Recensione Oppo Find X5: è ottimo, ma il prezzo è alto

21 Aprile 2022 75

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Da qualche tempo a questa parte, parlare di certi smartphone senza cadere in considerazioni banali è diventato davvero difficile. Il mercato è ormai saturo e se da un lato è molto complesso trovare dei prodotti, anche di fascia bassa, che non soddisfino i requisiti minimi per un'esperienza d'uso decente, dall'altro abbiamo soluzioni di fascia medio-alta sempre più vicine ai top di gamma, spesso addirittura sovrapponibili a questi stessi per prestazioni. La linea che segna il confine tra uno smartphone di fascia media e un top di gamma si è infatti sempre più sottile, tanto che si è creata tutta una categoria di prodotti sostanzialmente top ad un prezzo leggermente inferiore alle soluzioni di punta.

Si tratta di ottimi smartphone che rischiano però di rimanere ingabbiati in un limbo nel quale la differenza di prezzo, in positivo e in negativo, rispetto alle alternative, non è sufficiente a giustificarne l'acquisto. A mio modo di vedere, Oppo Find X5 , fratello del Find X5 Pro recensito qualche settimana fa, è l'esempio che incarna perfettamente questo concetto. Uno smartphone con prestazioni praticamente da top di gamma, ad un prezzo da top di gamma, con alternative sopra e sotto che hanno un posizionamento che lo "lasciano in sospeso".

BELLO E PARTICOLARE

Mettendo un attimo da parte questi discorsi su prezzi e posizionamento, che riprenderemo alla fine, è giusto comunque parlare un pochino più nel dettaglio di questo Find X5 che è comunque una soluzione di livello e che a partire dalla costruzione riesce a competere ad armi pari con gli smartphone di fascia alta. Sin dal primo contatto ci si rende immediatamente conto di avere a che fare con un prodotto costruito con la giusta attenzione e per il quale sono stati utilizzati materiali di buonissima qualità.

Lo scheletro è realizzato in materiale metallico, così come la cornice lucida che contiene i tasti fisici per l'accensione e la regolazione del volume, la USB-C 3.1 con uscita video, il carrellino che può ospitare due Nano SIM, i fori per i microfoni e quelli per lo speaker posizionato alla base che fa il paio con l'altoparlante della capsula per creare un suono stereo. Audio che pur non raggiungendo il volume e la pressione sonora di alcuni altri top di gamma resta molto buono per qualità e limpidezza, sia in termini di riproduzione multimediale che per quanto riguarda le chiamate e il vivavoce.

73.9 x 163.7 x 8.5 mm
6.7 pollici - 3216x1440 px
72.6 x 160.3 x 8.7 mm
6.55 pollici - 2220x1080 px
72.1 x 156.8 x 7.8 mm
6.43 pollici - 2400x1080 px

Ho poi decisamente apprezzato la finitura scelta da Oppo per decorare la cover posteriore. Anche se non sembra si tratta di una sottile lastra di vetro con una finitura satinata molto particolare che offre una sensazione quasi di velluto. Una finitura che è completamente repellente alle impronte digitali e crea un piacevole contrasto con il vetro lucido del modulo delle fotocamere. L'unico difetto di questa finitura risiede probabilmente nella sua scivolosità, che ci porta ad utilizzare la cover in silicone presente in confezione per evitare spiacevoli disavventure.


Peccato davvero, perchè lo smartphone in sé è anche comodo da impugnare. Certo non si tratta di una soluzione compatta ma grazie al display di dimensioni inferiori rimane leggermente più stretto e corto rispetto alla versione Pro che è anche circa 20 grammi più pesante, in parte per colpa della cover posteriore in ceramica; bellissima, anche più del vetro satinato qui presente, ma sicuramente più impattante sulla bilancia.


Nella parte frontale abbiamo invece il display che è sormontato da un vetro Gorilla Glass 5 (un gradino sotto al Victus del Pro) leggermente curvo ai lati e circondato da cornici comunque molto ridotte. Preferisco i modelli con vetro piatto, ma devo dire che la curvatura di questo Find X5 non è eccessiva e quindi resta comunque un buon espediente per risparmiare qualche millimetro in larghezza.

BUON DISPLAY

L'ho citato poco fa e quindi è giusto parlarne in maniera un pochino più approfondita. Il display di questo Find X5 è un Amoled da 6,55 pollici di diagonale con risoluzione FullHD+. Per la precisione parliamo di 2400x1080 pixel che portano ad una densità di 402 dpi e ad un rapporto schermo dimensioni di poco superiore all'89%.

Si tratta di un pannello di ottima qualità, dotato di refresh rate adattivo che può arrivare fino a 120Hz con un touch sampling di 240Hz. Non essendo però un display LTPO come quello del modello Pro, la frequenza di aggiornamento, pur essendo variabile, non va mai sotto i 60Hz. Ora, non è certo un difetto insormontabile ma è comunque ovvio che in alcune situazioni potrebbe consumare un pochino di più rispetto alle soluzioni che utilizzano questo tipo di tecnologia e riescono quindi ad abbassare ulteriormente il numero i fotogrammi al secondo generati dalla GPU.


Detto questo parliamo comunque di un display molto luminoso. Il nostro colorimetro a misurato quasi 1000 nit di picco sull'interno schermo e oltre 500 nit di luminanza massima tipica che sono più che sufficienti per garantire una visibilità ottima in qualsiasi situazione, anche in esterna sotto la luce diretta del sole. Il rapporto di contrasto è del resto elevatissimo grazie alla profondità dei neri assoluti.

Parlando invece di precisione nella riproduzione dei colori abbiamo una copertura del 100% per lo spazio colore sRGB e del 98.7% per quello DCI P3. Allo stesso tempo abbiamo misurato un Delta E di poco inferiore a 3 sia per la scala di grigi che per i colori, con un errore massimo di 4.8 per i grigi e 5.2 per i colori.

Tra le impostazioni del pannello abbiamo poi la possibilità di forzare manualmente il refresh rate sui 60Hz, utile nel caso in cui si voglia risparmiare qualcosa in termini di consumi. Oltre a questo ho apprezzato anche la presenza della funzione Tonalità Naturali, una sorta di True Tone (Apple), che regola la temperatura colore in base alla temperatura della luce ambientale.

FOTOCAMERE DA TOP DI GAMMA

Prima di andare ad analizzare hardware e prestazioni spendiamo qualche parola sulle fotocamere che sono senza dubbio uno degli argomenti di discussione più importanti quando si parla di prodotti top di gamma. Come il modello top di gamma Find X5 Pro anche questo Find X5 offre due moduli con sensori identici da 50 megapixel, quello principale e la ultra wide, e una terza fotocamera da 13 megapixel con lente tele 2x. Avrei sicuramente apprezzato la presenza di uno zoom ottico più spinto, magari un 5x telescopico, e me lo sarei anche aspettato dall'azienda che per prima ha pensato a questa soluzione, ma a quanto pare in Oppo non sono della mia stessa idea. Ad accompagnare tutto il comparto abbiamo poi il chip MariSilicon, un vero e proprio co-processore neurale dedicato alla fotografia computazionale e inserito qui come sul Pro per migliorare l’elaborazione istantanea degli scatti.


Come avrete già capito il comparto fotografico è di altissimo livello, siamo quasi alla pari con il fratello maggiore dal quale si differenzia praticamente solo per la stabilizzazione ottica del sensore principale che è "solo" a 2 assi. I sensori della fotocamera principale e di quella ultra-wide sono uguali tra loro e nello specifico parliamo del Sony IMX 766 da 50 megapixel che ha già avuto modo di mostrarci le sue potenzialità nei mesi passati.

Le foto scattate di giorno sono di ottima qualità, sia per quello che riguarda la lente principale che per il modulo ultra-grandangolare. I colori sono brillanti, le immagini molto definite e generalmente caratterizzate da una gestione delle luci decisamente buona. Anche nelle situazioni più complesse come in penombra o in presenza di un forte controluce l'intelligenza artificiale riesce ad elaborare al meglio le immagini, con un HDR ben bilanciato e un utilizzo degli ISO e degli algoritmi di soppressione del rumore mai eccessivamente invasivi. Buona anche la messa a fuoco, sia per velocità che per precisione. Nota di merito, sicuramente, per la grandangolare, che è probabilmente la migliore tra quelle provate finora.

Il discorso cambia un pochino se parliamo invece delle foto scattate in notturna per le quali subentra ovviamente l'apposita modalità di scatto. Nelle condizioni più complicate questo Find X5 riesce comunque a cavarsela egregiamente e a portare sempre a casa delle foto assolutamente dignitose. Ho sicuramente molto apprezzato il bilanciamento del bianco e la temperatura colore, sempre molto fedeli alla realtà e, come già detto prima, non posso non notare come gli algoritmi lavorino molto bene nel tentativo, spesso riuscito, di pulire le immagini dal rumore di fondo senza perdere troppi dettagli. Buona anche la gestione delle alte luci e dei particolari nelle zone d'ombra.

Parlando invece della fotocamera zoom dobbiamo anzitutto evidenziare come il modulo da 13 megapixel venga effettivamente utilizzato soltanto nelle situazioni di luce ottimale. Non appena questa comincia a scarseggiare, infatti, il sistema preferisce usare il modulo standard croppando le immagini per avere scatti più luminosi e ricchi di dettaglio. Se devo dare un giudizio generale potrei dire che pur non essendo uno zoom così spinto resta comunque comodo in alcune situazioni e i risultati ottenuti, specialmente di giorno con buona luce, sono comunque più che accettabili.

La fotocamera frontale è poi da 32 megapixel e scatta delle buone foto in tutti i contesti. Non è probabilmente la migliore fotocamera frontale che io abbia mai provato a bordo di uno smartphone ma resta comunque un modulo che fa il suo dovere discretamente, anche i condizioni non esattamente ottimali. Peccato solo che la registrazione dei video con questa stessa sia limitata ad una risoluzione di 1080p a 30fps. In un prodotto di questa fascia e con il prezzo di questo Find X5 non è più accettabile una fotocamera frontale che non arriva al 4K.

E chiudo questo capitolo parlandovi di video. La fotocamera principale e quella ultra wide sono in grado di registrare clip fino ad una risoluzione massima di 4K a 60 fps. La caratteristica che ho più apprezzato è sicuramente la stabilizzazione che è in tutti e due i casi molto buona e rende praticamente inutile l'utilizzo di una gimbal. Bene la brillantezza dei colori e la nitidezza delle immagini e decisamente di ottimo livello anche il comportamento della messa a fuoco, sempre rapida e precisa. In generale i video catturati sono di primissima fascia e vanno a competere direttamente con quelli dei top di gamma più blasonati.

SCHEDA TECNICA
  • Display: da 6,5" AMOLED LTPS FHD+, 10-bit, refresh variabile (massimo 120 Hz)
  • SoC: Snapdragon 888 di Qualcomm con + Marisilicon X
  • RAM: 8GB
  • Memoria interna: 256 GB
  • Fotocamere:
    • Posteriore principale grandangolo: 50 MP, Sony IMX766 apertura f/1.8, OIS a due assi
    • Posteriore secondaria ultra-grandangolo: 50 MP apertura f/2.2
    • Posteriore secondaria telefoto: 13 MP f/2.4 zoom 2x
    • Anteriore grandangolo: 32 MP, Sony IMX709 RGBW f/2.4, stabilizzazione ottica, FOV 80-90°
  • Batteria: 4.800 mAh
  • Ricarica: 80W cablata, 30W wireless, 10W inversa, compatibile con USB PD a 30W e Qi a 15W
  • Connettività: 4G/5G SA, Dual SIM 5G, eSIM, Bluetooth 5.2, NFC e Wi-Fi 6
  • Audio: stereo
  • Altro: Sensore impronte nel display, certificazione IP54, Black e White
  • OS: ColorOS 12.1 basato su Android 12
  • Dimensioni e peso: 160.3 x 72.6 x 8.7 mm / 196g
PRESTAZIONI OTTIME MA...

E siamo quindi a parlare di prestazioni. Dentro a questo Find X5 abbiamo un processore Qualcomm Snapdragon 888 nella sua versione standard, non è la Plus uscita lo scorso autunno e non è il più recente Snapdragon 8 Gen1 che troviamo invece nel modello Pro. Onestamente, considerato il prezzo e preso atto della presenza sul mercato di alcuni concorrenti che usano questo chip anche su smartphone più economici, mi sarei assolutamente aspettato di trovarlo anche qui dentro. All'atto pratico cambia poco? Può essere, ma quel poco di fronte a certe cifre è comunque importante.

Lo Snapdragon 888 è poi affiancato da 8GB di memoria RAM e da 256GB di storage su memorie UFS 3.1. Si tratta di memorie molto veloci, le più veloci attualmente disponibili, tanto che è possibile allocare parte di questa memoria di storage per espandere la memoria RAM e arrivare ad un totale di 13 GB. Vi dico la verità, non ho mai attivato questa funzione e onestamente non ho mani nemmeno sentito la necessità. Gli 8 GB di RAM sono più che sufficienti in tutte le situazioni e anche il multitasking resta comunque sempre efficace.


In generale le prestazioni di questo Find X5 sono sempre all'altezza della situazione e difficilmente vi troverete in difficoltà per mancanza di risorse e di potenza di calcolo. L'esperienza d'uso è ottimale, paragonabile a quella di un top assoluto, sia nelle operazioni più comuni che nei frangenti in cui si chiede all'hardware il massimo sforzo, come ad esempio in gaming. Ottime prestazioni che sono in alcune occasioni (gaming per l'appunto) accompagnate da un leggero surriscaldamento nella parte alta della cover posteriore, nulla di preoccupante o invalidante ma è giusto segnalarlo.

Bene la ricezione, il segnale viene sempre agganciato velocemente e viene mantenuto con una certa stabilità anche nelle situazioni più complicate, siamo quindi nella media delle altre soluzioni top di gamma ma non è comunque da dare per scontato. C'è il WiFi 6 e ovviamente anche il 5G oltre al Bluetooth in versione 5.2.

A bordo troviamo poi ovviamente Android 12 personalizzato con la Color OS in versione 12.1, l’ultima attualmente disponibile. Tra le varie UI che caratterizzano gli smartphone dei diversi brand la Color OS è probabilmente una di quelle che è maturata di più nel corso di questi ultimi anni e rispetto ai primi modelli Oppo arrivati ufficialmente in Italia si nota sicuramente un gusto più occidentale nel design e nella pulizia. Caratteristica sicuramente non scontata per un produttore che comunque vende moltissimo anche in Cina.

AUTONOMIA SUFFICIENTE

Un altro aspetto su cui potrebbe aver influito la scelta di utilizzare lo Snapdragon 888 è probabilmente quello dell'autonomia. Il processo produttivo più ottimizzato e la composizione leggermente differente in termine di Core del nuovo Snapdragon 8 Gen1 ha infatti mostrato in questi mesi un certo miglioramento per quello che riguarda l'efficienza energetica delle soluzioni che lo adottano.

Non è certo una differenza abissale ma è probabilmente quel leggero miglioramento che ci consente di stare più tranquilli in alcune occasioni. Anche con questo Find X5, infatti, coprire la giornata di utilizzo "standard" non è un problema ma in caso di un utilizzo particolarmente intenso c'è il rischio di arrivare un pochino corti all'orario di cena.

Fortunatamente c'è la ricarica rapida, con il caricatore in confezione che raggiunge gli 80W e ci permette di caricare completamente il Find X5 in circa mezz'ora e di ottenere il 50% di carica in solo 12 minuti. In breve, vi basta davvero un nulla per dare quella spinta di carica necessaria ad affrontare tutta la giornata senza alcun patema d'animo. C'è poi anche la ricarica wireless fino a 30W e quella inversa fino a 10W.

CONSIDERAZIONI

E siamo al momento di tirare le somme partendo come sempre dal prezzo, che in questo caso è davvero il punto cruciale di tutta la recensione. Il posizionamento di questo Find X5 è infatti, a mio modo di vedere, troppo elevato. Per carità, ha tutte le carte in regola per essere definito assolutamente un top di gamma ma allo stesso tempo sono state fatte alcune scelte che lasciano un pochino l'amaro in bocca. Vedi ad esempio lo Snapdragon 888, il display Amoled LTPS e non LTPO e una fotocamera frontale che registra solo in 1080p, che sono tutti compromessi accettabili a fronte di un'esperienza d'uso comunque ottima, ma che non possono essere accettati se il prezzo di listino è di 999,99 euro.

Acquista un OPPO FIndX5 e ricevi in omaggio OPPO FindX5 Kevlar Protective Case Black, un OPPO Watch Free Black e un OPPO Enco X Black aggiungendoli al carrello. Promozione valida dalle ore 09:00 del 02/03/2022 alle ore 23:59 del 24/04/2022 (il “Periodo di validità della promozione”).

Come dicevo all'inizio è un prodotto che rimane un pochino nel limbo a causa di un prezzo e che trascina con sé anche il fratello maggiore. Va abbastanza bene da rischiare di preferirlo al Pro, risparmiando 300 euro, ma allo stesso tempo è più costoso di alcune alternative che offrono caratteristiche in alcuni casi migliori ad un prezzo più basso. Senza allontanarci dal brand, lo stesso Find X3 Pro, ora disponibile ad un listino di 799 euro, può essere considerato come il principale concorrente. È un vero peccato, lo smartphone va davvero bene e al giusto prezzo poteva essere l'occasione per Oppo per spaccare la fascia alta. Ora come ora è quindi difficile consigliarlo ma teniamo d'occhio lo street price perché sotto agli 800 euro avrà tutto un altro sapore.

PRO E CONTRO

Materiali e costruzione ottimaFotocamere di alto livelloRicarica a 80W
Prezzo di listino altoVideo selfie in 1080pAutonomia non al top

VOTO: 7,8

VIDEO


75

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...

Io l'x3 pro l'ho preso a novembre a 700€.
Sono contento... Sempre reattivo, non scalda mai, carico in 27min e foto di ottima qualità.

andycino

No no, proprio euri.

Big G

Veramente fa ridere il tuo modo di ragionare

Big G

Assolutamente non mi offendo, non è una questione privata. A me di Oppo non mi può fregare na maxxa, non ci guadagno nulla, dico solo che per i tempi che corrono sapendo ormai come vanno le cose i listini degli smartphone sono tutti quelli che sono quindi è inutile sentenziare ogni volta e ripeto che se le cose stanno così un motivo ci sarà!

Tiwi

concordo con la valutazione, tutto bene, ma prezzo troppo alto

PilloPallo
Dark!tetto

Apple non aumenta da circa 4 anni non è per niente vero per 3 motivi 2 "nascosti e uno palese, il primo, quella palese, è che lo ha fatto dal 11 al 12 con alcuni modelli amentando il 12%, tra 11 liscio 12 liscio ballavano 100€. La seconda è sul taglio delle memorie che annualmente aumentava a pari prezzo e ora non avviene quindi implicitamente hai un aumento dovuto ad un'offerta che non migliora questo aspetto. In ultima gli accessori mancanti in dotazione sono anch'essi un sovrapprezzo a carico del cliente che rispetto alle generazioni precedenti è considerabile un aumento, quest'iltimo aspetto poi ha colpito pure le generazioni precedenti che hanno subito un aumento implicito nel tempo. Questo senza negare che il prezzo degli Oppo è un pò troppo alto e la tendenza è quella di aumentare i prezzi, ma dire che Apple non aumenta il prezzo è falso, come non si può dire che li ha diminuiti solo perchè per 1 prodotto e un taglio di memoria è scesa di 50€, che poi considerando gli accessori va praticamente in pari.

Dark!tetto

Io sta cosa di non poter bloccare le app non la digerisco proprio, insieme al fatto di poter clonare solo un ristretto elenco di app preimpostate.

ddavv

Hai già usato questa argomentazione, ogni volta penso che anche HTC e Sony hanno continuato con la loro strategia.
Fa piacere che ti trovi bene con Oppo, è meglio rispetto a dover scegliere tutti tra 3 o 4 dispositivi. Ma non ti offendere se a turno scriviamo che i prezzi di Oppo sono RI-DI-CO-LI
(e ho suggerito un X3 Lite a un utente recentemente)

Marcus

reno 6 pro ha una vibrazione migliore ed è leggermente piu prestante (ma veramente di pochissimo), per il resto è il gemello

Marcus

ce l'ha e dura sempre o personalizzato

kanna mustafa

X3 Neo costa meno ed è meglio visto che pesa meno e non scalda come una stufa

Danylo

Perche' apple sponsorizza di piu'?

Roberto

Non è che basti mettere i prezzi alti di listino per essere considerati top player del settore.

max76

833€ su BPM Power è il prezzo più basso, ma comunque fuori da ogni logica lo stesso per sto Oppo

max76

Resta su Samsung

max76

999€ per lo Snapdragon 888 prima generazione, il "fornetto"??????
Ahahahahahah
Alla Oppo il successo sta dando alla testa!

NerdHerd1985

Solo 3 lettere per descriverlo: LOL

Maxi0395

io ho x3 pro e s21 te lo lascio volentieri ^__^

Ocram

Ma vi ricordate quanto era figo il primo find x?

Andredory

Alcuni xiaomi di fascia bassa, i top di gamma ce l'hanno.

Daniele Davide

non tutti, sugli xiaomi c'è, ma dura 10 secondi

Andredory

Ormai praticamente tutti gli android ce lo hanno, mica è un iphone...

carburano

Lo sto usando da un mesetto e concordo totalmente per il prezzo totalmente fuori fuoco. Alla fine non ha nessun senso con find x3 pro che costa 250 euro meno ed ha schermo migliore.

Lato foto di sera e in interni non è paragonabile a smartphone della stessa fascia come pixel 6 pro (che ha pure uno zoom nettamente migliore sia ottico che digitale).

Per il resto ottima UI al netto delle solite limitazioni alle app in background (max 7 bloccate e 20 in autostart). Se fosse stato un Samsung già ci sarebbero le class action indinniate

carburano

Si ce l'ha

Superstar never dies

Euro

alessandro

Oppo Find 5, fascia alta 2013. Prezzo? 399 euro.
Dopo 9 anni
Oppo Find X5, fascia alta 2022. Prezzo? 1200 euro.
Ok.

Daniele Davide

non avete scritto se ha l'always on display

tulipanonero1990

Nel prezzo dell’iPhone però ci devo mettere minimo 6 anni di aggiornamenti, questo ha un suo valore, oltre a tutto l’ecosistema che sia Apple che Samsung offrono.

DaMorc

Ho provato per un po' il Find X3 neo, poi sono passato ad un Galaxy S21 (secondo me l'S22 è il fratello venuto male). Find ottimo telefono, S21 però tutta un'altra categoria. Se guardi Amaz*n a prezzo siamo lì (certo, altrove il Find si trova a meno).

kappa

E quindi dovrebbero abbassare il prezzo per “Big G” quando gli altri hanno prezzi anche superiori? Fa un po’ ridere la cosa

Big G

Certo che ne ho idea ma tutto ripaga prima o poi!

andycino

Max 600 euri

max

Che poi vai a spendere 400-500 euro per un neo dopo un anno quando gli resta solo un anno di supporto...

kappa

Hai idea quanto costi in ricerca e sviluppo una cosa del genere? Hai idea per quanti anni hanno dovuto investire più degli altri per arrivare dove sono ora?

niccolò

ennesimo telefono con prezzo elevato che però al lancio te lo tirano dietro e dopo qualche mese lo trovi pure dal fornaio sotto casa.....che p*lle il mondo dei telefoni fa schifo ormai

Big G

Ma ragionare sui prezzi di listino non ha senso nel momento in cui non si paragonano 2 prodotti usciti nello stesso giorno.

Big G

Apple si fa professori e software in casa. Gli altri no, ti sembra poco questo lato risparmio economico?

Big G
Big G

Ne sono possessore, di x3 neo parlo! Vai tranquillo, lato fotografico Oppo è una garanzia

Vincenzo

Come già detto più volte prezzi troppo cari per quello che offrono, avere in linea prezzi di apple e samsung non ha alcun senso anche perché quest'ultime non ti offrono solo uno smartphone ma tutto quello che c'è dietro " assistenza, home dedicata, accessori, ecosistema ".

Vincenzo

Il problema è che apple è samsung offrono diversi servizi oltre allo smartphone e quindi il prezzo in parte è giustificato, loro offrono solo lo smartphone e nulla più è vogliono far pagare il prezzo pieno.

Fabrizio

Oppure X3pro dell'anno scorso sui 760

Avalon

Era in vendita a 800 euro settimana scorsa con la promo Mediaworld, prezzo ancora troppo alto.

Niker

Come sensori fotografici? È quello che mi interessa di più..

Si ragiona sempre su prezzi di listino e non sul valore di mercato, perché questo il prezzo che da l'azienda al prodotto per il posizionamento sul mercato.
Il fatto che si svaluti o che tu lo trovi ad un prezzo migliore dopo due mesi è un discorso differente.

Jacopo93
vincenzo francesco

X3 neo

Andredory

E loro si devono mettere in testa che non siamo dei bancomat viventi che possono spendere svariate centinaia di € per telefoni che durano 2-3 anni aumentando i prezzi ad ogni gen con qualche scusa per poi dopo una settimana trovarsi anche meno 100-200€ (raggiungendo quasi il prezzo che dovrebbe essere di listino) perchè il prezzo è sparato volutamente in alto (per non parlare dei prezzi dopo un anno che si dimezzano quasi, tanto per far capire il margine mostruoso che hanno... E poi mi vengono a parlare di aumento dei prezzi dei componenti e crisi dei chip). Poi dopo si lamentano che iPhone vende sempre più e che il mercato è in calo buttando scuse a caso come Covid e crisi dei chip per giustificare le loro scellerate scelte. Ma speriamo che iPhone venda sempre più così si danno una regolata...

Niker

Combattuto tra Oppo Reno 6 Pro e Find X3 neo.
Dopo una vita in Samsung, vorrei veramente provare un Oppo.
Consigli?

Google Pixel 6 Pro dopo tanto tempo è tutto un altro smartphone | Video

Recensione OPPO Reno7: bel design e cuore da fascia bassa

La politica dei prezzi barrati non ci fa bene | Video

Stai acquistando uno smartphone economico? Ecco gli errori da non fare