Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

PlayStation Store, gli show Discovery restano disponibili, almeno per ora

22 Dicembre 2023 42

Nel corso degli scorsi giorni si è sviluppata una polemica piuttosto seria in casa Sony: il colosso giapponese ha avvisato che alcuni show, documentari e altri contenuti saranno rimossi dal PlayStation Store e dalle librerie degli utenti, anche se questi sono stati regolarmente acquistati. Si tratta sostanzialmente dell'intero catalogo di Discovery, che è recentemente diventato di proprietà di Warner Bros. e che si è fuso con HBO Max, diventando semplicemente Max.

PLAYSTATION STORE, GLI SHOW DISCOVERY RIMANGONO DISPONIBILI PER ALMENO ALTRI 30 MESI

Ci sono molti show estremamente popolari, tra cui Mythbusters, Deadliest Catch, Com'è Fatto e Shark Week, per un totale di 1.318 stagioni. I contenuti saranno disponibili fino al 31 dicembre, con l'inizio dell'anno avverrà la cancellazione. Non ci sono conferme ufficiali, ma secondo le fonti di Forbes Warner vuole mantenere l'esclusiva sui propri contenuti e quindi li sta ritirando dalle piattaforme concorrenti.

Già nel corso del 2021 Sony aveva smesso di vendere film, video e serie TV attraverso il PlayStation Store, tuttavia all'epoca aveva assicurato che ciò che era stato acquistato sarebbe rimasto sempre disponibile. A quanto pare non è così, e c'è addirittura già un precedente: l'estate scorsa la società giapponese aveva compiuto un'operazione del tutto analoga con contenuti di StudioCanal in Germania e Austria. L'iniziativa era stata molto più circoscritta (non solo geograficamente ma anche come numero di show, circa 450 video in tutto) e quindi non ha ottenuto molta visibilità a livello internazionale.

In nessuno dei due casi Sony ha offerto alcun tipo di rimborso, né restituendo direttamente il denaro speso dai clienti a suo tempo né con sistemi alternativi, per esempio voucher da spendere sul PlayStation Store o mesi di abbonamento PS Plus. Questo è un comportamento tutto sommato anomalo, se vogliamo, che alimenta il dibattito e le polemiche su cosa significhi davvero acquistare un bene digitale. Capita che gli accordi di licenza non vengano rinnovati e capita anche che le piattaforme digitali chiudano, o cambino tipologia di contenuti trattati; ma di solito si fa in modo che gli utenti non ci rimettano completamente. Per esempio, quando Stadia ha chiuso Google ha offerto rimborsi totali non solo per i giochi comprati, ma anche per i controller, che sono comunque rimasti agli utenti.

Purtroppo gli acquisti digitali sono decisamente più effimeri di quelli fisici, e pare un fatto inevitabile, almeno finora. Il "trucco" che usano i titolari delle piattaforme per rimanere a norma di legge è in un certo senso facile da immaginare - non si acquista il bene in sé (anche se digitale, per esempio un file) ma una licenza d'uso, e il fornitore si riserva il diritto di revocare l'accesso. "Legale" non vuol necessariamente dire "giusto", però. Vedremo se le proteste tra gli utenti saranno tali da spingere Sony a fare qualcosa, ma non è detto - è vero che i contenuti rimossi sono davvero tanti, ma quanti li avranno comprati?

PLAYSTATION STORE E DISCOVERY, CRISI QUANTOMENO RINVIATA
22/12

Sony ha annunciato che le due parti hanno "aggiornato i propri accordi di licenza" e che quindi gli show continueranno a essere accessibili "per almeno altri 30 mesi" (a partire dal 1° gennaio 2024, assumiamo, visto che è da quel momento che i contenuti sarebbero dovuti sparire). La dichiarazione completa, rilasciata ai colleghi di GameIndustry, è come segue:

Come accade con altri servizi, non possediamo i diritti di licenza per film e TV precedentemente acquistabili sul PlayStation Store. Tuttavia, abbiamo lavorato con Warner Bros per aggiornare i nostri accordi di licenza, garantendo che i consumatori possano accedere ai contenuti che avevano comprato almeno per i prossimi 30 mesi.


42

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
getenv

Troppo tardi, la frittata è fatta. Resta una figuraccia e un danno di immagine imbarazzante.

Salvo

Quando i supporti fisici saranno completamente eliminati (temo presto) smetterò di acquistare giochi, musica e film proprio per queste politiche. A questo punto meglio gli abbonamenti che li attivo e li disattivo in base a quello che mi interessa. Il supporto fisico rimane mio finché non lo rovino io, quello digitale finché decidono loro. L'unica che si è sempre comportata bene è google rimborsando integralmente ogni volta che ha chiuso un servizio (stadia e se non ricordo male anche qualcosa che aveva a che fare con i film)

Raven

Non si capisce il perché di certi autogol, per risparmi ridicoli in confronto al ritorno di immagine. Aveva assicurato che ciò che era stato acquistato sarebbe rimasto sempre disponibile.

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Diciamo ni.
Sony ha un accordo con Warner e l'utente con Sony.
Warner non rinnova l'accordo con Sony e toglie quello che l'utente ha acquistato dalla piattaforma.
A questo punto l'utente chiede un rimborso a chi gli ha fornito ilservizio e a chi ha pagato, cioè Sony, che poi ha dato una parte a Warner.
È si vero che l'utente acquista tramite Sony un prodotto Warner, ma è anche vero che l'utente si rivolge a Sony e non a Warner per l'acquisto, perché lo store è quello della di Sony e non di Warner.
Sony dovrebbe provvedere al rimborso e poi risolvere la questione con Warner, non scaricare il problema sul suo utente.
Ma, ovviamente, questo è se fossimo in un mondo giusto e che considera l'utente veramente importante, ma questo mondo non esiste, quindi...
Comunque, è indecente che ancora non si vogliano stabilire delle regole, certe e sicure, per questo tipo di mercato. Perché è abbastanza evidente che manca la volontà, non la possibilità.

Raffaele

Grazieeee

Migliorate Apple music

l'ho scritto più volte non dovete venire da me ad auto denunciarvi

Dax

continua a pagare apple music pecorone

Dax

Continuerò a scaricare illegalmente da siti pirata

Luca

Questi sono casi limite.
Centinaia di migliaia di film/serie etc.. saranno finiti nell'oblio del dimenticatoio.
Ansi tantissimi si sono salvati grazie al digitale.
Senza queste piattaforme grazie alle quali vendere di nuovo tale materiale è nettamente più facile tanto materiale si è salvato.

Poi dobbiamo anche noi avere un minimo di elasticità mentale.
per esempio per un periodo in italia nessuno aveva i diritti di alcuni eventi sportivi che seguo.
Li ho visti in streaming ed amen. Tanto non facevo danno a nessuno.
Se il tuo film non è in vendita pirata ed amen

Luca

Peccato che per pubblicare su piattaforma sony l'acccordo hai firmato con sony. Quindi per sony è lecito togliere contenuti che hai pagato.

Ansem The Seeker Of Lossless

No, sono due cose totalmente diverse.
Qui è come se il negoziante entrasse in casa tua e si riprendesse tutti i DVD.

Ad oggi invece tu i DVD li puoi anche usare senza alcun problema.

Luca

Legenda metropolitana. Sarà successo 2 volte e chissà per quale motivo.
Come solito su milioni di PC attivi andate a vedere casi ridicoli. Quante ps5/xbox saranno saltate in questi anni? centinaia di migliaia probabilmente

I problemi non sono gli abbonamenti ma gli acquisti digitali

Complimenti a Sony & Discovery. Nessun rimborso? Così ci si sveglia un po' e si diffonde un po' di consapevolezza.
Magari le leggi dovrebbero impedire di chiamarlo acquisto.

wilky

Certo, Scarica qbittorrent.
Devi andare sul sito 1337xx(punto)to poi cerca 2160p ita e ordini per peso decrescente.
Oppure il “film che vuoi” ita e ne scegli uno. Poi clicca su magnet download e si apre qbittorrent e avvi il download.

Biroger

Il DVD una volta che l'hai comprato puoi farci quello che ti pare, usarlo come sottobicchiere, guardarlo tutti i giorni o regalarlo a un amico. Nessuno se lo riprenderà indietro.

Raffaele

Non è lecita.
Ma ti obbligano a usarla in qualche modo.
Sto cercando di rivedere un film vecchissimo, sarei stato disposto ad abbonarmi ad un servizio di streaming o pagarlo per acquistarlo, ma non esiste da nessuna parte e non si trova ne nuovo ne usato neanche se lo cerco come VHS. Ormai lo cerco da più di un anno.
5 minuti di ricerca per un torrent e, magia, trovato e scaricato in pochi secondi. Certo qualità infima (viene sicuramente da un VHS), ma almeno posso riguardarlo.

Raffaele

Ho installato ieri Plex e sonarr su Nas, ma non so da dove cominciare per cercare torrent. Sai darmi qualche indicazione, senza che mi metto a cercare per ore guide online?

wilky

Un motivo in più per continuare a scaricare da torrent e vedere con plex dalla tv.
Saranno miei finché il mio hard disk reggerà

Alexxx

dipende, con il digitale ok che paghi (solo un esempio) 10 euro al mese per avere tutta la musica del mondo ma quando non esistevano queste app spendevi la bellezza di 15-20 euro solo per 10 canzoni per un singolo cd andando poi cosi a spendere decine se non qualche centinaio di euro di cd all'anno spendendo molto di piu.
E la musica cmq la continuavi a comperare , quale è la differenza con gli abbonamenti di oggi?

Arale's Poopoo

Non è Sony in questo caso ma Discovery/Warner.

Arale's Poopoo

E perché Sony dovrebbe offrire rimborsi o voucher?
È chiaro con dal principio che si acquista una licenza e non la serie o il programma, ed è chiaro anche nei termini e condizioni d'utilizzo che questo contenuti potrebbero essere rimossi dalla piattaforma.
Alla fine è come quando si possedevano i DVD.
Se il DVD smetteva di funzionare non è che il produttore del film te ne spediva uno sostitutivo.

Kartar

Warner ha venduto l'esclusiva dei suoi film e serie a Netflix

Luca

Si e lo sarà sempre di più.
In un mondo in cui playstation è sinonimo di videogiochi come fa a non esserlo?

momentarybliss

Dopo che Microsoft ha speso 80 miliardi di dollari in acquisizioni dici che Sony è ancora dominante sul mercato?

Luca

Non lo abbondoni perchè il mercato nemmeno considera le alternative in quanto sony è in posizione di dominante sul mercato

momentarybliss

La domanda è: quando accaduto è sufficiente per indurmi ad abbandonare PlayStation? [ ] Sì [ ] No
In ogni caso è una scelta di Warner su cui Sony non può nulla e giustamente non vuole sobbarcarsi rimborsi probabilmente ingenti per una situazione che non dipende da lei. Poi magari se l'utenza mostrerà insoddisfazione magari offrirà qualche bonus, non è ancora detto

Luca

C'entra che quando permetti di vendere sul tuo store imponi condizioni a tutela della tua utenza.

Brogli

Perché? Con il digitale é molto più facile piratare

Zetec

No, non c'entra.
Avrebbero potuto rimborsare in qualche modo? Sì ma quello è un altro discorso

Migliorate Apple music
La pirateria è lecita

https://media0.giphy.com/me...

Migliorate Apple music

Non giustifico minimamente la pirateria (anche perchè spesso viene usata banalmente come scusa per giustificare i propri comportamenti), ma concordo che bisognerebbe sistemare la faccenda.,
Strano che l'unione europea non sia ancora intervenuta (vedendo anche come si sono mossi con la questione "Carbon neutral").

Luca

No se hai il monopolio di mercato

momentarybliss

Va beh quella è una scelta personale

Luca

Si che c'entra.

Luca

Sa che non perde utenti

Zetec

Cosa c'entra Sony? Hai letto l'articolo?

Luca

Bello shifo Sony.
Non mischiamo le due cose.
Su PC il gaming è il posto più equo per chi compra e per chi vende eppure è completamente digitale.
Xbox invece offre sia il mercato libero delle key che il gamepass.

Quindi puntiamo il dito contro Sony ed il suo abuso di posizione dominante

R4gerino

Scarico tutto quello che mi interessa veramente (poca roba), pure quella che esiste sui servizi streaming che pago. La pirateria è lecita.

Ansem The Seeker Of Lossless

Dovrebbe essere illegare chiamare "acquisto" il noleggio a tempo indeterminato.
E mi spiace dirlo, ma fino a quando le aziende avranno il diritto di rubare in questo modo, allora è giusto che ci sia la pirateria.
Perchè si può stare tranquilli, se domani la pirateria sparisse queste cose sarebbero all'ordine del giorno oltre ad alzare i prezzi.

Zetec

Bello schifo il digitale

Migliorate Apple music

Fortunatamente non è un caso che ci riguarda

Acer Predator, nuovi laptop in arrivo. C'è anche un monopattino! |VIDEO

Recensione Lenovo Legion Go, sfida ROG Ally a viso aperto

Recensione Starfield, parte 2: inizia bene, poi si perde un po'

Giocare su TV senza console: la nostra prova del Samsung Gaming Hub | Video