tutti.

Frederick

Più che vantaggi o svantaggi ipotetici,la cosa che muoverà i numeri al lancio sarà la gestione dei nuovi titoli....e nella fattispecie mi riferisco solo a questo:
Sony come gestirà i titoli in uscita al lancio e nell'immediato post lancio????
Su MS si è capito che ci sarà un solo pacchettizzato e una sola versione in digitale dei vari giochi in uscita, che si adatterà o patchera a seconda della versine di Xbox che abbiamo a casa,compreso cyberpunk 2077 tanto per citare un titolo che muove il mercato ( e questa scelta di CD project influenzerà altri ) oltre alla totalità delle esclusive e dei titoli sul PASS, quindi il passaggio sarà progressivo e fluido,e infine vantaggioso perché valorizza la libreria passata e presente,compresi i titoli in sospeso.
Su Sony avremmo vari pacchettizzati???
i titoli ps4 gireranno su ps5 e questo è certo.... ma lo stesso gioco Ps4 giocato su ps5 girera in versione ps4 o ps5???e se no,dovremmo acquistare una patch???
E quindi mi chiedo quante versioni ci saranno di cyberpunk 2077 o final fantasy 7 remake , R3 Remake,tlou 2 per citare dei titoli che usciranno quest'anno????
Io aspetto queste risposte più che le specifiche o altro....e fin che non ci saranno queste risposte a mio avviso il mercato è molto più fluido di quello che si pensa.
Basti pensare a wiiu o ps3 o il tv tv di One.

Frederick

Che luoghi comuni...oltretutto scritti mentendo eee...ahimè sapendo di mentire.

Frederick

In realtà mi pare che Sony sia quella con la minor diversificazione in fatto di generi nelle propie esclusive.
Nintendo non propone un titoli uguale all'altro pur usando spesso gli stessi personaggi.
Ms invece propone una diversificazione di generi totale,forse l'unica pecca è la sensazione che manchi sempre il gigante tripla AAA .

Ansem The Seeker Of Darkness

La differenza di prezzo e prestazioni per me sarà minima.
Quello che intendevo è che con PS5 110 milioni di utenti possono portare la ps4 al gamestop (se non fallisce) e farsi fare uno sconto più o meno importante senza perderci nulla perchè i giochi saranno comunque compatibili sulla consolle nuova.

Ansem The Seeker Of Darkness

Che se a uno non piacciono fps online o giochi di corse non c'è mezza esclusiva interessante.
Sony forse non avrà il miglior fps o il migliorgioco di macchine, ma almeno ha esclusive di tutti i generi

Giu P

Bella la console , mi piace . Anche se punterò direttamente a ps5 , poi successivamente magari prendo anche questa series x .
Le esclusive sono state determinanti per segnare il successo di Sony in questa gen , quindi do fiducia anche su ps5

GianTT

O banalmente Sony ha un pessimo reparto marketing, come hanno dimostrato anche sul mobile. Non saranno le specifiche hardware a poter impensierire Sony su questo mercato, faranno molta più paura le evoluzioni cloud-based e i servizi alla Game Pass, che alla lunga potrebbero far male se i giapponesi non si attrezzano

LaBraceAccesa

Tu non hai nemmeno la più pallida idea di quante esclusive detiene nintendo.
Bisogna contare su un numero variegato di generi per accontentare il maggior numero di utenti e non come ha fatto microsoft, nel contare solo su sparatutto, racing e...un insulso giochino coi pirati giocattolo.

Richard “Rage” Salvato

Veramente non capisco perché tutto sto casino, io di PlayStation so già tutto quello che mi interessa, continueranno con i giochi story driven e si impegneranno ad avere giochi single player di qualità, cosa me ne frega poi della potenza e della forma...?

eL_JaiK
Andrea Ciccarello

Gli StateOfPlay sono stati uno peggio dell'altri in questi mesi. Se ti chiedessi cosa hanno presentato nell'ultimo probabilmente mi diresti il video di TLOU 2 e basta, proprio perchè non sono indimenticabili.

"poi a detta di microsoft loro vogliono puntare non piu contro sony ma puntare sullo streaming videoludico e andare contro amazon e google, quindi Sony ha già vinto la next gen perchè microsoft guarda altrove e sony può fare come sta facendo perchè non ha rivali attualmente"
Non annuncimo i vincitori quando la partita non è ancora cominciata per favore. Ce la ricordiamo ps3 al lancio o xbox one nel 2013?

Tolemy

Che problema c'è con l'ennesimo Halo e ventimillesimo forza? Se sono fatti bene ben vengano.
La stessa nintendo che tu hai citato vive con l'ennesimo Mario e ventimillesimo Pokemon/Zelda/Smash...

macosx

Fino a quando le esclusive di microsoft non inizieranno ad essere variegate (stanno rompendo le p4lle con i battle royale e con la grafica da bimbiminkia, e sottolineo da bimbiminkia perchè non è colorata e ben fatta come quella di nintendo) allora Sony dorme sonni tranquilli, iniziassero a tirare fuori qualcosa che non sia l'ennesimo halo e il ventimillessimo gear e forza.

ciccio35

Non credo che il divario di prezzo sarà così ampio. Secondo me sto giro saranno allineate nel prezzo, con diffrenze minime (nell'ordine dei 50€). I 500 sono una soglia psicologia importante, soprattutto per un genitore. Tuttavia vedendo l'hardware di cui si parla temo che la tua stima di 600€ non sia poi così improbabile per entrambe.

Tornando al discorso retrocompatibilità, ci sono diversi titoli console che vorrei provare su play station, primi fra tutto god of war, kh e ff7 remake. Ma sperando in una buona retrocompatiblità per titoli di questo calibro con la console di prossima generazione aspetto sta benedetta ps5 e i giochi "vecchi" al limite me li faccio prestare

Ansem The Seeker Of Darkness

imho ad oggi il più grosso vantaggio di Sony non sono le esclusive ma la retrocompatibilità.
I 110 milioni di possessori di PS4 andranno più facilmente su ps5 semplicemente perchè potranno dare dentro la consolle vecchia e prendere la nuova senza perdere nessun gioco.

A meno che sony non faccia un lancio disastroso in maniera epocale, chi è che sceglierebbe xbox a 600€ quando con 400 si potrebbe prendere la ps5 tenendosi tutti i giochi?
(I numeri sono ovviamente indicativi)

momentarybliss

Sony semplicemente non ha fretta perché il 2020 è in una botte di ferro, devono ancora uscire titoli spettacolari a prescindere dalle performance e dai teraflops e non ha alcun bisogno di far parlare di sé tramite Digital Foundry. Le basta e avanza la pubblicità che scaturisce dal gradimento e dalla soddisfazione di decine di milioni di giocatori

Massimiliano Frampi

guarda che Sony fa eventi come nintendo chiamati StateOfPlay e sono identici mezz'ora di news trailer gameplay e annunci
e possono permetterselo, potete dirmi quello che volete tra servizi ecc ma le esclusive sono tutto e lo dimostrano i numeri di nintendo e sony
ovviamente non temporeggerà ancora e se i rumors son veri Sony farà un mega evento stile e3 online con lei e diverse software house come naughty dog ecc dove presenterà la ps5, sony vuole farsi un e3 in casa con le software house che collaborano con lei per le esclusive e se i rumors son veri, microsoft andrà malissimo e farà fatica con nintendo
poi a detta di microsoft loro vogliono puntare non piu contro sony ma puntare sullo streaming videoludico e andare contro amazon e google, quindi Sony ha già vinto la next gen perchè microsoft guarda altrove e sony può fare come sta facendo perchè non ha rivali attualmente

Andrea Ciccarello

Sony non sta spiccando con il marketing ormai da un anno e mezzo. Va avanti con le sue esclusive e campa di rendita.
Da quanto è che non c'è un grosso evento Sony?
Non vuoi andare all'E3 o fare la PS Experience? Perfetto, ma fammi dei mini direct alla Nintendo ogni tot mesi.
Rendiamoci conto che loro preferiscono svelare in un'itervista ad una rivista videoludica le caratteristiche della loro console e riescono a fare una presentazioni di 2 slide di riepilogo duranete una delle fiere di Hardwere più importante al mondo.

La (mia) postazione da Rog Fan: dallo Smartphone al PC fino allo Zaino | Video

F1 2020 sta per arrivare: lo abbiamo provato, ecco le prime impressioni

Recensione Final Fantasy VII Remake: reinterpretare un classico

Nostalgia dei giochi di società? Ecco le alternative online per divertirsi insieme