Tutti i prezzi sono validi al momento della pubblicazione. Se fai click o acquisti qualcosa, potremmo ricevere un compenso.

La nuova AI di Honor con Magic OS 8 e Magic 6 Pro

18 Gennaio 2024 81

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Sono passati pochi giorni dal nostro viaggio in Cina insieme ad HONOR ed eccoci qui oggi a mente fredda pronti a parlarvi di AI con la nuova MagicOS 8.0, di laboratori di ricerca e sviluppo e del nuovo Honor Magic 6 Pro. Siamo di fronte al primo anno in cui i produttori cinesi parlano sempre meno di hardware e fotocamere nelle loro presentazioni ma dedicano tanto tempo al software, grazie alle grandi occasioni rese possibili dall'Intelligenza Artificiale.

La certezza, durante la presentazione di Magic 6 Pro, è una: per i cinesi l'unico vero rivale da battere è sempre e solo l'iPhone. Nel corso dell'evento di un'ora circa si è susseguito un quantitativo spropositato di slide comparative, che hanno esaltato le prestazioni di Honor ovviamente. Aggiungerei non a caso l'iPhone, poiché durante i nostri cinque giorni di viaggio tra Shenzhen, Shanghai e Guangzhou non c'è stato modo di vedere uno Xiaomi, Oppo o Vivo tra le mani dei locali: a svettare erano solo iPhone, Huawei e Honor.

LA RINCORSA AD IPHONE PARTE DA QUI: LE FABBRICHE SMART E I NUOVI CENTRI R&D

Prima di iniziare a parlare di AI, di come sia stata integrata nella nuova MagicOS 8.0 e del futuro che potrebbe avere in Europa direi di dedicare qualche considerazione all'Honor Magic 6 Pro ovvero uno smartphone ottimizzato e migliorato a 360° rispetto al modello dell'anno scorso. Come anticipato nella riprova di Magic 5 Pro di qualche settimana fa, era lecito aspettarsi qualche numerone e difatti il primo dato che spicca durante la presentazione è il display da 5000 Nits di picco, una cifra astronomica ma che poi va normalizzata considerando che è sfruttabile soltanto in pochissimi e brevi frangenti.

Se fino a due anni fa erano le fotocamere ed i megapixel a trainare le presentazioni ora il trend è cambiato ed è quasi paradossale notare come la fotocamera sia diventato un elemento "secondario" difficile da migliorare. Anche iPhone ha cambiato qualcosa solo sul suo modello di punta 15 Pro Max eliminando la focale 3X al posto di una 5X e Google con i Pixel 8 ha puntato quasi tutto sulle nuove funzioni AI.

DA MAGICUI A MAGICOS

E se ormai lato hardware c'è pochissimo da migliorare, tanto da relegare il passaggio da Snapdragon 8 Gen 2 al Gen 3 ai titoli di coda, come se fosse una roba scontata, la battaglia sul software è tutta da iniziare. Mentre Google e Samsung stanno andando proponendo un'Intelligenza Artificiale "facile ed immediata", come una generativa per la modifica di foto o traduzioni in tempo reale, Honor punta a qualcosa in più con una AI "InDevice" e che risulta essere integrata e partecipe in tutti gli ambiti di utilizzo.

Vi abbiamo già parlato di dati tecnici, come del modello linguistico MagicLM che integra 7 miliardi di parametri, nell'articolo di qualche giorno fa e quindi oggi vorremmo porre l'attenzione più sulla praticità e sul funzionamento di tutto ciò. Honor definisce MagicOS come vero e proprio OS e non come una semplice UI, questo perché il kernel è stato completamente riscritto in migliaia di righe di codice dando vita ad un nuovo fork di Android con la propria IA integrata alla perfezione.

ARRIVA LA DYNAMIC ISLAND SU MAGIC 6 PRO E CON UN SUPPORTO GIA' DECISAMENTE AMPIO!

Questa nuova Intelligenza Artificiale lavora "On Device" e potremmo immaginarla, per semplificare al massimo il concetto, come un Tamagotchi in grado di evolvere. Tutti iniziamo con una AI identica installata sul nostro device Honor ma in base al nostro utilizzo, a come interagiamo con essa e a come si sviluppa la nostra vita l'Intelligenza artificiale può cambiare drasticamente al punto che dopo tre, quattro o indefiniti anni la vostra AI potrebbe essere completamente differente da quella degli altri.

La privacy poi non viene trascurata: Honor spiega come, essendo basato tutto sui nostri device, l'AI interagisce con il cloud solo dopo aver trasformato le nostre intenzioni in un comando generico e lasciando quindi tutte le nostre informazioni personali all'interno dello smartphone, computer o tablet. Già perché ovviamente la nostra AI "onDevice" sarà condivisibile con i nostri altri dispositivi Honor per creare ancor di più una idea di ecosistema valido.

ANCHE SOLTANTO GUARDANDO UN TESTO O SOTTOLINEANDOLO, L'IA INIZIERA' A SUGGERIRCI COSA FARE

E se devo cambiare dispositivo i progressi dell'AI si perdono? No, si potrà fare un backup di essa e trasportarla sul nuovo device. Se tutto questo è il grande lato positivo di avere una AI "onDevice" c'è anche da considerare uno dei lati negativi: questa MagicLM è "limitata" ai dispositivi Honor. Pensare ad una smart home e a tutti i vari dispositivi tech che utilizziamo nel quotidiano con una AI differente e proprietaria non è sicuramente un qualcosa di gradevole - nel primo caso mancherebbe quell'interoperabilità che la diffusione del protocollo Matter invece si propone di garantire.

Io ad esempio utilizzo un computer con Windows, un tablet Apple e uno smartphone Android (attualmente Honor Magic V2). Seguendo quanto detto prima e ipotizzando tre AI "on device" proprietarie, mi troverei tre modelli differenti che non dialogano tra loro, costringendo, volenti o nolenti, a passare ad uno dei tre ecosistemi per evitare di raccogliere solo un frammento di informazioni relegato ad un determinato frangente di utilizzo.

MA COME FUNZIONA LA NUOVA IA DI HONOR?

La nuova AI si può racchiudere in ciò che viene chiamato da Honor "Magic Portal", un nuovo tipo di interfaccia che permette un dialogo ed un'integrazione tra i servizi dello smartphone. Basterà, teoricamente, anche solo fissare con gli occhi una prenotazione su Booking, una volta atterrati in un aeroporto, per aprire la sezione di prenotazione Taxi con una stima del tragitto e dei costi.

Honor definisce la MagicOS 8 una I-UI (intent-based UI) ovvero una interfaccia che, sfruttando il modello LLM (l'IA), cerca di anticipare le volontà dell'utente con un'analisi in previsione di testi, immagini ma anche movimento degli occhi come citato prima. Cerca di anticipare le nostre necessità proponendo funzioni, ricerche e servizi insomma.

Non solo, perché potremmo interagire con l'assistente vocale dell'IA con un parlare molto più umano e ottenere comunque il risultato desiderato. Immaginate ad esempio di voler raggiungere un vostro amico che vi ha appena scritto su WeChat di essere a lavoro: per farlo vi basterà dire "Vorrei raggiungere il mio amico". Questo perché l'IA integrata all'interno di tutto il sistema sarà perfettamente in grado di recepire le informazioni sul vostro amico da WeChat, capire che al momento è al lavoro ed impostare WeChat Map pronto a mostrarvi indicazioni per raggiungerlo sul suo luogo di lavoro.

Ho ben specificato WeChat all'interno di questo esempio perché vi ricordo che parliamo ancora di funzioni destinate alla Cina dove più che di applicazioni si parla di servizi e tutto risulta di più semplice realizzazione. All'interno di Baidu, che potremmo definire come un Google Search asiatico, in realtà troviamo una miriade di servizi che vanno dalla chat fino ai pagamenti, i propri documenti e la musica. Potrebbe sembrarvi lo stesso di Google con Pay, Wallet, Youtube Studio e via dicendo, ma in realtà noi abbiamo ogni app specifica e differente per ogni funzione dove in Cina un Alipay integra 10-15 servizi all'interno di un'unica app.

Risulta essere quindi abbastanza scontato che da noi la MagicOS 8 arriverà fortemente rimaneggiata e con magari una integrazione di LLama, il large language model di Meta già mostrato durante lo Snapdragon Summit da Honor. In questo caso il focus sarà molto più orientato su una AI generativa in campo foto e video come fatto da Google e molto probabilmente da Samsung.

GLI AGGIORNAMENTI AL CENTRO DEL VILLAGGIO

Sembra abbastanza chiaro, arrivati a questo punto, come il software e gli aggiornamenti siano sempre più al centro dell'attenzione ed alla luce di ciò la politica di Google, con i nuovi Pixel 8, di passare a ben 7 anni di supporto software risulta più che azzeccata. Qualche giorno fa vi parlavamo di come proprio Google stesse aggiornando il kernel di tutti i Pixel con il Tensor, un'operazione mai fatta in passato e probabilmente sarà una cosa che in futuro vedremo verificarsi sempre più spesso. Non solo perché questa ventata d'aria fresca sta pian piano raggiungendo tutti gli altri produttori, vedasi Samsung che con i Galaxy S24 è passata per la prima volta a 7 anni di supporto software, proprio come Google, sia per i major sia per la sicurezza.

C'è da aspettarsi una mossa simile nel breve termine anche da parte di Honor, a maggior ragione se il focus AI è così forte e mette in secondo piano quello che è l'hardware di uno smartphone. Non dimentichiamo poi che il cloud sta diventando sempre più importante e molte operazioni essenziali si svolgono tramite esso, direttamente o indirettamente, andando ancor di più a relegare il SoC di un device personale ad un ruolo secondario.

LA SFIDA AD IPHONE DEL MAGIC 6 PRO

È impossibile alla fine non dedicare qualche considerazione al nuovo smartphone che avremo modo di toccare con mano al MWC 2024 a Barcellona. Honor Magic 6 Pro prende tutto quello di buono fatto con Magic 5 Pro e lo eleva. Esteticamente può risultare un poco più "giocattoloso", soprattutto sul retro, ma si arricchisce di alcune colorazioni in simil pelle ottime per il grip e la resistenza, tanto da ottenere varie certificazioni SGS - non sarebbe folle vedere una politica come quella del Magic 6 Lite che includa una prima riparazione in assistenza ufficiale gratuita.

IL DISPLAY ED IL VETRO "RINHO 2"

Il display, come detto, si arricchisce di grandi numeri ma all'atto pratico le migliorie sono meno di quante possano sembrare. Il pannello sarà certamente più visibile all'esterno e farà brillare le nostre foto HDR, ma ricordate che tanti nits incidono anche sul consumo di batteria. Poco male comunque perché 5.000 è nettamente maggiore di 2.000 e quindi ecco qui il primo grafico in cui i iPhone 15 Pro viene battuto. Non solo: grazie al refresh rate 1-120Hz sono stati introdotti gli AOD a colori con tutto il display sensibilmente attivo, proprio come su iPhone.

Il display è protetto dal nuovo vetro "Rinho 2" che resiste fino al 30% in più alle cadute rispetto a quello dell'iPhone, seppur sia curvo e quindi decisamente più esposto. Assistere ad uno scontro virtuale tra il vetro dell'Honor e quello dell'iPhone è stato un momento topico della presentazione, con il pubblico in visibilio dopo aver visto andare in frantumi il vetro del 15 Pro Max, proprio come fosse un incontro della WWE.


LA BATTERIA ED I CHIP PROPRIETARI

Anche la batteria supera quella di iPhone e degli altri competitor, grazie alla seconda generazione degli accumulatori carbonio-silicio denominati "Qinghai Lake" e che permettono di avere una 5.600mAh dove i competitor inseriscono una 5.000mAh. Non solo perché arriva anche un chip proprietario di gestione della batteria, denominato E1, che lavorando sulle singole celle riesce ad ottimizzare le temperature e l'autonomia. Se la ricarica via cavo ad 88W non è ai massimi livelli lo stesso non si può dire per la ricarica wireless a 66W che sfrutta una nuova bobina la quale permette di posizionare il telefono liberamente e far partire comunque la carica wireless.

Occhio anche al secondo chip proprietario, il C1+, che permette di sfruttare per la prima volta una rete satellitare per chiamate e messaggi. "Hongyan Communication" viene chiamato questo servizio satellitare diretto bidirezionale e, come ben ci suggerisce il nome, probabilmente resterà un'esclusiva per il territorio cinese. Anche in questo caso il servizio ricalca quello di iPhone ma impiega solo 21 secondi ad agganciare il satellite e funzionare.


LA FOTOCAMERA

Come vi anticipavo in precedenza non ci sono stravolgimenti totali per la fotocamera, con il sensore principale che rimane da 1/1.3" ed è un OVH9000 di Omnivision con apertura variabile f/1.4-f/2.0. La UW rimane da 50 MP, come anche la selfie camera che però guadagna finalmente la messa a fuoco! Viene stravolta invece la fotocamera zoom con un sensore decisamente più grande e con più megapixel al netto di una lunghezza focale minore, 2.5X (68mm). Ciò si spiega con il fatto che grazie a tutti quei megapixel si può ottenere uno zoom digitale fino a 10x (270mm) senza quasi perdita di qualità.

UNO DEGLI ENNESIMI CONFRONTI STRA-VINTI CONTRO L'IPHONE

NON DIMENTICHIAMOCI DELLA CONNETTIVITA'

Già perchè Honor Magic 5 Pro rimane uno degli smartphone con il miglior segnale a disposizione ed in questo caso viene affiancato anche da un Wi-Fi 7, un Bluetooth 5.4, una USB-C 3.2 da 5Gbps di velocità per il trasferimento e rimane anche uno dei pochi top di gamma con un sensore IR blaster a disposizione.

COSA ASPETTARCI PER L'EUROPA

In una sessione di interviste abbiamo cercato più volte di chiedere come mai la differenza tra i modelli asiatici e quelli europei fosse così marcata, basti pensare ad esempio al Magic 6 Lite con batteria da 5.300mAh da noi e 5.800mAh in Cina, ma abbiamo avuto molta difficoltà ad ottenere una risposta precisa.

Lato hardware le differenze, almeno nel medio futuro, dovrebbero completamente sparire ed al momento vengono giustificate da Honor come differenze "in base alle necessità del mercato nel quale viene venduto un prodotto", con ad esempio le batterie "limitate" volutamente ma con stessa tecnologia di fondo.

I FOLDABLE SARANNO AL CENTRO DELLA NUOVA MAGICOS 8. NOI ABBIAMO AMATO IL V2 DURANTE IL NOSTRO VIAGGIO.

Lato software per forza di cose le strade continueranno ad essere divise poiché una AI allenata con una base cinese quale Baidu non potrebbe mai funzionare in Europa e viceversa. Anche lato privacy le cose sono molto più complicate e proprio per questo in prima battuta arriverà qualcosa molto di più essenziale ed user friendly come l'AI generativa nell'editing foto e via dicendo.

Il prezzo, di 724-850€ in Cina, sarà ovviamente più alto da noi, ma non dovrebbe superare di molto i 1.199€ di listino per la versione 12/512GB attuale del Magic 5 Pro. Con una spesa iniziale che sarà attorno ai 1.200€ senza però considerare offerte, coupon e bundle, il nuovo Magic 5 Pro ha tutte le carte in tavola per giocarsela con i competitor che almeno per ora poco stanno innovando sia lato hardware che software.

VIDEO

Honor Magic 6 Pro è disponibile online da Unieuro.it a 1,099 euro oppure da eBay a 1,301 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto ed è il miglior dispositivo in questa fascia di prezzo. Per vedere le altre 5 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 01 marzo 2024, ore 19:10)

81

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Igi

Non hai capito il mio messaggio, a prescindere dal valore reale dello smartphone, chi se lo può permettere non è certo un pirla... se ha la grana qualcosa di buono nella vita lo fa, quindi non è pirla.
Chiaro che restano esclusi quelli che si svenano pur di avere il top di gamma, ma comunque sono liberi di fare con i loro soldi quello che vogliono...

RitornoAlFuturo

Punti di vista. Quello che per te è fico per qualcun altro è nerd, o stupido, o da fissati, o, semplicemente da chi ha paura di essere giudicato un poveraccio se non prende il top di gamma. Io capisco la passione, sono appassionato io stesso, ma non ad ogni costo, che per la cronaca non rappresenta il reale valore dell'oggetto.

Igi

... beh se uno guadagna bene e può spendere 1300 euro o più senza battere ciglio, tanto pirla non lo è... anzi...

Antares

Saranno tutti così

Venom

Xiaomi 13 pro, nel tempo, non sarà supportato nè come frequenza, nè come update nè come velocità, come tutti gli xiaomi. E dalla serie 24 di samsung i major saranno 7. Veramente fatico a trovare motivi per cui non comprare Samsung nella fascia alta. fascia media e bassa, come detto più cvolte, altri brand fanno meglio come qualità prezzo anche perchè chi spende 100/200€ per un telefono se ne frega dei dettagli, major e altre cose che non siano l'esperienza d'uso quotidiano

Marco Aliasi

Esteticamente hai ragione, la MagicOS, HyperOS e via dicendo non cambiano pressoché nulla ma sotto al cofano assolutamente sì e vanno giudicate tra un po' di tempo per vedere quanto quei cambiamenti possano venir sfruttati o parliamo di potenziale inespresso. Tipo riscrivere migliaia di righe di codice per questa MagicOS8 per poi integrarci giusto una IA generativa da noi è poco e nulla, fumo per gli occhi.

Per quanto riguarda gli update non mi trovi d'accordo. Xiaomi 13 pro mi si è aggiornato ad Android 14 prima di S23 per dirti e ha avuto un aggiornamento quasi al mese come S23 (considerando i delay di fine anno che li hanno messi a paro).

Un randomico Oppo Reno 10 Pro ha già Android 14, come A54, e riceve comunque come tutti i bkk un aggiornamento ogni due mesi regolare.

Se dovessi scegliere tra un aggiornamento ogni due mesi ma un hw migliore e un aggiornamento al mese ma hardware peggiore prenderei tutta la vita la prima scelta onestamente. Avere il numeretto aggiornato ma il telefono che in gaming non va, microlagga ecc non lo trovo producente come l'opposto.

Xiaomi e Honor sui medio gamma invece non hanno la stessa costanza di BKK e hanno anche loro un rilascio Ca 2 mesi ma appena devono portare i major iniziano ad avere ritardi importanti

Armando

Si infatti....

Daniele Lanza

Ma mi spiegate perché continuate a dire che è penosa la MIUI? Io non ho un problema che sia uno, adesso con Hyper Os hanno anche ridotto lo spazio occupato dal sistema drasticamente. È veloce , reattiva, ha tutto quello che può servire, parlate per preconcetti ormai a mio avviso

RitornoAlFuturo

Beh, diciamo che coi soldi propri uno ci fa quel che vuole, ma se vogliamo, chi spende 1300 euro e oltre per uno smartphone è un po' p1rla a prescindere

Copyr

io di smartphone top di gamma diversi da samsung o iphone in giro ne vedo pochi, x non dire che forse non li ho mai visti. Chi spende compra iphone in primis oppure samsung se usa android, pochi fissati valutano altri marchi top di gamma, tra i fissati mi ci metto anche io, ho un s21 e sto valutando il cambio ma ogni smartphone che valuto, alla fine ritorno su samsung

Andee Kcapp

E te lo ribadisco.

Kilani

Continua pure a ripeterlo. La cosa mi interessa tantissimo.

Andee Kcapp

Chissà cosa avrà voluto dire?

Andee Kcapp

Tutti, ma proprio tutti, stanno proponendo le loro IA e questo dovrebbe preoccuparci molto. La posta in palio deve essere molto più grande di quello che pensiamo o ci fanno credere. Questa di "uauei" mi piace meno delle altre perchè tende ad isolarti e a renderti dipendente da loro.

Recario

La comprensione del testo è carente a quanto vedo.
Mi pare che abbia scritto "top di gamma" non "telefoni per chi non può spendere 1000€'.
Ed effettivamente se hai le possibilità di acquistare uno smartphone sulla fascia ~1300€ devi essere un po' un p1rl4 a scegliere qualcosa che non sia Samsung o Apple (al limite potrei aggiungere Pixel)

Parole parole parole

Serve pricing aggressivo altrimenti la gente continuerà ad andare su iphone o sui nuovi samsung che tirano dietro scontati ancor prima dell'uscita.

Un errore ad esempio far arrivare qui da noi soltanto il magic 5 pro e non anche il magic 5 visto che in quella fascia i cinesi attraggono maggiormente.

Roberto

E scrivete IA cribbio!

comatrix

LOL

uncletoma

Siamo passati da Finardi che cantava


La C.I.A ci spia e non vuole più andare via
la C.I.A. ci spia sotto gli occhi della polizia
la C.I.A. ci spia e non vuole più andare via


A
Xi che ci spia e non vuole più andare via
Xi ci spia sotto gli occhi della polizia (cinese?)
Xi ci spia e non vuole più andare via

Igi

1053..

Igi

Vai sul sito Honor...

Igi

Senza costo sino a tutto il 2025... poi ...!!!

Igi

Arriva il 26 gennaio

c1p8HD
comatrix

La più granfe kahata che esista, la Dybnamic Island.
Meno male che quasi nessuno la copi

comatrix
Tutte le informazioni personali rimangono nello Smartphone

Ahahahahahah....., aspetta ahahahahahahahaha......, aspettta aspetta....., ahahahahahahahahahahahah, fermatemiiiiii ahahahahahahahahhahahahahaha.....

LBboyS22U

Sei rimasto al mercato smartphone di 10 anni fa.

Tiwi

il paragone con iphone possono farlo solo in Cina, al di fuori la gente vede un divario tra honor e iphone abissale, altro che dynamic island etc etc
che poi tutte queste premesse sulla loro IA, aspettiamo di vederla nella pratica x parlare, di una cosa sono quasi sicuro, sarà piena di pubblicità

Kilani

Spero che vi abbiano fatto una lobotomia, altrimenti questi commenti sono inspiegabili.

RitornoAlFuturo

Ma chi te l'ha detto? ma ti senti? cosa sono questi totalitarismi? ci sono possibilità economiche e preferenze da rispettare, Samsung non è il mondo intero. Se uno può spendere 200-300 euro non gli consiglierei MAI un Samsung ma sempre un cinese buono, fra BBK e Honor aggiungendo Motorola che tanto è cinese pure lei.
Saranno alla lunga molto più affidabili lato prestazioni/batteria rispetto ad un medio-basso Samsung, sempre! non avranno problemi dopo gli aggiornamenti come spesso avviene coi Samsung medio-bassi e non dovrai ricordarti di riavviarli ogni tot giorni perchè per esempio non prende più la rete (anche perchè avranno sempre dei modem migliori di Samsung e questo anche sui top di gamma).
Perchè avete sempre la voglia di amalgamare le varie possibilità che uno può avere? addirittura "è fuori di testa"... per uno smartphone???
Poi, davvero vuoi metterla sull'interfaccia? quella di Honor è vecchia (anche se è appena arrivata la nuova) ma perchè quella di Samsung è nuova? sono 6 anni che ha la stessa interfaccia

Gabriele

L ho letto ,l ha scritto un noto recensore.

admersc

Icloud+ è venduto a parte, la galaxy AI è il fulcro del marketing, e ci stanno dicendo che ha una data di scadenza.. non proprio carina come cosa..

admersc

Che boiate ahahah.. ma che roba è ma chi lo vuole..

Axe Capital

Dove l’hai sentito?

olè

che poi solo sulla fascia bassissima vincono i cinesi, ma se già devi spendere sui 300 i samsung sono di nuovo i migliori

Axe Capital

Quando uscirà in Europa in Cina avranno fatto uscire già il modello dell’anno successivo

olè

hai toppato su tutta la linea e uso un pixel 7 pro, fa' pena la ui google a partire dall'impossibilità di personalizzarlo come si vuole (barra di ricerca e widget meteo fissi, non sì sa per quale motivo) non c'è il doppio tap per bloccare, la calcolatrice fa' pena, menù a tendina pessimo con tasti giganti e ce ne vanno 4 in croce senza motivo, i link rapidi nella schermata di blocco sono così antintuitivi che per mesi non riuscivo ad usarli perchè banalmente io premevo e invece bisogna stupidamente tenere premuto, perciò non funzionavano il motivo di questa scelta? boh è semplicemente stupido, poi non parliamo della progettazione, mettere la sim in basso a sinistra è stupido e ogni volta che scambia un po' più di dati si scalda, come lo stupido sensore d'impronte con il flash fastidiosissimo, poi per le app di sistema la galleria volendo è ok (ma quella di samsung è migliore, in quella di google ogni tanto spariscono cose e poi tornano) chrome non lo suo più dal 2013 e il browser di samsung è 18 spanne avanti infatti è stata una delle prime cose che ho fatto disattivare chrome, foto e video che tutti osannano come un miracolo (forse prima quando i prezzi dei pixel erano più bassi allora potevo capire ma oggi no) sono indietro di 3 anni rispetto a samsung e non c'è nemmeno la modalità pro, non si può manco fare una foto in bianco e nero così per dire, insomma funzionano perchè funzionano ma samsung è l'unico top di gamma android se e quando ci sarà ancora concorrenza ne riparleremo.

Axe Capital

Tra poco in Cina l Honor V2 compie un anno dall’uscita giusto? In Europa ancora nessuna traccia

Jotaro

La meraviglia.

Alex........

Potrebbe essere, così come le funzioni: nascondi la mia mail, relay privato ecc per iPhone che sono incluse in abbonamento ad iCloud+

Ma cosa ti inventi .. a parte che la one ui è davvero la miglior ui…. e la ui non è certo le app che ha dentro.. ma seconda cosa Samsung offre un ecosistema suo e di conseguenza anche app proprietarie la cui suite se ti interessa la puoi usare ma se non ti interessa la puoi anche lasciare da parte o eliminare.. Android stock è qualcosa di osceno da vedere veramente basico e brutto.. non ha nemmeno un forum factor standard per le icone nel 2024… le cineserie di Xiaomi e honor sono ridicole e fatte coi piedi, bruttissime copie dell’interfaccia di iOS .. penose… il software di Samsung è INDISCUTIBILMENTE il migliore il pi completo e graficamente fatto bene da vedere e te lo dico da user storico di iPhone ..

Pooh Teen

Allora concordo in pieno. Non avevo capito.

El mostacho

Con la parola stra-abusatissima AI. Ormai se usi una calcolatrice, e fai 23x45, dicono che l'ha risolta l'AI. Two marons

Manuel Perri

Ahahahah bella questa

Venom

Se spendi 1k e non ti interessano gli aggiornamenti devi rivalutare le tue spese in ambit smartphone

Venom

Se non leggi manco quello che scrivo che mi rispondi a fare?
"Escludendo la fascia bassa dove i cinesi vincono a mani basse" per citarmi. Sulla fascia alta, chi spende 1k per qualcosa che non sia samsung è veramente folle

Venom

Cinesi che puntano sul software? ma chi? HyperOS è un copia incolla della MIUI che è penosa, la color OS ormai è uguale per tutti i BBK e la trovo a tratti disastrosa. La Ui di honor è la EMUI di huawei della serie p8, quella di 8 anni fa, uguale identica. Per non parlare della lentezza negli update.
Poi, come scritto, io ho parlato di top di gamma("escludendo la fascia bassa" per citarmi)..ad oggi chi compra un top che non sia samsung è fuori di testa

Pooh Teen

Allora con chi ce l'hai?

Gabriele

26 gennaio

ermete74

Complimenti per il video.

Recensione OnePlus Watch 2: sfida a Samsung con Wear OS e un'ottima batteria

Recensione Xiaomi 14, il TOP compatto che vorrei! | VIDEO

Xiaomi 14 ufficiale in Italia. Video anteprima 14 Ultra

Xiaomi Pad S6 Pro, Watch 2, S3 e Smart Band 8 Pro ufficiali in Italia | PREZZI