Recensione OPPO Reno7: bel design e cuore da fascia bassa

18 Maggio 2022 74

OPPO sta razionalizzando la sua proposizione sul mercato, in particolare sulla fascia bassa e media del mercato. Da sempre infatti la famiglia Reno e quella Find hanno sperimentato una certa sovrapposizione, con Reno7 invece si è optato per uno spostamento verso il basso che ricolloca lo smartphone nella fascia medio-bassa, con caratteristiche meno spinte rispetto al passato, pur senza rinunciare ad una certa cura per il design.

Il risultato è un bel dispositivo, accattivante e moderno, ma per molti aspetti inadeguato a sostenere la concorrenza super agguerrita della fascia tra i 200 e i 300 euro: dovrà scendere velocemente di prezzo rispetto al listino di 329 euro, troppo elevato rispetto a ciò che Reno7 ha da offrire.

INDICE

DESIGN E QUALITA' COSTRUTTIVA

Il design di OPPO Reno7 è la sua caratteristica migliore, in particolare la parte posteriore con una finitura in pelle sintetica, che la casa chiama "fibra di pelle", riesce a donargli originalità. Il bordo in policarbonato simula efficacemente l'alluminio e le linee squadrate sono pienamente in linea con la tendenza attuale. Da segnalare un grande LED circolare attorno alla fotocamera microscopio, che funge da illuminatore per le immagini ad altissimo ingrandimento e da LED di notifica con un bella animazione di accensione e spegnimento che ricorda il respiro.

Anteriormente si nota il bordo inferiore del display piuttosto generoso, mentre gli altri tre lati hanno lo stesso spessore rendendo l'estetica complessiva equilibrata. La qualità costruttiva percepita è più che buona, e segnaliamo la presenza della certificazione IPX4 contro le infiltrazioni d'acqua (spruzzi d'acqua), nonostante questo il cassettino per le SIM non presenta alcun tipo di guarnizione in gomma.

A livello ergonomico OPPO Reno7 non è male, è leggero e non eccessivamente grande. Nella confezione, inoltre, è presente una pratica cover in TPU.

DISPLAY

Il display di OPPO Reno7 è un pannello OLED da 6,43 pollici FullHD+ con una frequenza di aggiornamento di 90 Hz. La luminosità è buona, si toccano gli 800 nit di picco, abbastanza per garantire una discreta leggibilità all'aperto, purché non ci si trovi sotto la diretta luce del sole. Il refresh rate si può impostare su 60 o 90 Hz, ma non viene gestito automaticamente.

Di fabbrica lo smartphone esce con una pellicola protettiva pre applicata: rimuovendola si può apprezzare un trattamento oleofobico di ottima qualità ed è una caratteristica rara all'interno di questa fascia di prezzo. I sensori di prossimità e luminosità sono efficaci nell'utilizzo di tutti i giorni, non presentando alcun problema di funzionamento.

SOFTWARE

Oppo Reno7 arriva sul mercato con Android 12 e interfaccia personalizzata ColorOS 12.1: si tratta di un software stabile e ricco di funzionalità. Anche grafica e animazioni sono curate, dando in mano all'utente un pacchetto versatile e facile da utilizzare. La politica di aggiornamenti di OPPO prevede due versioni di Android oltre a quella presente al lancio (Android 13 e 14) e 4 anni di supporto per le patch di sicurezza.

Per quanto riguarda la sicurezza abbiamo a disposizione un lettore di impronte digitali sotto al display, in realtà non velocissimo nel riconoscimento, ed è presente anche lo sblocco con riconoscimento del volto. Tra le funzioni avanzate è interessante "cassaforte privata" che consente di bloccare immagini, video, audio, documenti o file generici con una password. Non manca infine il "blocco app" che assicura l'apertura di determinate applicazioni previa digitazione di una password o riconoscimento di impronta digitale.

Nessun problema da segnalare circa il supporto alla riproduzione di file multimediali: è infatti presente il certificato Widevine di livello 1, che consente di riprodurre lo streaming dalle principali piattaforme alla massima risoluzione disponibile.

ESPERIENZA D'USO

Come sappiamo, l'esperienza d'uso complessiva che si ha con uno smartphone moderno dipende in larga parte dal SoC integrato, nel caso di OPPO Reno7 si tratta della piattaforma Qualcomm Snapdragon 680, chipset recente appartenente alla fascia bassa, al quale manca il supporto alle reti 5G.

Si tratta di un hardware modesto, con un buon supporto di connettività e qualche limite a livello prestazionale, specialmente all'interno del reparto fotografia e video.

Le prestazioni di OPPO Reno7 sono forse la parte più in ombra del prodotto, non è mai scattante e fluido nel muoversi all'interno del sistema e solo attivando la modalità "prestazioni elevate" si riesce ad ottenere una buona reattività. Non si tratta quindi di uno smartphone adatto al gaming, seppur con un po' di pazienza riesca a eseguire tutto, rimanendo al passo con le richieste dell'utente. Certo, resta un prodotto non adatto alle dita veloci.

Ottima invece la quantità di memoria con ben 8 GB di RAM e 128 GB di archiviazione, ulteriormente espandibili tramite microSD.

AUTONOMIA E RICARICA

La batteria da 4.500 mAh è più che buona e consente di ottenere un'autonomia davvero soddisfacente. Mediamente si riescono a coprire 7 ore di display attivo, spalmate su un paio di giorni di utilizzo. La ricarica è abbastanza veloce considerando la fascia di prezzo: 33 Watt che ricaricano in poco meno di 1 ora lo smartphone da 0 a 100%. Non è presente la ricarica wireless, ma l'alimentatore, insieme al cavetto, è fornito in confezione.

AUDIO E MULTIMEDIALITA'

OPPO Reno7 si affida ad un singolo speaker di sistema, non particolarmente profondo nella riproduzione sonora e anche leggermente debole in termini di pressione sonora. L'esperienza multimediale viene comunque avvalorata dalla presenza della porta jack audio da 3,5 mm.


PARTE TELEFONICA E CONNETTIVITA'

OPPO Reno7 ha la possibilità di installare due nano SIM, la ricezione del segnale è leggermente sotto la media ma ciò non ha mai costituito un reale problema nell'uso di tutti i giorni. Bene su Bluetooth e WiFi, che non hanno mostrato alcuna indecisione; lo stesso discorso vale per il supporto NFC, sempre affidabile nei pagamenti.

Tra i sensori segnaliamo l'assenza del barometro, del tutto normale all'interno della fascia di riferimento. Funzionano bene il GPS, accelerometro e giroscopio.

FOTOCAMERE E VIDEO

OPPO Reno7 propone un comparto fotografico composto da 3 obiettivi: il principale ha una risoluzione da 64 MP e un obiettivo non stabilizzato con apertura F/1.7, troviamo poi una fotocamera monocromatica da 2 MP e una microscopio nuovamente da 2 MP. Interessanti i selfie grazie al sensore IMX709 da 32 MP.

La resa è buona di giorno, le foto sono ben bilanciate e non troppo sature come invece accade su molti smartphone, la gestione delle alte luci non è sempre perfetta ma complessivamente il giudizio rimane molto positivo. Simpatica la fotocamera microscopio che consente di ottenere un ingrandimento impressionante per fotografare superfici dalle quali emergono dettagli inaspettati. Con poca luce, invece, la qualità degli scatti scende in modo importante, nonostante sia presente la modalità notturna non ci sono grosse differenze rispetto alle immagini scattate in modalità standard.

Bene i selfie: quella anteriore è la fotocamera migliore a livello di resa, affidabile in tutte le condizioni di luce e adattissima per pubblicare i propri scatti sui social.

Infine i video, che non possono essere registrati oltre la risoluzione FullHD a 30 fps ma rispetto a molti altri smartphone con hardware simile riescono ad avere una buonissima stabilizzazione digitale.

IN CONCLUSIONE

OPPO Reno7 è un buon smartphone, curato nel design e globalmente ben funzionante. Il suo punto forte è senza alcun dubbio l'estetica ma la scheda tecnica modesta e l'assenza di un obiettivo ultra grandangolare stridono con il prezzo di listino superiore ai 300 euro.

Possiamo consigliarvelo ma solo nel caso in cui doveste riuscire a reperirlo in offerta sotto i 200 euro, altrimenti le alternative non mancano, a partire da quelle che abbiamo indicato all'interno della guida acquisto ai migliori smartphone tra 200 e 300 euro.

Design accattivanteAutonomiaFotocamera frontale
Specifiche tecniche modesteAudio monoAssenza supporto reti 5G

VOTO FINALE: 6,5

Il TOP di gamma più piccolo? Samsung Galaxy S21 è in offerta oggi su a 565 euro.

74

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Roberto

Sono assolutamente d'accordo, sarebbe sicuramente auspicabile

Alex

A loro si, che fanno uscire prodotti scadenti e inutili. Riguardo l'economia di larga scala, nkn basterebbero fare meno linee di prodotti e venderne di più? In quel caso avremmo prodotti migliori in termini di rapporto prezzo prestazioni, con software più aggiornati e meni problematici

Lupo1

Insomma, Anche online siamo fascia 250/300

Roberto

Ad alimentare questo genere di prodotti probabilmente è l'economia di scala. Devi acquistare un certo numero di pezzi per accedere a scontistica particolare. Diciamo che su queste linee secondo me possono permettersi di sperimentare processi produttivi e approcci diversi. Tanto farlo o non farlo a loro probabilmente fa poca differenza.

Alex

Si ma è un po' un alimentare questo mercato super saturo e pieno di prodotti che la maggior parte delle volte potrebbero pure non rilasciarli

Account usato

Grazie per il chiarimento

lorenzo68

Vero! Bravissimo ad essertene accorto! :)

One-Punch Mar

Noto solo ora che richiama una musicassetta *.*

Matteo Calori

Non è strano, sono le cresime produttive ed economiche attuali.... probabilmente per tutto l'anno soprattutto nelle fasce sotto a quella top vedremo un mercato con specifiche tecniche stagnanti )o per assurdo in alcuni casi un pelo peggiorative in alcuni comparti di un modello di.nuova generazione

XPower7125

i primi 2 reno sono tra i migliori device oppo mai realizzati

XPower7125

io presi realme 6 pro 8 128 a 250

Matteo Calori

Reno 7 5G che da noi è find X5 Lite, però hanno cambiato il processore, da snap 778G al MTK 900...

Matteo Calori

Viene montato praticamente su tutti il 778G (vedi Realme, xiaomi, Samsung, etc...), quello liscio praticamente non lo ha nessuno, anzi mi viene il dubbio che per questo lo abbiano fatto...

XPower7125

la 8 secondo me nemmeno arriverà

Matteo Calori

Anche xiaomi11 Lite, Samsung A52S e Motorola Edge 20, almeno i primi due on line si trovano sui 250 spesso ormai

XPower7125

scaffale

XPower7125

hai ragione

Matteo Calori

In Cina i Reno hanno cadenza semestrale, da noi annuale perché le versioni dispari non venivano vendute, ed alcune varianti di queste diventavano i Find Lite e Neo, questo Reno 7 è in realtà un F21 Pro per mercati come il nostro.
Infatti Reno 7 5G noi lo abbiamo sottoforma di Find X5 Lite (hanno solamente cambiato il processore)

XPower7125

se questo è il modello standard aspetto di vedere il lite

Matteo Calori

Non ha nulla a che fare con i Reno 6....questo Reno 7 (4G) venduto da noi è il rebrand in realtà di F21 Pro

TheBoss

7h di schermo con uno SD680 (4G) e 4500mAh di batteria... mah... 7 ore sono in assoluto un buon risultato ma non relativamente a capacità della batteria e fascia del SoC

Matteo Calori

Che poi non è un Reno vero e proprio..... è il rebrand di Oppo F21 Pro, inoltre è pressoché il gemello di un serie A già in vendita da noi, l'A 96 (4G) dal quale si differenzia per un comparto foto con ottiche diverse...

lorenzo68

Curioso il design e quelle fotocamere che fanno molto anni '70.
Il resto è tutta bancarella da 100€

One-Punch Mar

Concordo. E fa sorridere che cornici e cin siano praticamente uguali a quelle del pixel 6

fire_RS

Prima i reno erano quasi dei top, adesso invece c'è sta fetecchia..spero che Oppo non intraprenda la strada di Xiaomi, anche se ne dubito...

Darth Faber
Ikaro

Ah... Io pensavo a Leroy Merlin

Giovanni S.

Infatti hanno risparmiato sul video

Ciccillo73

Gratis?
Ma anche no!

Ciccillo73

Ahahah fatto uguale anch'io proprio ora.

Andredory

Ormai io skippo direttamente ai commenti, una volta che conosci le caratteristiche tecniche, spesso uguali a decine di altri telefoni, il marchio e la UI sai già come è la recensione (e quanto filtrarla appunto in base al marchio).

Roberto

Alla fine è come tirare di lima al banco. Sempre lavoro automatico è.

Roberto

È un entry level con gli strass, oppo style.

Franz90fff

Basta, non mi fregate più: ho iniziato a leggere le vostre recensioni partendo dalla fine, zona prezzo. E anche oggi ho risparmiato 10 minuti del mio tempo... .

Riccardo Mineri

Che munnezz

sailand

Ma anche no con quel cornicione in basso detto anche mento.
Quel color evidenziatore poi è terribile.

sailand

Prezzo assurdo, per me non merita più di un centinaio di euro.
Forse sono eccessivo ma senza grandangolare mi sa di entry level.
In generale per ora è un pessimo anno e temo ci sia un cartello fra i costruttori per alzare i prezzi non solo quest’anno ma anche il prossimo quando spero usciranno prodotti più soddisfacenti ma ancor più costosi.

Simo

Gt master edition

Yaro

Infatti mi aveva stregato e me lo ero preso per quello, stufo che non uscisse più nulla di simile alla fine ho optato per un GT Master Edition.

Lupo1
Lupo1
Lupo1
Lupo1
daniele g

ma almeno mettere dimensioni e peso è possibile?

TheAlabek

Oltre 30€?
Ma anche no

TheAlabek

Questi erano in fondo ad un magazzino, tranquillo

Darth Faber

Beh ma lo sai che se sono così, la colpa è solo di Obi..

losteagle

mento?? Certo che la tua faccia Darth non è che sia sta gran bellezza!

Mr. G/Blocked:34/Mac+Android

Spazzatura tecnologica, e poi ci si lamenta della mancanza di chip

Tiwi

oltre 300euro? ma anche no

Recensione Realme GT Neo 3T: piccoli passi in avanti

Samsung Galaxy S22 Ultra Snapdragon vs Exynos: il nostro test | VIDEO

Recensione OnePlus Nord CE 2 Lite 5G: provatelo, prima di giudicarlo

In vacanza con tre Oppo Find X5: confronto foto e... il risultato non è scontato