Recensione Xiaomi 12T Pro: foto a 200 MP, batteria e...sensore fisico

04 Ottobre 2022 319

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Due nuovi smartphone Xiaomi arrivano ufficialmente da oggi sul mercato, sono Xiaomi 12T e 12T Pro, ed è proprio il secondo modello, il top della gamma, di cui vi parlo in questa recensione.

Si tratta di uno prodotto di fascia alta ma non altissima, quella dei semi-top che sempre più si sta popolando di proposte interessanti. Il prezzo di listino è di 849 Euro, ma con diverse offerte di lancio è possibile portarselo a casa ad un prezzo vantaggioso ed avere in mano uno smartphone concreto, affidabile e potente, con qualche sciccheria in meno rispetto ai flagship di gamma superiore. Vediamolo.

INDICE

DESIGN E QUALITA' COSTRUTTIVA

Le dimensioni di Xiaomi 12T Pro sono piuttosto generose (163.1mm x 75.9mm x 8.6mm). L'aspetto generale è in linea con la serie “T” degli anni scorsi, lo smartphone infatti si presenta con un design sinuoso e arrotondato su tutti gli spigoli. Le superfici sono regolari e, complice uno spessore di 8,6 mm, appare quasi massiccio. Sotto i polpastrelli emerge una buona qualità costruttiva, seppur manchi una certificazione di resistenza ad acqua e polvere e il bordo sia in policarbonato, non in alluminio.


E' uno smartphone piacevole da tenere in mano ma inevitabilmente grande, d’altra parte siamo proprio in quella categoria di prodotti che punta al sodo, privilegiando ad esempio una batteria abbondante rispetto a dimensioni e peso contenuti (205 grammi). Sul lato superiore segnalo la presenza della porta IR, mentre accensione e bilanciere del volume sono sul lato destro.

Sia il vetro protettivo che la back cover sono realizzate con il Gorilla Glass 5, mentre in confezione troverete una cover in TPU trasparente e una pellicola preapplicata. Rimuovendola si potrà apprezzare un trattamento oleofobico più che buono.

DISPLAY

Il display è un AMOLED da 6,67 pollici con risoluzione 2712 x 1220 pixel e refresh rate fino a 120 Hz. Non si tratta di un pannello LTPO ma la frequenza di aggiornamento viene comunque gestita dinamicamente a step tra 30, 60, 90, 120 Hz). Non mancano il supporto HDR10+ e Dolby Vision.

E’ un buon display, ben calibrato con dichiarazioni di fabbrica di un Delta E di 0,38 e JNDC di 0,28 punti. Gli manca purtroppo un po’ di spunto sulla luminanza che non raggiunge i 1000 nits, un po’ poco rispetto ai diretti competitor, tra cui anche Xiaomi 12X e 12 che riescono a fare un po’ meglio. Il risultato è quello di un HDR non così incisivo e una leggibilità all’aperto buona ma non ottima.


Sarete molto felici di sapere che il sensore di prossimità è fisico, come abbiamo già sperimentato con Poco M5; che Xiaomi abbia inaugurato un nuovo corso, abbandonando il problematico sensore di prossimità virtuale? Non possiamo averne la certezza ma per lo meno Xiaomi 12T Pro funziona benissimo senza il minimo problema, bene così.

SOFTWARE

A bordo di Xiaomi 12T Pro troviamo la MIUI 13 Global su base Android 12 e patch di sicurezza aggiornate ad agosto 2022. Vi ricordo che solitamente Xiaomi prevede 2 anni di aggiornamenti di Android per questi smartphone di fascia alta e 3 di supporto per quanto riguarda le patch di sicurezza.

Come sempre non mancano le possibilità per l’utente sulla UX di Xiaomi, in questo caso per altro la coppia Android 12 con MIUI 13 è già mi era già piaciuta con Xiaomi 12S Ultra e qua si conferma efficace, al di là di qualche piccolo bug minore che ogni tanto salta fuori.

Xiaomi si concentra molto sulle funzionalità di interazione con lo smartphone che permettono di cucirsi addosso un’espereinza d’uso personalizzata, troviamo quindi “assistente tocco” che abilita tasti di navigazione a scomparsa, la “barra laterale” da cui lanciare applicazioni che si aprono in finestra, possiamo scegliere tra centro notifiche separato o unito ai quick toggle e attivare moltissime altre gesture che corrispondono ad altrettante funzioni. Fin dalla prima configurazione troverete preinstallate alcune app, giochi, social principalmente e altre utility non richieste, per fortuna tutto si può disinstallare senza fatica.

Tutto sommato la MIUI non mi dispiace affatto, durante l’estate ho usato per molto tempo Xiaomi 12S Ultra e in quell’occasione ho potuto sperimentare l’interazione nel lungo periodo, trovandomi bene. Ecco, forse le animazioni sono un po’ troppo abbondanti e qua e là, per esempio nella selezione degli sfondi o nella “modalità bellezza per videochiamate” traspare la provenienza orientale, però fa parte di un pacchetto molto curato graficamente e con l’ultima versione anche più veloce e snello rispetto al passato.

SCHEDA TECNICA
  • display: Crystal ResAMOLED piatto da 6,67 pollici 2712x1220, frequenza aggiornamento fino a 120Hz, Corning Gorilla Glass 5, HDR10+, Dolby Vision
  • piattaforma mobile: Qualcomm Snapdragon 8+ Gen 1
  • memoria:
    • (8)/12GB di RAM LPDDR5
    • 128/256GB interna
  • connettività: 5G, WiFi 6, Bluetooth 5.2, NFC, IR, Dual SIM + eSIM
  • audio: 2x speaker Harman Kardon
  • fotocamere:
    • anteriore: 20MP 1/3,47"; f/2.24, 78° FOV
    • posteriori:
      • 200MP, 1/1,22" Samsung Isocell HP1; OIS, f/1,69, Double DPAF
      • 8MP ultra grandangolare, 1/4"; f/2,2
      • 2MP macro f/2.4
  • batteria: 5.000mAh, ricarica 120W (alimentatore in confezione)
  • OS: Android 12 con MIUI 13

ESPERIENZA D'USO

Xiaomi 12T Pro è uno smartphone che nel complesso funziona bene, del resto Xioaomi ha sistemato il problema del sensore di prossimità per cui si può godere appieno del prodotto nell'uso quotidiano. Le prestazioni sono senza dubbio un punto forte, lo Snapdragon 8+ Gen 1 non tradisce, confermandosi un vero cavallo di razza attento ai consumi e alle temperature. Non per niente nel gaming Xiaomi 12T Pro diventa un prodotto eccellente, favorito anche da una suite di gioco (Game Turbo) che permette di personalizzare diversi parametri tra visione, performance e gestione rete e notifiche.

La versione che ho provato è quella con 8 GB di RAM (espandibili virtualmente) e mi sono sembrati leggermente stretti per la MIUI 13 e Android 12: per i 50 Euro in più che richiede potrei consigliarvi la variante da 12 GB, sempre che siate interessati ad il massimo della fluidità e reattività, altrimenti va benissimo così.

E' molto buono il feedback aptico, che tra l'altro con MIUI 13 è diventato molto più presente rispetto al passato, perfetto il lettore di impronte digitali ottico sotto il display, è nella giusta posizione e non sbaglia un colpo.


RICARICA E AUTONOMIA

Manca la ricarica wireless ed è un gran peccato, in compenso in confezione troverete un alimentatore da ben 120 Watt che ricarica lo smartphone completamente in 20 minuti. Non ne avrete in realtà così bisogno perché l'autonomia è portentosa, tra gli smartphone con processore top è forse quello migliore che ho provato finora: i due giorni si raggiungono senza grossi problemi, con almeno 6 ore e mezza/7 di display attivo.

Segnalo che nel software è presente un'opzione per disabilitare la ricarica ultra rapida nel caso in cui non ne abbiate necessità.

AUDIO E MULTIMEDIA

I due speaker con suono firmato Harman Kardon sono potenti e corposi, l'unico difetto che ho rilevato è una parziale distorsione a volume massimo, dovuta probabilmente alle percepibili vibrazioni della scocca posteriore.

Complessivamente il comparto multimediale è di livello, grazie ai diversi standard supportati dal display e ad una serie notevole di setting applicabili all'audio in cuffia: si va dall'equalizzazione alla simulazione di scenari ambientali, ad una regolazione fine del suono separata per cuffia destra e sinistra.


PARTE TELEFONICA E CONNETTIVITA'

Sotto questo profilo nessun problema da segnalare, Xiaomi 12T Pro si è rivelato affidabile ed efficace su tutte le operazioni che coinvolgono la connettività, dalla ricezione del segnale alla gestione dual sim, WiFi, GPS e Bluetooth, tutto ok.

Ho trovato inaspettatamente il supporto sia al dual SIM che a quello ad una eSIM, non è scontato, così come non lo è l'ottimo funzionamento che ho potuto sperimentare in roaming dati all'estero.

FOTOCAMERE

Xiaomi 12T Pro ha nel comparto fotografico una chiave di volta ed un buon riassunto di quello che è nel suo complesso: un ottimo smartphone con tante cose buone e alcuni compromessi anche importanti. La fotocamera principale ha un impressionante sensore Samsung Isocell HP1 da 200 MP, che abbiamo già visto all'opera sul Motorola Edge 30 Ultra, e che anche qui conferma prestazioni notevoli e sopra le aspettative, affiancato però da altri due sensori che sono davvero poca cosa rispetto al posizionamento del prodotto, una ultrawide da 8 MP e una macro da 2 MP.

Cominciando dalle foto a 200 MP non posso che ritenermi soddisfatto, come potete vedere dai sample fotografici la qualità è elevatissima e il livello di dettaglio impressionante. Chiaramente ci vuole molta luce per poter sfruttare la piena risoluzione ma i risultati sono molto interessanti.

Xiaomi ha ben implementato questo bel sensore Samsung, permettendo anche di scattare a 50 MP (pixel binning a 9 pixel), ed eventualmente è anche possibile sfruttare uno zoom 2X digitale senza perdita di qualità, in cui vengono utilizzati solo i pixel centrali del sensore.

200 MP
Crop
200 MP
Crop
200 MP

Vi consiglio caldamente di scaricare le immagini originali da questi link (LINK 1, LINK 2) per poter apprezzare la reale qualità. Tenete presente che per poterle inserire in galleria ho dovuto ridimensionarle al 50% e successivamente ricampionare con perdita del 20% dei dati.

Ovviamente non si deve necessariamente scattare foto a 200 MP, anche perché le immagini hanno un peso di circa 50-70MB, il sensore è anzi stato pensato per poter accorpare i pixel a gruppi di 4x4 per ottenere un enorme pixel virtuale di 2,56 micrometri con foto a 12,5 MP. Il pixel binning si può sfruttare benissimo con poca luce e in qualunque altra situazione.

La qualità è sempre piuttosto buona, solo in modalità notturna le immagini non sono proprio pulitissime e presentano un po' di rumore impastato, ma complessivamente il livello è molto alto e superiore rispetto a Xiaomi 12 e 12X (ma non al 12 Pro).

In galleria potete vedere anche qualche selfie che mi ha convinto pienamente, oltre a quale foto ultrawide che invece è discreta di giorno ma molto scarsa di notte. Come da aspettative questo smartphone scatta molto bene con la fotocamere principale, mentre le altre due lasciano a desiderare.

I video sono di ottima qualità, si può arrivare all'8K che hanno un dettaglio super, mentre il 4K a 30 fps è il formato con la resa migliore.

IN CONCLUSIONE

Xiaomi 12T Pro ha un prezzo di listino di 849 Euro nel taglio 8/256 GB, si sale a 899 Euro per la versione 12/256 GB. Un listino che posiziona il prodotto in una fascia competitiva in cui emergere non è facile.

E' uno smartphone che ha le sue carte da giocare, senza dubbio le prestazioni, l'autonomia e la fotocamera da 200 MP, ma al contempo non riesce a proporre le stesse specifiche che troviamo su altri competitor. In buona sostanza è il classico prodotto da tenere d'occhio, perché le offerte non tarderanno ad arrivare rendendolo decisamente appetibile.

Fin dal lancio, ad esempio, potrete acquistarlo con un forte sconto a 749 Euro nella versione 8/256 GB negli store fisici Xiaomi, o in bundle con Redmi Pad (del valore di circa 300 Euro) fino al 21 ottobre per la variante 12/256 GB su Amazon.it, Mi.com e i principali negozi di elettronica.

AUTONOMIAFOTO A 200 MPRICARICA VELOCISSIMA
MANCA RICARICA WIRELESSMANCA CERTIFICAZIONE IPFOTOCAMERE ACCESSORIE

VOTO FINALE: 7.5

VIDEO

Xiaomi 12T Pro è disponibile online da Pskmegastore a 570 euro oppure da eBay a 621 euro. Il rapporto qualità prezzo è ottimo. Ci sono 7 modelli migliori. Per vedere le altre 51 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 29 novembre 2022, ore 23:00)

319

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Mnoga

questo ha il sensore fisico.

Marcus

per la mia esperienza tant'è

Mnoga

un milione di critiche ma si prende già a 540 con la tim, con pad in omaggio. Processore top, fotocamera principale ottima, batteria e ricarica super. Per me, per esempio, è perfetto, ora che ha un sensore di prossimità. Non vedo difetti.

Gianni Alberto Passante

i propri marchi? ma che siamo bambini qui? io non sono certo fan di una fabbrica. tu sei fan della scottex? del colgate? ma che pazzia avete in testa? per me gli smartphone sono un prodotto come un altro che una fabbrica mi fa pagare a caro prezzo.
rimane il fatto che uno deve essere scemo per scegliere questo prodotto e non un iphone o un s22

Jacopo93
Paul The Rock

Sì, confermo.

giovanni cordioli

Grazie

Alex

Samsung e Google

Love is All

Sto cercando uno smartphone fascia media che non sia una padella gigante... non facile.

Non rispondo quando si parla male di altri marchi pensando che i propri preferiti siano migliori. Saluti

X-Treme Deejay PC
Sarcasmo distratto

Verissimo, hai ragione, peccato che il 95% dei telefoni che vedo in giro abbiano nobilissime cover in puro silicone, è qualcuno afferma che non sia un ottimo dissipatore termico

Sherthes

Io ho AA wireless ma non ho né il posto di ricarica wireless e nemmeno lo smartphone che la supporta. Inutile dire che AA parte automaticamente e la uso ogni singolo giorno, anche per 5 minuti di strada. Ma la ricarica la faccio cablata, perché, quando serve, la metto in carica ed è molto più veloce. Ho assistito a ricariche wireless mentre AA era in funzione che non riuscivano a dare carica sufficiente, alla fine lo smartphone moriva inesorabilmente.

NULL
Sherthes

Ho un mi 9T Pro dal suo lancio e di pubblicità ne ho vista solo quella delle app free (che hai anche su tutti gli altri smartphone perché dipende dalla app) e su YouTube (anche questa normalissima). Vero pure che non ho mai utilizzato le app di Xiaomi preinstallate, quindi, non ho mai visto pubblicità su blocco schermo (come gli htc di una volta) o sui menu di impostazioni, ecc.

LastSnake

Mai pensato ahaha

LastSnake

Giusto, che l’acciaio resista meglio a graffi ed ammaccature rispetto al policarbonato è fuffa, certo certo

Io ho preso un galaxy A52s 5g a 230 euro, risparmio, faccio tutto e non devo andare a mangiare mele

Alessandro De Filippo

Nell' arco di 5/6 anni i top di gamma sono aumentati di prezzo del 40% .(non parlo dei pieghevoli). A quel tempo con gli stessi soldi di questo 12t pro, acquistavi un top di gamma,ora solamente "quasi" un top di gamma.

Alessandro De Filippo

8/256 a 849€ ma con 50€ in più 12/256? A parte la fotocamera sensore fisico e il chip..x il resto sa da vecchio bidone

Gianni Alberto Passante

Non mi pare che tu abbia risposto. Chi potendo scegliere un s22 o un iPhone 13 potrebbe scegliere questo scempio di smartphone?

Birra

Stiamo assistendo all’instaurarsi di un nuovo standard dei prezzi degli smartphone, secondo me oltre gli 800€ saranno presto etichettati con un termine specifico, partendo da fascia bassa (800) a fascia alta, tipo ultrasmartphones

max76

750€, mettono una fotocamera da 200megapippi e le altre dei cessi!
Manca ricarica wireless, nessuna impermeabilità, solo 2 anni di aggiornamenti e la UI patacca.
E poi con sti "magheggi da scheda tecnica" la gente ha il coraggio di criticare i pixel o i Sony che se lo mangiano sto coso!

FabxRM

si lo so ho avuto un Redmi.. in realtà ho dovuto anche disattivare un servizio.. oltre ad andare nelle singole app.. la mia domanda era se anche in Xiaomi è presente allo stesso modo

pollopopo

La comodità della prima permette di 'buttare' il cell nel punto dedicato e caricarlo oltre ad avere android auto.... diversamente lo devi connettere, decisamente memo immediato...non per nulla io come anche tantissimi altri usano android auto giusto come nav alla necessità o su lunghi tragitti... non lo collego certo per 20 minuti di viaggio cosa che invece col cassetto dedicato uno sicuramente fa anche non volendo

Ryosaku

sono due cose indipendenti tra loro :P e chi ha una ricarica ad induzione in auto, ha sicuramente anche una porta usb per la ricarica

Federico

C'era una volta 11T Pro a 450€, e ora abbiamo lui in plastica al doppio del prezzo, follia.
Tra l'altro frame in plastica ma vetro posteriore, senza il minimo senso, comprendo di più il telaio in metallo con il retro in plastica o qualche altro materiale tipo Zenfone 9 o realme gt 2 pro.
Peccato perché la serie T mi è sempre piaciuta, telefoni estremamente concreti.

Riccardo Mineri

Mamma mia che monnezza... Gli Iphone son regalati a confronto

Alessandro87

pensare ad aprile ho preso poco f3 8/256 € 210 dallo shop ufficiale ahahaha ma questi so pazzi 800eu

Eh certo , sono Galli solo chi comprano iPhone o Samsung già

Darkat

Si ok che è di metallo ma parliamo di 40g in più rispetto a questo modello, non sono mica pochi, e se mi dici che 204g soono pesanti come diavolo è possibile che 240g diventano "non te ne accorgi"?? SE avessere detto che il telefono è pesante, che i 240g sono scomodi e si sentono ma sono giustificati dal frame in metallo allora potrei capire quello che dici, ma no! Hanno proprio detto che dopo averlo preso in mano non te ne accorgi più, 240g, mentre questo a 204g, 40g in meno, li senti bene ed è pesante. Come diavolo funziona?

Darkat

Lol non ci avevo pensato che in effetti qui ci sono di mezzo la religione e la magia, può essere

Darkat

Ok, allora come lo spieghi tu che 204g di questo Xiaomi sono massicci e pesanti e 240 (40g in più eh) di iPhone 14 Pro Max invece non si sentono e ti abitui subito? Sai farmi un ragionamento per cui avviene questo strano fenomeno naturale?

Darkat

Sono 40g di meno, direi che è più che giustificato il policarbonato no?

Darkat

Quindi dove c'entra questo con il peso? LOL Sembra la barzelletta sul chilo di paglia e quello di ferro

Chucky

Non è utilizzabile ma sopratutto non è trasportabile...

Di questo passo, i prossimi smartphone non entreranno in tasca (già ora siamo al limite)

raollen

Hahaaa,800€. Ma stiamo scherzando

Matteo

Fino a pochi anni fa con circa 100 euro in meno prendevi l'iPhone o il Samsung Galaxy top di gamma

Lupo1

Allora rinnovo non dire caccate

Ritornoalfuturo

quello virtuale è così, e dipende

Zeddicus Zu'l Zorander

A quel prezzo, fa sembrare l’iPhone vantaggioso. Nel 2022, un telefono in plastica a 800€. Neanche nei peggior incubi.

AndreA

Non deve dipendere da niente. Deve funzionare. Se compro qualcosa lo pago perché funzioni, non che funzioni a metà. Se acquisto un'auto è l'autoradio non funziona porto indietro, tu no? Non capisco perché per gli smartphone non funziona così o almeno qualcuno

Ricky

Se vuoi tutto questo devi aggiungere 2/300 euro

Ritornoalfuturo

i virtuale dipende come su usa il cellulare. se molto appoggiato all'orecchio il display si spegnere

AndreA

L'ho avuto su nova 5t, almeno credo fosse virtuale. Solo sdraiato a letto con il telefono praticamente capovolto ogni tanto si accendeva schermo, ma ogni tanto. Mia "amica" molto intima con Samsung A32 che gli regalai, nessun problema, credo virtuale anche lì. Certo virtuale non è quello fisico ma xiaomi ne avesse fatto funzionare uno... Un top di gamma, anche se a qualche euro in meno, con un problema del genere, così banale da risolvere e mai risolto, lo trovo ridicolo oltre che essere una bella presa in giro, per non dire fregatura. Difficilmente acquisterò uno xiaomi, per un sacco di tempo ha venduto telefoni nuovi con un sacco di bug e problemi, cercando ma non sempre riuscendoci di risolvere bug e problemi in secondo, spesso terzo tempo. Ora ci vengono a raccontare che per alzare qualità hanno dovuto alzare i prezzi, quando in realtà hanno sbandierato molta qualità e poca sostanza. Fossi un loro cliente mi sentirei fregato e preso in giro. Questo il mio pensiero di xiaomi è ora troppo tardi per farmi ricredere. Ora allo stesso prezzo ci sono brand a mio avviso di gran lunga più affidabili. Poco, ma proprio poco penso meglio di oppo & Co.

Ritornoalfuturo

non ti credere ho gli ho avuti

AndreA

Si ma su xiaomi funziona male.

Paul The Rock

Le pubblicità sono dentro le singole app, però sono sempre disattivabili (al menata è che spesso va fatto app per app).

Riprova Vivo X80 Pro con Android 13: una Vivo sempre più intrigante | Video

Confrontone tra i quasi top 2022, 9 smartphone uno contro l'altro | Video

Rog vs Rog vs Batman: Mediatek 9000 o Snapdragon 8+ gen.1 | Video

Recensione Motorola Razr 2022: finalmente moderno, non per nostalgici