Recensione Oppo Reno2: migliora in tutto, stesso prezzo

30 Ottobre 2019 211

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

In un mondo digitale che si sposta sempre più sui contenuti video, Oppo fa la scelta giusta e mette a disposizione un sistema estremamente stabilizzato sul suo nuovo Reno2. Non esiste modo migliore per raccontarlo delle stesse immagini, vi invito quindi a dare un'occhiata al video in evidenza e saggiare direttamente la bontà della stabilizzazione elettronica (EIS) associata a quella ottica (OIS).

Il protagonista è ovviamente uno smartphone e non una videocamera, oltre a quanto appena descritto c'è molto di più: una piacevole conferma per un brand in ascesa, anche in Europa, che deve ancora fare i conti con le sua natura asiatica. La ColorOS 6.1 resta lo scoglio da superare, con qualche buona introduzione software (vedi nel gaming) e alcuni limiti oggettivi che la casa deve affrettarsi a migliorare per competere davvero con i grandi anche fuori dalla Cina.

VIDEO CHE GODURIA

Parto subito da qui perché Reno2 fa davvero la differenza in questo comparto, è riuscita a trovare la giusta combinazione e mettere a disposizione dei video super stabilizzati alla massima risoluzione 4K a 30fps. Si potrebbe aprire una discussione sul fatto che non ci si può spingere fino ai 60fps, se non a 1080p, ma è giusto ricordare che sui midrange non è un reale problema e perfino Google ha deciso di non offrire questa opzione sui Pixel 4.

Oppo parla di stabilizzazione OIS + EIS grazie alla modalità Ultra Steady per video realizzati con la fotocamera principale da 48MP, la verità è che la stessa qualità si mantiene sfruttando anche il teleobiettivo con sensore d'immagine da 13MP. Il passaggio è abbastanza rapido anche in fase di registrazione, senza drammatiche perdite di messa a fuoco o problemi simili, entrambe possono essere usate in piena libertà. Un bel passo in avanti rispetto al Reno di prima generazione, criticato in fase di recensione per filmati poco stabilizzati e mancanza del OIS.

Stona la gestione della grandangolare per i video: non si può andare oltre i 1080p e, cosa ancora più curiosa, se si seleziona dalle impostazioni la massima risoluzione 4K (@30fps) e poi si clicca sull'icona della grandangolare si torna automaticamente in full HD (anche se poi si torna sulle altre due fotocamere che l'UHD lo supportano). Insomma un po' di confusione che io stesso ho faticato a comprendere all'inizio.

4 FOTOCAMERE, 3 PUNTI DI VISTA

Cambia nella forma e nella sostanza il comparto fotografico; siamo passati da 2 a 4 sensori d'immagine, a questo giro trovano posto anche una Tele 2x ed una grandangolare, con tanto di quarto sensore monocromatico a chiudere il cerchio. Resta quindi a suo posto la principale con il solito e apprezzato Sony IMX586 da 48MP, capace di gran dettaglio e con un'ottica curata f/1.7 (OIS) che permette delle belle macro anche a distanza ridottissima.

Di default troviamo come al solito lo scatto in 4:3 ma a 12MP, se volessimo sfruttare al massimo il Reno2 bisogna selezionare la voce 48MP dalle impostazioni della fotocamera ed ottenere così scatti da 6000x8000 pixel. Precisa, rapida e con un'ottica elaborata che permette anche ottime macro ed un piacevole bokeh in background.

A seguire c'è la tele da 13MP con ottica 2x e apertura f/2.4 che offre uno sguardo più avanzato sui soggetti e offre un aiuto concreto anche in fase di registrazione dei video. Da apprezzare la temperatura omogenea tra questa e le altre componenti del sistema posteriore, i colori e la tinta risulta infatti la medesima.


C'è anche la possibilità di spingersi fino ad uno zoom 5x ibrido (o 20x solo in digitale), senza eccessiva perdita di dettaglio anche in condizioni di scarsa luminosità. Per darvi un'idea più precisa di tutti i diversi punti di vista ecco due gallerie che mettono a confronto le 4 posizioni a disposizione di chi scatta.

Ed ecco poi la grandangolare, una 8MP che di giorno fa bene il suo lavoro, non distorce troppo ai bordi e riesce a mantenere anche un discreto livello di dettaglio in condizioni di scarsa luminosità. Insomma un terzo punto di vista che offre maggior libertà d'azione rispetto al Reno di prima generazione, legato ad una dual-cam delle più classiche (la seconda fotocamera era un companion che fornisce informazioni sulla profondità di campo).

Infine c'è la fotocamera anteriore da 16MP con apertura f/2.0 che non cambia apparentemente di una virgola rispetto al modello precedente, conferma le buone capacità di scatto ed una discreta capacità di gestione delle luci. Soffre a volte nelle condizioni più sfavorevoli, come in controluce, motivo per cui è importante avere l'HDR sempre attivo in tali situazioni, così da ottenere un buon bilanciamento.


DESIGN ACCATTIVANTE E POP-UP A PINNA DI SQUALO

Il segno distintivo è rimasto: anche Reno2 ha una fotocamera pop-up che Oppo chiama "a pinna di squalo", una soluzione efficace, rapida e silenziosa che riscuote successo su chi la vede per la prima volta. Il grande vantaggio è ovviamente quello di avere un display senza interruzioni, un Amoled FHD+ in 20:9 da 6,5 pollici con cornici sottilissime e un rapporto schermo-superficie del 93,1%.

Al bando notch e fori, non mi stancherò mai di dire che dopo aver provato qualcosa di simile è difficile - certamente fastidioso - tornare indietro; possiamo discutere per ore di quanto siano funzionali i notch di iPhone 11, G8s e Mate 30 Pro, a mio parere è sempre meglio affidarsi ad un modulino mobile come questo a scomparsa.

Mi piace la colorazione Luminous Black che ho in prova, un nero particolare tendente al blu notte con richiamo blu elettrico sia lungo il perimetro della back cover sia attorno alla striscia centrale che racchiude logo del brand e inserto in ceramica a proteggere il vetro Gorilla Glass 5 curvo. Attenzione per le linee morbide che segue la prima generazione, se non fosse per la nuova tinta e il sistema quad-camera non sarebbero infatti facilmente distinguibili.

Pop-up che poi apre al sistema di sblocco con il riconoscimento del volto (in 2D), un procedimento rapido e funzionale che non ha particolari controindicazioni, il meccanismo è sempre più solido e più discreto.

LA RICARICA SUPER VELOCE NON MANCA MAI

Oppo ha aumentato leggermente la capacità della batteria rispetto alla generazione precedente, Reno2 monta infatti una 4.000mAh (contro i 3.765mAh del precedente) e, soprattutto, si affida all'apprezzato sistema Vooc 3.0 (40W) che la ricarica del 50% in mezzora netta. Non è un record ma sono valori apprezzabili per un medio gamma, vi ricordo che la casa cinese è leader in questa tecnologia e ben presto porterà sul mercato i primi smartphone con ricarica SuperVooC 2.0 a 65W, capaci di dimezzare letteralmente i tempi (da 0 al 100% in 30 minuti). Ma è chiaro che dovremo attendere un top di gamma per arrivare a tanto.

L'autonomia è comunque ottima, nel corso della mia prova sono sempre arrivato tranquillamente a fine giornata anche nelle giornate più impegnative, dove ho stressato il terminale più del solito.


  • Sistema operativo: Android 9 Pie su ColorOS 6.1
  • Dimensioni: 160 x 74.3 x 9.5 mm per 189 grammi
  • Display: AMOLED da 6,5" FullHD+ (2400x1080) in 20:9, Corning Gorilla Glass 6, densità di 405ppi
  • SoC: Snapdragon 730 octa-core a 2,2GHz
  • GPU: Adreno 618
  • Memoria: 8GB di RAM LPDDR4X - 256GB UFS 2.1
  • Rete: Dual SIM
  • Sblocco: Sensore delle impronte digitali su display 3a gen
  • Connettività: 4G VoLTE, WiFI 802.11ac, Bluetooth 5, USB Type-C, GPS+GLONASS, NFC, jack da 3,5mm
  • Batteria: 4000mAh con VOOC 3.0 (40W)
  • Fotocamera anteriore: 16MP con flash frontale
  • Doppia cam posteriore: 48MP con sensore 1/2.25 Sony IMX586 (OIS+EIS) apertura f/1.7, + 13MP Tele f/2.4 + 8MP grandangolare (113°) + 2MP per ritratti
COSA FUNZIONA BENE

Schermo senza interruzioni significa potersi godere contenuti multimediali e giochi senza distrazioni, un vantaggio che tengo a sottolineare ogni qual volta ci si trova davanti a questa soluzione. Mi piace poi il piccolo menu che compare effettuando uno swipe verso il centro del display quando siamo a tutto schermo, mi permette di rispondere ai messaggi senza interrompere la visione di un contenuto o una fase di gioco, effettuare uno screenshot, attivare il non disturbare o registrare lo schermo. Le applicazioni di messagistica sfruttano il Picture-in-Picture e sono molto reattive.

La ColorOS 6.1 è poi reattiva in tutte le operazioni, grazie a Snapdragon 730G non abbiamo certo dei compromessi in termini di capacità di calcolo e 8GB di RAM sono più che sufficienti. Basta uno swipe con tre dita sul display per dividere lo schermo in due, soluzione rapida e funzionale che vorrei vedere su tanti altri Android.

C'è il lettore d'impronte sotto al display, sempre molto rapido e ben posizionato; Oppo parla di una terza generazione che beneficia di un display più luminoso ed una letture più rapida dei polpastrelli, io non posso che confermare la rapidità della risposta. Mi piace poi che all'interno della confezione sia inclusa una cover che esula dalle solite in gomma trasparente che ingiallisce nel giro di una settimana, è in simil pelle con cuciture che richiamano l'elemento centrale della back cover e protegge bene il dispositivo. Qualcuno la troverà ingombrante, nessuno ci costringe di certo ad usarla ma averla subito a disposizione aiuta nella scelta.

Non manca nulla sul fronte connettività con slot dual-SIM, WiFi ac dual-band, Bluetooth 5.0, USB Type-C e jack audio da 3,5 mm posto in basso. Vibrazione forte, decisa, si può scegliere il livello di intensità in base alle proprie preferenze, io metto sempre tutto al massimo. Comparto audio nella media, lo speaker è uno soltanto e vanta un volume discreto, anche la capsula auricolare assicura un audio di buona qualità.

COSA BISOGNA MIGLIORARE

Le lacune sono per lo più software e legate alla ColorOS 6.1 che ancora non si è evoluta - a mio parere - nella giusta direzione. Al di là dei gusti estetici per alcuni elementi che adesso discuterò, ci sono delle mancanze che Oppo deve e può risolvere con qualche semplice aggiornamento. Ad esempio: c'è l'Always On Display, sempre apprezzato, ma non ci sono opzioni di personalizzazione di questo widget e non vengono mostrate gran parte delle notifiche. Vedo l'icona della cornetta se ho una chiamata persa, non vedo invece le icone di Gmail, WhatsApp, Telegram e tante altre app nonostante ci siano delle loro notifiche non lette li ad attendermi.

L'alternativa c'è ma non mi entusiasma: è possibile leggere tutte le notifiche che arrivano ma si paga la scelta con un maggior consumo visto che alla ricezione si accende tutto il display. La batteria non sarà molto d'accordo.

I Quick Settings in "stile Windows Phone" sono preistoria; capisco che ogni produttore voglia dare un'identità precisa ai propri dispositivi e in Asia tale approccio risulta vincente, ma dalle nostre parti le esigenze sono ben diverse e lo hanno capito anche altri brand cinesi (vedi Huawei con la EMUI 10). La direzione è ormai quella offerta da Android stock, con qualche libertà e personalizzazione, risulta difficile pensare ad altro.

Lo stesso vale per le impostazioni, con icone piccole e poco visibili a prima occhiata, graficamente la sezione è migliorabile come lo è anche l'applicazione nativa della fotocamera: non la boccio del tutto, capisco la scelta di focalizzarsi sulle tre principali modalità (Foto, Video e Ritratto) ma trovo poco chiare le opzioni in alto che attivano grandangolare/macro, "colore abbagliante", filtri e impostazioni. L'utilizzo di qualche swipe in più per i comandi potrebbe fornire un ulteriore aiuto nella navigabilità.

CONCLUSIONI

In queste settimane di utilizzo sono state diverse le persone che mi hanno chiesto quale smartphone stessi usando, incuriosite dalla fotocamera pop-up "trasversale" che è diventata icona di questo brand. Con Reno2 si è alzata l'asticella in tutte le direzioni, c'era da aspettarselo, forse non così presto visto che i primi Reno li abbiamo visti ad inizio di quest'anno ma Oppo "ha fretta" di mostrare i muscoli.

Pian piano la casa cinese si sta piazzando con i suoi prodotti nelle diverse fasce di prezzo, sia online sia negli store fisici, costruendo mattone su mattone una storia che in Europa è ancora tutta da scrivere. Non so quanto saranno incisive le vendite di Reno2, ma scommetto che saranno ben pochi quelli che rimarranno scontenti dopo averlo acquistato: foto e video assimilabili a quelle di un top di gamma, ottima autonomia e il resto della scheda tecnica non è certo da meno.

Qui non manca quasi nulla, Reno2 è la dimostrazione che spendere oltre 500 euro può esser superfluo se non offri qualcosa che sia effettivamente rivoluzionario, capace di sorprendere. Ma prima di prendere tutti i 9 in pagella serve un cambio di marcia sul software, una ventata di freschezza nella UI che renda giustizia a questo e a tutti gli altri Oppo.

PRO E CONTRO

DISPLAY AMOLED FULL SCREENPRESTAZIONIFOTO E VIDEO SUPER STABILIZZATISTORAGE BASE 256GBAUTONOMIA E RICARICA RAPIDA
GRAFICA COLOR OS 6.1 ALWAYS ON NON PERSONALIZZABILE

VOTO 8,4

8.5 Hardware
6.1 Qualità Prezzo

Oppo Reno2

Compara Avviso di prezzo
VIDEO

Oppo Reno2 è disponibile su a 452 euro.
(aggiornamento del 19 novembre 2019, ore 21:21)

211

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Elektrosphere

La memoria è espandibile? Ma Tra questo, il Mi9T e il Nova 5T quale è meglio a livello di fotocamera e in generale?

Trollana

No, intendo proprio sullo stesso sito. Questo, ad esempio.
Su Xiaomi 9t Pro la mancanza di impermeabilità è stata messa nei contro, mentre di questo manco ne parlano.

Aristarco

se intendi tra siti e persone differenti non è possibile, entra sempre in gioco la soggettività del giudizio e dell'impressione, se vuoi dati oggettivi devi limitarti alla scheda tecnica

Trollana

A me che non è mai interessato, che sia resistente all'acqua ( tanto anche quando lo sono poi ti scrivono in piccolo che non si assumono responsabilità in caso di danni).
Certo che una omogeneità nelle recensioni e, soprattutto, nel tipo di parametri utilizzati per la valutazione, non farebbe male.

Aristarco

dipende da chi recensisce, è soggettivo, ma per me è un contro sempre, poi c'è chi dice che tanto è finto e che non frega nulla

Trollana

Ci posso anche arrivare grazie al mio stupefacente IQ medio, ma non capisco perche su alcuni modelli venga messo tra i "contro", mentre in altri neppure menzionato...

Aristarco

con la fotocamera pop-up direi proprio di no

Keena

Ho detto spazzatura cinese infatti. Non roba buona cinese.

Bronski

eh?

BLOW

Basta registrarlo come si tiene in mano... Anche più volte

Bronski

il sensore delle impronte sotto lo schermo

BLOW

Perché va bene anche quella digitale

Freddy

Chi ha detto che OPPO non aggiorna? Reno 2 in 15 giorni oggi il secondo aggiornamento, rx17pro ad esempio sta ricevendo ColorOS 6 ecc
Tutte le info in gruppo Telegram @OPPO_ITALY

Account Anniversario

Nell'espositore dall'altra parte della corsia vendono ancora gli iPhone 6 plus...

S.M.93
8059alex

Come mai non serve la stabilizzazione ottica in gcam?

Mark

Ancora li vendono questi pezzi preistorici?

Mark

Retro orrendo.

Lupo1

C'è anche 9t pro a molto meno

BLOW

Si migliora non serve ottica con gcam

BLOW

Sensore?

BLOW

Mi9t pro migliore in tutto

BLOW

Nova ha schermo LCD cmq meglio 9t di questo

Mick&LOzzo

No, quello ha il TOF.

Manolo

Scusate a 429 vendono huawei nova5t con kirin 980 non è Migliore?

josefor

infatti non mi piace e non la ritengo comoda come tecnologia, preferisco sensore impronta sotto ad un display pieno, una preferenza ed opinione mia, poi si sa, il bello è soggettivo, la scelta di oppo e difendibile tanto quanto altre soluzioni, mi pare.

Ciroterrone

Nono è semplice burn in

Undertaker

Scritto nelle istruzioni che hai il display BOE?

Freddy

Avuto mi9t reso dopo poco più di 10 giorni, miui piena di bug probabilmente avranno migliorato ma la vedo dura a risolvere tutto, foto mediocri, peso sbilanciato a mio parere sembra di avere un mattone in mano il Reno2 tutt'altra cosa, schermo migliore su Reno2 sia come colori che luminosità inoltre è sempre perfetto il cambio di luminosità mentre x mi9t non era reattivo.
Sicuramente il Reno2 costa di più ma x me non ci sono paragoni

Su @OPPO_ITALY ho scritto in modo dettagliato le mie impressioni su Reno2

Undertaker

Forse per te fa schifo, ma dietro ce tanta tecnologia che nessuno ha ancora eguagliato.

Salvo

Ah ecco allora non mi sbagliavo. È proprio il successore di quello praticamente appena uscito

josefor

consideranto quanto uso la camera frontale per me potrebbe rompersi che manco me ne accorgerei, ma invece un bella macchia di pixel colorati di nero..., di quello me ne accorgerei ogni volta che lo guardo

teob

Io non sono fan di nessun marchio, ma non capisco perché non si possa essere fan di questo marchio . è in telefono come mille altri.

josefor

ah ecco, be hai fatto un ottimo affare allora, bel telefono

Account Anniversario

Quindi si tratta di burnin? Mai visto fino ad oggi quel problema. Mi pareva una cosa strana e quindi ho postato

Masnia

Incredibile, così tanto non l'avevo mai visto.

Masnia
Ciroterrone

E quindi? Sono accesi sempre nassima luminosità e colori e spesso rimangono ore e ore nella schermata du blocco.. Cosa vuoi dirci?! :) inoltre sarà sicuramente un disolay lg, ho mate 20 pro display boe, di burn in manco l'ombra

Bronski

se vuoi prendere xiaomi fallo pure, ottimi telefoni a buon prezzo e la miui per me è la migliore personalizzazione, ma stai lontano dal mi 9t..è fighissimo si ma il sensore è tremendo, l'ho restituito

Dottornotebook Italia

C'è stata la promozione che su una spesa di 500€ c'erano 100€ di sconto!

Undertaker
Undertaker

La Volkswagen Polo ha un prezzo interessante, anche la Fiat 500 e carina.

Account Anniversario

Ero al MW a fare un giretto per perculare un po' di commessi e mi cade l'occhio su questo: https://uploads.disquscdn.c...

LoL

josefor

io preso con contratto 3, però a mediaworld io l'ho visto a 499€, come hai fatto ad averlo a 399?

Filippo Riva

Da quel che cerchi meglio il mi 9t liscio

Trollana

Io uso il cell con 2 sim per lavoro, faccio molto office e mail piu le varie chat. Arrivo a notte con il 20% piu o meno ( notte intendo 1am)

lore_rock

“ Pop-up che poi apre al sistema di sblocco con il riconoscimento del volto (in 2D), un procedimento rapido e funzionale che non ha particolari controindicazioni”
A parte che si sblocca con una foto

Erik

Ok, ma lui si lamenta del fatto che deve aspettare che vada via la notifica, quando invece comunque può toglierla dallo schermo normalmente!

Mister chuck revenge

Motorola Razr 2019: un tuffo nel passato e uno sguardo al futuro | Anteprima Video

Recensione Google Pixel 4 e confronto con iPhone 11 Pro

Xiaomi Mi Note 10: live batteria (5260 mAh) | Fine ore 22:45 con il 14% rimanente

Samsung Galaxy M30s: live batteria (6000 mAh) | Fine ore 23 con il 32% rimanente