Recensione Realme X50 Pro 5G: è nato il nuovo Flagship Killer

12 Maggio 2020 632

Rimani aggiornato quotidianamente sui video, approfondimenti e recensioni di HDblog. Iscriviti ora al canale Youtube, basta un Click!

Realme piano piano sti sta imponendo su tutte le fasce del mercato. Ha iniziato dal basso da prima con i modelli 5 e 5 Pro e poi si è riconfermata come best buy con il suo Realme 6, che abbiamo apprezzato nella recensione ufficiale per il suo display a 90 Hz. Oggi fa un passo in più e approda nella fascia medio-alta proponendo un device con specifiche da "top" a un prezzo contenuto.

X50 Pro ha quasi tutto quello che si può desiderare da uno smartphone: display OLED 90 Hz, tanta memoria a disposizione, l’ultimo SoC Qualcomm e un design diverso dal solito. Mancano alcune aggiunte come la certificazione IP68 o l’ormai defunto jack audio 3.5, ma nella fascia dei 600 euro è difficile trovare un altro dispositivo con così tanta potenza di calcolo e pochissimi compromessi sul fronte hardware. X50 Pro è lo smartphone che più si avvicina alla vecchia OnePlus e, forse, è appena nato il nuovo flagship killer che tutti stavano aspettando.

INDICE

COSTRUZIONE E DISPLAY

X50 Pro non è il solito padellone grande e ingombrante anche se non possiamo parlare di smartphone compatto. Il peso di 207 grammi non disturba, è ben distribuito su tutto il corpo e contribuisce a dare allo smartphone la sensazione di solidità e robustezza.

La scocca posteriore è stata abrasa chimicamente per avere una superficie “satinata”. Questa soluzione fa sembrare il vetro morbido al tatto conferendo al tempo stesso un buon grip, in quanto la finitura riduce la scivolosità. Inoltre, grazie a questo speciale trattamento, lo sporco e le impronte si nascondono molto bene e quando viene colpito dalla luce si crea un bel riflesso cangiante, specialmente nella colorazione rossa.

74.2 x 158.9 x 9.3 mm
6.44 pollici - 2400x1080 px
74.8 x 162.58 x 8.96 mm
6.67 pollici - 2340x1080 px
69.1 x 151.7 x 7.9 mm
6.2 pollici - 3200x1440 px
72.9 x 160.2 x 8 mm
6.55 pollici - 2400x1080 px

Frontalmente troviamo un display OLED da 6,44 pollici con risoluzione FULL HD+ che raggiunge una luminosità massima molto elevata ed è ben visibile anche sotto il sole. X50 Pro segue il trend del 2020 con refresh rate impostato sui 90 Hz, caratteristica che contribuisce a rendere le animazioni fluide e lo smartphone più scattante.

Sul OnePlus 8 Pro e sull’intera gamma S20 abbiamo visto schermi a 120 Hz, ma ritengo che spingersi su una frequenza di aggiornamento così tanto elevata non faccia altro che aumentare i consumi, senza poi portare ad un significativo miglioramento. Spero che in futuro questa tecnologia diventi meno energivora ma per ora penso che il giusto compromesso sia questo: FHD+ a 90 Hz, a meno che non si abbiano batterie in stile Rog Phone 2.



Nell’angolo superiore sinistro c’è il doppio foro per le fotocamere anteriori. Visivamente risulta molto simile a quello presente su S10 Plus e, in molti, potrebbero non apprezzare questa caratteristica. In un primo approccio il foro sembra molto invasino ma dopo qualche giorno di utilizzo scompare e non crea troppo fastidio.

Inoltre sottolineo come Realme abbia accolto le richieste di numerosi utenti e abbia realizzato un vetro totalmente piatto senza bordi curvi: bene!

HARDWARE

X50 Pro è il classico smartphone medio gamma con un hardware pompato e specifiche tecniche da top. Sotto la scocca c’è il SoC Snapdragon 865 accompagnato da 8 o 12 GB di memoria RAM. Abbiamo ormai visto questa soluzione di Qualcomm e conosciamo il suo comportamento eccellente in ogni scenario, ma in questo dispositivo ho apprezzato uno sprint in più.

Una piacevolezza d’uso differente e massima reattività, sarà anche merito della Color OS 7 (qui chiamata diversamente) che è migliorata tanto. Si possono scegliere due varianti per il taglio di memoria con 128 o 256 GB, entrambe UFS 3.0 con velocità di lettura e scrittura molto elevate ma X50 Pro non è espandibile con una microSD.


La batteria integrata è da 4200 mAh di capacità. Non è poi così capiente ma ha una durata discreta, che mi ha permesso di chiudere tutte le mie giornate lavorative (ore 22) con ancora il 15 % di carica residua. Impostando però il frame rate su 60 Hz si riesce a risparmiare dal 5 al 10% circa, almeno secondo la mia esperienza. La cosa più interessante è tuttavia il sistema ricarica a 65W: l’enorme caricatore, incluso in confezione, riesce a portare lo smartphone da 0 al 100 % in soli 35 minuti.

In realtà la batteria è divisa in due parti, due celle da 2100 mAh in una configurazione già proposta da Oppo anche sul recente Find X2 Pro, consente di caricare lo smartphone con una potenza così elevata senza danneggiare l'unità o creare surriscaldamenti indesiderati.

Benachmark

SPECIFICHE TECNICHE

  • Dimensioni: 158,96x74,24x 9,36mm
  • Peso: 207 grammi
  • Processore: Qualcomm Snapdragon 865 5G
  • CPU:7nm EUV, Octa-core, Up to 2.84GHz
  • GPU Adreno 650
  • AIE: 5th Generation Qualcomm AI Engine
  • RAM: 8GB/12GB LPDDR5 Quad-channel
  • ROM: 128GB/256GB UFS 3.0+Turbo write+HPB
  • Display: 6.44” da 2400x1080 FHD+, 90Hz Ultra Smooth Display protetto da Corning Gorilla Glass 5
  • Batteria: 4200mAh, 65W SuperDart Charge
  • Fotocamera Principale:
    • 64MP AI Quad Camera, 26mm, FOV 78.6°, f/1.8, 6P lens
    • 8MP Ultra wide-angle & macro camera 15.7mm, FOV 119°, f/2.3, 5P lens, 3cm focus
    • 12MP Tele camera 54.08mm, f/2.5, 5P lens
    • 2MP B&W Portrait Camera
  • Fotocamera frontale:
    • Sony 32MP wide-angle camera, FOV 80.4°, f/2.5, 5P lens, Sony IMX 616
    • 8MP ultra wide-angle camera, FOV 105°, f/2.2, 5P lens
  • Connettività: 5G SA/NSA, Wi-Fi 6, BT 5.1, NFC

 

SOFTWARE

Come anticipato, credo che l’esperienza così fluida e reattiva sia frutto non solo dell’hardware di alto livello ma anche di un'accurata ottimizzazione software. Il sistema installato è la Realme UI (uguale alla color OS 7 di Oppo) basata su Android 10 con patch di sicurezza al mese di Aprile. Questa personalizzazione grafica non mi aveva mai entusiasmato in passato, ma più la utilizzo e più riconosco i passi avanti fatti con l'ultima distribuzione.

Il firmware precedente era fin troppo “asiatico”, ricco di colori, personalizzazioni e con tante opzioni spesso confuse. La nuova interfaccia è invece  molto più pulita, tutto appare più ordinato e con uno stile grafico coerente in tutte le sue parti: dal design della tendina delle notifiche a quello delle impostazioni.


Durante i primi giorni lo smartphone non era così veloce come ve lo sto raccontando e spesso riscontravo qualche lag e incertezza, specialmente nella gestione delle app in background. X50 Pro è stato lanciato oggi, 12 maggio in Italia, ma è già presente da qualche settimana sul mercato indiano; ho quindi scoperto che la versione del mio sistema operativo non era quella più aggiornata e deciso di portarmi avanti. Sul sito indiano di Realme ho scovato l’update RMX2076PU_11_A.19 che ha risolto tutti i miei problemi.

Questo firmware arriverà sicuramente anche per gli smartphone europei, ma il mio modello, non essendo ancora stato annunciato, non riusciva a trovarlo normalmente dalle impostazioni. La nuova versione non ha portato solo un miglioramento della stabilità di sistema ma anche una più corretta gestione delle fotocamere.

FOTOCAMERE

Se c'è un punto debole ricorrente per Realme riguarda questo comparto, X50 Pro di certo non eccelle ma è comunque capace di realizzare degli scatti discreti. La fotocamera principale è da 64 MP, c’è una secondaria da 8 MP con lente grandangolare e infine c’è una terza da 12 MP per la tele con ingrandimento 2x. C’è inoltre il solito sensore da 2 MP in bianco e nero usato solo per l’effetto ritratto, la sua utilità è spesso sopravvalutata.

Le foto in diurna sono molto buone con la camera standard. Fatica nella gestione delle alte luci e i colori qualche volta appaiono troppo saturi e differenti dalla realtà. Le altre due fotocamere, ultra wide e tele, sono comode ma la qualità è bassa se indaghiamo nel dettaglio. Le foto risultano poco nitide e i colori molto spesso impastati e poco definiti.

Frontalmente ci sono due sensori d'immagine, uno da 32 MP e uno da 8 MP per i selfie di gruppo con camera grandangolare. Anche qui le foto sono sufficienti ma c’è un buon riconoscimento dei contorni negli scatti con effetto bokeh artificiale.

Prima dell’aggiornamento i video erano bloccati fino al 4K a 30 fps, adesso si possono registrare anche in 4K a 60 frame per secondo ma si sente ancora la mancanza della stabilizzazione ottica. Spero che con un aggiornamento futuro arrivi un EIS più ottimizzato.

GOOGLE CAMERA

Realme è un’azienda che fa parte del grande gruppo BBK, vi ricordo che sotto al suo cappello ci sono altri brand di grosso calibro come Oppo, Vivo e OnePlus e, spesso, queste società producono smartphone con implementazione dell’hardware e ottimizzazioni software assimilabili. Ho quindi pensato se fosse possibile sfruttare una variante della Google Camera ottimizzata per un altro device. Così è stato. 

Dopo una veloce ricerca sono riuscito a installare la Gcam per il OnePlus 8 Pro con le sue relative impostazioni. Le problematiche riscontrate nella gestione delle alte luci e dei colori spariscono e ora la fotocamera pare migliorata. Mi dispiace che non si possano sfruttare tutte, la grandangolare e la tele restano infatti fuori, almeno per il momento (è pur sempre un'app esterna che sicuramente sarà meglio sviluppata).

Apprezzo sempre tanto quando queste “modifiche” sono così semplici, non solo perché permettono a noi utenti di godere di un dispositivo migliore, ma anche perché spronano le aziende a tirare fuori il massimo dal proprio hardware. 

AUDIO, SICUREZZA E CONNESSIONI

Lo speaker è posto sul lato inferiore e in accoppiata alla capsula auricolare si riesce a creare un bell’effetto stereo con volume elevato che non distorce neanche al massimo. Manca il jack audio 3.5 e la porta ricarica/dati è una USB Type C 2.0 quindi senza uscita video. Tra le mancanze c’è da segnalare anche l’assenza della certificazione IP68 per resistenza ad acqua e polvere e della ricarica wireless.

La sicurezza è affidata a sensore ottico per il riconoscimento dell’impronte digitali posto sotto al display. Lo sblocco è sempre veloce e senza mai incertezze. La cosa che più mi ha sorpreso e quanto sia affidabile visto che riconosce l’impronta sotto qualsiasi condizione di luce, in qualsiasi posizione o angolazione.


In aggiunta c’è anche il riconoscimento del volto con la fotocamera frontale. È meno sicuro ma non si riesce a eludere facilmente con una foto o video del nostro viso. Essendo presente una camera grandangolare si può sbloccare anche se lo smartphone non è perfettamente allineato. La lente ultra wide è più ampia della standard e riesce a vederci anche se abbiamo lo smartphone inclinato o poggiato sulla scrivania.

Dal punto di vista delle connettività è molto completo con Wi-Fi 6, bluetooth 5.1 e c’è anche il chip NFC per i pagamenti contactless. La ricezione è nella norma e in chiamata non ho mai incontrato problemi grazie al modem integrato nel SoC 865 c’è il supporto alle reti 5G ma è possibile utilizzarlo con solo una SIM card.

CONCLUSIONI E PREZZI

Realme X50 Pro è venduto in Italia con prezzo di listino che parte da 599,90 euro per la variante base con 8GB di memoria RAM e 128 di storage. SI sale a 669,90 euro per la variante 8/256 GB e 749,90 euro per quella con 12/256 GB di memoria. Il prezzo è in netta contrapposizione con il trend al rialzo che vediamo da inizio 2020. Sono stati presentati molti top di gamma con caratteristiche incredibili ma con un prezzo molto elevato spesso oltre i 1000 euro.

A metà 2020 sentivamo la mancanza di uno smartphone con hardware potenze un prezzo contenuto. X50 Pro raccoglie l’eredità della vecchia OnePlus e abbraccia la sua vecchia filosofia di Flagship Killer.

VOTO: 8.7

PRO E CONTRO:

Performance elevateDisplay OLED 90 HzRicarica 35 min a 65 W
No ricarica WirelessNo certificazione IP68Single SIM

VIDEO

Realme X50 Pro è disponibile online da Amazon a 750 euro. Il rapporto qualità prezzo è discreto e ci sono 6 modelli migliori.
(aggiornamento del 28 maggio 2020, ore 09:07)

632

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
528hz

Sì, anche se ho letto feedback molto positivi sulla RealmeUI la quale risulta molto ottimizzata quasi quanto la Oxygen.. comunque gli ingegneri sono sempre gli stessi (della BBK)

c1p8HD

Ricordiamoci che soprattutto è il SW che deve essere migliore e quindi sicuramente è Oneplus la scelta da fare

528hz

Tra Realme x50 Pro 5G e Oneplus 8 NON Pro quale scegliere? Da un lato abbiamo ricarica 65W, ram DDR5 (realme) e dall'altra design migliore e fotocamera con OIS (oneplus 8)

BerlusconiFica

Flagship killer ha commosso il web! Questo telefono é diventato virale guardate cosa fa! Incredibile! Clicca per allungare il tuo pene!

Mauro Morichetta

la perdita delle vendita sta nella ricerca del design, una cosa bella vende lo stesso, in questo decennio di rettangoli tutti uguali, comprare un top di gamma è solo una lista di componenti per esauriti che fanno a gara a chi apre prima facebook contando i decimi di millessimi di secondo e come andare a fare la spesa con macchina da formula uno.

Enrico Maria Dal Compare

Sui giochi non so dirti perchè gioco veramente poco. Riguardo invece l'interfaccia, è davvero dura essere obiettivi perchè sto coso va a 90hz, e quando ha cali di frame rate (se li ha) andrà mi immagino tra i 40-60, che comunque è un rate accettabile. Peró si, secondo me qualche calo ce l'ha. Non lo definirei lag perchè non è ne uno stutter grafico ne un blocco. Peró voglio dire molto meglio della One ui

Mattia Alesi
Come anticipato, credo che l’esperienza così fluida e reattiva sia frutto non solo dell’hardware di alto livello ma anche di un'accurata ottimizzazione software

Ma quale ottimizzazione software...

Hai l'ultimo Snap 865, 12 Gb di Ram in Lpddr5, memorie ufs 3.0 e credi di riuscire a percepire le differenze dovute ad una buona (o meno) ottimizzazione SW ?!?

Rendiamociconto

realme si farà quei 2 anni di major e 3 di patch sui top come oneplus, al massimo segano il 3 di patch ma è da vedere. Per ora il 1 lo fanno.
Per la lineage no mi dispiace, non ho fatto quella prova, ho letto di qualcuno che usava la Pixel experience ma aveva qualche bug. Diciamo che su oneplus chi modda si tiene la oxygen e cambia kernel/governor

ItaloGianluca

Es. Samsung come patch da 2016 fino a marzo 2020, come features I due anni... Realme?

Riccardo

allora mi stai dicendo che il top di gamma è definito dalla massa, non dalle possibilità infinite che può offrire con uno sviluppo parallelo, infatti la massa compra iphone

al3xb3rg

Beh, 100 euri un più dell'imminente poco f2 che, bene o male ha le stesse caratteristiche, non sembra un buon affare

King Bowser

Ed è la migliore cosa

Rendiamociconto

esiste il flagship killer? secondo me no, non è mai esistito , al contrario mediogamma pompati e flagship sovraprezzati

erdarkos

immagino che ti interessi, ma queste aziende lavorano, pensano, agiscono nel mercato di massa, ed alla massa del modding ormai non importa più nulla.

Ikaro
Rendiamociconto

ci siamo arrivati, non mi sono permesso a dirlo prima perchè qui ti mangiano vivo

Rendiamociconto

si concordo e avevo letto di questo, come ho anche letto che hanno sistemato.

Rendiamociconto

vediamo, mai sottovalutare le scorte in magazzino invendute

Rendiamociconto

si a livello personale ma non è lo scopo della recensione e del blog

Rendiamociconto

certo, per questo che a meno che il mio telefono si rompa non ne compro un altro

King Bowser

Su molte cose sono daccordo.. Ma purtroppo il mercato degli smartphone ad oggi è questo..

LordRed

Non riesco ad entrare nel merito di questi numeri, tanta gente ne compra anche più di uno di smartphone quindi non riesco a starci dietro.

Lupo1

Potrebbero comprarlo pure...

TheAppleFanDroid

Ma non è tanto una questione di animazioni, quanto di fluidità. Lag infernali nella tendina notifiche, animazioni che non seguono i comandi, ma arrivano dopo... Tutto molto scattoso e mal ottimizzato, perchè comunque l'hardware c'è e ci sono telefoni con hardware inferiore che, nell'utilizzo quotidiano, vanno meglio.

Claudio Antonetti

È quello il punto, cos'hanno in più gli ultrà top premium? Io personalmente trovo che la ricarica wireless sia l'unica caratteristica che mi fa desiderare veramente un top, per tutto il resto va piu che bene un realme x2pro.

Ikaro
Rendiamociconto

ormai vi è un monopolio di 1-2- max 3 aziende per gli elementi caratterizzanti di uno smartphone, unisci che producono i restanti elementi pseudo caratterizzanti e li assemblano per tutti nelle solite 2-3 società....non vedo possibilità di avere una differenziazione rilevante se non tra samsung huawei apple e bkk...poi aggiungi che si copiano tra di loro e specialmente apple et voilà

Rendiamociconto

si di costo all'oem di smartphone si, 845 stava sui 45 usd, 855+ invece 53 usd, alcuni partner hanno parlato di prezzi aumentati del 50% per l'865 quindi un 22 dollari in più quindi un 75 usd ma i prezzi variano per partner e partner( solo qualcomm lo sa).
Prendendo realme e oneplus che sono praticamente la stessa azienda e fino a poco tempo fa avevano anche lo stesso target di utenti quindi confrontabili noto soltanto che questo x50 pro molto simile ad un 7t o ad un 6t ha lo stesso prezzo di vendita e uno è con il 4g l'altro con 5g. (O anche confrontare il prezzo del mimix 3 4g e mimix 3 5g con xiaomi che ha dichiarato il 5% di margine o i prezzi asintotici dei due modelli oppure con la differenza di prezzo tra i modelli 4g e 5g di s20/s10 di samsung da listino)
Dato ciò inoltre sapendo benissimo che il GM è circa il 50 % e un soc non può costare più di 1/10 del prodotto, anche applicando questo fit statisticamente si trova che per tutti i modelli confrontabili è di circa 20 usd poi in base al margine di ogni oem c'è una varianza ma trascurabile rispetto al prezzo finale.
Trovo assurdo giustificare aumenti di 300,400 euro con la scusa del 5g , tipo la supercazzola di oneplus che la certificazione ip68 era troppo costosa per gli utenti (quando è trascurabile sul prezzo finale). E' semplicemente il momento giusto di creare una nuova fascia e rientrare delle perdite del coronavirus ben sapendo che il mercato risponderà acquistando

efremis

In effetti ormai è anche sempre più difficile differenziarli. Più che altro il doppio foro di S10+ e i vari P40 comincio a vederlo troppo spesso.

Rendiamociconto

ci sta, concordo con te pienamente

Rendiamociconto

non lo so ma in italia vengono venduti sui 16 milioni di smartphone all'anno, su 40 milioni di utenti che lo hanno, il 50 % circa sono medio gamma in media...sto 40% che di utenti che ogni anno compra uno smartphone (per carità ci sarà pure chi ne compra 2-3 e chi nessuno) avrà pure un motivo

King Bowser

Praticamente stai dicendo che tra uno snap 855 con modem 4g e uno snap 865 con modem 5g c'è solo una differenza di 20 euro di prezzo.. Una roba assurda che non sta nè in cielo nè in terra.. Quest'anno i prezzi sono lievitati soprattutto per soc e modem 5g annesso obbligato dove secondo molte fonti abbastanza affidabili ci sono 80/100 euro almeno di differenza rispetto la passata generazione.

Rendiamociconto

ma hai ragione e sono d'accordo che a 500 euro ci può stare visti i listini attuali e dello scorso anno, poi è la fotocamera di remdi note 7 cosi come quella di op8 è quella del redmi note 7 pro, sulla carta è un sensore usato sui top gamma del 2018

Rendiamociconto

anche altri ex flagship killer passati le prendevano da ex ex top gamma dell'anno precedente quindi non è sottinteso mi spiace

Simone Lux Martignago

Doppio schifo frontale, niente OIS, millemila inutili fotocamere

Avanti il prossimo

efremis

Mi sembra di aver spiegato in maniera semplice. Ho detto un top ogni 6 mesi, non ho detto una serie.
È comunque qualcosa che se non ci fosse renderebbe più esclusiva quell'unica serie top, cosa che per ora solo Apple fa ed ha un suo senso. Se ogni 6 mesi uscisse un iPhone top con il pennino dopo l'iPhone top senza, fidati che un pochino farebbe piano piano scendere un po' di esclusività ed hype.

Rendiamociconto

qualcuno cambierà ma 2 mesi non fanno diventare un paese ricco in uno povero

Rendiamociconto

non mi sembra che la serie s si rinnovi ogni 6 mesi, huawei o samsung fanno serie diverse di top ogni 6 mesi, oneplus rinnova tutte le serie ogni 6 mesi. Sony non saprei

LordRed

Ma se uno spende poco per un medio gamma secondo te che interesse ha a cambiare telefono dopo due anni se funziona ancora bene?

LordRed

La longevità è data da hardware e da software, non è scritto da nessuna parte che un nokia con 2 GB di ram e android 10 sia meglio di un galaxy s8 con android 9

efremis

Chi? Samsung ogni 6 mesi, Huawei ogni 6 mesi, OnePlus ogni 6 mesi, Oppo ogni 6 mesi, Sony anche

Sun of a beach

Accidenti sono stato troppo ottimista come sempre.

Dennis Lee

Te capì ma se decidi di fare una guerra simile non ne esci più. Secondo me è un telefono che a 499 ci può stare dentro, se non hai particolari pretese di fotocamera

Ikaro
Rendiamociconto

realme non è realme e basta, è anche oppo vivo e oneplus
il fatto che abbiano nomi diverso non cambia la realtà

Rendiamociconto

appunto, hdblog non deve comprare un telefono la deve recensire e basta

Rendiamociconto

che la recensione è sul prodotto relazionato ai prezzi di listino del 2020, non sul confronto con altri prodotti o relazioni con i 299 euro del nexus 5

Ikaro

Ok, e quindi? Dove vuoi arrivare?

Rendiamociconto

la recensione è stata fatta nel 2020, non nel 2019

Rendiamociconto

si ho capito, dipende con che cosa l'hai comparata! può essere che abbiano messo le animazioni della hydrogen

Recensione e Confronto tra Redmi Note 9, 9 Pro, 9S: quale scegliere? Video

Ricarica rapida e super rapida: i migliori smartphone 2020 a confronto

Recensione Motorola Edge: quando l'autonomia fa la differenza

Recensione Huawei MatePad Pro: senza GApps ma con tanto carattere