La street photography con lo smartphone: 5 consigli utili | Video

16 Settembre 2021 191

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

La street photography esiste da quando le macchine fotografiche sono diventati oggetti "trasportabili", grandi maestri della fotografia si sono espressi immortalando scene di vita vissuta nelle città, momenti quotidiani ed eventi eccezionali.

Nell'era dei social network, però, la fotografia di strada è entrata in un nuovo vorticoso capitolo, acciuffata dalle masse attraverso gli smartphone e diffusa avidamente grazie alla rete. I nostri device sono sempre in tasca, pronti per essere estratti ed entrare in azione e sono sempre più performanti e versatili, capaci di regalare immagini di grande qualità anche a chi non conosce le tecniche fotografiche.

Ma per realizzare una buona foto non basta lo smartphone, serve una riflessione in più, pazienza e tanti tentativi. In questo pezzo, in compagnia di Realme GT Master Edition abbiamo messo insieme alcuni consigli pratici per non sbagliare più un colpo.

NOTA: tutte le foto presenti in questo articolo sono state realizzate con Realme GT Master Edition
1. SFRUTTA LO SMARTPHONE

Avere uno smartphone in tasca offre una marea di possibilità, ha alcuni limiti rispetto ad una macchina fotografica, è evidente, ma se ben fruttato può essere un valore aggiunto.

Prima di tutto bisogna conoscere almeno un po' tecnicamente il proprio strumento, sapere di quali fotocamere è dotato è il primo passo ma spersi muovere nel software è altrettanto importante orientarlo a proprio favore.


I VANTAGGI TECNICI

  • La rapidità nello scatto
  • L'automazione
  • I punti di vista portati dai diversi obiettivi
  • La grande maneggevolezza

Realme GT Master Edition è dotato di una modalità "Strada" che aggiunge automaticamente un filtro (leggero per la verità) ma soprattutto attiva una stabilizzazione rapida che ci consente di scattare immagini annullando i tremolii della mano. C'è anche una seconda fotocamera grandangolare, a fuoco fisso, che permette di avere a disposizione un punto di vista differente.

Entrambe le funzioni rendono lo smartphone pronto all'uso e molto flessibile, senza la necessità di doversi preoccupare del setup migliore per scattare la foto. Un vantaggio non indifferente nella fotografia di strada, purché si presti attenzione ad alcune accortezze.

Tutti gli smartphone infatti sono "intelligenti modo loro", occhio dunque a mantenere tutti gli automatismi attivati, perché potreste ritrovarvi con una foto già "lavorata" magari non esattamente nella direzione desiderata. Meglio disattivare le funzioni di AI o i miglioramenti automatici.

Siate consci delle funzionalità tecniche del vostro dispositivo, una fra tutte evitate di "zoomare digitalmente", piuttosto avvicinatevi al soggetto, immergetevi nella scena che volete immortalare e sfruttate al meglio le dimensioni compatte. Con un piccolo treppiede snodabile come questo, potete ancorare il vostro telefono ovunque, ottenendo punti di vista inediti.

FOTO RUBATE, MA NON TROPPO

C'è poi il discorso legato alla possibilità di passare inosservati, se è vero che lo smartphone ci rende quasi invisibili rispetto ad un fotografo con reflex e corredo di lenti al seguito, è altrettanto importante sapere chiedere il permesso per effettuare uno scatto, conoscere la legge sulla privacy e muoversi di conseguenza.

Spesso è meglio dichiarare le proprie intenzioni, armati di un bel sorriso e di buone maniere, anziché provare a rubare un'immagine senza farsi vedere con il rischio di insospettire le persone e verosimilmente farsi cacciare. Allo stesso modo, in alcuni contesti, meglio mostrarsi senza inganni mentre si fanno foto, in modo che tutti capiscano cosa stiamo facendo.

2. CONOSCI LA LEGGE

La fotografia di strada mette insieme l'arredo urbano con le persone per cui bisogna prestare la giusta attenzione prima di scattare una foto e ancor di più prima di pubblicarla.

La legge 633 sul diritto d'autore tutela l'immagine delle persone ritratte "il ritratto di una persona non puo' essere esposto, riprodotto e messo in commercio senza il consenso di questa, salve le disposizioni dell'articolo seguente" per questo motivo è necessario ottenere un'autorizzazione da parte della persona coinvolta, fatte salve alcune circostanze ben delineate.


La regola principale è quella di capire se i soggetti o il soggetto rappresenta la parte principale della fotografia, come per un ritratto ad esempio, o se invece fa parte semplicemente del contesto. Nel momento in cui una persona risulta riconoscibile e senza dubbio protagonista dell'immagine si rende automaticamente necessario avere un'autorizzazione per la pubblicazione.

Altra importante regola è basata sui fini della pubblicazione: se sono diversi dalla didattica, dalla cronaca, giustizia, polizia allora ci vuole il consenso. Questo include chiaramente tutti i fini commerciali e pubblicitari.

Infine le cose cambiano in presenza di un minore o di un personaggio famoso: nel primo caso non si può mai pubblicare un'immagine con il volto riconoscibile senza un consenso firmato dal genitore o tutore legale, nel secondo caso le foto sono liberamente pubblicabili se il personaggio è ritratto nell'ambito della sua sfera di notorietà (un calciatore in partita, una cantante sul palco, un attore in scena, un politico in parlamento e così via).


A queste regolette si aggiungono poi una serie di casistiche borderline o su cui è facile avere dubbi. Vi rimandiamo a due link utilissimi dell'Associazione Nazionale Fotografi Professionisti.

3. FAI UN PIANO

Gli approcci per la street photography sono essenzialmente due: girare per la città sperando di trovarsi nel posto giusto al momento giusto, oppure appostarsi in un luogo prescelto ed attendere che succeda qualcosa di interessante.

Uscire di casa senza meta e senza un obiettivo predeterminato può essere divertente per sperimentare ma implica una buona dose di fortuna. Capiterà che improvvisamente ci si pari davanti agli occhi una scena "da foto", ma non può essere certo la nostra strategia se vogliamo cimentarci con un minimo di pretesa nella fotografia di strada.


Una buona idea invece potrebbe essere quella di immaginare "a tavolino" la foto o il reportage che vogliamo realizzare, almeno pensare ad un tema che vogliamo comunicare, un messaggio o una sensazione che le nostre foto dovranno trasmettere.

A quel punto sarà più facile decidere se andare a caccia della foto attivamente o appostandosi in una cornice precedentemente studiata ed individuata come quella ideale. Le foto dei grandi maestri non si sono quasi mai rivelate "spontanee" fino in fondo, nella maggior parte dei casi c'è uno studio preparatorio sulla luce, sul momento ideale della giornata, sulle persone.

4. COMPOSIZIONE FOTOGRAFICA E EDITING

In qualunque corso di fotografia, dopo affrontato le basi tecniche della strumentazione, si passa alla composizione, cioè al come posizionare all'interno della nostra foto i vari elementi che la compongono.

Lo stesso istante può essere immortalato casualmente oppure tenendo conto di alcune semplici regole, il risultato finale sarà completamente diverso.


REGOLA DEI TERZI

Immaginate di dividere l'inquadratura in tre parti uguali nel senso verticale e tre parti in quello orizzontale, si otterranno due linee verticali e due linee orizzontali che tagliano l'immagine in terzi. Bene, posizionando il soggetto principale su una di queste linee la foto assumerà delle proporzioni immediatamente gradevoli per il nostro occhio.


SIMMETRIE E PATTERN

Giocare con le simmetrie può essere un'opzione facilmente percorribile nell'ambiente urbano, idem per i pattern che abbondano tra i palazzi delle città. Qualunque superficie può diventare un perfetto sfondo per la vostra foto, basta usare un po' di creatività.

Le superfici possono essere riflettenti, un vetro, una fontana, una pozzanghera hanno ispirato fotografi di tutti i tempi, bisogna solo provarci.


LINEE GUIDA

La città offre una moltitudine di linee rette a cui appoggiarsi come su una carta millimetrata, possono essere convergenti per concentrare l'attenzione in un punto, oppure oblique per dare dinamicità alla scena, o parallele per trasmettere immobilità e calma. Il consiglio è piuttosto semplice, aprire gli occhi e guardare con curiosità il mondo che ci sta attorno, non mancherà di regalare spunti interessanti.


EDITING

La post produzione nelle foto è fondamentale, specialmente se vengono scattate con lo smartphone. Non abbiate paura di sperimentare, tenendo però a mente che partirete da una foto già carica di contrasto, saturazione e nitidezza.

Con Realme GT Master Edition è disponibile un tool preinstallato per la modifica delle foto, già piuttosto completo e semplicissimo da utilizzare. Valida alternativa gratuita per Android e iOS è Snapseed, completissimo e con potenzialità sconfinate.

5. LEGGI E ISPIRATI

Probabilmente ci sono fotografi nati con il talento di saper guardare la realtà con occhi diversi, quelli con il gusto delle proporzioni e quelli capaci di cogliere l'attimo. Ma il mondo è fatto anche di tante persone comuni che realizzano ottime foto perché si sono applicate, hanno studiato e si sono ispirate.


Leggere, curiosare i manuali, nutrire lo sguardo con le foto dei grandi fotografi, attingere a piene mani da ciò che è già stato fatto. In fondo è così un po' per tutto, anche per le grandi scoperte che quasi mai sono frutto di un'illuminazione, o per i prodotti che hanno successo non al primo tentativo ma magari dopo anni, quando qualcuno riprende in mano il progetto aggiungendo quel quid in più.

Un consiglio banale banale ma efficace? Andate su Flickr (che per la cronaca ha come claim "Find your ispiration") e cercate immagini simili a quella che volete realizzare, magari trovate la location ideale e potete provare a ricreare la foto con qualche ingrediente portato da voi.

Più notizie

Link acquisto:

Articolo realizzato in collaborazione con Realme. Clicca qui per saperne di più.

VIDEO

Realme GT Master è disponibile su a 353 euro.
(aggiornamento del 19 ottobre 2021, ore 19:52)

191

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Jaws 19 (ex David Lo Pan)

Quello rappresenta decisamente l'elemento negativo del mio scatto. Ma non avevo allora così come non ho oggi l'autorità per cacciare via i poliziotti dal loro presidio.

P.S. ho un problema che si potrebbe definire assurdo legato al mio account Disqus. Molto probabilmente, o non leggerai mai questo messaggio o ti arriverà la notifica tra chissà quanto tempo. Giorni, mesi, anni. Pazienza.

gin

La polizia?

L'avocado del Diavolo
Don

Non hai capito niente dei miei commento eh? Io sconsigliavo le reflex entry-level, dei prodotti con castrazioni assurde venduti a prezzi da furto. A quelle cifre non esistono macchine migliori della M4/3 per completezza, l'usato per un principiante non conviene quasi mai perché da negozio costa troppo e da privati non hai nessuna garanzia, altro che D90.

L'avocado del Diavolo

L’avanzare tecnologico odierno non lo nego ma dire che le reflex siano superate è una stupidaggine che vai ripetendo.
Dal tuo discorso pare siano inutilizzabili.. ma per favore!
Ho una z6II una Df e una D700 mai stato più completo.
Come il consigliare solo m4/3 o mirrorless per i neofiti.
Per imparare basta una d90 e un 50 1.8. Il resto sei tu e il tuo
Impegno.

Don

Che siano superate è oggettivo, infatti tutte le case producono e produrranno ESCLUSIVAMENTE mirrorless. Poi ognuno è libero di illudersi come preferisce, il fatto che tu faccia ritratti in studio con una D700 non cambia la realtà.

L'avocado del Diavolo

Superate?
Faccio ritratti in studio con una D700.
Superati sono i tuoi discorsi amico.

Sdentato

Questo Realme si può sbloccare?

Kriss

Hahaha beata ignoranza (nel senso di non conoscenza)

ProseccoDoc

che ca ga te mi ricordo lo stesso servizio fatto con i Nokia n10, e51 6630

Con lo stesso livello di dettaglio, colori, gamma dinamica e sfocato?

Kodak

Secondo me con iPhone 12 pro avrei fatto molto meglio…non mi sembra nulla di particolare, non mi vanterei di queste foto

Per la street in realtà il miglior mezzo è una compatta con sensore APS-C o M43 e un'ottica con focale da street ovvero 28, 35 o 50 mm

Chiamami quando uno smartphone potrà fare primo piano fatto con una focale lunga (dai 150 mm in poi) mantenendo un'alto livello di dettaglio e uno sfocato comunque gradevole.

https://uploads.disquscdn.c...

Oppure fare una macro con questo sfocato e questo livello di dettaglio SENZA simulare lo sfocato via software.

https://uploads.disquscdn.c...

Entrambe sono due foto che ho fatto con una umile mirrorless entry level e fatte alla "punta e scatta" sul momento (come si fa con lo smartphone)

Chiamami quando uno smartphone riuscirà a fare una foto del genere con questo dettaglio e con questo sfocato NON simulato

https://uploads.disquscdn.c...

Chiamami quando uno smartphone riuscirà a fare una foto con dettagli e gamma dinamica del genere...

https://uploads.disquscdn.c...

uncletoma

Henry Cartier Bresson is graving on his grave

aleandroid14

Come immaginavo ho chiesto al venditore e la vende per 400 a meno no :(

Vediamo se riesco a prendere la EPL7 a 150 se no guardo se trovo qualche corpo usato in buone condizioni con 1 lente decente a parte per iniziare.

Grazie per i consigli comunque!

Don

Beh il prezzo sarebbe eccellente, ma essendo un'asta non credo che rimarrà così. Volendo puoi comprare direttamente da Olympus, nuovo, il kit con E-M10 III e 14-150 che è un discreto superzoom e copre le stesse focali delle due lenti di questo kit. È leggermente meno nitido, ma in più è tropicalizzato.

La EPL7 a 150 euro con la lente è un buonissimo prezzo, se avessi la garanzia che è in buono stato e che non ci sono magagne sarebbe da prendere.

aleandroid14

https:// www. ebay .co.uk/ itm/ Olympus-17-2-MP-OM-D-E-M10-Mark-III-2-Lens-Kit-and-loads-of-extras-/194366367001?mkcid=16&mkevt=1&_trksid=p2349624.m46890.l49286&mkrid=710-127635-2958-0

Cosa ne pensi per il prezzo? Non mi sembra male con 2 kit lenti incluse e tutto il resto

aleandroid14

Con obbiettivo base da venditore su facebook marketplace quindi molto dipende dal venditore in sto caso.
Provo a dare un'occhiata su mpb se trovo qualcosa a buon prezzo e ti faccio sapere!

Don

Mmm guarda, non è che sia poi tanto male per quella cifra, ma io andrei sotto la M-10 Mark II o la GX-80. Dai un'occhiata al sito mpb. com, è uno dei più grandi siti di usato fotografico in UK e sicuramente puoi trovare offerte interessanti con un'ottima garanzia.

aleandroid14

Hey! Ho trovato una Olympus Pen lite EPL7 sui 150 usata in zona qua in UK, a quel prezzo come ti sembra per entrare nel mondo dei M4/3? Se non sbaglio ha un IBIS a 3 assi.

Don

La questione del rapporto d'aspetto va a gusti. Anche le medio formato (dalle Hasselblad alle Fuji GFX) sono 4:3, le definiresti sacrificate? Senza contare che in molte riviste spesso pubblicano in 4:3, i televisori e gli schermi sono stati 4:3 per decenni e così via. Ci sono pro e contro, questione di gusti.

sailand

La D70 uscì che i sensori 4/3 non esistevano proprio, non ho fatto un paragone improponibile. Poi non esiste solo il sensore ma chissà perché tutti scordano la conversione A-D e non tutti i convertitori hanno la stessa risoluzione in termini di bit anche se poi viene fatto il resampling.
Comunque gli APS-C sono più grandi dei 4/3 oltre ad un formato più vicino ai formati più diffusi di carta fotografica e meno sacrificato per le “panoramiche”.

Marcus

non mi sembra

David Lo Pan
Ritornoalfuturo

sono salito su una 500 sia davanti che dietro. i miei genitori sono belli robusti. ci stavo io stretto che sono magro e alto 1 e 72.

sulla up o mii almeno erano poi spaziose.
io non parlo di estetica quella è soggettiva . ma parlo di comodità e spazio interno gestito meglio sulla up, mii.

il punto è che se devo comprare un'auto piccola compro un qualcosa che almeno sia il più spaziosa possibile sfruttando meglio gli spazi interni

Don

Beh le reflex 4/3 sono veramente vecchie e i sensori 4/3 dell'epoca erano effettivamente parecchio scarsi. Dal 16 megapixel in poi sono diventati competitivi con i sensori APS-C coevi.

David Lo Pan

Non ho mai confrontato i modelli di auto in questione, per cui prendo per buono ciò che mi riporti tu, ma col beneficio del dubbio. Questo, perlomeno, consentimelo.

La Mii e la Up!, per dire, saranno anche più spaziose (e dovrei, appunto, verificarlo di persona), ma in quanto a Stile... meglio sorvolare.

Sono gusti personali. Io le trovo orrende.

TheEfho

"Ora, chiunque con un livello di comprensione minimo dell'italiano capirebbe " dai, non devi essere così duro con te stesso.
ripeto, non serve un d5xxx. se non vuoi una 4/3, basta una eos m, un alpha, una x, una z (intese come linee. non devi interla come eos m mark 1, ma come tutte le m). non hai una 4/3 e non ti sobbarchi le dslr. visto che ho risposto proprio al SERVE .. MA IL PESO E DIMENSIONI... no, se 4/3 per te non è la risposta e lo sarebbe una d5600 se non fosse grossa allora ci son altre soluzioni.
ps, le apsc e le u4/3 io le vedo semi-allineate, io non vedo tanto differenti di resa, ma non amo i 4/3 e preferisco i 3:2. per questo non sto a sindacalizzare il perchè una u4/3 non è sufficiente. ma se uno non vuole 4/3, non insisto sulle 4/3.

sailand

Pietosa scusa per fare pubblicità al realme.
Questo blog ha perso ogni minimo pudore.

TheEfho

non puoi però confrontare la fotografia computazionale con un sensore. Un esempio venale, con la mia setto raffica alta, 16 scatti, prendo i raw, li trasformo in dng e li do in pasto a Kandao Raw+. questo somma i dng e fa quello che dici la fotografia computazionale è usatissima anche con macchine convenzionali. con questo che voglio dire? che non è esclusiva dei telefoni, quindi calmi a paragonare single shot delle dsl ai multishot dei cellulari.
Sulla differenza in stampa, c'è, e tanta. La stampa ha molti più colori, sfrutta molto i passaggi tonali estesi. a monitor si pialla la differenza, doprattutto se il monitor è piccolo e si guardan foto su internet e social (che ricampionano a 75 ppi). Quindi potresti benissimo ritenerlo sufficiete per il tuo uso, ma non toglie che la qualità vada ben oltre il tuo sufficiente. Io non uso molto il telefono perchè amo le lunghe esposizioni (e niente scuse, i sensori grandi reggon meglio), presa del caspio, filtri nd (a me frega poco dell'F 1.2 e qi astronomica. lo shutter speed per me è la vita e scendere a 0.5, 5, 20 secondi per me è essenziale), supporto nativo a treppiede ed uso del flash ed hss (non quelli a led, ma quelli con una certa potenza che non sono supportati dai telefoni). non son cose impossibili da avere, e come vadi non cerco la qi, diaframma a trentordici lamelle, F.0.005 o altre sparate. Perchè sebbene veda tutta la reale differenza, la foto non la fa il sensore e mi accontento. Vedasi anche "la foto sarebbe più bella, ma non migliore. Le vuoi migliori? usa i soldi risparmiati per viaggiare, studiare, investire in corsi ed uscire con la morosa. E' così che miglioreranno" [cit. di uno che mi aiutò quando dovetti scegliere la macchina]

Don

Tu hai scritto questo: "nn ho capito perchè dovrei prendere una reflex o una m4/3 quando ormai il presente è ml". Ora, chiunque con un livello di comprensione minimo dell'italiano capirebbe che, per te, le M4/3 non sono mirrorless o avresti semplicemente detto "nn ho capito perchè dovrei prendere una reflex quando ormai il presente è ml", o al massimo "nn ho capito perchè dovrei prendere una reflex o una m4/3 al posto di una ml APS-C o FF".

Quindi o ti stai arrampicando sugli specchi o non sei tanto bravo a scrivere. Entrambe le cose non sono esattamente lusinghiere.

TheEfho

lo so benissimo, ma si parla di reflexz come contrapposizione alle 4/3, "serve una d3xxx, una d5xx...", ma anche no.. non esiston solo dslr e 4/3. "ah, beata ignoranzza" [cit.]

Don

Queste sono due macchine vecchie, ma si vede bene che la differenza di grandezza del sensore non è eclatante. La differenza grande è con il FF, ma fra APS-C e 4/3 le differenze sono piccole e non mi ci fossilizzerei troppo. https://uploads.disquscdn.c...

Don

No, perché sebbene le reflex Nikon entry-level (ancora peggio quelle Canon che usano sensori più vecchi) abbiano TEORICAMENTE un sensore appena migliore, hanno una lunga lista di castrazioni e mancanze che all'atto pratico le rendono inferiori. In un commento più sotto ho elencato i difetti principali.

Ritornoalfuturo

anzi che la Lumix GX-80 che costa 500 euro .non è meglio una reflex nuova di primo prezzo?

Ritornoalfuturo

anzi che una 500 preferisco una up o mii. sono piu spaziose. anche dietro almeno si sta meglio che sulla 500

lorenzo68

Un ottimo articolo. Molto gradevole e di lettura estremamente interessante.
Grazie.

Simone

Ricoh GRIII e sei a posto

Don

Guarda che le M4/3 SONO mirrorless...ah, beata ignoranza.

pierpaolo rossi

La differenza sta proprio in questo, non c'è uno strumento migliore in assoluto. Voglio fare una foto per Instagram o Facebbok, uso lo smartphone tutta la vita, a meno che non mi serva uno s focato perfetto (che comunque non sarebbe quasi mai valorizzato se visto sullo smartphone). Voglio fare una foto di paesaggio, un ritratto da stampare in A4 o in A3, allora la reflex, anche non top, sarà sempre la soluzione migliore, non tanto per il sensore quanto per le ottiche, a condizione che io sia capace di scattare e fare post produzione. Se poi sono un professionista devo lavorare con il mezzo più adeguato alla situazione, se vendono ancora le Reflex a 5.000 € e le Hasselblad a 40.000 € ci sarà un motivo....

Don

L'errore è stato comprare tre lenti. La macchina fotografica bisogna averla perché con lo smartphone non c'è modo di imparare a dovere, sono troppo limitati. La cosa migliore quindi è macchina buona ma non troppo costosa, un solo obiettivo scelto con intelligenza, un po' di studio (non è che bisogna sapere progettare un modulo lunare eh) e tanta pratica.

Francesco

questo lo può dire solo chi è talmente povero da non potersi permettere nemmeno una reflex base gamma (400 euro) che sorpassa qualsiasi smartphone attuale e nell'immediato futuro

sailand

La bianchina seppur derivata da una 500 non era una 500 ma la sua cugina “lussuosa” in teoria, in pratica non aveva più neanche la simpatia della 500 maso.o le linee di una berlina troppo rimpicciolita.

Alessandro Cavalieri

Forse può anche essere meglio comprarsi qualche libro sulla fotografia PRIMA di comprare la reflex/mirrorless, perché altrimenti può succedere come a me, che ho comprato la fotocamera più tre obiettivi e dopo mi sono reso conto che per fare belle foto ci vuole un bagaglio di conoscenze che non avevo voglia ne' tempo di apprendere. Una bella foto, ovvero una foto che viene come vuoi tu, la crei solo se dietro c'è un bel po' di studio un sacco di esperienza.

Olianza <3

Ma perchè fate fisso articoli sulla fotografia da smartphone?
Ma che senso ha?

Olianza <3

Nella mia vita solo Fiat, Lancia, Lamborghini, Ferrari e Ducati.
Stop.
Ovunque posso prendo made in italy.

David Lo Pan

Pixel 6 e 6 Pro ufficiali: Google punta al top | PREZZI

Xiaomi 11T: scopriamolo in diretta insieme a Xiaomi Italia | Replay

Qual è il miglior smartphone per foto e video: ecco il confrontone | Video

Recensione Samsung Galaxy A52s: fascia media che accontenta tutti