Recensione Google Pixel 6a: grande equilibrio e tanta resa

21 Luglio 2022 449

In questa caldissima estate è arrivato anche il momento di Google Pixel 6a, annunciato durante il Google I/O e finalmente disponibile da oggi anche in Italia. Prezzo di listino ben calibrato, Google Tensor, fotocamera "alla Pixel" e un design moderno lo rendono uno degli smartphone meglio riusciti degli ultimi mesi, al netto di qualche compromesso su cui probabilmente si poteva fare qualcosa in più. Ma andiamo con ordine e scopriamo tutti i dettagli di Google Pixel 6a.

INDICE

DESIGN E QUALITA' COSTRUTTIVA

A vederlo il Pixel 6a è un Pixel 6 (e 6 Pro) in dimensioni più compatte, una differenza piuttosto importante che fin dal primo contatto ce lo ha fatto apprezzare maggiormente rispetto ai fratelli maggiori, seppur ovviamente si tratti di una considerazione soggettiva. Per la precisione le dimensioni sono di 71,8 x 152,16 x 8,85 mm, il peso è di 176 grammi.

Proprio come i cugini Pixel la qualità costruttiva è impeccabile ed è impreziosita dalla certificazione IP67 contro acqua e polvere. Dicevamo che il design rimane pressoché lo stesso, con la distinguibile "camera bar" e una scocca posteriore bicolore in plastica, bello anche il trattamento superficiale del frame in alluminio, opaco e leggermente ruvido, che rende lo smartphone meno scivoloso della media.

71.8 x 152.2 x 8.9 mm
6.1 pollici - 2400x1080 px
74.8 x 158.6 x 8.9 mm
6.4 pollici - 2400x1080 px
75.9 x 163.9 x 8.9 mm
6.7 pollici - 3120x1440 px

Frontalmente le cornici sono un po' più spesse di altri competitor, con il mento appena più pronunciato, in realtà non danno assolutamente fastidio e ben si sposano con il punch hole per la fotocamera frontale posizionato centralmente. Come per Pixel 6, tutto attorno al vetro anteriore c'è una cornice in plastica nera che funge da collegamento con il bordo metallico, un dettaglio che spesso si vede sulla fascia media e che rende un po' meno raffinato il look.

A livello costruttivo le differenze più importanti con i modelli superiori sono la back cover in materiale composito, che tuttavia messo a confronto con il vetro del Pixel 6 risulta praticamente indistinguibile, e la protezione del display che è affidata ad un Gorilla Glass 3, contro il Victus dei fratelli maggiori, anche la certificazione contro acqua e polvere si ferma al grado IP67 anziché IP68, poco male.


Sono tre le colorazioni previste, verde salvia, grigio chiaro e grigio antracite. Al di là del dato tecnico, il feedback trasmesso in mano dal Pixel 6a è quello di uno smartphone costruito bene e realizzato con materiali di qualità, e di questo bisogna dare un po' di merito anche al motore di vibrazione, davvero perfetto e puntuale nel dare fisicità alle interazioni con il touch screen.

DISPLAY

Il display di Pixel 6a è in assoluto la parte meno convincente dal punto di vista tecnico, si tratta di un OLED da 6,1 pollici a 60 Hz senza particolari spunti di interesse e con una qualità solamente discreta. La luminosità non è elevatissima e a risentirne è un po' la leggibilità all'aperto. C'è anche quale riflesso di troppo e una tendenza a variare i colori se si guarda con un punto di vista laterale, insomma è un classico display OLED di fascia media, ne abbiamo visti di migliori su smartphone decisamente più economici.

Per quanto riguarda il refresh rate il primo impatto è stato un po' spiazzante, ormai siamo abituati a valori superiori. In verità bisogna ammettere che dopo qualche ora il nostro cervello fa un bel reset e ci si dimentica del tutto dei vetusti 60 Hz, a conferma che si tratta più che altro di un fatto di abitudine e impressione, la velocità di un prodotto è data da altro.

Tutto bene con sensori di luminosità e prossimità, perfetto il trattamento oleofobico ed è una rarità ultimamente.

SOFTWARE

Google Pixel è l'essenza di Android, ma anche l'unico software che fa emergere le qualità del robottino verde per come le ha pensate Google. E' così che usare il Pixel 6a è un'esperienza sempre piacevole e snella, semplice ma mai banale. La grafica è curata, le animazioni fluide e consistenti, i suoni precisi e puntuali così come il feedback aptico.

Non mancano funzioni esclusive dei Pixel come Live Translate anche in italiano oppure il registratore con trascrizione automatica, ma anche l'assistente Google che risponde alle telefonate o rimane in attesa e un widget "at a Glance" che dinamicamente mostra le informazioni più utili all'utente durante la giornata, alle quali si aggiungono le feature dell'app Google Foto come la "gomma magica", il ritaglio del soggetto o la modifica del cielo.

A differenza dei Pixel 6 e 6 Pro che sono arrivati sul mercato con una marea di bug, qui le cose sono profondamente diverse. Abbiamo ormai avuto l'opportunità di provare il Pixel 6a per un mese e non abbiamo riscontrato malfunzionamenti importanti o bug fastidiosi, tutto fila liscio senza inciampi, evidentemente il lavoro di affinamento svolto sui due modelli superiori negli scorsi mesi, è servito come base per il nuovo arrivato.

In ogni caso Pixel 6a potrà giovare di un lungo supporto software, almeno 3 anni di aggiornamenti Android (13,14,15 idealmete) e 5 di patch di sicurezza aggiornate ogni mese, con in più i feature drop trimestrali e canali beta per testare in anteprima le nuove versioni software.


Il lettore di impronte digitali integrato nel display non è un fulmine ma non presenta particolari rallentamenti, per intenderci andiamo molto meglio che sul Pixel 6 dei primi tempi, ma non è comunque veloce come il lettore di Pixel 6 Pro, siamo cioè nella media.

Per quanto riguarda la sicurezza troviamo qui la stessa attenzione che Google ha riservato al resto della famiglia, è infatti presente il chip Titan M2 per la conservazione dei dati personali. Non mancano poi le funzioni di SOS, rilevamento incidenti, safety check e contatti di emergenza, che sono da poco state rinnovate e offrono un bel pacchetto di utility per l'utente.

SCHEDA TECNICA
  • Schermo: OLED 6,1" Full HD+, formato 20:9, frequenza di aggiornamento a 60 Hz, center HIAA
  • SoC: Google Tensor GS101
  • Sicurezza: chip Titan M2, lettore di impronte per l'autenticazione biometrica sotto al display
  • Memoria: 6 GB di RAM LPDDR4X, 128 GB di spazio di archiviazione
  • Fotocamere:
    • Anteriore wide: 8 MP (Sony IMX355), 84° FOW, fuoco fisso
    • Posteriori: principale da 12,2 MP (Sony IMX363 DP) con OIS + 12 MP ultra grandangolare (Sony IMX386)
    • Night Sight, Face Deblur, Magic Eraser, Real Tone
  • Audio: stereo, 2 microfoni
  • Connettività: USB-C 3.0 (no uscita video), 5G (SA/NSA), Wi-Fi 6E, Dual Chain Bluetooth 5.2, NFC, eSIM, NFC, GPS (solo L1)
  • Sistema operativo: Android 12
  • Batteria: 4.400 mAh con ricarica a 18W
  • Dimensioni e peso: 71,8x152,16,x8,85 mm; sporgenza della fotocamera posteriore 1,08 mm; 178 g
  • Spessore cornici: superiore 4,27 mm; laterali 3,935 mm; inferiore 5,71 mm
  • Certificazione: IP67

ESPERIENZA D'USO

Guardando la scheda tecnica l'elemento che spicca maggiormente è la presenza del SoC Google Tensor, lo stesso processore del flagship Pixel 6 Pro che testimonia come Google abbia progettato un modello economico ma con precisi paletti entro cui rimanere. Si è infatti risparmiato sul display, sulla ricarica wireless e persino sul modulo GPS ma sulle prestazioni e dunque sulla fluidità dell'esperienza d'uso i compromessi non esistono.

Infatti il piccolino è un vero asso se si parla di prestazioni, per altro senza surriscaldamenti nonostante il periodo torrido che stiamo attraversando e tutto ciò si ripercuote positivamente nel gaming ma anche nella registrazione dei video che arrivano al 4K a 60 fps senza rinunce sulla stabilizzazione.

Sappiamo anche che il Tensor non è un chip che punta tutto sulla potenza bruta, ma si associa ad una particolare attenzione per i processi di machine learning, e infatti è così, Pixel 6a non teme rivali in tutte le situazioni in cui viene richiesta capacità di calcolo di AI, come l'anteprima degli scatti, le funzioni di HDR, o banalmente la gestione energetica delle risorse, che nel tempo migliora sempre di più aumentando l'autonomia in modo considerevole.

AUTONOMIA E RICARICA

La batteria è da 4410 mAh che non sono moltissimi in senso assoluto, ma nella prova sul campo si sono rivelati più che sufficienti per chiudere una giornata piena di utilizzo. In realtà, con un po' di attenzione, si coprono anche le due giornate e rispetto ai Pixel 6 e 6 Pro pare proprio che lo smartphone digerisca meglio le situazioni di stress come la navigazione GPS, oppure le giornate assolate con luminosità sparata al massimo.

In termini numerici siamo più o meno attorno alle 6 ore 30 min di display acceso spalmati sulla giornata, ma bisogna tenere conto che con il caldo e le giornate lunghe i risultati possono essere leggermente sottostimati.

La ricarica invece è deludente, appena 18 Watt con cavo e manca la ricarica wireless, si poteva fare qualcosa in più. Per la cronaca l'alimentatore non è incluso in confezione.


AUDIO E MULTIMEDIA

Google Pixel 6a si appoggia a due speaker stereo di buona qualità, non raggiunge i livelli del poderoso Pixel 6 Pro ma non ci si può certo lamentare. Manca il jack audio per le cuffie ma è ben sostituito dalla connessione Bluetooth in versione 5.2.


PARTE TELEFONICA E CONNETTIVITA'

Lo smartphone supporta una nano SIM fisica e una eSIM, la qualità audio in chiamata è molto buona, peccato invece che in modalità vivavoce venga sfruttato uno solo dei due speaker.

Altra considerazione non proprio positiva riguarda la ricezione, è buona ma non ottima, per cui ci è capitato di trovarci un po' in difficoltà nelle zone scarsamente coperte, laddove altri smartphone non presentavano problemi.

FOTOCAMERE

Parliamo del comparto fotografico, storicamente un punto forte dei Pixel e anche qui sicuramente all'altezza della situazione, nonostante l'adozione di un hardware oggettivamente datato. Rispetto al Pixel 6 e 6 Pro che sono equipaggiati con una fotocamera da 50 MP con sensore Samsung GN1, sul nuovo arrivato troviamo per l'ennesima volta una principale da 12 MP con Sony IMX363, accompangata da una ultrawide da 12 MP (la stessa del Pixel 6) e da una frontale da 8 MP con IMX355, cioè lo stesso sensore che ci portiamo dietro dal Pixel 3.

Analizzando solo l'aspetto tecnico le scelte di BigG potrebbero essere più che discutibili, poi però ci si scontra con la realtà dei fatti che ci mostra immagini favolose, con quella pasta "Pixel" che ahinoi si era un po' persa sui nuovi modelli di fine 2021. Ora come ora il Pixel 6 e 6 Pro hanno qualcosa in più, specialmente in termini di dettaglio, ma complessivamente anche Pixel 6a non li fa rimpiangere e anzi, dimostra tutta l'affidabilità dell'accoppiata hardware e software che ha lasciato il segno ormai da qualche anno. Bene anche sulla ultrawide e sui selfie, ma è inutile girarci attorno, qui è il software che fa veramente miracoli. I video sono di alto livello, ma vedrete presto un video sul nostro canale in cui gran parte delle clip sono state realizzate con lo smartphone, a testimonianza dell'affidabilità dimostrata nella prova sul campo.

IN CONCLUSIONE

Google Pixel 6a è in preordine da oggi, le prime consegne sono previste per il 29 luglio, si può acquistare sul sito ufficiale e anche su Amazon (link in basso), per altro con Pixel buds in regalo.

Il prezzo di listino è di 459 Euro, nell'unico taglio di memoria previsto 6/128 GB. E' un posizionamento a nostro avviso giusto, per un prodotto che non ha particolari guizzi ma che riesce a fare tutto maledettamente bene, dalle fotografie all'autonomia, passando per prestazioni da top e una qualità costruttiva impeccabile.

Casomai ci si potrebbe interrogare sul rapporto con il Pixel 6, 649 Euro solo sulla carta perché la stessa Google spesso lo sconta sotto i 600 Euro, per lui miglior display, migliori materiali, ricarica wireless, ricarica con cavo più veloce e migliore fotocamera principale. Per 100 Euro ne vale decisamente la pena, l'unica considerazione da tenere bene a mente è sulle dimensioni, perché su questo il Pixel 6a è un'altra storia.

Complessivamente dunque giudizio più che positivo, peccato solo per la scelta poco comprensibile sul display a 60 Hz, che intendiamoci, non rovina l'esperienza di utilizzo, ma per chi è più attento all'aspetto tecnico sicuramente lascerà un po' di amaro in bocca.

VIDEO

VOTO, PRO E CONTRO

VOTO FINALE: 8

PRESTAZIONIDESIGN E DIMENSIONISOFTWARE
DISPLAY SOTTOTONONO RICARICA WIRELESS
Google Pixel 6a è disponibile su a 460 euro.
(aggiornamento del 16 agosto 2022, ore 18:52)

449

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
aleandroid14
max76

Certo, ma fino a che i recensori con capiscono le potenzialità di un Esperia I nelle sue varie generazioni, o stroncarono le potenzialità del nokia 9 pure view con la pentacam (al netto dei grossi problemi di gestione software, il dettaglio e l' HDR naturale erano senza paragoni!) Vedremo ancora x anni il binning.

Comunque mi hai incuriosito e adesso mi trovo un porting della Gcam da mettere sul pixel 6 per vedere se ci sono differenze.

aleandroid14

Guarda imx363 di giorno ti dico va ancora bene (non di notte), con un buon XML naturale va bene eh ma non la stock di Google che ha un casino di difetti come tutte le camere stock scritte per fare foto da mettere su facebook (purtroppo e lo fanno un po' tutti).
I cinesoni hanno colori più naturali comunque vedi mi12su per o mi12, ma pure il vetusto mi10 e il mi11...Samsung lasciamo stare è lo schif0 ormai e Apple ha colori stranissimi.
Comunque i sensori da migliaia di mpx sono Quad Bayer per la maggior parte, la full res nella maggior parte dei casi non è sbloccata oppure bisogna riscrivere un algoritmo di remosaic per tirare fuori qualcosa e/o comunque senza root e magisk non la sblocchi quindi alla fine sono tutti da 12.5 mpx.

max76

I colori della Gcam non sono certo finti tanto quanto gli algoritmi di certi cinesoni e Samsung.
Paragonare uno smartphone appena uscito dicendo che è meglio uno smartphone fuori produzione o quasi non ha proprio senso.
Prendere un Mi10 oggi non ha proprio senso.
Quando era uscito la camera da 108mpxl non faceva gridare al miracolo, magari poi l' hanno ottimizzata meglio.
L' unica giustificazione di un sensore da 100 e più mpxl è se scatti in RAW o se fai crop al posto di uno zoom peggiore.
Per il resto è marketing, il mercato è pieno di 50,70,100,150 e più mpxl ottimizzati male.
Il porting della Gcam ce lo avevo sul mio ex nokia 8.1 (con imx363 x altro) quindi so bene cosa tira fuori questo sensore con la gcam e i risultati sono degni di un Top di gamma.
Poi se il sensore fosse più grande chiaramente sarebbe meglio, ma -ripeto- con un 12mpxl per il 4K ci stai dentro alla grande.
Il RAW non mi interessa, scatto in jpeg x comodità, non ho social dove postare le mie foto, e ho venduto le due reflex Nikon con re

aleandroid14

In pratica han detto che le foto vanno bene come francobolli, pixel peeping è importante per vedere come si vedono le foto su schermo di dimensioni decenti dove la qualità delle texture e dettagli fa la differenza e non basta la risoluzione di 12mpx.

Ho occhi per vedermi le foto, loro dicono che pure le foto di iPhone some ottime e pure quelle di Samsung entrambi con algoritmi stock da vomito.

Da quando in qua i colori della GCam sono naturali? Hanno di base un boost di saturazione lontani da quello che vedono gli occhi per dirti mi11 stock

max76

Ripeto: prendere a paragone un vetusto s7 o un vetusto mi10 non ha proprio senso ..

Cito dalla recensione di gsmarena del pixel 6a:
"The Pixel 6a's Night Sight shots are really great and while not an exact match for the Pixel 6 Pro's, they come far enough so you need to pixel peep to tell the phones apart. A proper achievement for the mid-ranger here.

If you didn’t use Night Sight on the 6a, low light photos still look great. We’d recommend you don’t skip out on using Night Sight with the ultrawide, though."

Direi che l' imx363 lo promuovono alla grande anche loro!
Altro che mille mila megapixel con colori innaturali!!

max76

Ma come fai a comparare un mi 10 pro vecchio (2020) o un S9 vecchio (2018), con uno smartphone appena uscito????
Con 6gb di RAM nel pixel 6a ci fai tutto.
E comunque mettere la Gcam su altri smartphone non vale ai fini della comparativa.

Chiaro che se lavori su un RAW con un sensore più risoluto hai più informazioni, grazie, ma siete in pochissimi ad usare il RAW e stare lì a elaborarlo.
Ovvio che il discorso è sul punta e scatta
La risoluzione di 12mpxl va benissimo x il 4K, figurarsi x il fullHD, la matematica parla chiaro.
Poi ovvio che un sensore da 12mpxl più grande come quelli degli Xperia sarebbero stati meglio!!!...ma l' imx363 ha il PDAF che si traduce in una ottima messa a fuoco, è un full Array, e con la gcam ottimizzata alla perfezione la gestione del rumore è ottima.
In un sacco di comparative che trovi in internet non si vede differenza fra una foto scattata con il 6 o con il 6a, invece vedi che le foto dell' imx363 del 6a rivaleggiano tranquillamente con i top di gamma attuali, risultando anc

aleandroid14

Sì lo so, ma io uso RAW e compro hardware lo stesso modo con il quale userei Magic Lantern su Canon (che vale sì come vale installare GCam, Photon, motion camera, fredcam e altre app che fanno stacking). Pure i pixel necessitano di gcam mod per dire essendo l'app stock limitata in ogni caso.

A parte che l'output stock di google non é tutta sta bellezza (oversharpening, colori uguali a come aggiungere vibrance +60 su lightroom) senza contare gli artefatti da noise reduction, Il
il 6a non se la gioca con i top per una pure questione fisica. Okay forse di giorno con buonissima luce é simile ma non c'è modo per un sensore così piccolo di avere la stessa quantità di rumore nelle ombre in scene ad alto contrasto e non (e con più rumore perdi pure colour information) e giù di lì per farti un esempio. Di notte non c'è la fa ma é normale é grande 1/3 di GN1, HMX e HM3 senza contare GN2 (1/4) e imx989 (mi pare circa 1/5)...

Chi sa usare uno smartphone per fare foto (nei limiti degli smartphone ovviamente) non comprerebbe un pixel 6a perché limitato dal sensore a meno che non bastino foto da social e allora sì, il pixel 6a va più che bene.
Per utenti più esperti che usano RAW, pure aggiungendoci una gcam moddata con più frames, photon ecc. Non si può fare miracoli se le dimensioni sono quelle, ed é per questo che Google stessa nei top usa GN1 e non imx363. L'unico reale plus di imx363 é che essendo full array Bayer non ha artefatti quadbayer ma personalmente preferisco un sensore 3 volte più grande che assorbe molta più luce con degli artefatti che mi tocca correggere in post piuttosto che un sensore 1/3 più piccolo che assorbe meno luce e risulta più rumoroso con perdita di texture e colore.

Per utenti che fanno foto al volo il pixel 6a va bene alla fine, ma per chi cerca quel qualcosa in più restando in casa Google un pixel 6 imho ha molto più senso (considerando che quei 50/100 euro siano un problema, a quel punto tanto vale aspettare che esca il 7 e prendere il 6 scontento.

aleandroid14

Va bene per il Soc, usb-c 3.1 ma dove le vedi le foto migliori dei top attuali?? Ma in quale universo batte 12S Ultra, 11Ultra e gli stessi Pixel 6/6 pro? E sto parlando di stock non sto qua nemmeno a commentare la differenza usando RAW...
Con un imx363 avrei gli stessi RAW di un s7 con gcam (anzi peggiori visto che hdrnet ha meno frames stacked di HDR+e e HDR+). Un Mi10 pro ha un soc che va uguale considerando il throttling schifo dei soc dell'anno scorso e un sensore 3 volte più grande per farne un esempio (con gcam non ci sono paragoni).

Un sensore da 1/1.25" onestamente va bene per una UW forse ma neanche, visto che i top attuali montano una imx586. (Ricordo che hardware é più importante del software quando puoi metterci una gcam o altre app di terze parti tipo photon/freedcam che fanno RAW stacking su altri smartphone e quando pure nei pixel 6 hai bisogno di mod per avere RAW migliori visto che quelli stock sono baked).

Va bene la pixel experience, ma considerando il sensore vetusto o prenderei il 6 o punterei ad altro personalmente, per 100 euro in meno circa ti ritrovi 2gb di RAM, 60hz che boh anche no dopo aver provato i 144 hz e un sensore principale equivalente ad S7 del 2016 vs GN1 che é tre volte più grande...in pratica il mio vecchio S9 con GCam più ottimizzata lol (lato foto).

max76

Hardware vetusto??????
Ma se il pixel 6a ha la stessa CPU dei fratelli maggiori, lo stesso chip IA, e lo stesso tipo di RAM (in quantità minore ovviamente), USB Type-C 3.1, (a differenza di altri Top che hanno la 2.0), BT 5.2, rete 5G, 4400mhA di batteria, gorilla glass, stabilizzazione ottica sulla camera.
L' unica cosa di "vetusto" è l' imx363, ma se poi fa foto migliori dei Top attuali, di cosa stiamo parlando????
E poi hai la pixel experience e gli aggiornamenti assicurati.

Lasciamo perdere quel nano ridicola che è l' iPhone SE, design vetusto con mega-super cornicioni, 4gb di RAM, batteria ridicola e solo una fotocamera posteriore, nel taglio di memoria da soli 64gb è stato lanciato alla modica cifra di....529€....MA PER PIACERE!!!!

max76

Si, ma senza il porting della Gcam o altre app sullo Zenfone non vale!!...il Pixel 6a fa foto migliori e se la gioca con i Top cameraphone tranquillamente, e questo è un dato di fatto.
Il sensorino da 12mpxl è ottimo come dettaglio, e se calcoli quanti mpxl ci vogliono x il 4K ti accorgi che 12mpxl bastano e avanzano (lo sai che per una risoluzione di schermo da 1920 X 1200 ci vogliono 2Mpxl??).

Fosse x me, avrei lasciato il 12mpxl ottimizzato alla grande pure sui Pixel 6 & 6pro.
O magari un 12mpxl più grande come gli Xperia

aleandroid14

Sì ma il pixel 6a ha 0 senso comunque, se uno non può permetterti un pixel valido come il 6 normale che é anni luce migliore prendi altro, é inutile comprare hardware vetusto perché è fatto da Google e ha aggiornamenti a quel punto se si pensa al futuro prendi il 6 base e ti dura di più avendo soc migliore e inoltre la fotocamera migliore é un big plus negli anni. Pixel 6a un po' come iPhone SE ma almeno là hanno usato un soc al top lol ma hanno riciclato tutto il resto.

aleandroid14

Basta una gcam sul zenzone e ciaone, oppure qualsiasi app di terze parti tipo photon, freedcam, motioncam che fanno stacking. Se poi scatti in RAW la differenza é ancora più grande...
La stock Google con quel sensorino fa pena già su GN1 é un accrocco di oversharpening con artefatti, c'è un motivo se Google é passata a GN1 e non é certo perché basti un vetusto 1/2.55"...

max76

Lascia perdere i voti numerici.
Guarda la recensione del pixel 6a e la comparativa dello stesso con il 6 & 6pro di Chris Barraclough ( Tech Spurt su youtube)

marcod

Se vai nella sezione "compara" in hdblog, viene dato un punteggi molto più alto al mi9lite per la fotocamera, per esempio.
Poi ho letto di problemi di surriscaldamento e non vorrei avere gli stessi problemi che ho con maps in estate che ho adesso

Simone

Avrei dovuto scommettere! Mannaggia a me :)

Il Nonno

Stavo per scrivere la stessa cosa. Ho un P30 liscio da due anni e i due giorni di batteria me li fa ancora. Boh, mi pare si stiano facendo dei passi indietro.

DeePo

La misura del 4a era davvero perfetta, quando sono passato al 6, devo ammettere che sono rimasto combattuto per giorni. Peso e dimensioni perfetti.

max76

Calcola che con il 7a probabilmente non avrai più l' imd363 ottimizzato meglio del sensore del mio pixel 6.
A me perché mi è volato il nokia 8.1 (con l' imx363 e il porting della Gcam faceva foto cla-mo-ro-se ) a febbraio ho dovuto prendere il pixel 6, sennò aspettavo il 6a!

max76

Prendi un pixel 6a e godi come un riccio, fidati

max76

Ma un S10 è un telefono vecchio ormai EOL, il pixel 6a ha tutta una vita di aggiornamenti Major & minor davanti!

max76

Esatto, messa a fuoco Top

max76

Che fa foto migliori però!

max76

Pixel 6a tutta la vita, lo Zenfone 8 è del febbraio 2021!

max76

Ma il cambio ti vale la pena per tutto, per la fotocamera, per la UI, per gli aggiornamenti, per il design, per tutto....che lo chiedi a fare?

DeePo

In realtà non sempre, in particolare la messa a fuoco è in generale peggiore, soprattutto nel punta e scatta. Il Sony da questo punto di vista resta eccellente, nonostante gli anni.

aleandroid14

Sì ma che senso ha un gn1 é 3 volte più grande ed é migliore.

Rispetto ad un sensore come GN1 il vetusto imx363 fa pena, a sto punto prendi un S10 e ci metti una gcam lol.

DeePo

... che sarà anche vecchio, ma resta uno tra i migliori di sempre per resa e soprattutto messa a fuoco.

sidinvespa

Inviandolo in garanzia però mi cambiano tutte le parti usuranti come appunto la batteria, il jack type c etc.

Certo non il soc

AndreDNA

Passa a 6a.
Mi spiace dirlo, perchè è sempre bello riparare piuttosto che cambiare, ma 180 euro per recuperare un device vecchio di anni (nel senso che funziona da anni, quindi batteria e soc hanno tanto lavoro alle spalle), non ha proprio senso.

Il 6a è e sarà uno dei pochi con quelle dimensioni ed è una bella offerta. Io farei il salto ora.

Shoo7err

buona, sono soddisfatto. Lo carico ogni due giorni circa

sidinvespa

Ovviamente si ma per l'uso fatto figurati. Ma l'ho cambiato per le dimensioni.
Un anno di xz3 e nel 2020 passato al 4a a 270!

Se fosse stato più piccolo ancora avrei xz3 per farti capire, anche perché con tutte le cadute è integro. È un carro armato

Inter82

Lo snap 845 del tuo Sony è lento rispetto ai top di oggi?

aleandroid14

Zenfone 8, pixel 6a ha un sensore fotocamera del 2016/17 lol

mashiro84

In questo momento è come avere il 5G acceso.
Il 4G funziona altrettanto bene e più frequentemente; sostanzialmente ti permette di fare tutto in tutte le condizioni.
SE ti permette di ridurre il consumo di batteria del 10%, sono dell'idea che sia meglio spegnerlo.
Lo stesso vale per il 90Hz, lo stesso per NFC o bluetooth se non li usi.

sidinvespa

Dirò di più, io ne faccio uso ormai blando degli smartphone (è finita la fissa!). Poco social, tante news, tanta messagistica, tante chiamate, gps e maps, ascoltare musica (e il jack audio tanta roba!!) e quindi dei > 60hz non mi importa un granchè. Non riesco a vederne un limite, o un game-changer.

Ho provato schermi a 90hz e 120hz. Non vedo per l'uso che ne faccio cosa mi può cambiare.

sidinvespa

Le dimensioni sono una grossa fetta.

obbiettivamente è la misura perfetta il 4a. Il 6a non è così tanto più grande se non per 3 mm, sopportabili. Infatti il 6 e il 6pro (peggio manco li prendo in considerazione).

Il 4a è vecchiotto ma valido secondo me. Non mi fa rimpiangere la velocità dei top (e venivo nel 2020 dal Xperia XZ3). Dato che ottobre è il mese ultimo di garanzia sarebbe il momento per fare il reset completo del telefono pagando solo dei danni dal valore di 180€.

Tornerebbe nuovo...

mashiro84

Che poi in teoria andrebbero benissimo.
Batteria e processore aggiornato, foto ben fatte, sensore di sblocco rapido, buona ricezione telefonica... serve altro?

mashiro84

Questo se fosse confermato sarebbe molto grave.
E glielo restituirei.

mashiro84

Arrivando da un 4a non ha esperienza di display sopra i 60Hz, quindi per lui non fa alcuna differenza. È come il cambio automatico o la telecamera postere per chi ne ha sempre fatto a meno.

BadBlooddd

Beh, spenderesti praticamente 200 euro per un prodotto vecchio, e non sono pochi.. considerato che con l'offerta delle cuffie il 6a ti viene praticamente 380 euro, si tratta di circa il 50% della spesa; l'unico motivo per farlo, a mio avviso, sono le dimensioni del 4a: se sono per te irrinunciabili, fallo, ma non credo sia questo il caso perchè altrimenti non ne staremmo nemmeno parlando. Col 6A guadagni prestazioni, aggiornamenti, impermeabilità, cuffie; mi sembra un ottimo affare

BadBlooddd

che bello verdeeeeeee

sidinvespa

Non comprerò più top di gamma, e se la storia continua ad essere questo, il modello "a" sarà sempre il più piccolo della famiglia, cosa prediletta da me.

il display per me è la meno spesa, è il pacchetto completo che non mi sembra un grande salto di livello.

Piccolafuria

Tieniti il tuo e lascia perdere questo.. e risparmia i soldi per il prossimo pixel 7 e se varrà la pena cambia con quello... passi avanti non ne hanno fatto anzi il display a 60hz poi..vergògnòsò

Piccolafuria

Si ok.. però non parliamo di un telefono di 3-4 anni fa, ma di uno uscito nel 2022 e la cosa non è piacevole nè tecnlogica anzi, sembra di fare 2 passi indietro :(

sidinvespa

Capisco, ma sta proprio in questo caso il dubbio: un altro anno magari ci sarebbe un pixel 7a decisamente più avanzato rispetto a questo.

Sono veramente indeciso.

Nuanda

andrei di questo senza indugi

marcod

Ha senso passare da xiaomi mi 9lite a pixel 6a?
Con il mi9 lite con il caldo il telefono quando uso Maps spesso si mette in modalità protezione e toglie la connessione e diventa inutilizzabile. Per le foto poi immagino il cambio valga la pena (p.s. ho avuto Google pixel 2xl)

matteventu

Non è il caso di Pixel 6 purtroppo.
Rimpiango la fotocamera del mio vecchio Pixel 3.

matteventu

Ha a che fare con il modem di Samsung.

Abbiamo provato i nuovi Galaxy Z Fold4 e Z Flip4, ecco le novità! | VIDEO

Pixel Buds Pro: con l'ANC gli auricolari Google sono top di gamma | Recensione

Honor Magic 4 Pro vs Nikon Z9: la "folle" sfida con un fotografo professionista

Cosa succede agli smartphone: fine di un ciclo tecnologico? Video