Recensione vivo V21 5G: probabilmente è il miglior selfie phone sul mercato

16 Settembre 2021 52

vivo ha fatto il suo debutto sul nostro mercato ad ottobre dello scorso anno con X51 5G, uno smartphone di fascia alta a cui ha affiancato la serie Y, appartenente ad una fascia più bassa ma comunque dotata di interessanti caratteristiche hardware e di un eccellente rapporto tra prezzo e prestazioni. Ad inizio anno, tra aprile e maggio, sono arrivati il nuovo X60 Pro, con fotocamera gimbal e Snapdragon 870, e il vivo V21 5G un device di fascia media caratterizzato dalla una selfie-cam da 44 MP con flash LED.

Oggi vi parlo proprio di questo V21 5G, uno smartphone che, a distanza di circa un mese da quando l'ho iniziato ad utilizzare, mi ha decisamente soddisfatto sotto molti punti di vista.

DESIGN E QUALITÀ COSTRUTTIVA

La confezione è bella e completa, cosa non scontata in questi ultimi tempi. Dentro troviamo tutto quello che può servire: una cover protettiva in silicone trasparente, un caricabatteria da 33W, un cavo dati con porta USB/Type-C ed un paio di cuffie auricolari cablate di tipo tradizionale, non in-ear, decisamente comode. Le cuffie hanno il jack audio ma in dotazione viene offerto un adattatore dato che il v21 non ha il connettore da 3,5mm.

Il vivo V21 ha una posteriore davvero bella, realizzata in vetro opaco che, oltre a resistere maggiormente ai graffi, non trattiene le impronte e assicura anche una presa migliore. La tonalità cambia leggermente quando viene colpita dalla luce. Il modello che ho provato è in colorazione Dusk Blue ma c'è anche una colorazione Sunset Dazzle ancora più particolare che cambia dall'azzurro al rosa.


La scocca ha bordi piatti ed è realizzata in policarbonato di ottima qualità, molto piacevole anche al tatto. Ottima anche l'ergonomia grazie ad uno spessore di 7,29 mm ed un peso di 176 grammi. Il processo di realizzazione della colorazione Dazzle Sunset comporta un leggero aumento di spessore e di peso, rispettivamente 7,39 mm e 177 grammi.

Il colore varia a seconda dell'inclinazione

Sul retro c'è anche il gruppo ottico, leggermente sporgente, in cui trovato posto l'importante sensore principale da 64 megapixel con apertura ƒ/1.8 e stabilizzatore ottico, una 8 megapixel ƒ/2.2 con ottica grandangolare, angolo focale di 120 gradi (o 108 gradi dopo la correzione della distorsione) e una 2 megapixel con apertura ƒ/2.4 e ottica macro.


Lateralmente ci sono i tasti per la regolazione del volume e il tasto di accensione, leggermente zigrinato. Sulla parte inferiore c'è lo slot per la doppia SIM che, in alternativa, può ospitate una SIM più una microSD per espandere i 128GB di storage interno. Subito accanto c'è il foro per il microfono principale (da non confondere con il foro per estrarre lo slot delle SIM, cosa che potrebbe capitare), la porta USB Type-C e l'unico speaker mono di sistema


Tolta la pellicola protettiva anteriore, che consiglio comunque di tenere, ho notato con piacere che il vetro ha un ottimo trattamento oleofobico che consente di non trattenere molto le impronte e di rendere più piacevole il tocco e lo swipe. Sulla parte alta c'è un'ampia grigia per la capsula auricolare e, ai suoi estremi, due piccoli LED, non molto potenti ma che consentono di illuminare egregiamente il volto per realizzare dei selfie di migliore qualità anche in caso di scarsa illuminazione ambientale


Il display è un AMOLED di buona qualità, molto luminoso, lo si nota subito appena si preme il tasto di accensione per iniziare la prima configurazione. La cornice è abbastanza sottile sui lati ma un po' più pronunciata sia sulla parte inferiore che su quella superiore dove è presente un notch a goccia che ospita la fotocamera da 44 megapixel con messa a fuoco automatica e stabilizzazione ottica, cosa più unica che rara.

SCHEDA TECNICA E PRESTAZIONI

Come dico sempre, la scheda tecnica ci fa subito capire quali possono essere le potenzialità di un dispositivo anche se il consiglio è sempre quello di andare oltre perché, il più delle volte, ci possono sempre essere delle sorprese, in positivo o in negativo.


  • Dimensioni:
    • 159,68×73,90×7,29 mm* (Dusk Blue)
    • 159,68×73,90×7,39 mm (Sunset Dazzle)
  • Peso:
    • 176 g (Dusk Blue)
    • 177 g (Sunset Dazzle)
  • SoC: MediaTek 5G Dimensity 800U 7nm octa-core 2.4GHz con GPU ARM G57 MC3
  • Memoria:
    • RAM: 8 GB LPDDR4X
    • ROM: 128 GB UFS 2.2 (espandibile)
  • Reti: 5G Dual SIM Dual Standby (due SIM + Micro SD)
    • GSM: 850/900/1800/1900 MHz
    • WCDMA: B1/B2/B4/B5/B8
    • FDD-LTE: B1/B2/B3/B4/B5/B7/B8/B12/B17/B18/B19/B20/B26/B28/B32/B66
    • TD-LTE: B38/B39/B40/B41F
    • 5G SA/NSA n1/n3/n7/n8/n28/n40/n41/n78
  • Connettività:
    • NFC
    • Bluetooth 5.1
    • WiFi a/b/g/n/ac Dual Band
    • GPS + GLONASS+ BEIDOU+GALILEO
  • Display: 6,44" AMOLED FHD+, 20:9, 90 Hz HDR10+
  • Sicurezza: Scanner per impronta digitale in-display
  • Fotocamere:
    • Primaria da 64MP, f/1.79, 25.1mm, 1/1.97”, 0.7µm, AF, OIS
    • Ultra grandangolare da 8MP, f/2.2, 15.6mm, 1/4”, 1.12µm, angolo visione 120°
    • Macro 2MP, f/2.4, 24.9mm, 1/5”, 1.75µm, 4 cm Super Macro
    • Anteriore: 44MP f/2.0, 1/2.65”, 0.7µm, AF, OIS, AI
  • Batteria:
    • 4.000 mAh
    • Ricarica con cavo a 33 W (11 V/3 A)
  • Sistema Operativo: Android 11 con Funtouch OS 11.1

Anche in questo caso, direi che le sorprese ci sono state in positivo. Innanzitutto il processore, il MediaTek Dimensity 800U che ho già avuto modo di apprezzare su alri device. MediaTek fa degli ottimi processori, è diventato il primo produttore al mondo e punta decisamente in alto come dimostrato anche con l'ottimo Dimensity 1200. A supporto di questo processore ci sono 8GB di RAM di tipo LPDDR4X e 128GB di memoria UFS 2.2 che offre una velocità di lettura maggiore del 110% e una velocità di scrittura maggiore del 95% rispetto alla tecnologia di precedente generazione


Il Dimensity 800U, un octa-core da 2.4GHz, assicura delle prestazioni decisamene soddisfacenti a questo V21 che ho trovato sempre veloce e reattivo in ogni situazione di utilizzo grazie anche all'interfaccia Funtouch OS 11.1 su base Android 11 (patch aggiornate ad Agosto 2021) che, nonostante offra tante funzionalità e possibilità di personalizzazione, non risulta mai pesante e rende sempre piacevole l'esperienza d'uso.


I benchmark raggiungono dei risultati che vanno ben oltre la sufficienza ma, come detto, bisogna andare oltre i numeri. Provandolo "sul campo", questo vivo V21 riesce a gestire senza nessun problema titoli a 60fps come Wild Rift o Call of Duty Mobile. Qualche minima incertezza l'ho notata solo in alcune situazioni di gioco con Genshin Impact, ma assolutamente nulla di cui temere.


Molto soddisfacente il display, un AMOLED con una diagonale abbastanza ampia, 6,44 pollici con risoluzione FHD+ da 2400x1080 pixel, una frequenza di campionamento del tocco a 180Hz, supporto HDR10+ ed un piacevole refresh rate di 90Hz. Per impostazione predefinita, la frequenza di aggiornamento dello schermo è impostata su 60 Hz ma è possibile scegliere nelle impostazioni sia la frequenza a 90Hz che la modalità Smart Switch che seleziona la frequenza più appropriata a seconda dello scenario di utilizzo.


La luminosità, come detto, è molto elevata (500 nits tipica e 1000 nits di picco) il che si traduce in un'ottima leggibilità alla luce diretta del sole. Tramite impostazioni possiamo regolare la taratura dei colori, scegliendo tra una modalità standard, una "Professionale" (con una temperatura più calda), ed una "Luminosa", più vivace. La temperatura può essere regolata in modo indipendente dalla modalità scelta e sono anche disponibili delle funzioni per migliorare ulteriormente il comfort visivo.

Ovviamente, non manca la certificazione Widevine L1 che garantisce la risoluzione HD su Netflix e altre piattaforme di streaming video ed è supportato il 4K HDR a 60fps su YouTube.

ESPERIENZA D'USO

Molto buona la ricezione del segnale di rete cellulare, sia in 4G che in 5G con un passaggio tra le reti molto rapido che viene anche ottimizzato da un sistema che valuta costantemente diversi parametri. L'audio in capsula ha un volume elevato ma non è particolarmente corposo. L'unico speaker posto sulla parte inferiore consente una buona riproduzione dell'audio in vivavoce. Ho trovato un po' troppo "lunga" la vibrazione al tocco, cosa che personalmente non amo molto.


La Funtouch OS 11.1 offre davvero molte possibilità di personalizzazione. Possiamo scegliere tra diversi tipi di animazioni sia quando tocchiamo ogni volta il display (con un conseguente incremento dei consumi), sia per le notifiche che per lo sblocco, il riconoscimento delle impronte e del volto, per la ricarica e quando attiviamo e disattiviamo il display.


Presente anche una modalità di "ultra-gioco" che va a migliorare l'esperienza di gioco con una barra laterale che offre dei collegamenti rapidi, il blocco delle notifiche, una funzione di picture-in-picture e la modalità Esports che aumenta al massimo le prestazioni.


Insomma, c'è di tutto ma non c'è il rischio di "perdersi". Quello che interessa è sempre molto semplice da trovare e i menù sono decisamente ordinati. Altra cosa decisamente positiva, non ci sono "bloatware" ma solo alcune app di sistema tra cui iManager che consente di ottimizzare il sistema agendo su vari parametri.

AUTONOMIA

L'autonomia del vivo V21 l'ho trovata tutto sommato buona, in linea che quella che generalmente può essere offerta da una 4.000 mAh. Con un utilizzo non particolarmente intenso, infatti, possiamo riuscire a coprire una giornata e mezzo che si riducono ad una giornata se utilizzato più intensamente. Mediamente ho raggiunto poco meno di 5 ore di display attivo.


Ma uno dei punti di forza di questo vivo V21 è la ricarica a FlashCharge da 33W che in circa 30 minuti riesce a riportate la batteria al 63%. Personalmente, come ho detto spesso, a volte trovo che sia più importante avere una ricarica molto rapida che una batteria più capiente ma, ovviamente, sempre meglio avere entrambe.

Anche per la batteria ci sono alcune funzioni che permettono di ottimizzarne l'uso in base al nostro stile di utilizzo. Possiamo, ad esempio, attivare un sistema di risparmio energetico che va a limitare le prestazioni, oppure scegliere singolarmente le app che possono continuare a restare attive in background.

FOTO E VIDEO

Caratteristica principale di questo vivo V21 è secondo me la fotocamera frontale, decisamente unica nel suo genere. Si tratta di una 44 megapixel con stabilizzazione ottica supportata da due flash LED per illuminare al meglio il volto in caso di scarsa luce ambientale. Questa fotocamera ha una modalità AI Night Portrait che si attiva automaticamente all'occorrenza ed è dotata di un algoritmo di intelligenza artificiale che al buio riduce il rumore degli ambienti, consente una migliore concentrazione e chiarezza dei volti, mentre l‘OIS stabilizza la fotocamera per una maggiore esposizione alla luce.

Oltre alla stabilizzazione ottica, è anche possibile attivare durante la registrazione di video anche una stabilizzazione elettronica che riduce la sfocatura e le vibrazioni rendendo i video decisamente più fluidi. Questa funzione non supportata dalla risoluzione a 4K e le immagini da 44 MP si possono comunque ottenere solo utilizzando la modalità 16:11. La funzione Dual-View consente di registrare video utilizzando sia la fotocamera frontale che quella posteriore contemporaneamente.


Per quanto riguarda l'interfaccia utente, è ben organizzata e semplice da utilizzare. Tramite uno swipe verso destra o sinistra possiamo passare dalla modalità foto a quella video, notturna, ritratto e altro in cui ci sono la modalità in alta risoluzione, panorama, slow-motion, time lapse e Pro con regolazioni separate di esposizione, ISO, messa a fuoco e bilanciamento del bianco. Il valore ISO è compreso tra 100 e 3200, la velocità dell'otturatore può andare da 1/2000 a 32 secondi.

La fotocamera principale è una 64 MP Quad-Bayer con immagine che, per impostazione predefinita, sono da 16MP. Nel complesso, la qualità è decisamente buone con molti dettagli catturati, tanta nitidezza (a volte anche troppo) e poco rumore. Mi ha molto soddisfatto anche la gamma cromatica con colori vivaci, mai troppo saturi, più simili a quelli reali.

Qualche difficoltà solo in condizioni di forte illuminazione dove può capitato una leggera tendenza a sovraesporre ma in aiuto ci viene l'ottimo Auto HDR, attivo per impostazione predefinita, che porta un buon bilanciamento tra zone chiare e scure. SI comporta decisamente bene la modalità notturna che assicura sempre degli scatti di buona qualità.

Anche effettuando uno zoom 2x, con campo visivo ritagliato e ingrandito dalla fotocamera principale in mancanza di un teleobiettivo, la qualità resta comunque buona. Anche la fotocamera ultra grandangolare da 8 MP riesce a catturare foto di buona qualità in condizioni di illuminazione ideale, non molto nitide ma dettagliate e con colori un po' meno carichi rispetto alla fotocamera principale. Con questa fotocamera, l'HDR ha un effetto molto più evidente. utilizzando la modalità notturna la qualità è sufficiente, ma decisamente inferiore a quella della fotocamera principale.

Si comporta bene anche la modalità ritratto, con una buona separazione del soggetto, e sono accettabili gli scatti macro, ovviamente con tutti i limiti di un sensore da 2 MP a fuoco fisso.


La fotocamera anteriore riesce a realizzate dei selfie di buona qualità ma con una gamma dinamica abbastanza limitata e con una leggera tendenza a sovraesporre. La messa a fuoco non è velocissima ma sicuramente utile a catturare immagini più nitide e dettagliate. Per impostazione predefinita, la messa a fuoco si basa sul rilevamento degli occhi.


Ottima la qualità dei video in 4K catturati dalla fotocamera principale, acquisiti in h.264 per impostazione predefinita, che offrono tanto dettaglio, un elevato contrasto ed un'ampia gamma dinamica. La fotocamera ultra grandangolare registra video ad una risoluzione massima 1080p@30fps, comunque di qualità più che sufficiente. Purtroppo non è possibile passare da una telecamera all'altra al volo ma è necessario interrompere la registrazione.

La fotocamera anteriore fa dei video in 4K di qualità davvero elevata con tantissimo dettaglio e con una stabilizzazione ottica ottima. La qualità resta elevati anche con risoluzioni fino ai 1080p in cui possiamo attivare anche la stabilizzazione digitale.

CONCLUSIONI

Il vivo V21 viene venduto a 449 euro, un prezzo di listino un po' elevato rispetto ai prodotti della concorrenza ma oggi si riesce già a trovare a circa 372 euro, con un paio di cuffie TWS Neo in omaggio, che lo rendono decisamente più interessante.

Di questo vivo v21 ho apprezzato in modo particolare la qualità fotografica, sia tramite fotocamera posteriore che anteriore, decisamente superiore alla media in questa fascia di mercato, ma anche le prestazioni soddisfacenti e la piacevolezza d'uso, sia lato software che per quanto riguarda l'ergonomia.

Quello che mi è piaciuto di meno? la vibrazione poco decisa, la mancanza di una certificazione IP, lo slot "ibrido" per SIM e microSD (o doppia SIM o espansione) e la qualità audio in vivavoce, solo mono e non particolarmente corposa.

QUALITÀ FOTOGRAFICADISPLAYBUONA AUTONOMIA E RICARICA A 33WEQUILIBRIO GENERALEERGONOMIA
VIBRAZIONE LUNGASPEAKER MONOLISTINO POCO COMPETITIVO

VOTO 8

Il vivo V21 5G è in offerta su Amazon a 378 euro. Per ottenere lo sconto occorre spuntare la casella "coupon" nella pagina dello smartphone.
vivo V21 5G è disponibile su a 378 euro.
(aggiornamento del 20 ottobre 2021, ore 22:37)

52

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Maury

I dettagli li trovi sul sito vivopromo.
Oggi su amazon é venduto da vivostore a 399 meno 50 euro di coupon

L avevo sostituita dopo 2 anni e devo dirti che la nuova è più performante.
A parità di utilizzo (anzi, la seconda forse è stata spremuta di più per via dell' hot spot che ho usato molto per lavoro), la prima in 2 anni ha avuto un'usura del 23%; la seconda in 3 anni del 15%.
Secondo me Honor aveva risparmiato un po' sulla qualità della batteria.

Francy Ssr Ssr

a me purtroppo si è fusa la batteria, però era ancora una bomba, ma credo che cambiarla non ne valga la pena.

Anty

Prezzo sballato.Data l'ottima concorrenza deve scendere sotto i 300€ per avere qualche possibilità.

stenko
aleandroid14

Boh non so in Italia, in UK sito Asus era a 399 sterline 2 settimane fa

Sheldon!

Bella l'interfaccia grafica, però l'avrei chiamata OneMIUI

Davide Moriello

Non lo trovi a meno di 600€ questo invece parte da 399

albe

Ma perché ci stampano le scritte dietro con pure l'indicazione di dove smaltirlo, ma non è mica una confezione di biscotti. Boh

https://uploads.disquscdn.c...

Ho circa 100 app sul telefono e va veramente molto bene.
Batteria di 3 anni con usura 15% che ancora regge.
Pensa che avevo preso il nord2 qualche GG fa ma reso perché non mi convince.
Sto cercando un nuovo telefono che non me lo faccia rimpiangere e sul mondo Android sto facendo fatica.
Andrò di iPhone (12) molto probabilmente.

Rendiamociconto

si a parità di condizioni che non esistono

Rendiamociconto

qualcuno mente o manipola la realtà...i sistemi operativi consumeranno anche meno (forse e bisogna vedere come) ma tutte le varie app di sistema e servizi (con cui l'os senza non gira) e tutte le app principali non di sistema magari no

kappa

"128GB di memoria UFS 2.2 che offre una velocità di lettura maggiore del 110% e una velocità di scrittura maggiore del 95% rispetto alla tecnologia di precedente generazione"

e le 3.0 e a seguire ridono.
ormai un telefono sopra 400euro deve avere dalle 3.0 in su

Giardiniere Willy

L'ultima volta che l'ho usato (un anno fa) è stata una tortura. Le app sono pesantissime e lagga parecchio

GoodSpeed

Spiace ma il miglior selfie phone è la Google camera. Provati tutti e nessun batte la Google camera indipendentemente dal cellulare.

aleandroid14

A quel punto prendi Zenfone flip 7 dello scorso anno con snap 865

aleandroid14

Zenfone flip 7 dello scorso anno é migliore

Vero.
Che telefono l Honor 8.
Lo uso ancora

Ot: Panasonic ha appena rilasciato il firmware 3.232 ora c'è disney+

Frazzngarth

toh, il ritorno dello zombie.

Marquis - 31 Section

Un articolo sul miglior zoommophone sul mercato? :)

Tiwi

non lo comprerei

lorezz

Sisi vero,ottimizzano magari qualche task,ma ne aggiungono altre decine nel frattempo,il che rende nullo lo sforzo

Demetrio Marrara

Non fate paragoni con altri smartphone, l'unico suo concorrente è lo Zenfone 8 Flip, ma è un'altra fascia ed ha un altro prezzo.

Per chi si chiede il motivo della "goccia" al posto del foro: è una fotocamera stabilizzata meccanicamente, occorre spazio.

Venderà bene nei mercati asiatici, è una feature molto richiesta. In Occidente preferiscono l'accoppiata iPhone + flash magnetico con specchio.

BerlusconiFica

Io sono brutto per me è un malus

T. P.

mò, mò segno!
[cit.]
grazie potrebbe tornarmi utile in futuro! :)

Tiziano Catini

I commenti sono positivi, spediscono dalla Spagna, poi c'è PayPal, una sicurezza.

Giardiniere Willy

Appunto, sistemi operativi più pesanti. Però stranamente ogni anno ci propongono la storiella che consumano il 20% in meno

Giardiniere Willy

A me sembra invece che ci fossero più servizi costantemente attivi, visto che doze (e update futuri) non esistevano.
I refresh rate e qhd non andrebbero nemmeno menzionati. Ci sono tanti device utilizzati a 60fps e fhd che hanno gli stessi problemi.

E poi hw che richiedeva meno risorse? Prima c'erano i processori a 16nm (se non 28, non ricordo per note 3) ora sono a 5nm o 8 ad esagerare

Giardiniere Willy

I soc non sono più prestanti. O meglio, lo sono, ma dovrebbero consumare molto meno a parità di consumi.
E i refresh rate puoi impostarli a 60hz

T. P.

uao ma sono affidabili?
onestamente, mai sentiti! :)

T. P.

si in questo caso il prezzo sembra più interessante del solito...
almeno, al momento! :)

Anche se odio i Samsung devo darti ragione...

roby

Per I selfie uso ancora il p8 che li fa perfetti

skylineeeeeeful

uscita video niente, vero?

Hachiko

Quello 4G è ottimo a 300€

Marcus

amazon 372

Marcus

reparto cam e video non credo proprio, x il resto preferisco questo per un software piu snello e fluido

Marcus

schermi piu grandi e piu validi, processori piu prestanti

Marcus

il migliore lato cam, sotto i 390 €, sul mercato del nuovo su amazon

Tiziano Catini

314 euro CS Mobile

Tiziano Catini

Da CS Mobile (dalla Spagna) 314 euro.

Sostenete i prodotti italiani

Quando avevo il Note 3 con 3200 mAh lo caricavo ogni due giorni, a volte ogni tre.
L'hardware richiedeva molte meno risorse, non c'erano display a 120 Hz o risoluzioni QHD, le app in genere erano molto meno pesanti e c'erano meno servizi costantemente attivi

T. P.

penso anche io ma anche questo non sembra malavagio... :)

lorezz

Sistemi operativi sempre più pesanti con centinaia di servizi e processi che girano in background,basta guardarne le dimensioni di installazione

Ma anche l'A52 normale...

Sheldon Cooper

Modulo fotocamere carino, invece la goccia orribile.

Mar

Lato design, con la back cover opaca e modulo fotocamere compatto e pulito lo reputo uno dei più belli in commercio. Frontalmente è un P30; carino nel 2019, avrei messo un punch hole

Giardiniere Willy

Penso che ci sia un serio problema di consumi energetici da un po' di anni.
Mi sembra davvero che il problema sia l'ottimizzazione sw sempre più carente.
Mi spiego.
Con il mio vecchio Honor 8, appena comprato, facevo tranquillamente più di 5h di display. E aveva una CPU a 16nm e 3000mah.
Oggi con soc a 8nm o meno e batterie che superano i 4000, a volte i 5000, e sistemi operativi che, a detta di Google, consumano sempre meno (grazie ai vari limiti sulle app in background), ma poi leggo questo articolo e vedo come arriva sempre a 5h di display.
Capisco che il display sia molto più grande, ma tutto il resto che fine ha fatto (a cominciare dalla batteria che è notevolmente aumentata)?

Pixel 6 e 6 Pro ufficiali: Google punta al top | Prezzi e VIDEO

Xiaomi 11T: scopriamolo in diretta insieme a Xiaomi Italia | Replay

Qual è il miglior smartphone per foto e video: ecco il confrontone | Video

Recensione Samsung Galaxy A52s: fascia media che accontenta tutti