Recensione Realme 8 5G: le reti di nuova generazione sono per tutti

12 Maggio 2021 79

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Le reti 5G sono un richiamo importante per la clientela e finalmente sembra che lo sviluppo dell'infrastruttura abbia ingranato la giusta marcia. I grandi nomi del tech non vogliono quindi farsi sfuggire l'occasione e si gettano sul mercato con proposte per tutte le tasche. Tra i più attivi c'è Realme che con Realme 8 5G è già alla seconda generazione di smartphone 5G economici.

Lo smartphone arriva in Italia a partire da 179 euro in promo di lancio, con buone specifiche e il solito software affidabile. Scopriamolo insieme per capire se può fare al caso vostro.

INDICE

DESIGN ED ERGONOMIA

Il design di Realme 8 5G riprende i canoni estetici degli altri protagonisti della serie 8, tra cui il capofila Realme 8 Pro, con il gruppo fotocamere posteriore sulla parte sinistra disposto in un rettangolo. Lo smartphone è completamente in plastica ma trasmette un buon senso di solidità, è leggero e non particolarmente grande.

La cover posteriore in policarbonato ha una finitura lucida, in ogni caso in confezione troverete già una pratica cover trasparente. Lateralmente a destra trova posto il lettore di impronte digitali inserito nel tasto di accensione, è sempre molto veloce e affidabile. Frontalmente le cornici sono simmetriche su tre lati donando equilibrio al design, la cornice inferiore è più spessa ma non eccessivamente. Un po' troppo grande, invece, il foro frontale in cui trova posto la fotocamera anteriore.

73.85 x 160.59 x 7.99 mm
6.4 pollici - 2400x1080 px
74.8 x 162.5 x 8.5 mm
6.5 pollici - 2400x1080 px
73.85 x 160.59 x 8.12 mm
6.43 pollici - 2400x1080 px

Da segnalare la presenza del jack audio da 3,5 mm in basso insieme a porta USB Type C e griglia per il singolo altoparlante. Lo smartphone esce di fabbrica con una pellicola protettiva in plastica preapplicata, l'abbiamo rimossa per valutare il trattamento oleofobico dello schermo che è risultato discreto ma non eccezionale.

SPECIFICHE TECNICHE
  • display: 6,5" FHD+, refresh rate 90Hz, 600 nit, rapporto schermo-scocca 90,5%
  • processore: MediaTek Dimensity 700 5G a 7nm, 2,2GHz
  • memoria:
    • 4/64GB espandibile fino a 1TB - Dynamic RAM Expansion
    • 6/128GB espandibile fino a 1TB - Dynamic RAM Expansion
  • connettività: 5G SA/NSA Dual SIM Dual Standby
  • slot: 3, 2x SIM, 1x microSD
  • sensore delle impronte digitali: laterale
  • fotocamere:
    • anteriore: 16MP AI, f/2,1
    • posteriori:
      • 48MP principale, f/1,8
      • b/n ritratti, f/2,4
      • macro 4cm, f/2,4
  • batteria: 5.000mAh con ricarica rapida 18W
  • altro: Smart 5G per passare in automatico da 4G a 5G, Super risparmio energetico per ottimizzare la CPU, Sleep Standby Optimization per il risparmio di energia quando non si utilizza lo smartphone, blocco automatico delle app inattive
  • peso: 185 grammi
  • OS: realme UI 2.0 basato su Android 11

Realme 8 5G è ben pensato perché non spicca per particolari specifiche ma le cose importanti sono tutte di buon livello e garantiscono un'ottima esperienza di utilizzo. C'è tanta memoria a disposizione e si tratta di memorie veloci UFS 2.1, c'è una batteria capiente, supporto dual SIM senza dover rinunciare all'espansione della memoria, per arrivare al display a 90 Hz e ovviamente al 5G.

Il processore è una versione rivisitata del già noto e apprezzato Dimensity 800U, dal quale eredita la configurazione hardware e la GPU, con alcune modifiche sulle frequenze e un paio di limitazioni per la parte multimediale. Non supporta infatti gli schermi a 120 Hz (ecco spiegato perché Realme 7 5G aveva un RR superiore) e non consente di realizzare video in 4K.


DISPLAY

L'unità LCD IPS FullHD è di ottima qualità, molto luminoso e ben leggibile anche all'aperto. Certo non è un AMOLED ma in termini pratici le differenze di godibilità sono quasi insignificanti, ricordiamoci che in ogni caso non si potrebbe disporre di un pannello di fascia alta. In compenso il refresh rate migliora sensibilmente la percezione di fluidità del sistema e il lettore di impronte digitali è posizionato lateralmente anziché sotto lo schermo, una soluzione che reputiamo più pratica e affidabile seppur meno moderna.

Un aspetto meno convincente è invece il foro frontale che è più grande rispetto a Realme 8 Pro e mostra una leggera ombreggiatura nelle immediate vicinanze, si tratta di una conseguenza della tecnologia LCD che non sussiste negli AMOLED.


PARTE TELEFONICA E CONNETTIVITA'

Sicuramente il 5G è il richiamo più grande offerto da questo smartphone, a meno di 200 euro offre una connettività completa con le nuove reti SA e NSA. Oltre al 5G, abbiamo riscontrato una grande affidabilità sul comparto telefonico, sempre buona la ricezione così come il comfort in chiamata. Nessun problema con il carrier aggregation, 4G+ dunque pienamente operativo.

E' presente anche una funzionalità chiamata Smart 5G simile a quella degli iPhone 12, che prevede il passaggio automatico alle reti 5G solo quando la velocità e la stabilità della rete le rendono preferibili al 4G, questo permette anche di risparmiare energia.

Tutto liscio sulla connettività WiFi, Bluetooth e con Android Auto. Realme si conferma una sicurezza sotto questo punto di vista, lo smartphone out-of-the-box funziona come deve, senza bisogno di attendere aggiornamenti migliorativi.

ESPERIENZA DI UTILIZZO

Realme 8 5G trasmette fin da subito tranquillità, funziona semplicemente bene, senza bug o problemi particolari. Un bel valore aggiunto considerando che parliamo di uno smartphone di fascia bassa, dal quale verosimilmente gli acquirenti non hanno richieste particolari se non quella di un buon funzionamento generale.

Buona parte del merito è da attribuire al software, la Realme UI 2.0 che, come abbiamo avuto modo di riscontrare più volte, risulta attualmente uno dei migliori software nell'ambito Android. Le opzioni a disposizione dell'utente sono moltissime, sia per la personalizzazione che per il comportamento del dispositivo, non mancano poi funzionalità avanzate e un buon pacchetto di applicazioni preinstallate, senza pubblicità.

Per approfondire il discorso sul software vi raccomandiamo di dare uno sguardo al nostro approfondimento dedicato:

PRESTAZIONI

Realme 8 5G si comporta piuttosto bene nell'utilizzo quotidiano, non è velocissimo ma impostando la modalità "alte prestazioni" la reattività aumenta notevolmente e non bisogna sacrificare oltre il dovuto l'autonomia. Il livello è lo stesso degli altri smartphone con Dimensity 800U, tra cui anche il predecessore Realme 7 5G che già era riuscito a convincere sotto questo punto di vista.

Uno smartphone come questo permette di fare tutto, compreso un po' di gaming senza pretese estreme sui frame per secondo.

AUTONOMIA E RICARICA

Su Realme 8 5Gtrova posto un modulo batteria da ben 5.000 mAh, questo ha fatto lievitare leggermente il peso da Realme 8 Pro pur rimanendo abbondantemente sotto i 200 grammi.

L'autonomia è davvero molto buona, si riescono a coprire senza grossi problemi due giorni pieni di utilizzo e senza dover rinunciare a funzionalità come il 5G o il refresh rate di 90 Hz, con l'impostazione delle performance al massimo, l'autonomia si riduce di circa il 30% permettendo di coprire agevolmente una giornata di operatività.

La ricarica avviene a 18 Watt, non velocissima considerando gli standard abituali di Realme. Forse è la lacuna più grossa di Realme 8 5G, peccato.

FOTO E VIDEO

Il comparto fotografico di Realme 8 5G prevede una fotocamera principale da 48 MP F/1.8 con sensore ISOCELL GM1, una macro da 2 MP e un sensore di profondità nuovamente da 2 MP. Manca dunque un grandangolare nonostante l'aspetto del gruppo ottico suggerisca la presenza di 4 obiettivi. Realme è scesa a compromessi proprio sul comparto fotografico che è leggermente inferiore rispetto allo smartphone della precedente generazione.

La qualità degli scatti è in linea con Realme 7 5G, buona dunque di giorno per definizione e colori sempre molto accesi. L'autofocus è veloce, così come la velocità di scatto. In HDR abbiamo riscontrato una leggera tendenza a sovraesporre le alte luci ma complessivamente possiamo ritenerci soddisfatti. Di notte la qualità cala ma grazie alla modalità notturna si riescono comunque ad ottenere immagini discrete.

OK i selfie con e senza effetto bokeh simulato, sono inoltre presenti moltissimi effetti di miglioramento del viso. I video arrivano solamente al FullHD a 30 fps, una limitazione dovuta al processore. Poco male in realtà, perché su questa fascia di prezzo solitamente i video 4K sono di scarsa qualità.

IN CONCLUSIONE

Realme 8 5G parte da 179 euro per la versione con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna in promozione per il lancio. Si sale a 229 Euro per la 6/128 GB, la promo sarà valida solo il 18,19,20 maggio. I prezzi successivamente saliranno di 20 Euro.

La casa cinese non ha fatto grandi stravolgimenti e, anzi, ha persino limato qualcosa rispetto al passato per mantenere basso il prezzo. Nonostante ciò troviamo i 90 Hz, 5G e grande autonomia. Su questo Realme 8 5G ci sono tutti i giusti ingredienti per convincere gli utenti, insieme ad elementi tecnici ben calibrati nei comparti più importanti.

I compromessi? Velocità di ricarica e comparto fotografico, ma d'altra parte il prezzo è ulteriormente sceso rispetto alla precedente generazione e se si vuole qualcosa in più rimane un'opzione valida il Realme 8 Pro, rinunciando al 5G.

VOTO: 7.3

5G completoprezzoautonomia
comparto fotograficoricarica a 18 Watt
VIDEO

Realme 8 5G è disponibile online da Amazon a 199 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto. Ci sono 106 modelli migliori. Per vedere le altre 18 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 18 giugno 2021, ore 16:20)

79

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
andrea

Buongiorno,
scusate ma è possibile passare app su scheda sd? come si fa? su realme 8 5g?
Grazie

Carmine Landolfi

Se mi chiedi qual è la domanda, evidentemente o non avevi ben compreso che si trattasse di una domanda retorica, o non sai cos’è. La domanda retorica è una figura retorica posta in modo interrogativo che non rappresenta una richiesta di informazioni ma più che altro una risposta predeterminata. Nel caso specifico, è come se avessi detto “quell’adesivo che simula la quarta fotocamera è una cafonata”. Spero ti sia più chiaro ora. Genio.

noncicredo
Carmine Landolfi

Mai sentito parlare di domanda retorica? Genio.

noncicredo
Carmine Landolfi
noncicredo

La scheda tecnica la fanno i geni qui di hdblog: non fidarti mai. Credi ovviamente al sito ufficiale del produttore.

noncicredo
Carmine Landolfi

Ma la cafonata dell'adesivo che simula la quarta telecamera?

Big G

Sisi molto affidabili!

Mick&LOzzo

NFC ha sensori fotografici migliori ma processore meno prestante e memorie meno veloci.

Keres

Concordo alla grande! fatto prender a diversi parenti/amici ed è risultato molto affidabile, mai un impuntamento, ottima durata batteria ecc

blablabla

Certo che no, ma non ha senso.
La cam principale non stabilizzata mi fa rimpiangere addirittura roba come il Nexus 5, che non era proprio un camera phone, anzi. Basterebbe davvero poco per non fare schifo.

gianni ciccone

Pro o NFC? Differenze

Nuanda

perchè ti credi che sugli smartphone di altre marche la situazione cambia?

Nuanda

Poco X3 Pro

blablabla

La parte fotografica dei realme è sempre imbarazzante.
Io ho un x3 superzoom, l'unica cosa buona è appunto la cam con zoom ottico stabilizzato ois, le altre sono ridicole. Meno male che c'è gcam, che comunque mi permette di usare solo la cam principale e non può fare miracoli sulle ottiche non stabilizzate. Ma se in generale mettessero 2 cam stabilizzate decenti, invece di 4, 5, 1000 meno che mediocri!

mattopp

Certo, sono d'accordo, qualsiasi esigenza consapevole merita attenzione. Sono felice Matteo ti abbia dato le info che cercavi.

Abbasso i toni perché ho esagerato nella precedente replica, piccata. Di questo mi scuso.

Nessuno ha chiesto i dBm, che ovviamente sono dati che interessano alla nicchia e non alla massa.
Anche perché ormai "nessuno" si sofferma molto sulla qualità di ricezione. Ma non è questo che è stato chiesto.

L'app a cui faccio riferimento io non fornisce solo i valori sopracitati, ma anche più banalmente quali frequenze sono in uso.
Quindi no, non si parla solo di dBm, snr, etc ma più banalmente di leggere un eventuale "B20+B3" o "B20+B7". E' solo una indicazione per capire se aggrega o non aggrega, nessuno qui sta parlando di qualità, né l'ho chiesta.

Inoltre, come già fatto nella precedente risposta, introduci temi che nulla hanno a che fare con la mia domanda.
E' ovvio che io, per ciò che serve a me, mi baso sui miei utilizzi e sulla mia area geografica. Cosa interessa del cambio di area geografica e quindi del cambio dei risultato? Nulla. Non stiamo discutendo nemmeno dell'operato degli operatori. Che influenzano ovviamente.

Siccome il recensore non è stabile chiuso in casa, è fattibile che nei movimenti possa controllare, agganciando varie celle, se l'aggregazione è "completa" o meno. Cosa che Matteo in verità ha fatto e che stamane ha confermato tramite il messaggio che ti cito:

Posso dirti che con iliad nella zona di casa mia aggrega B20 e B3, con TIM a Milano aggrega B7 e B32 zona ufficio. Testato tutto con Net Monster

Quindi, addirittura, abbiamo l'aggregazione anche della B32. Cosa che è impensabile su altri device zoppi.

Se devo mettere, ipotesi, 120€ in uno smartphone che so per certo che mi aggrega tutte le bande o 110€ in uno che ha metà bande in aggregazione, se permetti, per ciò che serve a me il muletto, li investo in quello che mi consente una aggregazione maggiore. Se ciò che mi interessa è avere in ogni situazione possibile l'aggregazione.
Al netto, per quanto abbiamo detto, che la qualità del segnale dipende da fattori terzi ed anche da fattori che nelle recensioni non si trovano (o comunque in quelle prettamente tecniche).

Quindi, al di là di qualità del segnale, al di là di zona geografica, al di là di quale operatore è in uso; sapere se aggrega o meno, e quali bande, a me cliente mi permette di scegliere una cosa piuttosto che un'altra.
Ho convissuto con device dove mancava un'aggregazione, fatalità era quella disponibile nella mia seconda casa, ed al piano terreno la mancanza di suddetta aggregazione faceva parecchia differenza, tanto è che per fare un po' di hotspot andavo per forza di cose al piano superiore, dove il segnale era migliore e l'unica banda presente mi dava un buon riscontro. Da quando uso un muletto "completo", anche al piano inferiore riesco a fare ciò di cui necessito. Ovvio che per Facebook non cambia nulla, ma la domanda era semplice e chiara, serve dover disquisire sull'uso comune che se ne fa delle aggregazioni. :)

Buona giornata a te.

Grazie mille Matteo, è già una ulteriore informazione rispetto a quella dell'articolo (che comprendo essere rivolto all'utenza più in generale).
Buona giornata.

Mick&LOzzo

Poco X3 NFC

Matteo Virgilio

Usando il telefono per una settimana mi è impossibile testarlo con tutte le frequenze possibili dei vari operatori. Posso dirti che con iliad nella zona di casa mia aggrega B20 e B3, con TIM a Milano aggrega B7 e B32 zona ufficio. Testato tutto con Net Monster

gianni ciccone

Devo fare un regalo
Budget 200 euro
Che mi consigliate?
Grazie

mattopp

Non volevo offenderla, spero non si sia sentito preso in causa dal mio precedente messaggio. In questo caso le chiedo scusa.

Detto questo, ribadisco il concetto in modo più chiaro: queste app funzionano come i benchmark sintetici. Danno dei valori numerici precisi che pochi utenti sanno interpretare e spesso è anche difficile quantificare i dati estratti per i non addetti ai lavori. +7dBm di qui -5 di là ma alla fine l'utente medio è interessato solo a vedere se la scritta 4G+ è presente. Perché dargli torto: chi si è mai preoccupato di studiare cosa sono l'rssi, l'snr, l'rsrq, ecc? Per ogni singolo smartphone poi?

Inoltre, per mia esperienza, oltre alle soglie di upload e download, i singoli operatori sono più spesso responsabili dei colli di bottiglia sulla rete piuttosto che gli smartphone stessi. Lo stesso smartphone testato in aree geografiche diverse darà risultati diversi (in base agli operatori telefonici).

In conclusione: se la rete è congestionata, l'aggregazione delle bande non è la panacea a tutti i mali. I risultati delle app di rilevazione dei valori di rete vanno correttamente interpretati. Chi urla allo smartphone cinese per qualsisi device che non aggrega senza toccare con mano le differenze con uno che aggrega (al di là dei dati sintetici) fa sinceramente sorridere. Poi ognuno i suoi soldi li mette dove vuole, per carità (consapevole o meno).

Ricambio i saluti.

Joker

Con un software che però (come scritto nella recensione) sembra migliore senza le tipiche incertezze della MIUI nei suoi primi mesi di vita :)
Poi si che purtroppo ormai siano tutti identici è un dato di fatto

Parto dalla fine ma premetto che mi limito a poche righe, perché mi sembra di perdere tempo vista la caratura della replica, quasi senza senso.

L'aggregazione di banda non serve solo per avere super velocità, quindi il limite dei 30 Mbps è irrilevante.
Se le celle sono sature è meglio avere una sola frequenza in uso o due?

Perché per gli altri non si fanno determinanti test?
Ovvio. Perché si sa benissimo quali sono i brand che azzoppano le aggregazioni, le tolgono completamente o random le rendono disponibili.

Ecco perché si chiede nello specifico su realme (o Xiaomi et similia) e non su Samsung.

P.s.: per delle aggregazioni basta una semplice app da installare. Fine. Quindi no, non è solo l'icona che aiuta a capire. Saluti

Michpi

No ma scusatemi... Ma non è meglio il normale 4g? E soprattutto perché sulla scheda tecnica, del citato 4g, c'è scritto senza NFC quando sul sito ufficiale invece risulta di si?

Tiwi

identico allo xiaomi, sia per form factor che per hw

mattopp

Non credo che un test come quello che proponi sia mai stato fatto sugli altri smartphone recensiti. Quindi perché farlo con questo? Tra l'altro il fatto che la presenza della scritta 4G+ sia l'unico modo per capire empiricamente se uno smartphone aggreghi oppure no, già ti fa capire che le prestazioni di rete dei telefoni che non aggregano siano tali da non sentire la mancanza delle bande aggregate.

Io ho avuto sotto mano un Realme X2 Pro (aggrega, anche se non si sa quali bande), Realme 7 Pro (non aggrega nulla) e un Samsung s20 FE (dovrebbe aggregare tutte le bande, ma anche qui non si trovano info più specifiche in merito): non c'erano differenze apprezzabili sulla rete: scaricare video anche pesanti da drive o tutte le task standard che si fanno con gli smartphone venivano portate a termine da tutti i terminali senza difficoltà e abbastanza velocemente.

Sinceramente io devo ancora capire perché ci sia tanto clamore dietro l'aggregazione delle bande. Tra l'altro spesso quelli che più si lamentavano avevano operatori come ho mobile o altri operatori virtuali che limitano a 30 mbps la velocità in download.

saetta

sintesi perfetta

pollopopo

certo che i produttori di cellulari non sanno proprio tirar fuori i nomi dei cellulari.....non ci si sta più capendo niente....

Trunks

Interessa anche a me

nutci2nd

Da adesivo che ti aspetti?

Desmond Hume

Il 5G per tutti, il problema è che non tutti vogliono un Realme 8G...
3 fotocamere di cui solo una utile, che tumore sti produttori.

Big G

Si concordo assolutamente.. Xiaomi/redmi lato software sono davvero i peggiori a mio parere nel panorama Android

Jacopo93

Con [ codice] [/ codice]

Jacopo93
Andredory

Non so cosa sia, lo leggo su Telegram con un tap e sono a posto, poi chiunque è libero di fare quel che vuole.

"su telegram ne abbiamo una copia" esiste la cache di google, oltre al gruppetto fuffa.

Usate il "codice" invece di togliere gli spazi. :)

"Nessun problema con il carrier aggregation, 4G+ dunque pienamente operativo."

Giusto per curiosità:
Nello specifico sono state aggregate tutte le bande utilizzate in Italia, o semplicemente si è vista l'icona 4G+ e si è dato per scontato funzioni?

Andredory
Jacopo93
Jacopo93
Andredory
Andredory

Il problema è appunto il prezzo, hai voglia che scenda sotto i 500€ per esempio... E lo preferiresti comunque ad un S21 od ad un eventuale X3 Neo a 400€ a fine anno solo per le dimensioni? Difficile...

Jacopo93
Jacopo93
Jacopo93

Mediatek + Adesivo per simulare una 4° camera + 2 camere inutili = telefono perfetto per i buongiornissimo.

I tre migliori compatti: iPhone 12 Mini vs Asus Zenfone 8 vs Galaxy S21 | Confronto

Recensione OnePlus Nord CE 5G, io ve lo consiglio!

Motorola Ready For, la modalità desktop che aspettavamo

Redmi Note 10 Pro trasformato in un Pixel | Guida e video