Il più economico ecosistema Apple e le 10 funzioni che lo rendono unico | Video

17 Giugno 2020 1282

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Quando ci avviciniamo ad un prodotto Apple spesso non lo facciamo guardandolo nella sua individualità, ma cerchiamo di inserirlo all'interno di una plurialità di prodotti che da sempre rendono l'ecosistema Apple una scelta quasi obbligata. Abbiamo trattato questo argomento tante volte, lo abbiamo fatto con il controverso iPhone SE e ci torneremo anche dopo il WDC 2020, ma oggi approfondiamo cosa si intende con questo concetto e soprattutto ci concentriamo su come entrare nel mondo della casa di Cupertino contenendo al massimo la spesa richiesta.

Negli ultimi anni c'è stato un lento ma costante cambio di direzione nella proposta Apple: non c'è più un solo dispositivo per categoria, ma si cerca di suddividere la gamma per fasce di prezzo. Con l'iPhone 11 Pro c'è stato un ulteriore superamento della soglia dei mille euro: con l'11 Pro Max si toccano i 1689 euro nella configurazione top, ma oggi è possibile comunque avere ila massima espressione hardware dell'azienda, ad un prezzo molto più contenuto grazie ad iPhone SE 2020.

APPLE STARTER PACK

Per entrare nell'ecosistema Apple si parte da due prodotti: iPhone SE e Airpods. Non si tratta di dispositivi economici in senso assoluto, ma se confrontati con altri di aziende concorrenti o della stessa Apple non si collocano certamente nella fascia più alta del mercato.

Per tutti i prodotti selezionati abbiamo voluto riportare sia il prezzo di listino sia lo street price. Online ci sono offerte con importi ancora più bassi, ma ci siamo voluti affidare al listino di Amazon in quanto volevamo avere la stessa affidabilità offerta da sito Apple (Apple ha infatti un accordo con Amazon da alcuni anni) e soprattutto una garanzia di due anni completa.
IPHONE SE 2020

Il primo dispositivo da comprare è sicuramente l'iPhone SE 2020 che ha fatto tanto discutere nelle settimane successive al lancio e resta uno dei prodotti più controversi degli ultimi anni. Il design è oggettivamente visto e rivisto - la scocca è ripresa dall'iPhone 8 ma è indubbiamente un gemello rivisto di iPhone 6 lanciato nel 2014. Ovviamente cambia il cuore e il SoC è potente ed in grado di offrire prestazioni da top di gamma essendo lo stesso che troviamo anche sui fratelli maggiori iPhone 11.

Il display da 4,7 pollici è molto piccolo per gli standard attuati, ma si tratta comunque di un buon pannello LCD IPS discretamente visibile in esterna. Durante la recensione ufficiale abbiamo scoperto che il sensore fotografico è lo stesso presente nel modello più datato ma qui, grazie a un processore d'immagine più prestante, gli scatti sono migliori e i video più stabilizzati anche in 4k a 60 frame per secondo.

  • Prezzo di listino: 499 euro
  • Street Price più basso su Amazon: 464 euro
SE CERCATE UNO SMARTPHONE NON ENORME CON PROCESSORE TOP, NON C'È ALTRA SCELTA SUL MERCATO
64GB BASE NON LI CONSIGLIAMO PER LONGEVITA' DEL PRDOTTO
AIRPODS (SECONDA GENERAZIONE)

Le cuffie true wireless Apple sono state lanciate nel 2016. Nel 2019 è arrivato un aggiornamento delle caratteristiche interne che ha lasciato invariato il design: il chip per il collegamento H1 ha portato con sé numerose novità come la possibilità di attivare l'assistente Siri con un comando vocale e una riduzione della latenza tra audio inviato dallo smartphone e quello riprodotto dall'auricolare.

  • Prezzo di listino: 179 euro
  • Street Price più basso su Amazon: 129 euro
SE CERCATE LE MIGLIORI CUFFIE PER TUTTI GLI UTILIZZI E CHIAMATE, NON CI SONO SOLUZIONI MIGLIORI SUL MERCATO RAPPORTO QUALITA'/PREZZO
DOPO 2 ANNI L'AUTONOMIA AVRA' SICURAMENTE PROBLEMI
IL BIVIO: OROLOGIO O TABLET?

Una volta comprati smartphone e auricolari gli utenti che vogliono continuare a costruire il proprio parco di prodotti Apple si trovano a un bivio: Acquisto un Apple Watch oppure prendo un iPad?

La decisione dipende dalle proprie esigenze: chi sceglie lo smartwatch presumibilmente sarà uno sportivo che ha bisogno di tenere traccia delle proprie attività e che vorrebbe avere anche la comodità delle applicazioni e delle notifiche a portata di polso; chi invece si orienta sul tablet, probabilmente, ha la necessità di uno schermo più grande per vedere video o lavorare più comodamente.

APPLE WATCH SERIES 3

Il modello di smartwatch più economico che ancora oggi viene prodotto, supportato e venduto ufficialmente sul sito Apple è quello Series 3. Le differenze con l'ultima variante 5 risiedono principalmente nel display perché in Watch Series 3 non c'è uno schermo ampio con delle cornici molto sottili e modalità always-on, ma in ogni caso si tratta di un bel pannello OLED, luminoso e visibile anche sotto la luce diretta del sole. Nonostante si tratti di un prodotto nato due anni fa, ha ancora caratteristiche tecniche di alto livello, come l'ottimo feedback aptico e la possibilità di essere utilizzato per la gestione delle notifiche e chiamate.

La vera forza di questo prodotto risiede nel sistema operativo perché watchOS è ad oggi uno dei software per smartwatch più completi sul mercato. Ci sono delle comode applicazioni di default ma grazie all'App Store si possono scaricare numerose app direttamente dall'orologio senza passare dallo smartphone.

  • Prezzo di listino: 239 euro
  • Street Price più basso su Amazon: 199 euro
IL MIGLIOR SMARTWATCH RAPPORTO QUALITA'/PREZZO SUL MERCATO
FUNZIONA SOLO CON IOS
IPAD BASE 10.2

Chi desidera un tablet dal prezzo contenuto non potrà che indirizzarsi sull'iPad Base da 10.2. Anche nel panorama Android è difficile trovare un prodotto altrettanto valido nella stessa fascia di prezzo, perché gran parte delle potenzialità di questo dispositivo sono attribuibili al sistema operativo iPadOS. Lo abbiamo apprezzato particolarmente durante la recensione dello scorso anno ed è stato da poco aggiornato con il supporto nativo del mouse che gli consente di diventare un'ottima alternativa anche ai portatili più tradizionali.

  • Prezzo di listino: 389 euro
  • Street Price più basso su Amazon: 329 euro
IL MIGLIOR TABLET SUL MERCATO GRAZIE AL SOFTWARE E AI PROGRAMMI DISPONIBILI
NON HA IL GPS NELLA VERSIONE WI-FI
MACBOOK AIR: IL PEZZO FINALE

A questo punto il nostro ecosistema è già molto completo ma se lo volessimo arricchire con un ultimo pezzo, si potrebbe valutare di aggiungere un MacBook. Il portatile Apple con il prezzo più basso in questo momento è il MacBook Air 2020 di nuova generazione. Nella recensione abbiamo evidenziato come questa macchina non fosse ideale per svolgere attività pesanti e impegnative; per attività più basilari (es. navigazione internet, applicazioni office, posta e social) può bastare un iPad, ma il portatile è adatto chi desidera svolgere compiti semplici potendo contare sulla consueta esperienza tipica di un ambiente desktop.

  • Prezzo di listino: 1229 euro
  • Street Price più basso su Amazon: 1075 euro
PREZZO ED ESTETICA CORRETTI E CPU NUOVA
NON ADATTO A CARICHI DI LAVORO A CAUSA DI UNA DISSIPAZIONE RIDICOLA
LE 10 FUNZIONI FONDAMENTALI DELL'ECOSISTEMA APPLE

Come detto in apertura articolo, Apple nel 2020 non solo permette di avere l'intero ecosistema ad un prezzo non esageratamente elevato, ma oggi Apple è l'unica azienda a poter offrire la miglior soluzione sul mercato per tipologia di prodotto. Se infatti Huawei a causa della mancanza dei servizi Google è tagliata fuori oggi con i prodotti 2020, Samsung potrebbe far concorrenza ad Apple avendo cuffie, orologio, tablet, smartphone e da poche settimane anche portatili in Italia, ma lo starter pack Samsung sarebbe comunque più caro di quello Apple (teniamo ben presente che dovete prendere un Galaxy con processore top perchè iPhone SE ha comunque prestazioni da top di gamma) se consideriamo la qualità del software, dell'integrazione dell'ecosistema e della qualità del Tablet dovuta ad iOS e alle sue applicazioni.

Ed eccoci alla parte di ecosistema dove Apple fa la differenza. Cosa riteniamo unico (che altri stanno copiando) in Apple? Di seguito le 10 funzioni migliori:

  • 1. Airdrop

Con questa funzionalità si possono condividere documenti via wireless tra diversi dispositivi vicini senza effettuare alcuna configurazione. Il collegamento è peer-to-peer, quindi non ha bisogno di una connessione dati Wi‑Fi. Basta selezionare un file o una cartella e scegliere all'interno delle opzioni di condivisione a chi lo vogliamo mandare. Non ci sono limiti di dimensioni e consente di raggiungere alte velocità di trasferimento.

  • 2. Collegamento Airpods

L'iniziale configurazione delle Airpods con un iPhone è diventata un'operazione caratterizzante, tant'è che gli altri produttori di cuffie hanno copiato l'interfaccia con le proprie true wireless. Aprendo la custodia vicino allo smartphone appare un'animazione nella parte bassa dello schermo con la scritta "Connetti". Una volta effettuato l'accoppiamento, le cuffie vengono associate anche all'account iCloud e saranno presenti nelle impostazioni audio sull'iPad o sul Mac nonostante non sia ancora avvenuta nessuna connessione tra di loro.

  • 3. Chiamate condivise

Con la condivisione delle chiamate si può rispondere a una telefonata in arrivo sull'iPhone attraverso il MacBook, l'iPad o Apple Watch. Tale funzione torna utile quando lo smartphone non si trova a portata di mano.

  • 4. Importa da iPhone

Sul portatile basta cliccare il tasto destro all'interno di una cartella, o in tutte quelle applicazioni che lo consentono, per importare foto dall'iPhone. Si può sfruttare anche per eseguire la scansione di documenti o per trasferire un disegno realizzato attraverso lo schermo touch del telefono.

  • 5. Sblocco con Apple Watch

Il nome è esplicativo: permette di sbloccare il MacBook senza inserire password o senza il riconoscimento dell'impronta digitale. Quando si ha l'Apple Watch al polso si può aprire il portatile e, riconoscendo il dispositivo, si sblocca automaticamente.

  • 6. Handoff

Grazie a Handoff si può iniziare un'attività su un dispositivo e continuarla, dallo stesso punto, su un altro. Ad esempio, mentre si sta leggendo un articolo sul portatile, basta aprire il multitasking dell'iPhone o dell'iPad per trovare un'opzione per continuare la lettura di quel sito. Si può fare sia con le applicazioni per la navigazione web, sia con quelle che prevedono una controparte sullo smartphone.

  • 7. Instant Hotspost

Nel menu del Wi-Fi sul MacBook Air o sull'iPad è presente l'opzione per il collegamento sfruttando la rete dati dell'iPhone. Lo smartphone anche in questo caso non deve essere configurato e non necessita di ulteriori passaggi. Io sfruttavo tanto questa funzione durante i trasferimenti in treno: bastava aprire il MacBook per averlo connesso all'hotspot in pochi istanti.

  • 8. Copia e incolla condiviso

Questa funzione permette di copiare un testo dal Mac e incollarlo sullo smartphone o sul tablet e viceversa. Si applica non solo ai testi ma anche ai file: ad esempio, dopo aver copiato un video dal mio desktop sono riuscito a inviarlo da un app di messaggistica del telefono.

  • 9. Sidecar

È arrivata da poco ma è una delle funzioni più amate dagli utenti Apple. Consente di sfruttare l'iPad come secondo schermo del Mac tramite una connessione wireless o via cavo. Il collegamento è immediato e c'è un bassissimo ritardo tra l'input sul Mac e l'effettiva operazione sullo schermo del tablet.

  • 10. iCloud Drive

Grazie a iCloud Drive si possono mantenere sincronizzati i file presenti sulla cartella desktop, documenti o download del proprio MacBook su iCloud Drive e trovarli in poco tempo anche su smartphone o tablet. Si avrà così una sorta di memoria condivisa tra tutti i prodotti.

CONCLUSIONI

Per creare un ecosistema Apple io ho identificato 4 scenari e analizzato i prezzi proposti sia nel listino ufficiale sia online con lo street price al netto di sconti:

  • smartphone + cuffie;
  • smartphone + cuffie e orologio;
  • smartphone + cuffie e tablet;
  • smartphone + cuffie + orologio + tablet + portatile.

Ad oggi nessun'altra azienda è capace di fare una cosa del genere. Nessun brand può offrire un parco di prodotti nuovi altrettanto validi e con un prezzo corretto. La variazione di rotta consente di avere una selezione di dispositivi con prezzi molto più accessibili e capaci di attirare sempre più utenti. Una volta entrati nell'ecosistema sarà difficile uscire perché le comodità regalate dall'integrazione dei vari oggetti tech diventano talmente radicate nel flusso di lavoro che poi sarà difficile estirparle.

VIDEO

Apple iPhone SE è disponibile online da Mobzilla a 430 euro oppure da Unieuro a 486 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto ma ci sono pochi modelli migliori. Per vedere le altre 90 offerte clicca qui.
(aggiornamento del 02 luglio 2020, ore 22:27)

1282

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Parliamone

Dai smettila

Andrea Ganzi

Si diciamo che comunque 8/9 anni al giorno d'oggi nel campo della tecnologia sono un'eternità...però effettivamente linux e windows non ti abbandonano mai mentre Apple si....anche se gli aggiornamenti windows su pc datati, anche se potenti, talvolta creano parecchi problemi.

Alcmaeon

Pienamente d'accordo, meno sul terzo punto (per esempio un Mac Pro del 2012 l'anno scorso è stato abbandonato pur essendo piuttosto potente, con Windows e Linux questo non accade).

Più che le funzioni avanzate (su Android, Windows e Linux si può fare MOLTO di più) quello che piace è il fatto che accendi e tutto già funziona perfettamente, senza alcuna configurazione o installazione.

Anche io ho un sistema misto (desktop Linux, laptop Apple, smartphone Android, al lavoro Windows) e che funziona benissimo, ma ho dovuto cercare e poi configurare una serie di strumenti (non che mi sia dispiaciuto, ma per molti sarebbe una noia).

Alcmaeon

È senz'altro piacevole che sia tutto funzionante out of the box.

Quello che mi infastidisce è la chiusura verso il mondo esterno: ok accoppiare al meglio Watch e iPhone, ma perché mai impedire al FitBit di rispondere ai messaggi con iOS? Un atteggiamento anti-competitivo che danneggia troppo l'utente (a meno che non si compri tutto Apple, ma anche no grazie).

Tarmacco

Beh, concordo in pieno. Amo l'ecosistema Apple, nonostante le limitazioni che impongono all'utente e che sono a ben vedere comunque secondarie. Per esempio: invece di compare Apple Watch, ho comprato a un terzo del prezzo un Fitbit Versa 2. Vantaggi: durata batteria, design meno ingombrante, semplicita' di utilizzo, fantastico nella lettura del sonno. Svantaggi: molto limitato a livello di app, meno potente, senza GPS integrato, non si puo' rispondere ai messaggi con IOS. Alla fine dipende dalle esigenze che uno si trova ad avere. Spero solo che Google non lo affossi per spingere il suo wear os

spino1970

Non so te, ma io nella mia cartella musica ho solo quello che sento, non il mondo intero...

GnnLD

Non sono sicuro sia chiaro, perché l'esempio della singola playlist era appunto un esempio. Mica ascolto una singola playlist, puoi selezionare quello che vuoi, ma se hai una cartella Musica ad esemppio da 500gb gb mi sembra un po' improponibile copiare "la tua cartella Musica col Drag&Drop e amen.". Ad ogni modo, l'importante è trovarsi bene col proprio metodo.

spino1970

Era chiaro già prima.
Ti sfugge però che il tuo telefono, quale che sia, ha una memoria fisica limitata. Quindi non è affatto vero che se hai millemila canzoni della playlist lui possa spostartele tutte sul telefono, perchè non potresti avere abbastanza spazio.

Se invece di spazio ne hai a sufficienza, copi la tua cartella Musica col Drag&Drop e amen.

Spero sia più chiaro adesso.

PS:
Che poi, ma è una questione personale, trovo noiosissimo il fatto di sentire sempre le stesse playlist...

GnnLD

Rispiego: la differenza sta nel momento in cui devi scegliere i brani dal pc da mettere sul telefono, quindi se devi scegliere manualmente i brani da mettere nel telefono questa operazione può essere antipatica perché potresti non voler copiare tutta la tua cartella Musica del PC sul telefono. Il vantaggio di iTunes è che questa operazione noiosa che su Android fai manualmlente la fa lui in automatico: i pratica tu decidi solo quali playlist e/o album e/o artisti e/o generi presenti su iTunes vuoi portarti sul telefono e la scelta metodica dei brani la fa iTunes in automatico in base a cosa hai selezionato. Quindi questo che significa? Significa che se io ho una playlist con millemila canzoni sparse in millemila cartelle e però non ho spazio a sufficienza sul telefono per copiarmi tutte le millemila cartelle, a me basta selezionare quella playlist di millemila canzoni da iTunes ed il programmma mi va a pescare e copiare in automatico solo le canzoni di quella playlist. Spero sia più chiaro adesso.

spino1970

Sì, sicuramente Apple non brilla per generosità... :D

spino1970

Continuo a non capire il punto: Qualsiasi lettore android scegli una cartella, ci butti dentro la musica e la puoi ordinare per brano, album o artista. E ci fai anche le playlist. Alla fine devi comunque collegarlo al pc...

Andrea Ganzi

I punti di forza di Apple secondo me sono fondamentalmente 3:
- appeal e credibilità del brand: negli anni il marchio Apple è diventato talmente noto e apprezzato che per tantissima gente in fatto di tecnologia tutte le possibili alternative non vengono nemmeno considerate in fase di acquisto.
- ecosistema: non sono tanto le funzionalità quanto la semplicità e immediatezza d'uso. Nessuna delle funzionalità citate nell'articolo sono esclusive....ma solo Apple, grazie al suo os chiuso e proprietario, riesce ad offrirle ai suoi utenti in modo così semplice ed immediato...senza necessità di installare app o fare configuazioni particolari.
- Durabilità dei prodotti nel tempo: l'os chiuso e proprietario permette di avere una frammentazione praticamente inesistente...quindi se oggi mi compro un iphone 11 pro so già che per anni potrò sempre aggiornarlo all'ultima versione dell'os e che tale aggiornamento non lo dovrò attendere ma sarà scaricabile fin da subito.

Potrei fare una lista lunga il doppio con l'elenco di tutti i difetti di Apple dei suoi prodotti e del suo ecosistema...questi secondo me sono i suoi veri punti di forza...personalmente non sono un apple fan e infatti il mio "ecosistema" è totalmente misto...telefono android, smartwatch huawei, pc windows e tablet Apple...farli interagire tutti tra di loro non è semplice come avere tutto targato apple ma è comunque fattibile senza essere dei guru dell'informatica.

Ho preso er muro

che bello spendere tutti sti soldi e ritrovarsi con dei prodotti praticamente obsoleti.

è incredibile cosa fa la gente pur di acquistare un brand.

Alcmaeon

Beh esistono Dropbox, Google Drive, OneDrive, Sugarsync.

O meglio ancora per pochi euro in più all'anno ci sono quelli criptati sul lato client, come Tresorit e SpiderOak.

Bannato!

Approvo!
però un iCloud per telefoni samsung non c'è

Cristian Tanzi
MS_ONE_90

uguale APPLE. E cm2q il tuo telefono funziona con tutti gli android solo la funzioni di drag e drop doc e features per SAMSUNG. Ma quello puoi risolvere o mettendo i file in cLOUD o usando il trucco di WA con il proprio account

Pablo Escodalbar

Ragazzi!!!!
Venite c'e' il figlio del presidente Tanzi!

Alcmaeon

Io voglio la libertà di comprare un TV Samsung, un monitor Philips, un Dell XPS, un iPhone, un FitBit, cuffie Sennheiser, e farli comunicare al meglio.

Tutte le funzioni "magiche" di Apple sono quasi interamente già disponibili per multipiattaforma; perché mai dovrei comprare tutto di un solo marchio?

Risparmiare 10-15 minuti a dispositivo configurarlo vale la pena di essere bloccati in un sistema chiuso che non comunica con gli altri dispositivi (vedi iMessage, AirDrop, Watch, Handoff, iCloud)???

Teomondo Scrofalo

No era per curiosità io di apple ho solo iphone e apple watch, poi ho uno xiaomi e per il resto solo PC assemblati fatti con le mie manine e un portatile HP, però mi piace vedere la gente che si arrampica sugli specchi pur di dare contro ad Apple a prescindere....

elfabio80

iPhone 7 ha sempre avuto una durata della batteria mediocre. L'ha mio padre, l'ho avuto anche io...poi passato al 7 plus, che è ottimo.

GnnLD

Non credo sia passato il messaggio se dici "Continuo a non vedere queste enormi differenze tra far fare ad itunes e farlo a mano.": certo tu col d&d puoi portare sul telefono tutta la musica che vuoi, se vuoi anche il backup del telefono puoi fartelo a mano andandoti singolarmente a cercare e copiare sul pc ogni singola cartella, ma è più scomodo e si perde più tempo soprattutto sei hai determinate necessità. iTunes invece ti facilita questo compito, e sul fatto che dici si tratti di "feci fumanti" non commento in quanto sono tue valutazioni personali. Invece siamo d'accordissimo sul fatto che si possa essere in disaccordo.

Robin

Ottima spiegazione e aggiungerei che uno vuole il meglio del meglio seglie Apple punto

Robin

11 lagga di brutto
12 la batteria dura pochissimo

Robin
Robin
Robin

Appunto è questo il problema di android ci perdi ore solo nel scegliere uno sfondo animato a montare rom a sistemare widget e poi alla fine il telefono è sempre quello sono cose da bambini che nella vita non servono smanettoni=bambini ricordalo prova a fare questo esperimento: passa da un android ad un iphone poi dopo 10 giorni ritorna ad android e voglio vedere che delusione

Robin

Alla fine usi apple anche tu visto?

Robin

Un iphone viene aggiornato per 5 anni un android per 2 superato? Hahaha

Robin

Perche? Perche preferisce iphone a samsung? Io mi trovo in germania e qui la gente usa solo iphone sono tutti scemi?

Robin

Concordo con te ma la gente qui è invidiosa e non ammeterà mai che apple è avanti anni luce rispetto ad android per loro siamo fanboy loro per me sono solo dei poveracci

tulipanonero1990

Le Pro sono fuori budget purtroppo

Andredory
TocToc

di nulla. Se il tuo ufficio è silenzioso allora non avrai nessun problema. Però se sei in un ufficio grande con altre persone che magari negoziano con altri clienti allora forse dall'altra parte sentiranno te e i tuoi colleghi con lo stesso volume di voce, come se parlassero tutti vicini al microfono.
PS: un utente mi sopra mi ha detto che con le Airpods Pro (la terza generazione) hanno migliorato questo aspetto. Vedi tu se fidarti. Io non ho amici con le Pro, ma solo con gli altri due modelli precedenti

TocToc

sarà. Anche le prime, a detta dei recensori di tutto il globo, si sentivano benissimo. Eppure basta un gruppetto di persone che ti parla affianco per sentirle mischiate alla voce dell'interlocutore.
Però se mi dici così vedrò di fare le prove con qualcuno che le ha

Roberto

Ma cosa cambia, è praticamente identico, trascinamento dalla barra o dal tasto verde...ma li avete mai usati o scrivete per fare ginnastica alle dita?

Mattia Conti

Tutto molto bello per l'utente medio.
Tutto molto brutto per l'utente smanettone.

spino1970

Certo che in prova. Che è sempre meglio di doverli comprare e rivendere...

spino1970

Ti sei spiegato benissimo. Il che non vuol dire che uno debba essere d'accordo.
Continuo a non vedere queste enormi differenze tra far fare ad itunes e farlo a mano.

Detto questo, itunes su PC è un ammasso di feci fumanti. E se per evitare il d&d e usare itunes al meglio devo spendere dei soldi per un mac, anche no, grazie :)

Al netto di tutto, ai tempi di Spotify mi pare davvero un discorso inutile. E quel poco che non c'è, va benissimo sul telefono con d&d...

Francesco Zerbini

Quelle di prima generazione isolavano poco chi parlava, adesso ho comprato le AirPods Pro e mi sentono benissimo anche se sono in bici con il vento.

Francesco Zerbini

l'autonomia è ottima, solo che come tutte le batterie dopo due anni incominciano ad avere meno autonomia ovviamente. Dopo 2 anni faccio tranquillamente 3h e 30 min di ascolto e 1h:30 min di chiamata.

Francesco Zerbini

Va a farti curare.

Foschiso

Ma l'ecosistema Apple e' una Gabbia Chiusa priva di qualsiasi significato,
con duecento euro si compra un ottimo telefono....specialmente lo smartwatch non serve ad una fava.....
Steve Jobs continua a fare del male dagli inferi! 666

Massimo Parboni Arquati
waribi
Pablo Escodalbar

Poi c'e' pure chi si crede cosi' colto da conoscere citazioni che gli altro non sanno.
E vogliono pure che gli si risponda in modo canonico.

Cristian Tanzi
Pablo Escodalbar

e poi sono passate 8 ore di lavoro.

Pablo Escodalbar

Invece su Mac sei tu che ti devi autoconvincere che meglio di come e' fatto non sia possibile.

Pablo Escodalbar

Dai finiscila.
Abbiamo capito che vuoi sottindendere che utilizza una tastiera a forbice di Apple.

Apple annuncia i processori proprietari per Mac basati su architettura ARM

macOS Big Sur ufficiale: benvenuti processori Apple

iPadOS 14 ufficiale: ecco come cambia iPad

iOS 14 ufficiale: tutte le novità, widget inclusi