Recensione Asus Rog Phone 3: è il miglior Gaming Phone ma convince per altro

24 Luglio 2020 298

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

È passato esattamente un anno dal lancio del Rog Phone 2, smartphone che ha confermato l'impegno del brand nel segmento del mobile gaming e che ancora oggi, nonostante le nuove uscite, è considerabile uno dei migliori smartphone 2020 per completezza hardware e autonomia.

Oggi però è arrivato Asus Rog Phone 3 in un momento di mercato molto particolare e con un obbiettivo veramente difficile: riuscire a fare meglio del predecessore integrando tutte le ultime tecnologie senza cambiare il posizionamento sul mercato, portando quei valori aggiunti che Rog 2 non era riuscito ad offrire.

Sfida vinta o si poteva fare meglio? Scopritelo nella recensione!

DESIGN FAMILIARE MA PIU' SOBRIO ED ELEGANTE

Utilizzo Rog Phone 2 come smartphone principale da praticamente un anno, cambiando prodotto solo durante le recensioni di altri dispositivi e dunque ero davvero molto curioso di conoscere Rog Phone 3. Devo ammettere che il primo impatto non è stato dirompente: Rog 3 è davvero molto simile a Rog 2 e ne condivide praticamente tutta la progettazione iniziale e l'idea che è stata introdotta la scorso anno.

Il senso di novità è quindi limitato ma iniziandolo ad osservare attentamente, ci si rende conto che in realtà Rog Phone 3 è totalmente diverso con tantissimi dettagli che lo rendono sicuramente migliore. Asus ha infatti scelto la strada della sobrietà e nonostante l'anima gaming, Rog 3 è il miglior telefono business che si possa trovare oggi sul mercato (almeno per come lavoro io).



No, non sto esagerando e lo dico per esperienza diretta e dopo tanto tempo passato su questo smartphone. Sono infatti spariti gli accenti arancioni, davanti Rog 3 è tutto nero, pulito e semplice. Dietro la livrea è meno cangiante, i giochi cromatici meno pronunciati ma l'effetto glossy dona comunque quell'originalità al prodotto che non guasta.

Sul lato il sistema Aero Dynamic per la dissipazione del calore è stato ridotto notevolmente ed è molto meno appariscente. Nella versione Ultimate, quella della prova, troviamo un vetro trasparente che fa spiccare alcuni elementi, viti di fissaggio comprese. Tamarro quanto basta e non eccessivamente vistoso.

78 x 171 x 9.85 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px
78 x 171 x 9.85 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px
77.6 x 170.99 x 9.78 mm
6.59 pollici - 2340x1080 px

Sempre presente e apprezzatissimo poi, il logo Rog RGB che può essere usato come LED per tutte le notifiche con la possibilità di modificarne tutte le impostazioni a nostro piacimento. Tre poi le fotocamere e presente il secondo LED accanto al Flash per poter accendere accessori esterni.


Asus ha poi modificato il posizionamento dello antenne cambiando quindi la configurazione interna del prodotto e modificando anche altri piccoli dettagli come gli Air Trigger che ora hanno anche la scritta Rog serigrafata.

Un prodotto che quindi esteticamente non stupisce e che può essere considerato più una versione rivista e aggiornata del precedente Rog anche se le novità sono veramente tante.

HARDWARE: HA QUASI TUTTO

Tolto il design, passiamo ad analizzare l'hardware di questo Rog Phone 3. Il tutto si riassume in poche parole: Asus ha preso il meglio dell'attuale tecnologia e lo ha inserito all'interno della scocca di Rog 2 riuscendo a lasciare invariato peso, dimensioni e nelle conclusioni vedremo anche il prezzo.

Se dunque nelle versioni 12/512GB e 16/512GB (della prova), troviamo lo Snapdragon 865 Plus, in tutte le varianti sono presenti le memorie UFS 3.1 con prestazioni massime e la connettività è assolutamente completa con tutto quello che si potrebbe desiderare, compreso il supporto Dual SIM 5G.

Rog Phone 3 è dunque uno degli smartphone top di gamma 2020 più completi che si possano trovare in commercio e nella versione 16/512 offre la quantità massima di RAM ad oggi mai inserita in uno smartphone.

I più attenti avranno però notato 3 mancanze, due che erano presenti anche su Rog 2, una che invece dobbiamo sottolineare. Ricarica Wireless assente, motivata dal semplice fatto che per riuscire a contenere peso e spessore, o si toglieva un po' di batteria o si toglieva la ricarica senza fili. Certificazione IP68 non presente in quanto Asus ha scelto di lasciare la dissipazione laterale nella scocca posteriore che impedisce di rendere il prodotto impermeabile (c'è fisicamente un apertura).


Infine manca il Jack, novità di questa generazione e che troverete anche nei contro a fine recensione. Il motivo anche qui è puramente tecnico: Se Rog 2 era già al limite dell'ingegnerizzazione dei componenti interni, Su Rog 3 non c'è fisicamente spazio per poter inserire le nuove antenne 5G e una fotocamere in più senza sfruttare anche il vuoto del jack. Sacrificio dunque fatto anche se ci sono due palliativi: in confezione troviamo la ventola con kick stand e Jack Audio e un dongle che trasforma la Type-C in Jack da 3.5mm. Considerando che Rog Phone 3 ha 2 Type-C, di fatto potrete comunque ricaricare lo smartphone anche se utilizzate le cuffie a differenza di tutti gli altri smartphone senza Jack Audio.

DISPLAY: DETTAGLI CHE FANNO LA DIFFERENZA

Migliorare lo schermo di Rog Phone 2 non è sicuramente un compito facile, sopratutto se pensiamo che in questo 2020 abbiamo assistito a compromessi importanti con i top di gamma che, provano la strada dei 120Hz, hanno fallito a causa dell'autonomia ridotta e non dando opzioni intermedie che sarebbero comunque interessanti.

Asus con Rog Phone 3 va oltre e porta l'asticella non solo più in alto ma crea il vuoto nei confronti di tutti i competitor.


Non solo 60, 90, 120 e 144Hz selezionabili dal menu delle impostazioni, ma anche una modalità automatica che si adatta ai diversi scenari, giochi e applicazioni. Un display che vanta solo 25ms di latenza per il touch screen e 270Hz per quanto riguarda il riconoscimento del tocco. Valori incredibili a cui si aggiunge 1ms di tempo di risposta, certificazione HDR10+ e una luminosità di 650nits che arriva a ben 1000nits in esterna sotto la luce diretta del sole.


Se quindi a livello hardware Asus ha implementato il miglior pannello ad oggi presente sul mercato nel complesso, non ha certamente lasciato nulla al caso a livello software. Rog Phone 3 è infatti basato su un sistema praticamente stock ma con alcune personalizzazioni molto interessanti e, concentrandosi solo sullo schermo, troviamo:

  • Rise to Wake
  • Doppio tocco per accensione
  • Doppio tocco per spegnimento
  • Gesture Android 10 personalizzabili
  • Squeeze per lanciare applicazioni o funzionalità di vario tipo
  • Gesture sul blocca schermo per avviare app rapidamente
  • Lettore di impronte sotto lo schermo ottimo estremamente veloce e preciso
  • Sblocco col volto fulmineo
  • LED anteriore RGB (oltre al LED/logo posteriore sempre RGB e personalizzabile)
  • AOD (always on display)

Sebbene molte delle opzioni software siano presenti anche su altri smartphone, trovarle tutte insieme è molto raro e anzi, quasi impossibile se pensiamo anche allo squeeze. e nell'uso quotidiano, una volta prese le abitudini di funzionamento, diventa difficile rinunciare a queste piccole cose.

Sempre sul display voglio però parlarvi di esperienza visiva ed in questo caso devo dire che la luminosità del pannello, visibilità in esterna, trattamento oleofobico e sensibilità ai riflessi, sono tutti veramente ottimi e assolutamente paragonabili a tutti i principali top di gamma. In particolare ho fatto test sotto al sole con S20, S20 Ultra e OnePlus 8 Pro e in ogni aspetto Rog Phone 3 era assolutamente pagaronabile se non addirittura migliore a seconda delle impostazioni scelte lato display e taratura cromatica.

BATTERIA: NESSUNO COME LUI

La domanda è: perchè utilizzo da un anno circa Rog 2 e perchè da luglio il mio nuovo smartphone quotidiano sarà Rog Phone 3? La risposta, nel mio caso, si trova nella batteria. Non esiste, senza alcuna eccezione ad oggi, un top di gamma di qualsiasi produttore, Apple compresa, che possa offrire un'autonomia superiore al Rog.

I numeri contano e in questo caso se 240 grammi vi spaventano, i 6000mAh vi permetteranno di fare quello che non potreste fare con altri smartphone. Il tutto senza rinunciare alle prestazioni top, anche in modalità X fissa, ai 144Hz o all'AOD. Insomma, avrete uno smartphone che sarà difficile scaricare in un solo giorno, che vi farà fare facilmente 8 ore di schermo e che potrete utilizzare anche 2 giorni, 5G compreso, tra l'altro disattivabile con un semplice toggle.

Asus ha comunque realizzato una serie di personalizzazioni software interessanti che permettono di aumentare ancora l'autonomia gestendo il risparmio energetico in modo completo o selezionando modalità di ottimizzazione automatica.

Inoltre è possibile vedere lo stato di salute della batteria, disattivare la ricarica rapida e preservare anche la vita della batteria disattivando la ricarica notturna e lasciando che il Rog Phone 3 arrivi al 100% solo poco prima della vostra sveglia.

Funzionalità che sono presenti su Android Stock e che Asus ha inserito in una propria interfaccia dando un ordine maggiore a tutto quello che riguarda la gestione energetica e delle risorse.

SOFTWARE: STOCK SOTTO STEROIDI

Riprendo esattamente il titolo che usai nella recensione del Rog Phone 2 relativo alla parte software perchè, a distanza di un anno, non posso far altro che confermare quanto siano i dettagli a fare la differenza. Se infatti vi ho parlato di autonomia, motivo per cui scelto Rog Phone 2 prima e 3 oggi, ci sono altre due funzionalità software che per me fanno la differenza.

La prima è la possibilità di bloccare le applicazioni, qualunque vogliate, con password o lettore di impronte. Una banalità direte, qualcosa che si può fare anche con app di terze parti aggiungo io, ma che integrato nel sistema e cosi funzionale e immediato non si trova in altri device sul mercato (mi sono dimenticato qualcuno?). Ecco che per una persona che lavora con lo smartphone, realmente, rendere impossibile l'accesso a Mail, programmi di messaggistica, Galleria, File, app di gestione bancaria, di monitoraggio dati e molto altro, diventa fondamentale e la sicurezza di avere i propri dati al sicuro anche in caso di smartphone sbloccato, non è certo da sottovalutare.

Tra l'altro se mettere il dito sul lettore ogni volta che aprire un'app protetta vi risultasse scomodo, sappiate che potete utilizzare anche il riconoscimento del volto che rende l'accesso molto più rapido anche se meno sicuro.


La seconda motivazione riguarda la registrazione delle chiamate. Se con Android 9 il problema era "relativo" in quanto app di terze parti potevano sfruttare questa caratteristica, con Android 10 è diventato difficile, se non impossibile, avere la funzione di registrazione chiamate. In ambito lavorativo, sopratutto se non potete prendere un appunto rapido, troverete mille motivi per ritenere questa funziona utilissima essendo integrata.


Rog Phone 3, con Patch di Luglio nella nostra prova, è comunque basato su Android 10 Stock, ovvero ha una UI che è davvero molto vicina a quella dei Pixel e di Google ma con tante piccole chicche che rendono l'esperienza migliore. La completezza ovviamente non è quella sovrabbondante di una Samsung One UI, ma c'è veramente tutto quello di cui si può aver bisogno, compresa l'apertura in finestra flottante delle applicazioni.

Gradevole poi la personalizzazione del tema con icone piacevoli nelle impostazioni, la possibilità di scaricare altri temi dallo store Asus, la compatibilità con UI scura e l'eccellente supporto del Launcher Asus verso gli Icon Pack di terze parti che si applicano con un click nella stra grande maggioranza dei casi.

Se poi dovessi giudicare il supporto di Asus visto nell'ultimo anno, Rog Phone 2 ha le Patch di luglio da una settimana circa, viene aggiornato ogni 2 mesi circa e un destino simile lo hanno anche gli Zenfone, compresi quelli non recenti come il 5 e 5Z. Dunque supporto buono nel tempo, tempistiche rapide per le patch con rilascio delle nuove distribuzioni variabile a seconda del modello (vedremo cosa accadrà con Android 11 e quali saranno gli smartphone supportati da Asus, Rog 3 ovviamente certo).

GAMING

Il lavoro fatto da Asus con le due precedenti generazioni, la seconda in particolare, è stato notevole e tutt'oggi non ho trovato un gaming phone in grado di offrire lo stesso livello di prestazioni e personalizzazioni in gioco di Rog. Il cuore di tutto si chiama Armony Crate, una vera e propria UI di gestione di tutto il mondo game su Rog.

All'avvio avrete una vera e propria console che vi permetterà di vedere tutti i parametri di stato dello smartphone, clock, temperature, memoria e RAM. Potrete svuotare tutto il sistema, chiudere le App o ancora attivare la modalità X in un click. Sul lato invece tutte le funzionalità accessorie e le impostazioni che vi permetteranno di personalizzare la vostra esperienza di gioco.



Da qui si possono gestire i Trigger che su Rog Phone 3 sono stati ulteriormente migliorati con gesture maggiori e la possibilità di dividere ogni tasto in 2 al fine di simulare le levelle L1 e L2 e avere un controllo veramente avanzato di qualunque titolo.

Sempre in questa sezione si può gestire la ventola esterna, la temperatura, il logo RGB posteriore tramite l'illuminazione di sistema e altro ancora. Armony Crate trova anche tutti i giochi che avete installato in modo automatico e li inserisce all'interno di un carosello animato. La particolarità però è che per ogni gioco sarà possibile personalizzare ogni aspetto dello smartphone.

Potrete infatti, per singolo gioco:

  • modificare la sensibilità del touch screen in maniera fine
  • bloccare alcune parti dello schermo
  • modificare le opzioni del display con frequenza di aggiornamento e anti-aliasing
  • intervenire sulle performance di gioco attivando modalità X e agendo su temperature, CPU e GPU anche separatamente
  • potete bloccare la rete o limitare i dati in background in modo da dare priorità al gioco
  • impostare gli air trigger e scaricare profili di gioco
  • mappare i tasti in modo manuale e completo a vostro piacimento
  • salvare tutti i parametri scelti con un profilo di gioco dedicato per ogni singolo gioco
  • creare delle Macro

Se tutto questo non vi bastasse, una volta lanciato il gioco, potrete aprire un pannello dedicato in game che vi permetterà di:

  • vedere i fps, temperatura e clock
  • modificare luminosità
  • disattivare avvici, chiamate e gestire i dati
  • registrare la schermata
  • impostare trigger, macro, usare il mirino e velocizzare lo smartphone
  • effettuare streaming online su Youtube

Il tutto condito poi da mille accessori diversi che possono essere utilizzati e che aumentano ancora l'immersione in gioco. Gli accessori per Rog Phone 2 sono tutti compatibili ma Asus ne ha realizzati alcuni nuovi che proveremo in un focus dedicato appena possibile.

FOTOCAMERA: FINALMENTE CI SIAMO

E se avete letto tutto quello che ho scritto fino ad ora, sarete sicuramente felici di sapere che finalmente Rog Phone 3 fa delle belle foto e che ha quasi tutto quello che si potrebbe volere da uno smartphone di fascia alta. Attenzione però: Rog 3 non è un camera phone e non lo sarà mai ma a differenza di Rog 2 permette di avere un'esperienza fotografica non solo completa ma anche di ottimo livello.


A confronto con smartphone di pari fascia, 800/1000€, Rog Phone 3 non sfigura affatto. La fotocamera principale è una 64MP che permette di ottenere foto molto dettagliate, nitide e con colori assolutamente ben bilanciati e una taratura cromatica non troppo calda e neanche fredda. La seconda fotocamera da 13MP grandangolare aggiunge quell'ampiezza di sguardo a cui ormai è impossibile rinunciare. Non si tratta della migliore grandangolare sul mercato ma è comunque sufficiente e si difende bene di giorno.

La Macro da 5MP ha il suo perchè e consente di effettuare scatti ravvicinati piacevoli. Molto bene l'effetto ritratto: non solo funziona su tutto, non esclusivamente sui volti, ma permette di essere regolato con un range che passa da F/0.95 a F/22 e con uno scontornamento davvero ottimo e non esageratamente artefatto.

Asus ha inoltre implementato alcune funzionalità Ai come la gestione automatica dell'HDR, il rilevamento delle scene e altre piccole impostazioni ulteriori all'interno dell'interfaccia fotografica.

FOTO PANORAMICA

Di sera la modalità Notte aiuta molto a rendere più dettagliate le immagini con una gestione del tempo di scatto automatica e che varia tra i 3 e i 5 secondi ma che può essere anche impostata manualmente. La differenza tra foto normali e con l'apposita modalità è evidente e devo dire che non c'è un'eccessiva illuminazione della scena in post produzione e anzi, la principale se la cava davvero bene. Nel complesso buone foto di notte. Difficile invece ritenere la grandangolare all'altezza della situazione di notte come moltissimi altri smartphone.

Bene i Selfie che con 24MP a disposizione hanno un dettaglio elevato anche se l'effetto bellezza è molto presente: toglietelo se non volete sembrare troppo giovani. Anche per la fotocamere anteriore è presente l'HDR automatico e l'effetto ritratto che è chiaramente meno efficace rispetto alle fotocamere posteriori. Sempre apprezzatissimo poi, lo swype sul tasto foto per attivare l'autoscatto temporizzato. Video Selfie massimo in FHD a 60fps.

Quello che però mi ha sorpreso positivamente, soprattutto rispetto a Rog Phone 2, sono i video. Per prima cosa Rog Phone 3 supporta l'8K a 30fps, una risoluzione che abbiamo visto anche in altri competitor e che è una dimostrazione della potenza dei nuovi processori. Quello che preferisco valutare è il 4K a 60fps che non solo è ottimo, ma nonostante l'assenza dell'OIS, ha una stabilizzazione elettronica veramente eccellente e anche il confronto con S20 non delude assolutamente durante una camminata.

Nota: esiste anche una super stabilizzazione software che si chiama HyperSteady che permette di stabilizzare ancora di più il video ma supporta massimo 1080p a 30fps.

La differenza è comunque presente in termini di qualità del video e sebbene Rog 3 sfrutti la fotocamera principale da 64MP per il 4K a 60fps, S20 ha una migliore gestione della messa a fuoco e dettaglio. Non è da escludere un miglioramento con nuovi aggiornamenti software e, Rog Phone 3, ha comunque una qualità cromatica molto buona con un bilanciamento colori più reale e meno carico/saturo rispetto a S20.

La sorpresa arriva però dal 4K a 120fps che permette di realizzare video ad alta risoluzione con un effetto rallentamento veramente eccellente. Non solo i video non hanno limiti (sono arrivato a 6 minuti e ho staccato) ma sono interamente girati a 120fps e quindi avrete tutto il filmato in 4K e potrete decidere voi quale parte mandare al rallentatore. Il tutto sia da smartphone sia, ovviamente, tramite un software come Adobe Premiere.



Si tratta di una caratteristica unica e introdotta per la prima volta su questo Rog Phone 3 in quanto anche iPhone 11 Pro non offre questa risoluzione. Presente comunque anche il Full HD a 240fps che aggiunge un ulteriore step nella realizzazione dei video in slow motion.

RICEZIONE, CONNETTIVITA’, AUDIO E VIBRAZIONE

Ritornando al discorso iniziale di Rog Phone 3 che non è solo un gaming Phone ma anche uno dei migliori smartphone business che potreste comprare, arrivo alla parte telefonica. Rog Phone 3 è compatibile con tutte le reti 5G, ha il supporto Dual SIM completo e veramente ben fatto con solo una delle due SIM che può andare in 5G mentre l'altra in 4G.

Inoltre la ricezione è tra le migliori del mercato e lato connettività non manca veramente nulla visto che troviamo anche il Wi-Fi 6 con supporto ax. Presente l’NFC, il Bluetooh 5.1 e memorie ultraveloci UFS 3.1 non espandibili ma con taglio minimo da 256 o 512GB.

Eccellente l’audio stereo e in capsula. Doppio speaker frontale con una leggera differenza di pressione sonora che vede un vantaggio nella cassa inferiore rispetto a quella superiore come avveniva su Rog 2. Il miglioramento non è tanto in volume massimo che comunque è leggermente superiore misurato con fonometro, quanto nella qualità dei bassi tramite la cassa inferiore.

Concludo con il capitolo vibrazione: doppio motorino con feedback aptico che è tra i migliori sul mercato. Vibrazione forte, potente e personalizzabile con una gestione software molto buona anche se in alcuni piccoli aspetti potrebbe essere ancora migliore grazie proprio al feedback aptico.

CONCLUSIONI

Sono arrivato alla fine di questa lunga recensione e dopo aver riletto il testo, analizzato i pro e i contro e aver riflettuto sulle varie considerazioni, non posso che riconfermare Asus come l'azienda leader nel settore dei gaming phone.

Rog Phone 3 però quest'anno è molto di più di quello che vuol far credere di essere e grazie ad un look meno appariscente, ad una batteria infinita, a nessun compromesso in termini di connettività e ad un software veramente ben realizzato, difficilmente passerà inosservato a chi lavora con questa tipologia di dispositivi.

L'unica vera critica che posso muovere a questo smartphone è legata al design che è chiaramente ed oggettivamente identico a quello del Rog Phone 2 fatta eccezione per la parte posteriore. Una scelta che può essere considerata conservativa ma che dimostra il grande lavoro fatto su Rog 2 a livello di ingegnerizzazione. Un buco nel display poteva essere quell'elemento differenziante rispetto al precedente modello ma... sarebbe risultato poi uguale a mille altri smartphone sul mercato.

Cosi come Xperia 1 II mi è piaciuto nonostante le cornici, Rog Phone 3 lo trovo stilisticamente inattaccabile considerando le scelta hardware fatte: due casse anteriori, tre connettori, tasti fisici laterali (AirTrigger) e una fotocamera sull'angolo per permettere lo streaming.

Il tutto ad un prezzo di partenza che non può certamente deludere: 799€ 8/256GB in versione Strix destinata al mercato italiano (a differenza dello scorso anno) con inclusi in confezione:

  • Cuffie Rog Cetra ai primi 200 (per tutte le varianti quindi 600 in totale) valore 99€
  • Stadia Card Pro gratis per 3 mesi con accesso a Stadia a 9,99€ al mese successivamente (se volete)
  • Ventola con stand in dotazione
  • Dongle da Type-C a Jack Audio
  • Caricatore 30W e cavo in cordura Type-C

Posizionamento che conferma quello di Rog Phone 2 dello scorso anno e considerando che c'è il doppio della memoria interna e una dotazione più ricca, Asus ha dimostrato che un top di gamma 5G non deve necessariamente costare di più rispetto all'anno precedente.

Gli altri modelli, che hanno Snapdragon 865 ma in versione Plus, costeranno con la medesima confezione, rispettivamente 999€ in versione 12/512 e 1099€ in versione 16/512 con refresh rate a 160Hz esclusivo.

AUTONOMIADISPLAYAUDIOGAME GENIECOMPLETEZZA HARDWARE
ASSENZA JACKPESO E DIMENSIONI (ma la batteria da 6000mAh conta)DESIGN INVARIATO

VOTO 9.3

VIDEO

Asus ROG Phone 3 è disponibile online da Monclick a 799 euro.
(aggiornamento del 13 agosto 2020, ore 00:12)

298

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Giuliano Levorato

io di certo non mi fiderei ^^ ...

niko

Volevo fare una domanda chi ha questo telefono con sim fastweb e se ha problemi nella configurazione per internet!

Claudio

S20 ULTRA: Display assurdo, fotocamera perfetta in qualsiasi occasione, audio più che buono (credo il migliore Rog permettendo)

Thorgal83

Io sono bloccato con il note 20 ultra per lo stesso motivo. Venendo da un note 8 vorrei restare con il pennino perchè non lo uso molto ma è un plus davvero utile. Però non godo per niente gli exynos e anch'io devo far conti con autonomia e comportamenti processore assurdi. A me del rog attirano gli altoparlanti ma tutta la parte gaming non mi interessa, per cui attendo Zenphone 7 di piu. com'e' l'audio sull' s20?

Claudio

Avessi avuto S20 Ultra con Snap 865 non mi sarei posto,neanche lontanamente, il dubbio se passare a Rog 3. Exynos sembra non andar molto d'accordo con autonomia e ottimizzazione. Da modesto giocatore e smanettone non amo avere scaldini tra le mani e autonomia limitata. Con questo S2O ultra ho proprio quelle sensazioni. Fotocamera al top idem per sw ma non è amore a prima vista

Thorgal83

Ti rispondo solo ora, ma penso di si. La potenza dei processori non è mai messa a dura prova se non dall'editing video o da dex, e non si prende il rog per quello. Resta la considerazione sulla batteria ma ricaricare ogni sera non è molto diverso dal ricaricare ogni giorno e mezza o due. Meno sbattimento, ma se ami fotografare e soprattutto se ami le funzioni extra di samsung io mi terrei s20

Thorgal83

A me invece interessa l'approfondimento perchè io lo smartphone lo stresso molto con l'acqua. Il mio attuale è ip68 e lo porto a bordo vasca in piscina per fare alcune foto ai miei figli. In questi contesti immagino il rog non vada bene. O no?

Lo ho provato in tutti i contesti, anche dual sim. Il problema è che anche con il 5G abilitato.... non prendo mai il 5G se non un paio di volte a Milano e quindi è difficile dirlo oggi :(

alr81alr

Ciao Niccolò e agli amici dei commenti... Volevo capire una cosa che mi frulla per la testa da tanto: quando parli di autonomia, i telefoni li testi con la sim 5g? Perché credo che le autonomie sarebbero molto diverse testati con le sim 4g avendo una ottima copertura ormai ovunque. E immagino anche che molti compratori non accedano al servizio 5g che costa 30 euro al mese circa... Quindi la domanda è questa: l'autonomia cambia in 4g? Se si, di quanto? Grazie Niccolò e a chi sa rispondermi.

Filippo d'oria

Rog Phone 3 Ultimate deve esser messe tra i primi 5 nella classifica schede tecniche. :-)

wulff73

Pure con l'ultimo dei cellulari non ip68 questo non succede

ZeroSen

e va beh ma se la metti così mi incuriosisci troppo, come si accede? devo scuoiare un capretto di 3 mesi ancora vivo su un altare in pietra calcarea o?

Giuliano Levorato

a me basta sapere che se esco e prendo un po di pioggia il cellulare non vada in corto e sia da buttare ...

luca
Fafner

Ovviamente dipende dal tuo utilizzo e dalle tue abitudini. Gli ultimi cellulari che ho avuto sono certificati, ma all'atto pratico la cosa non mi è mai stata utile.
Questo terminale mi attira parecchio, solo una cosa non mando giù: la mancanza della ricarica wireless. Ho un'auto munita di caricatore wireless, e anche a casa utilizzo una radiosveglia con caricatore wireless dove appoggio il telefono la sera. Non è una feature indispensabile, ma una volta che ci si abitua è molto comoda.

Giuliano Levorato

il fatto che questo cellulare non sia certificato come ip68 o altro quanto puo essere un problema ???

Dwight Schrute - BASTA PADELLE

Sì sì, lo so

MartinTech

il discorso è che quelle che tu chiami preferenze (legittime, per carità) potrebbero essere sponsorizzazioni o collaborazioni pagate di nascosto e quindi con giudizi addolciti (un po' come li accusano di fare nelle recensioni di certi prodotti huawei o samsung). Un conto è avere preferenze, come ad esempio alcuni della redazione che sono palesemente pro-apple, un altro è avere un accordo monetario.

piervittorio

Non viene usato un tutte le sue potenzialità, ovvero lo usano come un DAC "base".
Prova Neutron, che i DAC te li riconosce tutti e ne sfrutti tutte le caratteristiche.

luca

Il fatto che un recensore abbia delle preferenze non significa necessariamente che sia imparziale. Se facessi io il recensore mi vedresti gli occhi luccicanti ad ogni uscita di un Note o di un Sony, ma non avrei problemi a dire "quest'anno Samsung ha toppato". Penso sia lo stesso per Niccolò

Frazzngarth

in che senso non viene usato? se non viene usato come faccio a sentire la musica inserendo le cuffie?

fra l'altro io raramente riesco a trovare informazioni sui DAC inseriti nei vari modelli di smartphone, mi sembra una sorta di elemento misterioso...

Riccardo Mineri

Ero sarcastico infatti...

piervittorio

No, solo un paio di modelli di LG hanno dei DAC di buon livello.
Sui Samsung top di gamma ci sono dei DAC discreti, ma non paragonabili a quelli LG.
Tutti gli altri non hanno alcun DAC dedicato, ma solo quello integrato nel SoC, che peraltro non viene nemmeno usato se non attivato con player specifici, tipo Neutron (che a mio avviso suona anche parecchio bene, come player).

Non conosco quanto sia grande la batteria del zenfon 6 ma i 6000 mAh della batteria mi hanno convinto a prendere il rog 2. Assieme alle casse frontali stereo, al LED di notifica e al fatto che avesse un semplice fullhd piuttosto che un inutile 2k che avevo sul op7tpro e che ho downgradato a fullhd il secondo giorno che era uscito dalla scatola. Fottesega del gaming e concordo sul prezzo assurdo degli accessori.

Claudio

Grazie

https://www.hdblog.it/smart...

https://www.hdblog.it/smart... qui

Frazzngarth

era per dire che i DAC ottimi ci sono anche sugli Smartphone, quindi magari anche i medi gamma hanno DAC discreti

Tiwi

se cerchi prestazioni e batteria, direi di no..lato fotocamera di sicuro perdi qualcosa, ma magari nemmeno troppo

Tiwi

beh, non è male, l'hw è al top, e il prezzo non è nemmeno il più alto visto, anzi, rispetto altri competitor costa meno e offre di più..c'è ancora qualche punto da affinare, ma a questo prezzo ci sta tutto

Paneeno

Gli speaker occupano quelle cornici. Senza cornici non potevano inserire gli spekaer. E l’orecchio umani sarà sempre analogico, quindi speaker minuscolo = suono di cacca. Meglio così.

Non è un telefono da sfoggiare.

Teschiofono

Esattamente

piervittorio

Ok, un solo, singolo modello tra quelli attualmente in produzione, di un produttore ormai praticamente scomparso o quasi dal mercato...

Anders Ge (f.k.a."usagisan")

Si, hai ragione, ma il punto è un altro: qualsiasi device da gaming (a parte le console, anche se PS5 non scherza...) sono sempre molto pacchiani. Pensa ai PC...

Frazzngarth

è il DAC installato attualmente sui top di gamma LG, V60 compreso.

Alessandro

Perché è l'unica cosa che li rende da gaming insieme agli accessori. Per il resto sono da gaming tanto quanto ogni altro smartphone con lo stesso hardware. Certo il plus di questo è che ha il refresh a 144hz , tanto bello quanto inutile visto che al massimo è supportato da 4 giochi in croce, ma comunque indistinguibile da un 120hz anche vivendo in un'era piena di sedicenti uomini bionici che hanno visto cose che gli altri umani non possono nemmeno immaginare.

Alessandro

Il blocco delle app c'è da una vita sulla MIUI evidentemente li provate a fondo i device oppure in alcuni brand viene percepita come non degna di nota in altri come una " genialata".
La velocità di ricarica è nella media , anzi deludente, rispetto ai tanti competitor ma il confronto giustamente viene fatto con i più scrausi da quel punto di vista.
Lasciamo perdere tutte le mancanze che ha uno "smartphone completo" , che ho elencato in un altro commento oltre a dimensioni e peso anche in rapporto al display, ma l'enfasi generale nella supervalutazione complessiva di ogni elemento è comica.

an-cic

agosto

Claudio

Vorrei prendere quello da 12/512 con snap 865 plus. Qualcuno sa dirmi quando sarà disponibile per l'acquisto?

matteventu

Assistenza pessima in entrambi, software decisamente meglio su Asus (per quanto comunque non brilli).

Desmond Hume

è un'organizzazione settaria nonché marcatamente elitaria contenente figure illustri del webbe e fenomeni da baraccone, talvolta le due cose coincidono.

Razorbacktrack

Se sara' in offerta, visto che praticamente lo vendono solo nel loro sito e da Unieuro

Razorbacktrack

Ma fai benissimo, non c'e' un salto cosi' grande da giustificare il passaggio

piervittorio

Non "tipo l'LG", ma solo alcuni (pochissimi) vecchi LG.
Oggi nessuno offre nulla di paragonabile.

Paolo

Si ma zenfone rispetto a rog 2

No audio stereo
No 120hz
No display amoled
No feedback aptico

Paolo

Quale gruppo?

Paolo

Ma infatti ho detto anche io che vedo troppo entusiasmo nella rece..

Ma non voglio rientrare

Daniele Pagotto

Si sa per caso quando uscirà l'ultimate in vendita? Sul sito ufficiale c'è solo la versione strix

MartinTech

considerando che chi ha fatto la recensione in un altro video faceva vedere come aveva anche le mutande ROG, qualche dubbio sull'imparzialità di questa recensione mi viene. Ad ogni modo, non dite neanche che tipo di display è...LCD o OLED (il video non l'ho visto, parlo della rece scritta).
Come hardware è una potenza, ma è davvero brutto, sembra un telefono di una generazione scorsa, ovvero con ancora le cornici sopra e sotto (non che siano cattive ma purtroppo ormai sono anacronistiche)...

Quale Motorola scegliere? Il punto sulla line up a metà 2020 | Video

Recensione Google Pixel 4a: finalmente è arrivato (o forse no)

Recensione OnePlus Nord: sotto i 400 Euro è lui il migliore

OnePlus Nord e Buds ufficiali: la nuova avventura di OnePlus da 399 Euro | Video