24H con Motorola Moto G100, un quasi top di gamma in 21:9

25 Marzo 2021 150

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Pochi istanti fa Motorola ha lanciato ufficialmente in Italia il nuovo Motorola Moto G100, uno smartphone celebrativo della 10a generazione della famiglia Moto G, iniziata nel 2013, che va a rimpolpare una fascia medio alta che si sta facendo sempre più popolosa e agguerrita. Potremmo considerare questo prodotto come una sorta di puzzle di componenti che hanno caratterizzato le migliori proposte Motorola degli ultimi mesi, il tutto farcito da un nuovo processore Qualcomm della serie 8 certamente interessante, connettività 5G e, per la prima volta a bordo di un telefono dell'azienda, un'interfaccia desktop attivabile grazie alla USB-C con uscita video.

Sto utilizzando questo prodotto da un paio di giorni ma ho già tante cose da raccontarvi e diverse considerazioni da fare sul nuovo corso di questo segmento di mercato davvero aggressivo, soprattutto nei confronti dei "veri" flagship, la cui leadership comincia a traballare. Ma basta spoiler, passiamo subito al sodo.

SOMMARIO

ANCHE MOTORLA HA IL SUO DeX

Il primo aspetto che voglio sottolineare è quello del software, e a Motorola vanno tutti i miei complimenti per essere riuscita nel tempo a mantenere feeling molto vicino a quello di Android Stock lavorando su poche semplici funzioni extra che risultano comunque sempre utili e mai invadenti. Mi riferisco ad esempio alle Moto Action, al Moto Display e alla modalità Gaming, ma non solo. Con questo Moto G100 è stata aggiunta la funzione Ready For che può essere considerata come una sorta di DeX in salsa Motorola.

L'interfaccia Desktop si attiva semplicemente collegando lo smartphone e un display esterno (monitor, TV ecc.) con un adattatore o un cavo USB-C/HDMI. Compiuta questa operazione appare l'interfaccia dedicata che ci premette di scegliere tra quattro modalità d'uso: desktop, TV, Game e video-call.


La modalità desktop attiva un'interfaccia simile a quella di un classico notebook, permettendoci di sfruttare il maggior spazio del monitor per incrementare la produttività. Possiamo aprire le applicazioni in finestra, affiancarle, allargarle a schermo pieno, sovrapporle, esattamente come faremmo con il nostro PC. L'interfaccia è molto reattiva e, nonostante si tratti della prima implementazione di questa funzione, sembra già girare tutto in modo più che soddisfacente.

Tornando alla schermata iniziale è invece poi possibile entrare nel Centro di controllo multimediale. In questa seconda interfaccia dedicata al grande schermo possiamo accedere rapidamente tutte le app che hanno a che fare con contenuti audio e video, avviarle e riprodurre i media direttamente sul monitor o sulla TV. Allo stesso modo, scorrendo l'interfaccia verso il basso troviamo i giochi e, ancora più sotto, le app per le videochiamate.

Molto interessante anche quest'ultima funzione, grazie a cui sfruttiamo le fotocamere e la connettività dello smartphone per effettuare la chiamata video, potendo vedere sullo schermo più grande il nostro interlocutore.

SNAPDRAGON 870 E BATTERIA DA 5000 MAH

Per riuscire a gestire una funzionalità come quella appena descritta in maniera soddisfacente è ovviamente necessario che lo smartphone sia basato su una piattaforma in grado di fornire la potenza di calcolo adeguata. Dentro al Moto G100 abbiamo, a questo proposito, uno Snapdragon 870. Si tratta di un SoC che può essere considerato come una sorta di evoluzione dello Snapdragon 865 dello scorso anno, con il quale condivide CPU, GPU e DSP. La differenza principale è nel clock della CPU, lievemente superiore e in grado di offrire uno spunto ancora maggiore. Come accadeva per Snapdragon 865 anche qui non abbiamo modem 5G integrato e quindi questa componente della connettività è affidata all'ormai noto X55.

Si tratta di un comparto hardware che sin da subito mi ha molto soddisfatto per prestazioni, reattività, piacevolezza d'uso e consumi. Abbinato agli 8 GB di RAM LPDDR5 e ai 128 GB di storage su memorie UFS 3.1 questo SoC permette di gestire tutto il flusso di lavoro senza alcun problema. Le app si aprono rapidamente, il passaggio da una all'altra è sempre velocissimo e anche il multitasking viene supportato nel migliore dei modi. Si riescono a tenere aperte contemporaneamente 5-6 applicazioni, ma anche quelle che vengono momentaneamente "freezate" al richiamo impiegano pochissimi istanti per tornare operative.

In generale parliamo quindi di un prodotto che difficilmente vi lascerà scontenti per prestazioni non all'altezza, anzi, il rischio è esattamente l'opposto, ovvero che sia anche più del necessario. Se non fosse per il modem stand-alone, comunque, questo Snapdragon 870 metterebbe in serio dubbio la leadership dell'ultimo top di gamma SD 888.


5G a parte, il cui supporto, come detto, è garantito dal modem X55, questo Moto G100 non rinuncia al WiFi ax e al Bluetooth, in versione 5.1, oltre ovviamente all'NFC. Insomma, lato connettività non manca nulla, compreso il jack audio e la USB-C 3.1 con supporto all'uscita video. Unico neo, non legato però alla connettività, è lo speaker soltanto mono, peccato davvero per un prodotto comunque votato alla multimedialità. Il carrellino della SIM, infine, può contenere due nano-SIM oppure una nano-SIM e una micro SD (fino a 1TB).

La batteria che si nasconde sotto la scocca offre una capacità di 5000 mAh, come ormai da tradizione Motorola che ha praticamente posto questo valore quasi come standard. L'autonomia, dopo qualche ora di utilizzo, appare comunque molto buona, ma ovviamente ci riserviamo di confermare il giudizio nella recensione completa. L'elemento che non mi ha convinto a pieno è invece la ricarica rapida che non va oltre i 20W. Insomma, rapida ma non rapidissimissima. La concorrenza, anche in questa fascia, è ormai settata sui 30W e oltre.

UN BEL DISPLAY, ENORME!

Altro elemento certamente caratterizzante è il display. Un pannello IPS da 6.7" di diagonale, risoluzione FHD+ e rapporto d'aspetto 21:9. Nonostante non si tratti di un dispaly OLED devo dire che i neri sono abbastanza profondi, la luminosità è buona e il contrasto elevato, tanto che anche in esterna e sotto la luce del sole la visibilità resta molto buona. Certo non siamo ai livelli dei display da oltre 700 nit di alcuni top di gamma ma resta comunque un pannello assolutamente di buon livello.

Secondo quanto dichiarato da Motorola dovrebbe poi essere garantita la copertura dello standard DCI P3 che ovviamente verificheremo in fase di recensione. Il rapporto d'aspetto di 21:9 è invece stato pensato per avere una migliore resa nella visione dei contenuti cinematografici che verranno quindi riprodotti senza bande nere.

Certo 6.7" non sono pochi, anzi, l'ingombro è importante e le dimensioni sono complessivamente abbastanza impegnative. Nonostante questo, a causa del rapporto d'aspetto molto allungato, l'utilizzo ad una sola mano è meno difficoltoso del previsto. Con questo non voglio dire che sia maneggevole come un iPhone 12 Mini ma allo stesso tempo è più stretto di molti altri prodotti che offrono un display di pari diagonale.

La finitura della cornice metallica e della back cover, in policarbonato, è liscia ma non eccessivamente scivolosa. Un dettaglio che aiuta a sua volta a rendere la presa più salda.

DUE FOTOCAMERE E MEZZA

Ed eccoci alle fotocamere. No, non sono impazzito. Ho scritto che sono due e mezza perchè dei 4 oblò presenti sul retro dello smartphone solamente tre contengono una vera ottica e una di queste è in realtà dedicata alla raccolta dei dati sulla profondità di campo; in poche parole c'è ma non scatta realmente. Le due effettive fotocamere offrono sensori da 64 e 16 megapixel, con la prima dotata di lente standard (equivalente 28mm) e la seconda con ottica ultra-wide. Quest'ultima viene utilizzata anche per realizzare gli scatti in modalità macro e, tra l'altro, integra un piccolo LED-ring che consente di illuminare la scena quando il software rileva una luminosità troppo bassa per poter ottenere scatti di buona qualità.

Il quarto elemento del comparto fotografico è poi un sensore TOF, utile per migliorare precisione e velocità della messa a fuoco. Di default la fotocamera principale scatta a 16 megapixel, utilizzando la tecnologia Quad Pixel per combinare le informazioni di 4 pixel e ottenere così immagini di qualità superiore dal punto di vista della luminosità, del bilanciamento del bianco e del rapporto ombre/luci. Resta comunque possibile scattare a 64 megapixel attivando l'apposita modalità nel menu delle impostazioni.

I primi scatti raccolti in queste ore mostrano una coppia di fotocamere comunque in grado di scattare foto di buona qualità nella maggior parte delle condizioni. Di giorno gli scatti sono ben dettagliati, con colori brillanti e un HDR che riesce, anche nelle situazioni di controluce più complesse, a salvare buona parte dei dettagli producendo immagini piacevoli. Di sera subentra ovviamente la modalità notturna che contribuisce in pare a sopperire alla mancanza di luce. Quest'ultima può essere attivata solo usando la fotocamera principale e quindi il consiglio è quello di limitarsi a quest'ottica per gli scatti serali o notturni. In queste occasioni vi invito solo a fare attenzione alla messa a fuoco che, rispetto agli scatti diurni rallenta abbastanza.

Con uno sguardo al comparto video non possiamo poi non citare la possibilità di registrare clip fino ad una risoluzione di 6K a 30 fps, esattamente come sui Moto Edge dello scorso anno. Usando questa modalità di riprese non possiamo attivare la stabilizzazione digitale che è invece presente nei video in 4K a 60 fps, a mio modo di vedere la modalità da preferire in questo momento. I video che otteniamo sono di buonissima qualità. La stabilizzazione è buona, così come la velocità della messa a fuoco.

TOP DI GAMMA O NON TOP DI GAMMA?

Tirando le somme è lecito chiedersi se considerare o meno questo Moto G100 un vero e proprio top di gamma. In fin dei conti non manca quasi nulla; avrei giusto voluto una ricarica rapida un pochino più rapida e uno speaker stereo. Non è impermeabile? Sì, è vero, ma Motorola assicura di aver utilizzato un rivestimento comunque idrorepellente.

In fin dei conti il nocciolo della questione rimane comunque il prezzo. Di listino questo Moto G100 costa 599 euro ma al lancio viene proposto in offerta con uno sconto di 100 euro che lo fiondano in una fascia di prezzo per cui le sue caratteristiche tecniche lo rendono un prodotto estremamente interessante. Ma quindi è un top di gamma oppure no? Sicuramente è il top di gamma della famiglia Moto G ma guardando all'insieme mi rendo conto che il confine tra questi prodotti e i veri flagship si fa sempre più sottile e sfumato.

VIDEO

Motorola Moto G100 è disponibile online da Unieuro a 499 euro. Per vedere le altre 20 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 16 aprile 2021, ore 10:19)

150

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
David Lo Pan

E vorrei vedere....... Grande Giove!!!

RitornoAlFuturo

Ma stai scherzando? ma Motorola quale? questi sono cinesi ma di un gradino sotto i vari Oppo, 1+ e Xiaomi che almeno partono dalle cose che contano: buoni schermi e ricarica rapida.
Ho visto un paio di recensioni per curiosità e lo schermo non si può guardare, si vede che è slavato, sembra un Acer Liquid Mini di 10 anni fa.
Un Samsung A40 o un Mi 10 lite lo farebbe sfigurare di brutto.

Lenovo tra l'altro vende un quarto o un quinto dei citati e diciamo la verità, se vende ancora è solo perchè aggrappata al nome "Motorola" ma la sostanza l'ha persa da parecchio.

RitornoAlFuturo

Quoto. il 21:9 è una cosa immonda

Marcello

168,38mm, brutta deriva...

Gabor

Preso appositamente no brand. Alla fine mi ero perso un aggiornamento: è passato da patch di ottobre a quelle di febbraio. Ad oggi però ancora niente android 11

Andre Sergio Da Rio

sarà brand tim ... tim non aggiorna

pietro

Perché poi non si sa più com'è controbattere. Comunque, possiamo fare paragoni un po' con che vuoi. Prendiamo delle cuffie, si può sentire la musica con delle cuffie da 2€ come da 1000€, fai la stessa identica cosa, ma con una la fai meglio, poi sta all'acquirente valutare cosa acquistare in base alle sue esigenze, lo stesso vale per gli smartphone, con uno da 100€ fai le cose come quello da 1000€, ma non alla stessa maniera

Xylitolo

dipende, funzionare funzionano per chiamare, se poi vuoi qualcosa in più potrebbero essere deleteri alla salute, rischi di spendere di più acquistando calmanti :-)

Vanno bene anche quelli da cestone.

Alessandro AlexGatti

Il mi9 se non si trova da oltre un anno

DanieleAbbaQ

MondoTop da 580 euro a 480 euro
Amazon 499 euro (599 euro)
Ebay 668

Il prezzo già sta subendo variazioni.
Il vero prezzo del telefono è di 350,00 euro!

Alessandro

Tre? Dopo il primo, vedendo come è la MIUI , perché ne hai comprato un secondo e addirittura un terzo?
Siete strani. Per fortuna hai cambiato da poco? Nel senso che sei passato a Poco o che c'era qualcuno che ti minacciava , ti spiava e ti costringeva a stare con Xiaomi? Il mistero è sempre più fitto soprattutto quando consigli questo Motorola al posto di uno smartphone che costa la metà e vale il doppio. Ma Motorola cosa? Ormai li comprano 4 nostalgici che vivono nel passato e alcuni utonti circuiti da recensioni sponsorizzate. Non vivere nel passato è come segarsi guardando Sandra Milo.

Eugenio Casale

Di questi a 350-370 ne vendono a valanghe. Ottimi i moto g come sempre

jose manu

P30 pro usato a 300 com'è? Chi sta o è sempre troppo

Ocram

Siamo messi male

Ocram

Si, 3. Per fortuna ho cambiato da poco

Xylitolo

se ti tieni lontano da quegli smartphone "da cestone" oggi vanno più o meno tutti bene in rapporto al prezzo.
tra le 200 e le 500€ stai tranquillo, più o meno si equivalgono tutti, sopra le 500€ meglio prestare più attenzione perchè la fregatura commerciale è spesso presente

macosx

“Un quasi top di gamma”
Invece uauei con gli lcd e gli xiaomi che utilizzano amoled raccattati dagli S2 di Samsung vengono definiti supertop di gamma bestmegaiperbuy, per fortuna che l’ultimo “bestbuy” che ho comprato è stato un honor in seguito ho deciso di seguire il cuore e prendere i telefoni che mi piacevano e guarda caso mi sono trovato sempre meglio rispetto a quello che dicono i “recensori”

Raffa02x

A me va bene anche la versione 6/128 speriamo le mettano entrambe

Giulk since 71' Reload

Yes visto, sul x3 pro oltretutto hanno messo la sola versione 8/256 gb che a quel prezzo è ben appetibile, speriamo che anche l'f3 lo mettano con quella configurazione di memoria

Raffa02x

Si comunque anche su amazon escono con lo sconto, perché sul x3 pro ce

Quanto poco sopporto i paragoni con le auto.

Snapdragon

Giusto non ci avevo pensato

www.uiblog.it

Troppi soldi per quello che offre

pietro

il display è 90 hz, la svista è di chi ha fatto l'articolo

pietro

con una BMW da 50k€ fai le stesse cose che fai con una tipo da 15k€. Però meglio. Diverso comfort, diverse prestazioni, diversa tenuta. Poi sta a chi compra capire quali siano le sue esigenze e se il gioco vale la candela.

pietro

questo però ha uscita video

pietro

aggiorna meno frequentemente di tanti e spesso un solo major, ma sono tra i più bravi ad ottimizzare il software, se non i migliori

pietro

riuscire a tenere in mano smatphone con display più ampio, display più ampio che è necessario per infilarci sotto batterie più grosse, perché la gente ormai campa h24 sul telefono. è un circolo vizioso

pietro

se ha usb 3.x forse, altrimenti no

pietro

meglio di un 16:9

pietro

onestamente? Da possessore di un mi10t, su xiaomi conto solo sul supporto delle custom. La miui 12 su base android 11 è imbarazzante, una concentrazione di bug incredibile

pietro

tanta roba ready for, fatta veramente bene!

ormonello

Beh certo su questo hai ragione al 1000%

Il punto è: basta associare la parola "top" con "necessario".
Basta far finta che sia sorprendente vedere uno smartphone da comunque 600€ girare benissimo, sono 600€, sono soldi, DEVE girare bene.
Certi discorsi potevano andare bene nel 2013 relativamente agli smartphone da 200€, non nel 2021 per telefoni da 600€, è ridicolo.

ormonello

Anche io la penso come te e sono passato al lato oscuro della forza (12mini) e non sento la mancanza del robottino.. per ora

ormonello

Probabilmente hai ragione su quasi tutto.. ma non sul prezzo.. la verità è che i top costano 1000 euro oggi, la fascia media 5/600 e la fascia bassa 2/300 di listino. Poi ci sono gli Street price. Ma quello è un altro discorso.
Il punto è che rispetto ad una volta i fascia bassa e media funzionano egregiamente e non sono più chiodi.
I chiodi li trovi nella fascia budget o cheap compresi i famigerati Android go. Dai 200 in giù.
Quindi il discorso del recensore ha senso rapportato a quello che offre il mercato a prezzi di lancio.. poi ripeto hai ragione da vendere sul discorso che ormai anche spendendo relativamente poco hai telefoni che funzionano benissimo in qualsiasi situazione

Bene, logicamente è più stretto...

Zeronegativo

non saprei, xiaomi almeno due major sui telefoni medio / alti gamma te le garantisce, motorola no.

Fabrizio

Ottimo per completezza e versatilità (microsd), però a 500 ora ci sono cose come Oneplus 8T che in quanto ad estetica e display è messo meglio, o il Poco F3 a 150 euro in meno..

Domenico Belfiore

Si ma 500 euro senza la garanzia di due major anche no

Corrado Villani

Beh, ridi pure....ma la realtà di fatto è così. Ciao ciao

Roberto

Hanno messo il grandangolo per quello

piero

oppure fatti una bella fritturina. break fry day

Aster

un pixel lo puoi comprare anche usato o ricondizionato.

IUGY

Hanno fatto un misto mare..personalmente sceglierei motorola, solo per la sua affidabilità lato software rispetto ai vari XIAOMI (che però ti offrono qualcosa in più lato hardware) ; Interessante la scelta di fornire la modalità Desk, soprattutto perché tra qualche mese, con il deprezzamento, entrerà in una fascia di prezzo veramente appetibile.. Basta vedere in 3/4 mesi quanto ha svalutato l' EDGE.

ddavv

Non ti aspettare nella prima metà dell'anno un (vero) top dell'anno precedente a meno di 400€. Non abbiamo neanche il classico LG G7, G8 degli anni scorsi.

Prendi F3 da un negozio online dove sei sicuro di poterti avvalere del diritto di recesso. Se lo usi intensamente e sai cosa cercare, 14 o 30 giorni sono sufficienti a capire.
Oppure chiediti se ti serve veramente un 865/870, o se sei disposto a spendere di più.

Riccardo Mineri

Ma quale top di gamma... E' un fascia bassa-media con processore e ram da fascia alta.

Japmaniaco

"E si giunse in un'era in cui i Moto G venivano lanciati sul mercato a 600 euro"

Tito.73

sapevi già tutto però.. così non vale!

Recensione Xiaomi Mi 11 Lite 4G e 5G: gemelli (forse) diversi

Snapdragon 888 vs Exynos 2100: qual è il migliore?

Recensione Nubia Red Magic 6: la scheda tecnica non basta

Samsung Galaxy A52 4G vs Realme 8 Pro vs Redmi Note 10 Pro: confronto a 360°