Recensione Xiaomi Mi 10T Lite: con Snapdragon 750G è una bomba!

24 Ottobre 2020 417

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Xiaomi più arrembante che mai in questo periodo, forte di un portfolio sterminato e dalla capacità di offrire smartphone validi a prezzi sempre più competitivi, difficili a volte da giustificare. Rientra in questa categoria anche il Mi 10T Lite, modello base della neonata famiglia che anticipa prima di tutti una novità hardware di cui sentiremo parlare molto nel prossimo futuro: Snapdragon 750G. 

Competere nella fascia media è sempre più complesso e il motivo l'ho tra le mani da una settimana circa, per stare al passo con i tempi bisogna infatti proporre soluzioni che siano all'avanguardia, potenti a sufficienza e con i giusti compromessi della categoria. Si gioca tutto o quasi sul punto prezzo, è vero, ma saper leggere le esigenze degli acquirenti è fondamentale e per farlo bisogna mirare bene, ascoltare tanto e differenziare. Xiaomi sembra aver trovato la strada giusta e sull'ultimo punto non ha certo bisogno di insegnamenti da nessuno, per ogni modello tira spesso fuori diverse varianti e per chi deve poi scegliere il lavoro si fa più arduo. 

Tutto bello per noi acquirenti che poi ci troviamo in tasca uno smartphone estremamente valido,come il Mi 10T Lite di cui vi parlerò quest'oggi, ma una domanda mi sorge spontanea: il sistema Xiaomi è davvero sostenibile? 

SOMMARIO

UNO SMARTPHONE GENEROSO (IN TUTTO)

Il taglio è identico per tutti e tre componenti della famiglia, ovvero poco più di 165 mm di altezza, oltre 76 mm di larghezza e 9 mm di spessore. Stessa diagonale del display da ben 6,67" e tecnologia IPS LCD a diverso frame rate (60 o 120Hz), insomma piccole variazioni sul tema che facilitano la produzione e differenziano poi l'uno dall'altro a seconda dei singoli componenti.

La cosa in comune è quindi la stazza, più che generosa visti i numeri in gioco e questa è una cosa da tenere subito in considerazione: chi cerca uno smartphone piccolino o comunque più "contenuto" dovrà necessariamente guardare altrove, il Mi 10T Lite pesa oltretutto 214g. Si tratta dunque di uno smartphone importante, carico di novità per la fascia in cui si posiziona e per questo anche un po' ingombrante. Sarà anche per la voglia di avere un formato "Maxi", sempre più ricercato sia in Asia sia in Europa vista la fruizione di video e giochi che aumenta esponenzialmente su mobile. 

Ergonomia che definirei quindi sufficiente, buona per chi ha mani grandi e predilige questi terminali; ho trovato come al solito comodo il lettore d'impronte laterale, rapido, cliccabile (tasto On/Off) e facilmente raggiungibile. Credo sia importante sottolineare che non si tratta di uno smartphone in policarbonato ed entrambi le superfici, anteriore e posteriore, sono protette da vetro Gorilla Glass 5. 

76.8 x 165.3 x 9 mm
6.67 pollici - 2400x1080 px
76.4 x 165.1 x 9.33 mm
6.67 pollici - 2340x1080 px
76.4 x 165.1 x 9.33 mm
6.67 pollici - 2340x1080 px

DISPLAY RAPIDO, RAPIDISSIMO, MA NON PERFETTO

Portare sul mercato uno smartphone del genere sotto i 300 euro non è semplice, ma è ovvio che bisogna fare i conti con qualche compromesso. A mio avviso quelli macroscopici sono pochi e tra questi ci metto il display che vive di luci ed ombre, tra la massima fluidità e i limiti di un pannello più economico. 

Sarà anche la fiera dell'ovvio ma nessuno si aspetti prestazioni visive paragonabili a quelle del buon LCD montato sul Mi 10T Pro visto nelle scorse settimane o i migliori OLED/Amoled di fascia media. Risoluzione Full HD+, forellino al centro per lasciar spazio alla fotocamera anteriore ed una particolarità su tutti: frequenza di aggiornamento impostabile a 120Hz. 


Sensazione di massima fluidità garantita anche dalla nuova e apprezzabile MIUI 12 su cui voglio spendere qualche parola in più nel prossimo capitolo. Alla rapidità di immagini e animazioni si contrappone un pannello in 20:9 che ha certificazione HDR10 ma non vanta una luminosità particolarmente alta; tranne i top di gamma è infatti difficile garantire un'ottima visibilità in esterna, con luce ambientale forte. Guardandolo poi da angolazioni differenti i colori si perdono un po', con il nero che vira rapidamente sul grigio. 

Ho notato che cambiando alcune delle impostazioni sono riuscito a migliorare la leggibilità; smanettando ho attivato la modalità lettura e quella "Carta" al suo interno, che sfrutta colori più caldi e riduce anche l'affaticamento degli occhi inserendo uno sfoddo che simula proprio la cellulosa. Ho anche usato la modalità scura come mio solito, la trovo più rilassante e sulla MIUI 12 è ben ottimizzata ma con qualche forzatura (penso allo sfondo nero dei QR code di un boarding pass per cui sono dovuto passare alla modalità chiara, pena l'illeggibilità del codice). 

SNAPDRAGON 750: CHE BOMBA!

Non sono uno di quelli che si appassiona alle schede tecniche, i freddi numeri non bastano mai da soli a raccontare un dispositivo tecnologico, ormai ben più complesso di "scheda madre + cpu + memoria". Partiamo quindi da questo presupposto per affermare l'esatto contrario con Mi 10T Lite, decisamente diverso dagli altri suoi coetanei a causa del System-on-Chip che monta. No, non sono impazzito, ma questo è uno di quei rari casi in cui la curiosità di provare la nuova piattaforma hardware è tale che lo smartphone finisce addirittura in secondo piano. 

Si tratta infatti del primo con Snapdragon 750G attualmente in circolazione (successore del SD730G), chip annunciato solo nelle scorse settimane dalla casa di San Diego e già pronto alla commercializzazione con questo ed altri partner che, di certo, lo avranno già riservato. Ad impressionare è la completezza riservata per una fascia di mercato senza troppe aspettative, con quasi tutto ciò che si può desiderare senza che il prezzo finale si impenni alle stelle. 

Tutti i dettagli tecnici li potete consultare in questo articolo, io mi limiterò a citare quei pochi punti chiave che fanno poi la differenza: octa-core fino 2,2GHz e processo produttivo a 8nm, Adreno 619 con supporto a display FHD+ fino a 120Hz e il modem Snapdragon X52. Avere già quest'ultimo a bordo significa poter supportare reti 5G NSA ed SA, sia sub6Ghz sia mmWave (non presenti sul Mi 10T Lite), cosa tutt'altro che scontata in questa fascia di mercato. Connettività come punto forte e potenza a sufficienza per sostenere le task più complesse senza particolari incertezze grazie ai due core principali (Cortex-A77), il resto viene invece demandato agli altri sei core a basso consumo (Cortex-A55 fino a 1.8GHz) che aiutano a bilanciare i consumi. 

CARATTERISTICHE TECNICHE 

  • SoC: Qualcomm Snapdragon 750G 
    • CPU Kryo 570, octa-core, sino a 2,2GHz
    • GPU Adreno 619
  • Display: 6,67" FHD+ DotDisplay, formato 20:9, 120Hz, certificazione HDR10, Gorilla Glass 5
  • Memoria
    • 6GB di RAM LPDDR4X
    • Archiviazione: 64GB UFS 2.1 o 128GB UFS 2.2 (la disponibilità dell'uno o dell'altro taglio di memoria varia in base ai mercati) 
  • Fotocamera
    • Posteriore tripla:
      • 64MP, sensore da 1/1.7", dimensione dei pixel 1,6µm, 4-in-1 Super Pixel, ottica con apertura f/1.89, angolo di visione di 79,8°, 
      • 8MP, dimensione dei pixel 1,12µm, ottica ultra grandangolare, angolo di visione di 120°, apertura f/2.2
      • 2MP,  dimensione dei pixel 1,12µm, ottica macro, fuoco fisso 4 cm, apertura f/2.4
      • 2MP, dimensione dei pixel  1,75µm, rilevamento della profondità di campo, ottica con apertura f/2.4
    • Anteriore:
      • 16MP, dimensione dei pixel 1µm, ottica con apertura f/2.45
      • Selfie time-lapse
  • Connettività: dual SIM, dual standby, 5G Sub6G, WiFi, NFC, trasmettitore IR, USB Type-C
  • Sicurezza: sensore di impronte laterale, riconoscimento del volto 
  • Audio: doppio altoparlante, certificazione Hi-Res Audio
  • Batteria:  4.820 mAh, supporto alla ricarica rapida a 33W
  • Dimensioni e peso
    • 165,3 x 76,8 x 9mm
    • 214,5 grammi
  • Altro: vetro Gorilla Glass 5 anche nella parte posteriore, tecnologia LiquidCool, resistente agli schizzi
  • Colorazioni: Atlantic Blue, Pearl Gray, Rose Gold Beach (potrebbero variare in base ai mercati)

Sono riuscito a giocare serenamente con tutti i soliti titoli esigenti disponibili sul PlayStore e al massimo dettaglio, la GPU Qualcomm di sesta generazione assicura infatti la giusta fluidità e le funzionalità Snapdragon Elite Gaming, quindi aggiornamento driver, HDR e altro ancora. Più che apprezzato poi, a completamento del comparto multimediale, il doppio speaker che garantisce un'audio più avvolgente, potente a sufficienza. 

Audio in chiamata più che buono, la capsula auricolare riesce a garantire una buona corposità del suono oltre che un volume d'ascolto decisamente alto. 

MIUI 12, VENTATA DI FRESCHEZZA

Si tratta del primo Xiaomi che provo con la nuova MIUI 12.0.2, personalizzazione che ha finalmente reso l'esperienza d'uso più intuitiva, meno barocca e affine con la direzione "minimal" che ormai si è presa su Android. Tante le soluzioni a disposizione ed un restyling grafico piacevole, sia nelle forme sia nei colori e animazioni, capaci di offrire una fluidità ancora maggiore: penso ai quick setting che si aprono rapidamente dall'alto senza alcun lag o indecisione. 

C'è come sapete il drawer (qui nascosto sotto strano nome), l'idea di dover avere tutte le applicazioni sulle homescreen era per me insopportabile e prima di questa release mi sono spesso trovato a fare i conti con launcher alternativi. Adesso si ha una scelta più ampia e tante altre funzioni.

Molto simpatiche poi tutte quelle animazioni sparse tra le impostazioni che rendono lo smartphone ancora più vivo, interattivo. Tra queste, ad esempio, il livello di memoria occupata evidenziata da un'onda che si muova tramite l'accelerometro, come fosse un bicchiere mezzo pieno (o mezzo vuoto). Più che complete poi le statistiche nel comparto batteria, tante e chiare le informazioni a corredo. 

Di sicuro c'è ancora margine di miglioramento, Xiaomi deve a mio avviso lavorare ancora sulla categorizzazione delle funzioni perché la ricerca risulta a volte fin troppo complessa e Xiaomi ha raggruppato su "Impostazioni aggiuntive" un mucchio di cose che non sapeva dove stipare. 

FOTO E VIDEO

Piuttosto iconico il sistema che include la quad-cam posteriore, a fare da padrone è il sensore d'immagine principale da 64MP grande 1/1.7" e con apertura f/1.89: mi ha soddisfatto sia di giorno sia di notte, nei colori, nella luce e anche nel livello di dettaglio. L'unico limite sta nell'autofocus, spesso lento se si cerca una macro o uno scatto che sfochi molto il background, non è tra i più precisi ed è forse l'elemento che più di tutti mostra i limiti con terminali di fascia superiore. Quando si usa l'HDR (cosa che ho fatto molto spesso) lo scatto non è proprio rapidissimo, il software ci mette almeno un secondo ad elaborare. 

 

Divertente la grandangolare da 8MP (f/2.2) che permette di riprendere un campo di 120° e distorce pochissimo ai bordi. Se possibile mi è piaciuta a tratti più della principale, la risoluzione è certamente minore ma la resa - anche in HDR - sembra più puntuale. 

Decisamente inutile anche questa macro, con fuoco fisso a 4cm di distanza e pochissimo dettaglio, spazio e soldi sprecati. Mi chiedo quando i produttori smetteranno questa implementazione che pare più estetica che altro. Per la frontale si è scelto lo stesso sensore d'immagine montato sul Mi 10 Lite, quindi un 16 MP che svolge degnamente il suo lavoro con livello di dettaglio basso ma comunque godibile. Buono anche l'effetto ritratto che scontorna il background e permette di gestire lo sfuocato. 

Solo sufficienti i video che possono essere registrati in 4K a 30fps; non lamento la qualità delle immagini quanto la stabilizzazione che rispecchia di certo la fascia di prezzo d'appartenenza; tradotto, si notano sobbalzi e movimenti eccessivi, seppur la messa a fuoco sia abbastanza rapida sono i tremolii a rendere le immagini poco godibili in mobilità. Il consiglio è di utilizzare dei supporti o sfruttare il più possibile da fermo lo smartphone. 

AUTONOMIA E RICARICA (RAPIDA)

Le batterie capienti sono ormai dovute e il Mi 10T Pro non è certo da meno con un'unità da 4820mAh che riesce tranquillamente ad assicurare una giornata di utilizzo continuativo, anche sotto stress. Mi sarei atteso forse qualcosa di più ma io l'ho subito impostato sui 120Hz e questa sola impostazione basta ad alzare la richiesta energetica. 

Poco importa, come detto il mix di nuovo hardware ed MIUI 12 contengono gli sprechi e permettono un utilizzo intenso senza troppi pensieri. E poi c'è la ricarica rapida, con SD750 che supporta la Quick Charge 4+ e Xiaomi che garantisce una discreta progressione tramite l'adattatore da 33W contenuto in confezione. Per passare da 0 a 100 ci vuole più o meno un'ora e mezza. 

CONCLUSIONI

Si tratta senza giri di parole di uno dei migliori smartphone sotto la soglia dei 300 euro (se si considera la variante base 6/64GB) ed è difficile, se non impossibile, fare di meglio dal punto di vista hardware; ma oltre alla scheda tecnica c'è di più. Xiaomi ha fatto davvero un bel lavoro con questo Lite, tanto da sminuire il valore degli altri due componenti della famiglia Mi 10T, certamente più potenti sulla carta ma anche più costosi a fronte di poche migliorie. 

Il Mi 10T Lite è per me la perfetta rappresentazione di una categoria di medio gamma capaci di cannibalizzare tutto o quasi ciò che sta più in alto. Chiaro che i limiti ci sono e li ritrovi tutti concentrati nel comparto multimediale, equamente suddivisi tra foto, video e display, comunque capaci di portare discretamente a termine il loro lavoro. 

Un chip così completo fa e farà la differenza, oggi e nei prossimi mesi, per giocarsela davvero i diretti concorrenti dovranno stare al passo e la cosa non sembra affatto semplice.

7.6 Hardware
7.8 Qualità Prezzo

Xiaomi Mi 10T Lite

Compara Avviso di prezzo

PRO E CONTRO
SNAPDRAGON 750G (5G)PRESTAZIONI GENERALIREFRESH RATE A 120HZAUTONOMIA E RICARICADOPPIO SPEAKER
FOTOCAMERA MACROPESO (214g)VIDEO POCO STABILIZZATICON 5G ATTIVO SI PUO' USARE SOLO 1 SIM

VOTO 8,5

VIDEO

Xiaomi Mi 10T Lite è disponibile su a 373 euro.
(aggiornamento del 25 novembre 2020, ore 00:58)

417

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Ritornoalfuturo

Ore di display acceso ?

Ritornoalfuturo

Gli mancano i 120hz, 240hz del touch casse stereo e fotocamera migliore

Giovanni

Il problema di Xiaomi è che fa così tanti device così simili che non ci si capisce nulla... Almeno giocasse con i nomi... Mio modesto parere personale... Se avesse portato il Europa il Redmi K30 Ultra (Mediatek 1000+, Display oled refresh 120HZ) avrebbe spaccato di brutto...
Ovvio con un prezzo non superiore alle 350 euro.... Che ne pensate?

NihilGuru

Allora dammi il tuo indirizzo, perché meriti una brutta fine.
Grazie

Alessio Todesco

Ciao ragazzi, cosa mi consigliate entro i 250€?
Sono partito dal redmi 9pro, sto valutando Poco X3 (ma noto che il display 120hz si mangia una buona parte di batteria), realme (6-7-pro...boo..), mi note 10 lite, mi 10t lite, ecc.
Mi serve che abbia sui 5000mah di batteria e se possibile lo slot per sd.
Il massimo sarebbe 2 SIM+sd ma temo che la scelta si restringerebbe troppo....
Grazie

Alex'99

Poco x3 è decisamente enorme. Un'alternativa che spero sarà valida è Nord N10. Tra l'altro, non ho piena fiducia della MIUI.

Capito.. Vado avanti di custom rom, in effetti se c'è li dovrebbe esserci di base

The Riccio Returns

non conosco quel sito in effetti.. peccato sia la versione LTE che ha processore exynos.. :S il %g che è più interessante invece è sovraprezzato parechio ora..

The Riccio Returns

si quello infatti sarebbe molto buono con lo snap 865.. purtroppo costa 770€ adesso e quindi è fuori budget.. mentre quello 4G con il processore exynos perde un 20% di autonomia in confronto.. non conviene..

asd555

Wow, proprio un confronto paritario e sullo stesso piano e fascia di prezzo.
Devi essere quello sveglio della famiglia tu.

Roberto

Nice try

Gabriele

il 750 lo aspetto al varco sul redmi note 10 pro

Max

samsung s20 fe 5g non ha confronti

Jonathan

A meno che tu non ce l'abbia pensile

Jonathan

C'è a 539€ su questo sito, ma non so se consigliartelo perché non ci ho mai fatto acquisti
https://www.hdblog.it/clickgo/?id=4599&pid=kk77db09dce84f75c91850ae254e4ef5c8&nid=81256489&area=14&prz=539&hash=a2816ed1fc72ffe7d5b71485c4d6adf6

The Riccio Returns

Il problema è che Huawei son tutti senza servizi Google, e il samsung interessante (lato prestazioni e autonomia) è S20 FE, ma superabile budget..

Jonathan

Se il punto forte è la telecamera avrebbe bisogno di un Huawei o di un samsung almeno che gli altri due modelli non siano compatibili con gcam

The Riccio Returns

Ragazzi consiglio per amico, vuole smartphone max 600€ android.. punti forti fotocamera e batteria.. io ho pensato al Mi 10t pro, oneplus 8t.. avevo pensato Samsung s20 De ma è over budget.. altre idee?

lucas

Una bomba mai come il note 7

uncletoma

poi ho controllato, però, cavolo, se la scheda tecnica la vuoi fare almeno falla giusta, no? :)

AcommonAlien

Bhe, sì, l'importante è che sia un buon dispositivo... Poi ovviamente la batteria deve portare a sera...

digik

Mah, pagato in un unica soluzione e ho pure lasciato la mancia. Io sono un parlamentare da € 10.000,00 al mese, non un morto di fame come voi

Hall Runner
Muu

Vai di s20 FE 5G con snapdragon

Ando Weiss

Sulla miui 12 hanno messo google discover

Ando Weiss

Le schede tecniche di HD blog non sono la bibbia... io ho il telefono in mano con la microsd inserita nello spazio per la seconda sim

max76

Non è 5G

neripercaso

Hai completamente ragione, non so sull’economia dei Mac però il tuo ragionamento fila

ddavv

Gesualdo è il nuovo Beautiful: una pantomima dopo l'altra questo fintissimo iphoneVSandroid è quasi divertente da seguire nei commenti, e ci vedo un po' le atmosfere delle pagine Stonex&Facchinetty e seguaci.

Riccardo e il Macbook Air 2020. Mi ha sorpreso che abbia confrontato i3 e i5 solo sui 50 euro di Apple store quando c'è una enormità nello street price (anche perchè i3 si trova con 256GB e i5 con 512GB). Con i5 quad core super castrato, Air 2020 è consigliabile solo con i3 come entry level Mac, preso a 980 su Amazon. Se serve più potenza bisogna pagare per il Pro.

digik

tiro fuori il mio iPhone 12 Pro, così vediamo se questa cinesata per morti di fame è una bomba o no...

Claudio Pioli

realme 7 pro

mdwll

Mi sa che hai sbagliato a chi rispondere

max76

Si ma i due ciaomi costano meno di 300€ e hanno il 5G

max76

I due Xiaomi lo sono

uncletoma

Belin, ma allora sono dei geni *_*

Jerda

Ma che me frega del 5g STRALOL
Batteria dura veramente tanto e si carica in niente, prende bene mai avuti problemi....di che parliamo?????

Davide Luigi

Sbagliato, la memoria espandibile c'è

Davide Luigi

Il mi 10t lite ha la memoria espandibile, ce l'ho tra le mani, è sbagliata sia la scheda tecnica su questo sito che la recensione video di quello famoso

General Zod

Vabbè, sotto i 300 quale lo è?

Davide Luigi

Confermo, il mio mi 10t lite 6/64 ha lo slot per la sd

Davide Luigi

Confermo che a livello di scrolling per esempio in Chrome ha diverse incertezze laggose... Speriamo sia davvero il soc nuovo da ottimizzare...

Davide Luigi
Davide Luigi

Io col mi 10t lite sto apprezzando parecchio l'audio stereo, son contento di averlo preferito al 10 lite

Aristarco

E quindi? Si parlava di schermo oled...in ogni caso è in arrivi a51 5g

max76

Di quelli che citi non ce n'è uno 5G, tranne la versione 5G del a51 che però costa ben più di 300€

Aristarco

Parlo di street price...a41,m31, a51 ecc

max76

L' Oppo non è 5G?

max76

Ma stai parlando di Samsung 5G o modelli precedenti che si sono deprezzati?

lucas

Il mi 10 lite ha una batteria peggiore, scartatissimo, l'X3 l'avrei preso seriamente in considerazione se fosse uscito prima per il retro in plastica che sembra meno fragile, ma la miui mi sa che è migliore e il telefono è più o meno quello. Il processiore per me è marginale, a meno che non si vada per un 855 non credo apprezzerei la differenza, preferisco risparmiare 100/200 eurozzi...

Chabuie99

Sono praticamente identici, essendo comunque derivanti tutti da 730
Inoltre chi avrebbe menzionato del SoC? Dai

-7KG in 30 giorni: ecco la tecnologia che ha monitorato la mia dieta!

Recensione OnePlus Nord N10: difficile da comprendere

Recensione Sony Xperia 5 II: il miglior top compatto Android

Recensione Realme 7 Pro: c'è di più oltre ai 65 Watt di ricarica