Anteprima Huawei Mate 40 Pro: le 5 cose che (forse) non sapete | Video

28 Ottobre 2020 254

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Mate 40 Pro è da oggi disponibile in pre-ordine non solo su Huawei Store, ma anche presso i negozi della grande distribuzione, gli operatori telefonici e Amazon.it. Annunciato settimana scorsa, il top gamma di Huawei mette a disposizione degli utenti l'ecosistema proprietario basato sugli HMS (non sono dunque presenti i servizi Google), inclusi una sempre più ricca App Gallery e il widget di ricerca Petal Search.

Sono tanti gli elementi che distinguono lo smartphone dalle proposte della concorrenza, a partire dall'Horizon Display costituito da un pannello OLED da 6,7" curvo 88° con refresh rate a 90Hz e frequenza di campionamento a 240Hz, il processore Kirin 9000, la tripla fotocamera posteriore con sensore principale da 50MP, il grandangolo da 20MP e il tele da 12MP con zoom periscopico 5x.

Si tratta di uno smartphone dalle grandi potenzialità date proprio dal comparto fotografico, nonché dal refresh rate del display, dalla possibilità di ricaricare la batteria in modo ultra-rapido a 66W tramite cavo o a 50W in modalità wireless e dalla compatibilità con una rinnovata M-Pen 2, che spalanca le porte ad un utilizzo professionale del dispositivo. Di lui si è parlato in lungo e in largo in questi giorni, avendo catturato l'attenzione di addetti ai lavori e di semplici appassionati curiosi di scoprire se le promesse della scheda tecnica corrispondono effettivamente ad un funzionamento da vero top di gamma.

Noi abbiamo avuto la possibilità di avere un primo contatto con lo smartphone, e mostrandovelo vogliamo focalizzarci su 5 aspetti di Huawei Mate 40 Pro che (forse) non sapevate.

CARATTERISTICHE TECNICHE
  • display: OLED da 6,7" 1344x2772, 456ppi, refresh rate 90Hz, frequenza campionamento 240Hz
  • processore: Kirin 9000
  • memoria:
    • 8GB di RAM
    • 256GB interna espandibile tramite NM Card fino a 256GB
  • tasti e gesture:
    • fisici: accensione, volume
    • gesture: Air Gesture
  • sensore delle impronte digitali: integrato nel display
  • dual SIM: ibrida
  • connettività: 5G, WiFi 6 dual band, Bluetooth 5.2 LE, NFC, USB-C, GPS L1/L5, Glonass, Beidou, Galileo, NavIC
  • funzione desktop: Modalità Desktop Wireless tramite WiFi Direct
  • certificazione: IP68
  • fotocamera anteriore:
    • 13MP, f/2,4
    • sensore di profondità 3D
  • fotocamere posteriori:
    • 50MP Ultra Vision, f/1,9
    • 20MP grandangolare, f/1,8
    • 12MP tele, f/3,4 con zoom periscopico 5x, ibrido 10x, digitale 50x, OIS
  • batteria: 4.400mAh con ricarica Huawei SuperCharge a 66W, ricarica Huawei SuperCharge wireless a 50W
  • dimensioni e peso:
    • 162,9x75,5x9,1mm
    • 212g
  • OS: Android 10 con EMUI 11 (NO GMS)
  • colorazioni: Black, Mystic Silver
  • accessori:
    • Ring Light Case: 69€
    • Huawei M-Pen 2: 99€
LE 5 COSE CHE (FORSE) NON SAPEVATE DI MATE 40 PRO
  1. É il primo smartphone in commercio che può contare sulle prestazioni del processore Kirin 9000, a sua volta primo SoC a 5nm con modem 5G integrato. Realizzato da TSMC, ha 15,3 miliardi di transistor e integra una GPU Mali-G78MP24 a 24 core - anche qui è un debutto sul mercato - che l'azienda cinese stessa definisce "la più potente mai vista su un dispositivo Huawei". Il processore è un octa-core costituito da 1 core Cortex-A77 @3,13GHz, 3 core Cortex-A77 @2,54GHz e 4 core Cortex-A55 @2,05GHz.
    Nuove sono anche NPU Dual Big Core + Tiny Core ed ISP, ovvero l'Image Signal Processor, arrivato alla sua sesta generazione. Con questa soluzione Huawei garantisce una migliore elaborazione HDR per video e immagini.
    Ultimo, ma non certo per importanza, è il modem 5G integrato: si tratta del modello multi-mode Balong 5000, capace di gestire contemporaneamente lo spettro sub-6GHz del 5G e le reti di generazione precedente.
  2. Mate 40 Pro è lo smartphone che offre il sistema di ricarica più rapido al mondo: la batteria da 4.400mAh può infatti affidarsi a due modalità differenti, ovvero il SuperCharge cablato a 66W o il SuperCharge wireless a 50W. Insomma, sulla carta i tempi per la ricarica non saranno più un problema.
  3. A rendere pressoché unica l'estetica di Mate 40 Pro ci pensa lo Space Ring Design, modulo circolare che ospita le tre fotocamere posteriori: 50MP f/1,9, 20MP grandangolare f/1,8 e 12MP tele f/3,4 con OIS. DxOMark ha già premiato lo smartphone definendolo "un mostro del range dinamico". 136 punti e primo in classifica, con plauso speciale per le foto - ottime anche in condizioni di luce scarsa, AF rapido e buon bilanciamento tra rumore e conservazione dei dettagli. I video non sono da meno con la registrazione fino a 4K @60fps: 116 punti e anche qui primo posto in classifica.
  4. Le modalità di controllo con gesture di Mate 30 Pro non vi convincevano? Nessun problema, Mate 40 Pro le migliora e ci affianca la possibilità di gestire le impostazioni anche con i classici pulsanti laterali, che qui rappresentano un gradito ritorno. Più in generale, Mate 40 Pro mette a disposizione lo Smart Gesture Control per controllare lo smartphone senza toccarlo: il classico movimento è passare la mano sopra il display per attivarlo o, in alternativa, per scorrere tra le pagine web. Piccola chicca è anche l'Eyes on Display, che consente di alzare o abbassare il volume e di accedere a schermate personalizzabili semplicemente guardando il display.
    Se dunque per controllare lo smartphone abbiamo la doppia opzione gesture/pulsanti, per effettuare una ricerca possiamo affidarci al motore universale Petal Search, che mette a disposizione anche un comodo widget per trovare le app preferite e ricevere suggerimenti.
  5. Su Mate 40 Pro sono pre-installati Petal Maps e la suite Huawei Docs che offrono tutti gli strumenti necessari per navigare (Maps) e per lavorare (Docs). Su Petal Maps anche qui entrano in gioco le gesture per interagire senza toccare lo schermo: ci sono mappe immersive in 2 e 3D, servizi di posizionamento, ricerca dei luoghi, aggiornamenti in tempo reale su traffico e trasporti.
    Docs permette di lavorare in cloud sia da soli che con i colleghi: è previsto il supporto a più di 50 formati.

Il prezzo di Huawei Mate 40 Pro è di 1.249 euro. Come detto, lo trovate in preordine sul sito ufficiale e, da oggi, anche nei negozi di elettronica e su Amazon.it. Chi preordina entro il 15 novembre (o completa l'acquisto) riceverà gratis Huawei FreeBuds Pro, 6 mesi di Huawei Music, 3 mesi di Huawei Video e 50GB di spazio extra su Huawei Cloud per 12 mesi.

VIDEO

Huawei Mate 40 Pro è disponibile online da Monclick a 1,249 euro.
(aggiornamento del 21 novembre 2020, ore 18:18)

254

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
skyeurope

È passato quasi un mese dall unboxing, non fate ancora la recensione e la prova batteria, perché?

lorenzo68

Ha un design meraviglioso.

Magnitudine

Si, concordo. La mia infatti, come avrai capito, era un auto critica. Non ha senso cambiare e spendere cifre per poco in più.

Fabrizio

Io ho P40 lite e mi sta piacendo tantissimo. Nei primi due giorni ho avuto un pelino di smarrimento, ma poi ho risolto tutto. Ho trovato prevalentemente tra App Gallery e TrovApp, altrimenti prova a cercare e scaricare le app con Petal Search. In alternativa puoi provare Aurora Store e puoi scaricare app come se fossi sul Play Store. Io non l'ho usato perché avevo già trovato tutto. Ho anche usato clone phone per trasferire app dal telefono precedente a questo. Che app cerchi?

Marino palmacci
tincool59

3 gravi difetti, display curvo, notch gigante, niente google apps............

Fabrizio

Esatto. Fra app Gallery, store alternativi ho quello che mi serve

Tiwi

il nome purtroppo è già calato da quanto trump li ha bannati, ergo, ad oggi quando qualcuno sente huawei, lo lascia e passa ad altro

Giuseppi

sei forse l'unico a pensarla così... il design è una delle cose più apprezzate!

Giuseppi

Le cose stanno cambiando! Per fortuna si può vivere anche senza GMS

olè

sì esatto il mio "hobby" era ovviamente esagerato, comunque per me il sony xperia 5 II rimane il miglior telefono del 2020

Paul

Non so perchè, ma mi ricorda uno iPod di 10 anni fa...

Magnitudine

tre anni fa acquistai 2 Huawei P20 Pro, uno per me ed uno per mia moglie. Da due anni a questa parte io ho cambiato (per vezzo) almeno 6 telefoni eppure mia moglie ha tenuto il P20 Pro e devo dire che va un gran bene. Fluido e reattivo sempre ed ancora lo guardo con invidia.

Sinceramente acquisterei di nuovo Huawei per avere soddisfazione però mi frena il prezzo che è il doppio di quanto spesi all'epoca.

Granduca di Populonia

....può anche avere il collegamento diretto neurale con Dio.....ma senza Gapps....rimane nello scaffale. https://media4.giphy.com/me...

Matteo Pometti

Tieni conto che i sensori di Huawei glieli produce Sony, mentre poi il discorso della progettazione stessa e poi del software c'è la collaborazione con Leica.
I primi RYB di Huawei erano dei Sony IMX serie 700 (forse 786, non ricordo).

Dark!tetto

Ciccio, lascia stare, io le app bancarie le installo da playstore, i file sono prelevati direttamente da fonti ufficiali ( Mate30 non nella entity list), la risoluzione si adatta e non ho problemi di sovrapposizione, caratteri sballati o qualsivoglia. Il dispositivo risulta OK da play protect e anche se pensavo di doverci mettere mano di tanto in tanto alla fine non è stato così. Netflix, preso dal playstore, funziona e posso pure proiettarlo senza problemi di alcun genere. Non metto in dubbio la tua preparazione, ma abbi un pò di umiltà, che puoi avere ragione in linea teorica non lo metto in dubbio, ma se vedi ci sono centinaia di commenti su XDA che dicono esattamente ciò che ti sto dicendo, oltre a vederlo personalmente. Già ho avuto una discussione simile, su netflix nello specifico, con uno che mi diceva che siccome lui era programmatore e aveva fatto un'emulazione da console non gli partiva era così, alla fine gli ho postato qui il video e dopo aver insistito per un giorno ha pure eliminato l'account. Non mi va di portare avanti questa discussione inutile, chi legge può andare a vedersi il link, oltre alla mia testimonianza, e decidere cosa fare e visto che sono per la correttezza più che per l'avere ragione e non ho problemi ad ammettere quando sbaglio, ma qui tu porti fuori strada chi legge solo per sostenere una teoria che nella realtà non trova riscontro. Questo fino al P40, per questo Mate 40 non saprei.

Dark!tetto

Mi pare che ci fu una dichiarazione in merito qualche anno fa, non per hobby ovviamente, ma semplicemente per rimanere nel mercato e acquisire conoscenze. Non hanno assolutamente la pretesa di conquistare quotte di mercato.

olè

ma infatti come dicevo è un problema loro e altrettanto come dicevo io non pagherei nessun huawei top ad oggi, 250-300, sinceramente sono abituato ai servizi google e non voglio rinunciare alla comodità, poi se ci sono altri disposti a farlo che lo facciano, ma di nuovo mi ripeto, un telefono soprattutto, non va valutato per una promessa di aggiornamenti futuri ecc, va valutato per quello che offre oggi e oggi per me non vale quei soldi, quindi ovviamente non consiglierei a nessuno un huawei, e tanto per dire all'epoca del p2 dove non se la filava nessuno io la consigliavo... adesso no le cose cambiano adesso non è il momento di prendere un huawei, poi magari tra 3 giorni cambia tutto e questo discorso va a farsi benedire, ma adesso non vedo perchè pagare 1250 euro per fare da beta tester.

olè

hai assolutamente ragione, ma parlando proprio di sony nello specifico (nonostante per me il miglior telefono dell'anno sia l'xperia 5 II) sembra quasi che facciano i telefoni per hobby...

Dark!tetto

Non serve che ce l'abbia io il tool di sviluppo, mi fido della pagina dove ho preso il tutto e visto che tutto funziona perfettamente sul mio P40 non vedo perchè dovrei dubitare dei miei occhi e fidarmi delle tue parole.

Se vuoi approfondire ecco il link :

forum. xda-developers .com/huawei-p40-pro/help/getting-google-play-services-available-t4075011

Ciccio

Ritenta?Dinamiche?Ecco che non haoai avuto un tool di sviluppo tra le mani e parli di cose che non sai.Le app si adattano ai device registrati nel tool di sviluppo Android ,ed appunto i modelli bannati da Google non sono nella lista.. ritenta genio!

Dark!tetto

Si visto che viene usato un port del BK di mate 30 regolare anche con playprotect funzionano le app bancarie e anche netflix ( prende le widevine L1 di Mate30 appunto). Le app non native sono dinamiche su android e si adattano alle proporzione del display prese dal file system, ritenta dai

Ciccio

Per prima cosa installi app non native e quindi non ottimizzate , e parlo anche di caratteri, proporzioni.
Le app bancarie non funzionano e non funzionano.
Netflix va'?

Dark!tetto

Io ho preso Huawei, funziona anche senza con dei limiti, ho scaricato 2 file e un tutorial e 10 minuti dopo hai il tuo bel Huawei con i GMS integrati nel sistema. Spiega cosa c'è oltre a noi ignoranti.

PS: È così da mesi e aggiorna app, librerie, playservice e framework in automatico da allora.

Dark!tetto

E lo danno pure come un dato di fatto che DEVE essere venduto a meno...che grande affare investimenti enormi per anni, magari un costo di produzione dui 600/700$ per poi venderlo in italia a 499€ nei cestoni.

Dark!tetto

No, semplicemente non lo prendi, ma che discorsi fate non lo capisco. Secondo il vostro esimio parere dovrebbero investire in Ricerca e sviluppo, portare sul mercato il miglior Hw mai visto su uno smartphone, insieme a soluzioni SW inedite e venderlo in perdita di quanto ? A 500€ va bene ? Tutto questo per un capriccio, perchè ancora qualcuno mi deve spiegare il perchè Huawei non ha accesso ai GMS solo perchè c'è il potenziale pericolo che sia controllata dal governo e invece ZTE che è statale e cinese a tutti gli effetti può. Io non lo prenderò, ma posso anche dirti che se provi un prodotto Huawei oggi ha i suoi limiti, ma è tutt'altro che inutilizzabile da noi.

Dark!tetto

Vero, ma in questo caso il sensore di Huawei è da anni quello più ampio e questo è ciò che ha dato il via, insieme al pixel binning, alla "rivoluzione". Ancora oggi la maggior parte dei top di gamma monta sensori ben più piccoli del sensore di P20Pro .

Dark!tetto

L'avrebbe proiettata nel futuro al punto che per i prossimi 3-4 anni non c'era nulla da presentare

olè

bene se ti piace sbatterti pure sul telefono fallo, ma il prezzo DEVE essere più basso perchè viene venduto zoppo, questa non è un opinione personale ma un dato di fatto.

AcommonAlien

Bhe, ovviamente del nuovo film con Harry Ford...

Dai, cerco di criticare il meno possibile perché non mi piace denigrare il lavoro altrui, ma sembrano 5 cose sensate quelle?

1) Grazie, è il nuovo Mate, da 5 anni ogni nuovo mate ha l'ultimo processore
2) Ricarica rapida più veloce del mondo, di ben 1W in più della concorrenza, con un prodotto uscito mesi e mesi dopo, che grande innovazione... Ah, Xiaomi ha la stessa velocità nella ricarica wireless, e ha la 120w nella cablata...
3) il design del modulo fotografico, nessuno lo conosceva, d'altronde guardando le foto non si nota :D
4) ci può stare come informazione
5) Wow, ha gli HMS...

olè

no il prezzo non è in linea perchè il software è una parte imprescindibile, quindi è un oggetto zoppo e perciò, i problemi sono loro non dell'utente quindi il prezzo è troppo alto senza se e senza ma, tra l'altro nei telefoni, soprattutto, non si deve mai comprare sperando negli aggiornamenti futuri, ma vanno valutati per quello che offrono al momento quindi a maggior ragione fare da beta tester a quei prezzi non esiste, un telefono huawei lo prenderei solo con le specifiche top tra i 250 e i 300, non di più ed è già un prezzo altissimo per tutti i problemi che ne conseguono.

olè

perchè nei telefoni conta molto il software

Scooty Bucky

Tu dici che Biden lo fara'? Boh non lo so.

Alien

Mi piaci Gabriele, ti stimo molto. Il problema credo sia l'ultima cosa che hai scritto, gli Youtuber che non muovono un piede se non pagati... Quelle persone esistono ed infangano la professionalità di tutto il settore. Purtroppo aggiungo.

ASM77

Non sarà sponsorizzato, ma evidentemente si cercano di mettere in evidenza caratteristiche per sviare il fatto che huawei stia tentando di vendere uno smartphone a 1300 euro che è un po' tagliato fuori dal mondo.
Se domani esce un'auto ad idrogeno sul mercato... voi farete l'articolo su quanti sono belli i cerchi e ignorerete l'assenza di una rete cui fare rifornimento o farete un articolo su come andare a fare rifornimento in Svizzera?
L'effetto di questo esaltare gli smartphone Huawei sul web (prezzolati o non) si sta riflettendo sul fatto che nei volantini delle catene ormai mettono il loghetto con scritto che non hanno i servizi Google... chissà quanta gente si sarà lamentata (e basta anche leggere le recensioni su Amazon).

Paolo Rossi

In effetti, bastava stampare dietro il logo della mela bacata e sarebbe diventato magicamente stupendo.

Alex

Apple non li calcola piu' di striscio. Gli fanno pena...

IDGAF

apprezzo la risposta, non essendo un articolo sponsorizzato la mia considerazione era sbagliata.
e non ho neanche nessuna avversione per il blog.
non mi sembra di essere l'unico a notare però che per alcuni prodotti, fate trasparire troppa simpatia o entusiasmo (forse legato alla vostra passione, ma facilmente fraintendibile).
un esempio lampante sono gli articoli sui monopattini, che sono puntualmente (forse potrai smentirmi dato che non sono un lettore così assiduo) sulle solite due marche (la cui controllante produce anche cellulari) tralasciando la restante parte del mercato e definendoli al contempo i migliori sul mercato.
da ciò scaturisce una certa diffidenza verso il blog, non avversione

nel caso concreto, rileggendo l'articolo, mi sembra un avviso che il telefono è stato messo in vendita, che ci sono delle promozioni per il periodo di acquisto e un elenco dei suoi punti di forza.
mi rendo conto che non sia una recensione, ma resta in ogni caso fuorviante (p.s. non ho visto il video, mi limito quasi sempre a fruire degli articoli)

Alex

Oltre a non avere i servizi Google, quindi inutilizzabile in italia, è anche orribile esteticamente.

Mauro Morichetta

Questa sfida tecnologica ha portato la Cina a fare quello in cui sono meno bravi ovvero creare qualcosa, ora che si stanno spremendo per creare Harmony OS potrebbero essere l'unica vera alternativa a Google, sinceramente un terzo sistema operative non guasterebbe il panorama. Se siete dei fanatici della privacy pensando che laCina potrebbe ficcare il naso nelle viste, guardate quello che fa Android, ma soprattutto Windows, inutile parlare di Facebook o dei social in generale. Personalmente non mi piace Google se non per Chrome OS, l'unico vero sistema operativo al mondo privo di malfunzionamenti dovuti agli update.

Gennaro Di Sarno

Ho capito ma non ha senso quello vhe hai scritto. Sono due cerchi concentrici, non sono copiati da nessuno.

Luigi

Dal lato foto, Huawei continua ad essere una spanna sopra gli altri. Mi chiedo sempre come mai Sony produttrice dei sensori delle migliori Mirrorless sul mercato (rapporto qualità prezzo) non sia lei al vertice.

ice.man

storicamente (prima del ban) Huawei era il brand premium che tirava maggiormente ( o se preferisci "per primo") gli street price dei suoi flagship verso il basso
io ho acquistato un Mate20 pro garanzia italia a 420E appena 2 mesi dopo la commercializzazione del P30...
Quindi non starei troppo a fossilizzarmi sul prezzo di listino.
Ovviamente senza GMS è inutilizzabile sono il primo a scriverlo
e il prezzo non aiuterebbe gicchè dovresti cmq usare un secondo telefono per le app della banca o altro...quindi gli unici clienti potenziali sarebbero quelli che girano con 2 telefoni....e in tempi di dual sim sono sempre meno

chicco

Si, ma su iphone puoi usare Maps, Gmail, Drive, Youtube ecc. Il problema sono le app di terzi che ancora non hanno rilasciato una versione compatibile con i servizi huawei. Cmq tra qualche mese Trump saluterà e huawei tornerà ad utilizzare i servizi google 100% (almeno nel mercato occidentale).

Gabriele Arestivo

Tinfluenz per sempre

Gabriele Arestivo

Ti rispondo io che sono il diretto interessato: Huawei annuncia un nuovo smartphone, a noi e tutti gli altri arriva una email in cui ci invitano per provarlo allo store (insieme a cuffie e occhiali), noi prendiamo lo smartphone, facciamo il nostro lavoro e giriamo un video in cui - responsabilità mia - lo racconto seguendo una traccia diversa dal solito, altrimenti sai che noia io solito elenco di specs. Tutto qui, niente complotti, niente bustarelle, marchette, bonifici dalla Cina o Trust alle Bahamas con triangolazioni su conti svizzeri scudati :D La verità è che, per qualche motivo che ancora fatico a capire, c'è questa avversione di fondo verso il nostro Network nonostante siamo tra i pochi che palesano eventuali articoli sponsorizzati (rari) con dicitura apposita. Capisco che pesa sostenere qualcuno e sia più facile inveire e inventare storie thriller... Ma ricordati che dall'altra parte ci sono ragazzi che lavorano, cercano di fare il loro meglio e senza questa malizia avara che sottointendi tu. Magari potremmo cominciare a parlare degli influencer/youtuber che non muovono un piede se non pagati, senza dirlo, magari un giorno l'Antitrust si accorgerà che esiste anche il web e non solo la TV. Io quel giorno festeggerò con e piu di voi

Gabriele Arestivo

Sponsor di cosa scusami?

L'eccellenza tecnologica.

E i babbei dei blog non capiscono un caxxo e continuano ad acquistare un bel Lagsung con Merdynos.

Scooty Bucky

E nessuno l'avrebbe comprato lo stesso.

Scooty Bucky

Si ma ci vogliono troppi aggeggi per farlo.

Recensione OnePlus Nord N10: difficile da comprendere

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica

Recensione Samsung Galaxy Z Fold2: quello che non vi hanno detto, un mese dopo